unci banner

:: Evidenza

Il Dipartimento di Agraria tra i progetti finanziati del bando europeo SusCrop - ERA-NET

Il Dipartimento di Agraria tra i progetti finanziati del bando europeo SusCrop - ERA-NET

Ancora un successo in ambito EU per l’Università Mediterranea di Reggio Calabria. Il Dipartimento di AGRARIA, è risultato tra i 13 vincitori del prestigioso bando europeo SusCrop- ERA-NET Cofund on Sustainable Crop Production ( https://www.suscrop.eu/ ...

U19, mercoledì di Coppa, Cataforio contro Bernalda nei 32esimi di finale. Gara secca alle 19 al "PalaMazetto"

U19, mercoledì di Coppa, Cataforio contro Bernalda nei 32esimi di finale. Gara secca alle 19 al "PalaMazetto"

Il Cataforio migliore della sua storia, in lista per un posto play-off per la A2, non perde di vista il proprio obiettivo base, ovvero, la valorizzazione dei propri giovani. L'U19, dopo aver salutato l'anno scorso...

Portuali a rischio, Toninelli: "Salvare e rilanciare Gioia". Il ministro in Calabria la settimana prossima

Portuali a rischio, Toninelli: "Salvare e rilanciare Gioia". Il ministro in Calabria la settimana prossima

"Quello di Gioia Tauro è un porto fondamentale per tutta la Calabria e per l’Italia intera. Oggi ho incontrato al Mit le sigle sindacali e i rappresentanti diretti dei lavoratori dello scalo. Mi ha colpito...

Amici18, il reggino Mowgli in lotta per una maglia al serale. Le info per televotare

Amici18, il reggino Mowgli in lotta per una maglia al serale. Le info per televotare

Reggio Calabria. Continua la corsa del reggino Cristian Bilardi, in arte Mowgli, nel programma amici di Maria De Filippi. Gli scontri continui e gli screzi con la Celentano non hanno offuscato il suo talento, qualità...

Viola, il playmaker Alessandri: a Valmontone per il riscatto

Viola, il playmaker Alessandri: a Valmontone per il riscatto

Filippo Alessandri, playmaker della Mood Project Reggio Calabria, ospite del format "Tutti i Figli di Campanaro" in onda su Radio Touring 104 ha commentato il ritorno in palestra della squadra neroarancio in vista del prossimo...

compra calabria

Sei qui: HomeATTUALITA'Africo Vecchio, il Ponte Tibetano unisce passato e futuro in una visione di insieme

Africo Vecchio, il Ponte Tibetano unisce passato e futuro in una visione di insieme

Pubblicato in ATTUALITA' Mercoledì, 11 Luglio 2018 12:50

Taglio del nastro per il ponte tibetano e le altre opere finanziate dall’Ente Parco Nazionale dell’Aspromonte e realizzate dal Comune di Africo, che rientrano nel più ampio e articolato “Accordo di Programma” siglato tra i due Enti nell’Aprile 2016 dal Presidente del Parco Nazionale dell’Aspromonte, Giuseppe Bombino e dalla Commissione Straordinaria presieduta dalla dott.ssa Franca Tancredi, a latere il dott. Roberto Micucci e il dott. Vito Liano. L’Accordo di Programma è finalizzato alla valorizzazione di una delle aree di maggior pregio naturalistico dell’Aspromonte attraverso il ripristino della rete sentieristica, il recupero di immobili da utilizzare per l’ospitalità diffusa degli escursionisti, l’insediamento di attività di animazione territoriale e la creazione di una offerta integrata.


Il Ponte Tibetano è stato realizzato sull’alveo del Torrente Casalnuovo per collegare i due antichi borghi di Africo Vecchio – Casalnuovo; al contempo è stato completato anche l’Ostello della Legalità di Africo Vecchio, che sarà destinato all’Ospitalità degli escursionisti.
Alla conferenza stampa di presentazione delle Opere erano presenti il Presidente del Parco Nazionale dell’Aspromonte, Giuseppe Bombino, il Sindaco di Africo Francesco Bruzzaniti ed il Direttore del Parco Sergio Tralongo.
L’Accordo di Programma, che a breve sarà implementato con nuovi interventi, punta al recupero strutturale e funzionale dei borghi di Africo Antico e Casalinuovo e consentirà di riqualificare gli antichi insediamenti dell’entroterra destinandoli all’ospitalità diffusa, a laboratori di educazione naturalistica e ambientale, a scuole e centri di formazione (giornalistica, naturalistica e ambientale, artistica, fotografica e cinematografica) sui temi della montagna. due borghi racchiudono l’ansia e la passione del meridionalista Umberto Zanotti Bianco che contribuì ad edificare una passerella sull’Apòscipo, alloggi nella frazione Campusa e Asili per l’infanzia ad Africo e Casalnuovo; un altro grande uomo e scrittore, Saverio Strati, col romanzo “La Teda” del 1957, diede voce ad Africo ed alla sua gente.
Nel 2008 lo scrittore africese Gioacchino Criaco pubblica il romanzo “Anime Nere” e, dopo Corrado Alvaro, Saverio Strati, Francesco Perri, torna a parlare di un Aspromonte forte e reale.
È il risveglio culturale della nostra montagna d’Aspromonte.

