unci banner

:: NEWS

Il concerto di Carmen Consoli conclude l’estate reggina 2019

Il concerto di Carmen Consoli conclude l’estate reggina 2019

Sabato 21 settembre alle 21,30 il concerto di Carmen Consoli presso piazza Indipendenza concluderà gli eventi comunali programmati per l’estate reggina 2019, in collaborazione con la città metropolitana di Reggio...

Giornate Europee del Patrimonio: gli appuntamenti in città

Giornate Europee del Patrimonio: gli appuntamenti in città

L’assessorato alla Valorizzazione del Patrimonio Culturale guidato da Irene Calabrò comunica le iniziative del Comune di Reggio Calabria in occasione delle Giornate europee del Patrimonio che si terranno il prossimo...

Arriva il Rodeo Calabria Tennis Tour 2019

Arriva il Rodeo Calabria Tennis Tour 2019

Ecco il "Rodeo Calabria Tennis Tour 2019". Torna il circuito per III e IV categoria, tabelloni di singolare maschile e femminile, con la novità dei punti pieni Fit e la...

Operazione Bravo Cotraro: sequestrati quasi 2 kg di cocaina e arrestato il corriere

Operazione Bravo Cotraro: sequestrati quasi 2 kg di cocaina e arrestato il corriere

Militari del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Reggio Calabria, nel corso di un’ordinaria attività d’iniziativa indirizzata al controllo economico-finanziario del territorio, hanno proceduto al sequestro di 1,6 chilogrammi...

compra calabria

Sei qui: HomeATTUALITA'Berna Costruzioni presenta “Green Bim”, innovazione e digitalizzazione per il rilancio dell’edilizia

Berna Costruzioni presenta “Green Bim”, innovazione e digitalizzazione per il rilancio dell’edilizia

Pubblicato in ATTUALITA' Lunedì, 16 Luglio 2018 15:12

“Un progetto che mira a rimodellare le strutture aziendali, adeguandosi agli obiettivi prefissati a livello nazionale ed europeo”. Con queste parole il presidente di Ance Calabria ed amministratore unico dell’impresa Berna Costruzioni, Francesco Berna, ha presentato al salone convegni di Confindustria Reggio Calabria (i lavori sono stati coordinati dal direttore di Ance Reggio Calabria, Antonino Tropea) il progetto denominato “GREEN BIM – Green Building Information Modeling: Ricerca e Sviluppo per la modellazione, la digitalizzazione e la sostenibilità dell’impresa Berna Costruzioni Srl”, finanziato dal POR FESR-FSE Calabria 2014-2020.

Il BIM punta a perfezionare un nuovo prototipo di processo produttivo ed un modello innovativo di prodotto/servizio dell’impresa da realizzare mediante la definizione e codifica di un protocollo tecnologico e gestionale finalizzato a supportare l’innovazione, la competitività e la sostenibilità ambientale dell’impresa e più in generale del comparto edile calabrese. Si tratta, in altre parole, di un nuovo e differente approccio al mondo delle costruzioni, utile a superare le difficoltà che l’impresa incontra durante le diverse fasi del ciclo di vita di un edificio, dalla progettazione alla manutenzione.
“Già impiegato nei settori dell’aeronautica e dell’automotive, applicato nelle costruzioni, questo strumento – ha affermato Berna – porterà ad un’evoluzione importante nel comparto per garantire qualità e migliorare i tempi di realizzazione, riducendo inefficienze e sprechi nel campo dell’edilizia. Fino ad oggi il settore delle costruzioni – ha aggiunto il presidente di Ance Calabria – è stato fanalino di coda per quanto concerne la ricerca e lo sviluppo, soprattutto nella fase esecutiva dell’attività lavorativa. Noi riteniamo che si debba invertire questa tendenza negativa e che il settore dell’edilizia debba stare al passo coi tempi e con il digitale 4.0”.
Il progetto vede la collaborazione del Politecnico di Milano, partner della Berna Costruzioni in questa fase operativa, a partire dalla scelta dei software più idonei alla realizzazione del Green Building Information Modeling.
“In un settore tradizionalista, come quello delle costruzioni, l’avvento della digitalizzazione – ha spiegato Alberto Pavan, docente del Politecnico di Milano - porterà delle innovazioni importante così come è successo in ogni altro comparto industriale dei servizi. Tutti i grandi interventi, da Londra a Doha, sono digitalizzati in BIM. Con Berna Costruzioni stiamo lavorando per riuscire a digitalizzare non solo la progettazione, ma – ha continuato Pavan – per integrare il digitale della progettazione direttamente sull’impresa. Quindi è l’azienda che recupera dati dalla progettazione, trasmettendoli alla manutenzione, con un efficientamento per tutta la filiera”.
Nel corso dell’incontro, sono intervenuti il presidente dell’ordine degli Architetti Pianificatori Paesaggisti Conservatori della provincia di Reggio Calabria, Salvatore Vermiglio, il manager di progetto Domenico Tripodi e Massimo Lauria dell’Università degli Studi Mediterranea di Reggio Calabria, che hanno descritto lo scenario nel quale si inserisce il BIM, quale modello organizzativo basato sulla condivisione dei processi e sulla digitalizzazione delle informazioni. In particolare, è stato posto l’accento sull’avvio di una attività formativa e di aggiornamento sul territorio calabrese legata allo strumento di gestione del BIM, che vede coinvolti le imprese, l’università e il mondo delle professioni.
Nel corso della conferenza, hanno portato i loro saluti anche Herbert Catalano consigliere direttivo Ance Reggio Calabria e Menotti Lucchetta, dirigente del settore Ricerca Scientifica e Innovazione Tecnologica della Regione Calabria.
“La Regione – ha sottolineato Lucchetta – sostiene in maniera precisa e puntuale, con risorse economiche, le imprese che sul territorio vogliono fare ricerca industriale e sviluppo sperimentale. L’innovazione – ha aggiunto il dirigente regionale – è una condizione imprescindibile per creare sviluppo e innescare la competitività. Per questo, la Regione Calabria si propone di creare un ecosistema dell’innovazione dove tutte le imprese, con i sistemi integrati, riescano fare massa critica”.

