unci banner

:: Evidenza

Reggio Calabria. Omicidio in via del Gelsomino: padre ucciso a coltellate dal figlio. I nomi

Reggio Calabria. Omicidio in via del Gelsomino: padre ucciso a coltellate dal figlio. I nomi

Reggio Calabria. Questo pomeriggio si è consumato in città un omicidio in ambito familiare. La vittima si chiamava Domenico Bova, di 59 anni. L'uomo è stato colpito con numerose coltellate dal figlio Simone 28enne che...

Tris amaranto: la Reggina punisce l'Elefante. Giostra di emozioni al "Granillo"

Tris amaranto: la Reggina punisce l'Elefante. Giostra di emozioni al "Granillo"

Reggio Calabria. Dopo cinque gare di digiuno la Reggina torna alla vittoria. E lo fa contro il Catania in un "Granillo" da brividi e ricco di emozioni. Gli amaranto calano il tris all'Elefante nella sfida...

Rosi Perrone: “Una Via della Seta senza Gioia Tauro: un disegno per cancellare il Sud?”

Rosi Perrone: “Una Via della Seta senza Gioia Tauro: un disegno per cancellare il Sud?”

Gli accordi per la nuova “Via della Seta” tra il Governo italiano e il Governo cinese, passeranno alla storia come la strategia di sviluppo - per nuovi canali commerciali attraverso i quali la Cina entra...

In tanti alla Festa dell'Arancia di Villa San Giuseppe

In tanti alla Festa dell'Arancia di Villa San Giuseppe

Si è svolta ieri la prima edizione della Festa dell'arancia nello storico borgo reggino voluta fortemente dal WLF Fondo Mondiale Per la Vita in persona del suo presidente Toni Quartuccio e dalla comunità della chiesa...

Roccaforte del Greco: consegna lavori per l’efficientamento della rete di pubblica illuminazione

Roccaforte del Greco: consegna lavori per l’efficientamento della rete di pubblica illuminazione

Nuova luce per Roccaforte, che presto sarà illuminata a LED, la tecnologia efficiente capace di consentire un forte risparmio nella bolletta elettrica e un importante beneficio in termini di minori emissioni di CO2. L’impresa IENERGY...

compra calabria

Sei qui: HomeATTUALITA'ANPI: il Sindaco di Condofuri non può più continuare ad esercitare il suo ruolo nelle Istituzioni

ANPI: il Sindaco di Condofuri non può più continuare ad esercitare il suo ruolo nelle Istituzioni

Pubblicato in ATTUALITA' Martedì, 12 Marzo 2019 20:27

Quasi in contemporanea alla notizia positiva della cancellazione di Benito Mussolini dal Registro dei cittadini "onorari" del Comune di Bergamo, abbiamo appreso, grazie ad una segnalazione relativa a facebook, che il Sindaco di Condofuri, Tommaso Iaria espone (ndr: è stato rimosso nella giornata di oggi), nella sede del Comune (presso la delegazione Municipale di Condofuri Marina), un quadro contenente addirittura un "giuramento delle SS", dal titolo "Scelgo". Anzi, al fine di dare maggiore visibilità al famigerato e farneticante testo, non si limita ad esporlo nella sede del Comune ma lo colloca tra le foto che i suoi fans e altri navigatori sul web possono vedere (ed eventualmente apprezzare) tra le foto del suo "profilo facebook".

Nel recente passato abbiamo sentito più volte rappresentanti delle Istituzioni (parlamentari, Ministri etc.) affermare che gli allarmi e le denunzie, spesso provenienti dall'ANPI, sui molti , troppi segnali di neofascismi, neonazismi e razzismi amplificano ed enfatizzano fenomeni ed episodi praticamente inesistenti, ingigantiti dagli antifascisti.

Questa è invece la realtà che segnaliamo e denunziamo ai rappresentanti delle Istituzioni che debbono intervenire con rigore e nel rispetto della Costituzione e delle leggi che la applicano (la legge Scelba e la legge Mancino).

Lo abbiamo fatto qualche tempo fa nei confronti del Consigliere Comunale Lucio Dattola, lo facciamo oggi nei confronti di Tommaso Iaria, Sindaco di Condofuri, che pochi mesi fa , all'atto dell'insediamento del primo Consiglio Comunale, ha giurato "fedeltà" alla Costituzione ed alle leggi della Repubblica e poco dopo ha calpestato sia l'articolo 54 della Costituzione sia le leggi che vietano apologia di nazifascismo.

Il Sindaco di Condofuri, Tommaso Iaria, non può più continuare ad esercitare il suo ruolo nelle Istituzioni. L'ANPI di Reggio Calabria invia il presente comunicato al Presidente della Repubblica, al Prefetto di Reggio Calabria ed al Procuratore della Repubblica.

