unci banner

:: Evidenza

Reggio Calabria. Omicidio in via del Gelsomino: padre ucciso a coltellate dal figlio. I nomi

Reggio Calabria. Omicidio in via del Gelsomino: padre ucciso a coltellate dal figlio. I nomi

Reggio Calabria. Questo pomeriggio si è consumato in città un omicidio in ambito familiare. La vittima si chiamava Domenico Bova, di 59 anni. L'uomo è stato colpito con numerose coltellate dal figlio Simone 28enne che...

Tris amaranto: la Reggina punisce l'Elefante. Giostra di emozioni al "Granillo"

Tris amaranto: la Reggina punisce l'Elefante. Giostra di emozioni al "Granillo"

Reggio Calabria. Dopo cinque gare di digiuno la Reggina torna alla vittoria. E lo fa contro il Catania in un "Granillo" da brividi e ricco di emozioni. Gli amaranto calano il tris all'Elefante nella sfida...

Rosi Perrone: “Una Via della Seta senza Gioia Tauro: un disegno per cancellare il Sud?”

Rosi Perrone: “Una Via della Seta senza Gioia Tauro: un disegno per cancellare il Sud?”

Gli accordi per la nuova “Via della Seta” tra il Governo italiano e il Governo cinese, passeranno alla storia come la strategia di sviluppo - per nuovi canali commerciali attraverso i quali la Cina entra...

In tanti alla Festa dell'Arancia di Villa San Giuseppe

In tanti alla Festa dell'Arancia di Villa San Giuseppe

Si è svolta ieri la prima edizione della Festa dell'arancia nello storico borgo reggino voluta fortemente dal WLF Fondo Mondiale Per la Vita in persona del suo presidente Toni Quartuccio e dalla comunità della chiesa...

Roccaforte del Greco: consegna lavori per l’efficientamento della rete di pubblica illuminazione

Roccaforte del Greco: consegna lavori per l’efficientamento della rete di pubblica illuminazione

Nuova luce per Roccaforte, che presto sarà illuminata a LED, la tecnologia efficiente capace di consentire un forte risparmio nella bolletta elettrica e un importante beneficio in termini di minori emissioni di CO2. L’impresa IENERGY...

compra calabria

Sei qui: HomeATTUALITA'Centro Studi Tradizione e Partecipazione: bene restauro Stazione centrale ma si salvaguardi la storia

Centro Studi Tradizione e Partecipazione: bene restauro Stazione centrale ma si salvaguardi la storia

Pubblicato in ATTUALITA' Mercoledì, 08 Agosto 2018 12:03

Cosi’ come dichiarato pochi mesi fa da RFI sono iniziati i lavori di riqualificazione della Stazione Centrale di Reggio Calabria con un consistente finanziamento, circa 10 milioni, che porterà’ la Stazione ad avere nuova vita. Noi del Centro studi Tradizione e Partecipazione direttamente ci siamo recati per prendere visione dei lavori e soprattutto a costatare che l’impianto architettonico originale, esperienza razionalista dell’architetto futurista Angiolo Mazzoni, di valenza storica ed architettonica, tant’è la presenza del vincolo della Soprintendenza, non subisca alterazioni formali e sostanziali rispetto al progetto originale inaugurato nell’aprile del ‘38.

Recandoci sul posto e documentando il tutto con un reportage fotografico si nota subito che i rivestimenti marmorei del prospetto principale sul fronte piazza Garibaldi sono stati tutti divelti e demoliti, non ci è dato a tal proposito sapere sul tipo di ripristino; i lavori stanno interessando anche le sale interne al corpo di fabbrica e, a seguito delle demolizioni effettuate, i mosaici che caratterizzavano i soffitti delle sale non si sa che fine abbiano fatto e se mai sia prevista la loro ricollocazione.

Di fronte allo stato dell’arte ci vorremmo a questo punto soffermare per un attimo e fare una riflessione:

Il rivestimento marmoreo della facciata che ha resistito nel tempo allo smog, alle intemperie, a vandali, writers ecc.., non bastava ripulirlo superficialmente, magari fissando nuovamente le parti pericolanti, con dei trattamenti superficiali ad hoc così come già fatto per i corpi di fabbrica attigui?

La vecchia pavimentazione in basole del Corso Garibaldi rappresenta il caso limite di quello che non si deve fare, se pur secolare è soggetta ai vincoli della Soprintendenza, è stata irrimediabilmente rovinata a causa di una cattiva gestione e scarsa lungimiranza degli enti comunali preposti al controllo dei lavori.

La riqualificazione della Stazione, per inteso a cura di RFI, è un intervento che va sicuramente portato avanti vista anche la necessità di adeguare i sevizi e i locali che li ospitano alle nuove esigenze e norme che regolano il trasporto passeggeri, ma siamo certi che l’originale corpo di fabbrica non sarà soggetto a variazioni sostanziali e formali?

