unci banner

:: Evidenza

Ad Africo Antico la prima giornata di "Gente in Aspromonte", per una nuova narrazione della Calabria

Ad Africo Antico la prima giornata di "Gente in Aspromonte", per una nuova narrazione della Calabria

E' ad Africo antico, nel cuore dell'Aspromonte, la splendida montagna selvaggia e incontaminata della Calabria che, alta, affaccia sul Mediterraneo, luogo di straordinaria bellezza, primordiale,...

"Lo Stretto Sostenibile" in prima assoluta il 24 Luglio al Face Festival di Ecolandia

"Lo Stretto Sostenibile" in prima assoluta il 24 Luglio al Face Festival di Ecolandia

Un documentario che, tra passato, presente e futuro, racconta le bellezze e le potenzialità del comprensorio di Catona, Arghillà e della Vallata del Gallico. E’...

“Luci da dentro”: il carcere visto come riscatto sociale nel rispetto per l’ambiente

“Luci da dentro”: il carcere visto come riscatto sociale nel rispetto per l’ambiente

È stato presentato stamane, presso la sede della Camera di Commercio di Reggio Calabria, il progetto pilota “Luci da dentro”, che vuole offrire ai detenuti...

Tonnara di Palmi: sequestrati 100 kg di pescato

Tonnara di Palmi: sequestrati 100 kg di pescato

Reggio Calabria. Nel corso di una operazione effettuata nei giorni scorsi, nell’ambito dell’ordinaria attività di controllo del territorio, i militari della Capitaneria di porto di...

compra calabria

Sei qui: HomeATTUALITA'Ance Calabria: chiediamo un cambio di rotta

Ance Calabria: chiediamo un cambio di rotta

Pubblicato in ATTUALITA' Martedì, 05 Dicembre 2017 14:29

Era emerso già all’interno del dossier sulle opere pubbliche, che l’ Ance Reggio Calabria, aveva reso noto lo scorso mese che la Calabria, dal punto di vista degli appalti pubblici, è alla paralisi. Opere per centinaia di milioni di euro, a causa dei motivi più disparati, sono bloccate. Un blocco che ha fatto registrare dal 2008 –inizio della crisi- a giugno 2017 un calo delle imprese di circa 390 unità, quasi il 26,32%. Con conseguente diminuire dell’occupazione. In un territorio come il nostro, dove le imprese non investono, il lavoro scarseggia, le poche aziende o imprese che potrebbero spingere l’economia locale e far risalire la china, devono fare i conti con quelli che, il presidente di Ance Calabria, Francesco Berna, ha definito “lunghezze burocratiche inutili”.

Berna, insieme ai presidenti delle cinque associazioni territoriali Giovanbattista Perciaccante  (Cosenza), Massimo Villirillo (Crotone), Alessandro Caruso (Catanzaro), Gaetano Macrì (Vibo Valentia) e Francesco Siclari (Reggio Calabria), hanno fatto il punto sulle criticità del settore edilizio, questa mattina, nel corso di una conferenza stampa tenutasi presso la “Giuditta Levato” del Consiglio regionale. L’ Ance Calabria, ha voluto porre al centro l’analisi e le proposte dell’associazione dei costruttori calabresi per far fronte alle criticità del comparto dell’edilizia nel territorio regionale, con particolare riferimento allo sblocco delle opere pubbliche e allo snellimento delle procedure d’appalto.