Reggio Calabria 12 marzo 2019

Letto 84 volte

Articoli correlati (da tag)

  • Domani, 24 marzo, nel 75° anniversario della strage, l'ANPI di Reggio Calabria ricorda il partigiano palmese Giuseppe Lo Presti

    Correva l'anno 1944, era il 23 marzo: a Roma l'attentato di via Rasella contro i nazisti, una delle più coraggiose ed audaci azioni della Resistenza Romana. L’attentato di via Rasella infligge pesanti perdite al reparto militare nazista che percorre via Rasella (trentatrè morti). La rappresaglia nazista, che si avvale della collaborazione dei fascisti romani, è terribile. Dieci italiani dovranno essere uccisi per ogni tedesco nazista vittima dell’attentato. L’orribile strage, che va persino oltre i numeri previsti (335 al posto di 330), avviene in un luogo, le cave delle “Fosse Ardeatine”, destinate anche a nascondere l’orrore della rappresaglia. Domani, 24 marzo 2019, 75° anniversario della strage nazifascista delle Fosse Ardeatine.

  • La vita del partigiano di Fossato, Antonino Stillitano protagonista dell'incontro ANPI

    Nuovo appuntamento con il ciclo “Dalla Resistenza alla Costituzione. Dalla dittatura alla Democrazia”, avviato nel dicembre 2018 grazie ad un’intesa sottoscritta da ANPI, Città Metropolitana e Comune di Reggio Calabria. Questa volta si è parlato della storia del partigiano di Fossato di Montebello Jonico, Antonino Stillittano. 
    Antonino Stillittano fu uno dei tantissimi giovani chiamati e obbligati a combattere una folle guerra scatenata dal nazifascismo in luoghi lontani dalla propria terra d’origine.
    Gli orrori della guerra e della violenza contro altri uomini, divenuti nemici da sterminare, indussero molti di quei giovani a scegliere di combattere, dopo l’otto settembre del 1943, tra le formazioni partigiane, così come accadde al partigiano di Montebello.

  • ANPI: Il partigiano Antonino Stillittano, dalla Resistenza all’impegno politico

    Riprende giovedì 21 marzo 2019, con un’iniziativa dedicata alla storia del partigiano di Fossato di Montebello Jonico, Antonino Stillittano, il programma “Dalla Resistenza alla Costituzione. Dalla dittatura alla Democrazia”, avviato nel dicembre 2018 grazie ad un’intesa sottoscritta da ANPI, Città Metropolitana e Comune di Reggio Calabria.
    Antonino Stillittano fu uno dei tantissimi giovani chiamati e obbligati a combattere una folle guerra scatenata dal nazifascismo in luoghi lontani dalla propria terra d’origine.

  • Interrogazione parlamentare di Stumpo (Leu) sul caso Condofuri, Alex Tripodi e Massimo Paolucci (MDP): Iaria si dimetta

    Quanto è successo nel Comune di Condofuri in merito all’esposizione nella sala del Sindaco del giuramento del battaglione italiano delle "Waffen SS", responsabili di alcune stragi contro civili, tra cui quella di Sant'Anna di Stazzema che provocarono la morte di oltre cinquecento persone è un episodio di una gravità inaudita e che ci ricorda uno dei periodi più bui della storia dell’umanità, a dichiararlo è il membro della Segreteria Nazionale del Movimento Giovanile della Sinistra ed il Segretario provinciale di Articolo Uno-Mdp di Reggio Calabria Alex Tripodi e il Parlamentare Europeo Massimo Paolucci.

  • Doppia preferenza di genere, ANPI: il Consiglio Regionale della Calabria ancora una volta ha deciso di non decidere

    Non si tratta di una buona notizia: il Consiglio Regionale della Calabria ancora una volta ha deciso di non decidere, deludendo le molte donne che si erano date appuntamento per l’undici marzo davanti alla sede di Palazzo Campanella nella speranza di vedere finalmente una fumata bianca, simbolo dell’approvazione della legge regionale sulla doppia preferenza di genere. La Calabria rimane così fanalino di coda tra le poche regioni che non hanno provveduto a trasferire in una legge elettorale quanto previsto dalla legge nazionale n. 215 del 2012 per favorire il riequilibrio di genere, aumentando la possibilità per le donne di essere elette nei Consigli Regionali, così come nei Consigli Comunali ed in Parlamento.

Copyright © 2018 CALABRIAPOST - Trib. RC n. 14/2013
Direttore responsabile: Gianluca Del Gaiso
Associazione "P4C"
via Reggio Modena 22  Rc - CF 92084720801
Redazione Ideocoop a r.l.