RC 11 luglio 2018

Letto 774 volte

Articoli correlati (da tag)

  • Parco Aspromonte, le specie aliene invasive: conoscerle per prevenirne la diffusione

    Nell’ambito del Progetto Nazionale Life Asap sulle Specie Aliene Invasive, un’importante iniziativa, coordinata da Ispra, unitamente ad altri autorevoli partner tra i quali Legambiente e di cui il Parco dell’Aspromonte è cofinanziatore, hanno preso il via i seminari formativi, rivolti ai docenti delle scuole di ogni ordine e grado e agli educatori ambientali. Obiettivo di questi incontri la condivisione di un percorso che rafforzi il rispetto alla tutela degli habitat naturali, in particolare nelle aree protette, per contrastare la diffusione delle specie aliene, a beneficio della biodiversità e della salute collettiva.

  • Nidificazione degli uccelli rapaci, divieto di “arrampicata” all’interno del Parco dell’Aspromonte

    Per salvaguardare le specie avifaunistiche di particolare interesse conservazionistico, tra cui i rapaci rupicoli che utilizzano come siti di nidificazione le pareti rocciose all’interno del Parco dell’Aspromonte, l’EPNA con una specifica ordinanza, ha disposto il divieto di svolgimento delle attività alpinistiche su pareti rocciose, anche se preventivamente attrezzate, fino al 15 agosto 2019.
    Con la stessa ordinanza viene disposto che il divieto, per gli anni a venire, avrà carattere annuale dal 1° gennaio sino al 15 agosto, fino a specifica revoca del provvedimento.

  • Parco Aspromonte, le azioni di tutela per salvaguardare le foreste vetuste

    Aree di monitoraggio permanente, specifici rilievi forestali e botanici, mappatura e georeferenziazione di ogni singola pianta arborea. Entra nel “vivo” delle sue attività l’Azione di Sistema svolta dal Parco dell’Aspromonte in partnership con gli altri Parchi nazionali del Sud Italia per creare una vera e propria “rete” di Boschi vetusti nell’ambito dell’Appennino meridionale italiano.
    Nel Parco Nazionale dell’Aspromonte sono presenti sei siti ognuno dei quali è caratterizzato da peculiarità uniche nel loro genere.

  • Parco Aspromonte, prorogati i contratti dei lavoratori a tempo determinato

    Il Consiglio Direttivo dell’Ente Parco Nazionale dell’Aspromonte, guidato dal Vice Presidente Domenico Creazzo, mediante l’utilizzo di fondi regionali, ha prorogato fino ad Aprile 2019 i contratti dei lavoratori a tempo determinato che prestano servizio presso l’Ente, in ottemperanza ai contenuti della Manovra varata dal Governo e in attesa dell’emanazione del Decreto Ministeriale di assegnazione somme alla Regione Calabria che consentirebbe l’ulteriore proroga sino al 31 ottobre 2019.
    “Il Consiglio Direttivo – ha spiegato il Vice Presidente Domenico Creazzo – ha sempre dimostrato la chiara e ferma volontà politica di procedere ai rinnovi dei contratti, per non disperdere le professionalità dei lavoratori impegnati in questi anni presso l’EPNA e, al contempo, garantire ad essi dignità socio – lavorativa.

  • Ente Parco Aspromonte: viabilità, Domenico Creazzo scrive ad Anas auspicando “interventi prioritari di manutenzione”

    Il vice Presidente dell’Ente Parco Nazionale dell’Aspromonte, Domenico Creazzo, nell’esprimere “soddisfazione” per il trasferimento delle competenze di circa 283 km di rete stradale calabrese all’Anas, “scelta che garantirà continuità territoriale” evitando la frammentazione nella gestione delle strade” ha inviato all’ Area Compartimentale Calabria una lettera nella quale sottolinea “l’importanza di interventi di manutenzione immediati” sui tratti che collegano alcuni comuni montani.
    Creazzo, nella sua nota, si sofferma sulla “SP2 (ex SS 112) d’Aspromonte, “storica “dorsale” di collegamento tra i comuni della fascia tirrenica e jonica del reggino, che attraversa le zone più interne della nostra montagna costituendo la principale via d’accesso e di collegamento verso numerosi centri abitati del Parco Nazionale dell’Aspromonte”.

Copyright © 2018 CALABRIAPOST - Trib. RC n. 14/2013
Direttore responsabile: Gianluca Del Gaiso
Associazione "P4C"
via Reggio Modena 22  Rc - CF 92084720801
Redazione Ideocoop a r.l.