Labecom
Reggio Calabria, 16 luglio 2018

Letto 356 volte

Articoli correlati (da tag)

  • Dati Anac su interdittive, Berna e Siclari: "Riforma urgente, strumento ormai inadeguato"

    I presidenti di Ance Calabria, Francesco Berna, e di Ance Reggio Calabria, Francesco Siclari, esprimono “forti perplessità” dopo la recente pubblicazione del report dell'Anac sulle imprese colpite da interdittive antimafia. “Il fatto che, nel periodo 2014-2018, il 27% delle misure abbia riguardato aziende calabresi e l'esponenziale incremento delle sanzioni – sostengono i rappresentanti dei costruttori edili – sono indici di un'evidente anomalia che può essere spiegata solo con l'inadeguatezza di uno strumento datato e ormai inadeguato a contrastare l'economia criminale”. Secondo Berna e Siclari, “i dati riportati dall'Autorità nazionale anticorruzione sembrano condannare definitivamente l'economia del nostro territorio e, di riflesso, l'intera società calabrese a un marchio d'infamia. Non possiamo accettarlo”.

  • Al via "La Calabria che vogliamo", piattaforma di idee e proposte per il futuro del territorio

    Confindustria Reggio Calabria è partner di Fondazione Mediterranea nell'evento in programma mercoledì 5 e giovedì 6 giugno prossimi nella sala Giuditta Levato di palazzo Tommaso Campanella, sede del Consiglio regionale, dal titolo “La Calabria che vogliamo”. Un'iniziativa che, secondo il presidente degli industriali reggini Giuseppe Nucera, “ha il pregio di stimolare un'ampia riflessione sulle prospettive di sviluppo del territorio, attraverso il coinvolgimento della classe dirigente e istituzionale calabrese e nazionale”. La "due giorni" si aprirà con i saluti istituzionali, oltre che di Nucera, del presidente della Fondazione Mediterranea Enzo Vitale, del magnifico rettore dell'Università Mediterranea Marcello Zimbone, del sindaco di Reggio Giuseppe Falcomatà e del presidente del Consiglio regionale, Nicola Irto.

  • Comunali San Luca, Nucera (Confindustria RC): "Lavoro unica via per far ripartire il territorio"

    “E’ stata una bella pagina di democrazia e partecipazione che segna l’avvio di un percorso di riscatto che il territorio, in tutte le sue componenti, intende percorrere con ferma determinazione”. Commenta con soddisfazione il presidente di Confindustria Reggio Calabria, Giuseppe Nucera, lo svolgimento della recente tornata elettorale che ha visto a San Luca il rinnovo degli organismi elettivi dopo ben undici anni dalle ultime elezioni comunali. Un contesto, quello sanluchese, che sta particolarmente a cuore alla territoriale di Confindustria Reggio Calabria che proprio nel paese che ha dato i natali a Corrado Alvaro, attraverso il proprio sportello Sportello Informa Lavoro&Imprese, ha avviato un ambizioso e importante progetto a sostegno dell’impresa locale, con particolare attenzione all'avvio di nuove attività da parte dei giovani del territorio.

  • Intimidazione Nuccio Azzarà, la solidarietà di Confindustria Reggio Calabria

    “Solidarietà a Nuccio Azzarà, segretario provinciale dell’UIL di Reggio Calabria, destinatario di un inquietante messaggio intimidatorio dinanzi al quale esprimiamo profonda preoccupazione”. Lo afferma il presidente di Confindustria Reggio Calabria, Giuseppe Nucera, che esprime i sentimenti di “amicizia e stima verso un esponente sindacale impegnato per l’affermazione dei diritti e della legalità. Queste minacce non fermeranno certamente l’azione di Azzarà ma anche di tutti i rappresentanti delle parti sociali e datoriali che lavoranno nella stessa direzione, quella che deve condurre al riscatto della nostra terra e ad affrancare i reggini e i calabresi dal giogo del malaffare e della criminalità organizzata. A nome di tutti gli industriali della provincia di Reggio Calabria - conclude Nucera - rivolgo la vicinanza ad Azzarà e a tutti i dirigenti sindacali che lo affiancano”.

  • Confindustria RC scrive al presidente del Consiglio dei ministri

    Di seguito la lettera del presidente di Confindustria Reggio Calabria, Giuseppe Nucera, al presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, condivisa dall'assemblea della stessa Associazione degli Industriali:

Copyright © 2018 CALABRIAPOST - Trib. RC n. 14/2013
Direttore responsabile: Gianluca Del Gaiso
Associazione "P4C"
via Reggio Modena 22  Rc - CF 92084720801
Redazione Ideocoop a r.l.