Ci chiediamo inoltre perché su un intervento del genere, riguardante un bene di rilevanza storica, artistica e architettonica qualificante è rappresentativo della nostra città gli stessi cittadini non ne siano stati partecipati?

Queste domande non sono poste in sfiducia ad RFI alla quale riconosciamo la realizzazione di grandi opere e progetti come la Stazione di Afragola tra le più’ belle in Europa e tante altre riqualificazioni, o alla Soprintendenza che sempre vigile nel rispetto dei vincoli.

Nasce dal fatto che conosciamo solo la dichiarazione degli inizi dei lavori del direttore di Rete Ferroviaria Italiana della Calabria, Sergio Stassi.

Siamo certi che non essendo coinvolta l’odierna Giunta Comunale i lavori saranno spediti, ci rimane solo la speranza, dentro il nostro cuore che ama Reggio Calabria, che questi siano rispettosi delle peculiarità storiche ed architettoniche che ci legano a tale opera.
Nicola Malaspina

Rc 8 agosto 2018

Letto 273 volte

Articoli correlati (da tag)

  • RFI, Stazione di Reggio Calabria Centrale: operativi i nuovi servizi igienici

    Realizzati da Rete Ferroviaria Italiana (Gruppo FS Italiane) nell’ambito degli interventi di riqualificazione della stazione, con un investimento di 90mila euro, seguono l’attivazione dei quattro ascensori avvenuta nelle scorse settimane. Situati lungo il binario 1, di più facile accesso alle persone, sono dotati di un disimpegno di ingresso, composti di due spazi separati per uomini e donne - più uno dedicato alle persone con disabilità – e di un piano nursery per le esigenze delle mamme e dei papà con neonati. Completano la dotazione dei nuovi servizi i lavabi dotati di erogatori elettrici di acqua, sapone ed aria.

  • RFI: operativi quattro nuovi ascensori nella stazione di Reggio Calabria

    Operativi quattro nuovi ascensori nella stazione di Reggio Calabria Centrale. Realizzati da Rete Ferroviaria Italiana (Gruppo FS Italiane) collegano il fabbricato viaggiatori ai binari. Dotati di un sistema di telesorveglianza a circuito chiuso, possono trasportare fino 8 persone e, grazie a un’ampia cabina panoramica, consentono l’accesso anche alle persone diversamente abili, contribuendo all’abbattimento delle barriere architettoniche della stazione. A Reggio Calabria Centrale, nell’ambito degli interventi di riqualificazione del terminal, proseguono le attività per migliorare la fruibilità dell’impianto.

  • Il Centro Studi Tradizione Partecipazione si riorganizza

    Dopo quasi sei anni di intensa attività, il Centro Studi Tradizione Partecipazione ha deciso di rinnovare la propria struttura organizzativa, anche e soprattutto in virtù del recente incarico politico assunto da Giuseppe Agliano, al quale formuliamo i nostri migliori auguri.
    In data 25/10/2018, convocata l'assemblea dei soci, prima di rassegnare le proprie dimissioni in qualità di presidente del Centro Studi, Giuseppe Agliano ha ripercorso idealmente questi primi anni di attività.
    Lo ha fatto, ricordando la fase progettuale che ha portato alla costituzione del C. S. Tradizione Partecipazione, la necessità di riannodare la storia di una Comunità Militante cresciuta all'ombra della Fiaccola tricolore e poi dispersa nei mille rivoli scaturiti dal post Fiuggi. Lo ha fatto ricordando il primo partecipato convegno del 2012, quando in una gremita Piazza Camagna, centinaia di militanti, di diverse generazioni, si sono incontrati per raccontare e ricordare la comune militanza nel Fronte della Gioventù, organizzazione giovanile del Movimento Sociale Italiano.

  • Malaspina (Tradizione e Partecipazione): Il "miraggio" del Menta

    “Niente più serbatoi che colorano di blu i tetti della nostra città, basta corse per riempire bacinelle, vasche e bottiglie prima che i rubinetti rimangano a secco, fine del consumo record di acqua minerale, necessaria per sostituire quella erogata dall'acquedotto comunale, impossibile da bere e inutilizzabile persino per cucinare”.

  • Il 16 novembre Reggio ricorda il Senatore Ciccio Franco

    Reggio Calabria 12/11/2016 - L’Associazione “Reggio Futura”, in collaborazione con il “Centro Studi Tradizione Partecipazione” e l’Associazione “14 Luglio”, hanno organizzato in occasione del 25esimo anniversario della scomparsa del Sen. Ciccio Franco (mercoledì 16 novembre 2016), una giornata di studi storico-politico-culturale con diverse iniziative che si svolgeranno tra mattina e pomeriggio in città

Copyright © 2018 CALABRIAPOST - Trib. RC n. 14/2013
Direttore responsabile: Gianluca Del Gaiso
Associazione "P4C"
via Reggio Modena 22  Rc - CF 92084720801
Redazione Ideocoop a r.l.