Ciò che viene chiesto, ha spiegato Berna, “è che in Calabria, venga utilizzato, quale criterio per la scelta delle ditte per l’affidamento dei lavori pubblici, il metodo anti turbativa. Un metodo che, non solo garantirebbe un criterio di trasparenza ma, garantirebbe una velocizzazione dell’assegnazione dei lavori”. Oggi, infatti, in Calabria viene utilizzato dalle stazioni appaltatrici, il metodo dell’offerta a ribasso o economicamente più vantaggiosa. Un metodo fa notare Perciaccante, che “è, non solo poco trasparente, perché prevede la modifica in corso del progetto a discrezione delle commissioni ma, dispendioso per gli imprenditori e, soprattutto per la buona riuscita del progetto. Questo perché –spiega- l’iter per affidare il lavoro si protrae, con aumento esponenziale dei costi e di tempo. Infatti, capita che la gara d’appalto, duri più della costruzione dell’edificio o della strada”. Questo tipo di metodo, hanno spiegato i singoli presidenti, “ha come conseguenza l’immobilismo del settore”. È necessario, “che si cambi il codice degli appalti”, non solo a livello locale, sottolinea Caruso, ma anche “a livello nazionale, perché le aziende e le imprese, possano concorrere ed essere competitive anche fuori la regione d’appartenenza”. Se si vuole far ripartire questa terra, bisogna “sbloccare il lavoro e tutto quello che ne consegue”.

di Giusi Mauro

Rc 5 dicembre 2017

Letto 97 volte

Articoli correlati (da tag)

  • “Luci da dentro”: il carcere visto come riscatto sociale nel rispetto per l’ambiente

    È stato presentato stamane, presso la sede della Camera di Commercio di Reggio Calabria, il progetto pilota “Luci da dentro”, che vuole offrire ai detenuti una speranza di riscatto sociale nel lavoro in un processo di riutilizzo della plastica per la realizzazione di prodotti in materiale di riciclo. Rieducazione civica e salvaguardia dell’ambiente: è il duplice obiettivo che il progetto si pone, sviluppato in collaborazione tra la Casa Circondariale di Reggio Calabria, la Consigliera di Parità della Città Metropolitana di Reggio Calabria e la Lega dei Diritti Umani (LIDU).

  • Presentata la Festa dei Popoli e del Lavoro di Riace: il 28 e 29 luglio

    Presentata questa mattina a palazzo Corrado Alvaro la due giorni in programma il prossimi 28 e 29 luglio a Riace, dal titolo "Ero straniero, Festa dei Popoli e del Lavoro". Un appuntamento organizzato dalla Cgil e che ha visto raccogliere il suo appello tra gli altri dall'Arci

  • In piazza Castello la tappa reggina della NTC Summer League 2018

    Presentata questa mattina la tappa reggina della NTC Summer League in programma questo fine settimana nel piazzale alle spalle del Castello Aragonese davanti il Tribunale. Sport ma non solo per un appuntamento che come sempre vede già ai nastri di partenza tanta partecipazione ed entusiasmo.

  • Gli appuntamenti di oggi in città 19 luglio 2018

    Gli appuntamenti di oggi in città: -alle ore 10 presso il Castello Aragonese si terrà la conferenza stampa di presentazione dell'edizione 2018 della #Ntc Summer League.
    -ore 10:30 palazzo Corrado Alvaro presentazione evento in programma a Riace nei giorni 28 e 29 luglio: Ero straniero, Festa dei Popoli e del Lavoro
    -Progetto pilota “Luci da dentro“ rivolto ai detenuti in un percorso che li vedrà tornare sui “banchi di scuola” per acquisire le procedure di riutilizzo della plastica per la realizzazione di prodotti in materiale riciclato. Le opere realizzate saranno esposte nel corso della presentazione del progetto presso la Camera di Commercio alle ore 11.00.

  • A Palazzo Campanella l'Assemblea pubblica della Commissione Regionale Pari Opportunità

    Prosegue l’impegno della CRPO per approfondire gli strumenti necessari nel percorso di realizzazione dell’uguaglianza di genere nelle rappresentanze istituzionali e, più in generale, nei luoghi di decisione.
    In questa direzione, un contributo importante è venuto dall’assemblea pubblica organizzata dalla stessa CRPO alla sala Monteleone di Palazzo Campanella con gli interventi della presidente Cinzia Nava, della consigliera regionale Flora Sculco, dell’on. Lella Golfo e del sindaco della Città Metropolitana di Reggio Calabria, Giuseppe Falcomatà.

Copyright © 2018 CALABRIAPOST - Trib. RC n. 14/2013
Direttore responsabile: Gianluca Del Gaiso
Associazione "P4C"
via Reggio Modena 22  Rc - CF 92084720801
Redazione Ideocoop a r.l.