unci banner

:: NEWS

Il 25 agosto il rito della Varia di Palmi, una Festa per tutta la Calabria

Il 25 agosto il rito della Varia di Palmi, una Festa per tutta la Calabria

La Festa della Varia di Palmi sta per compiersi. Il prossimo 25 agosto nella cittadina calabrese si celebrerà il rito della “scasata”, il trasporto nel centro cittadino dell’enorme carro che...

Gli italiani spenderanno 113 euro per riempire il frigorifero al rientro dalle vacanze

Gli italiani spenderanno 113 euro per riempire il frigorifero al rientro dalle vacanze

Agosto 2019. A fine agosto per molti italiani le vacanze estive sono ormai un ricordo lontano e tornano a casa, dove ad attenderli c’è l’immancabile frigorifero vuoto. Il rientro rende...

Ululone appenninico in Aspromonte: ultimo appuntamento con gli "Incontri di Natura" versione estiva

Ululone appenninico in Aspromonte: ultimo appuntamento con gli "Incontri di Natura" versione estiva

Si chiuderà sabato 24 agosto all’Osservatorio della Biodiversità di Cucullaro con inizio alle ore 17, il ciclo di “Incontri di Natura” versione estiva, promossi ed organizzati dall’Ente Parco Nazionale dell’Aspromonte...

Cataforio, ecco l'organigramma societario: Ferrara è la new entry

Cataforio, ecco l'organigramma societario: Ferrara è la new entry

Squadra che vince non si cambia. È su questa base che l'Asd Cataforio Calcio a 5 Reggio Calabria, comunica la composizione del nuovo organigramma societario per il campionato di Serie...

Roccella Jazz Festival - Rumori Mediterranei: gli appuntamenti del 22 agosto

Roccella Jazz Festival - Rumori Mediterranei: gli appuntamenti del 22 agosto

Giovedì 22 agosto 2019 la seconda serata di Rumori Mediterranei, la storica sezione del Roccella Jazz Festival che si tiene al Teatro al Castello, propone due straordinari progetti accomunati dalla...

compra calabria

Sei qui: HomeATTUALITA'Cisl FP: il 118 "in emergenza" chiede rapidi interventi organizzativi

Cisl FP: il 118 "in emergenza" chiede rapidi interventi organizzativi

Pubblicato in ATTUALITA' Giovedì, 30 Maggio 2019 20:03

Il “118” numero unico di soccorso sanitario che opera sul territorio della nostra Provincia sin dal Giugno del 1997, raccoglie tutte le richieste di urgenza-emergenza sanitaria al fine di ridurre il numero delle morti evitabili attraverso l’invio tempestivo del mezzo più idoneo sul luogo dell’evento ed il trattamento più qualificato già sul territorio della persona.
Per la nota disorganizzazione della Sanità Territoriale e l'intasamento conseguente nella rete ospedaliera, già di suo carente di risorse tecnico-strumentali e soprattutto di organico sanitario, il compito del 118 si è appesantito in modo esponenziale, senza la garanzia del fabbisogno minimo previsto, in termini logistici, di parco macchine e di risorse umane.

Far fronte alle necessità della Città Metropolitana, considerando la disastrata sanità della della provincia, gravando su un 118 sempre più in abbandono, diventa sempre più difficile.
Già quotidianamente si assiste allo stop di diverse postazioni territoriali ”PET” del 118, riferendosi ad importanti realtà come Locri, Melito e Taurianova che rimangono ferme per la gravissima carenza di personale ed in particolare autisti/soccorritori, infatti sono rimasti ormai in pochissimi a garantire il servizio presso queste postazioni, e un rischio altissimo minaccia la postazione di Scilla per l'avvicinarsi di altri pensionamenti.
Le altre PET certo non godono di buona salute, infatti parecchie rimangono in servizio ma sprovviste di personale Medico a bordo.
La CISL FP ha più volte denunciato le carenze strutturali, strumentali e soprattutto di personale del settore ed in particolare della Centrale Operativa del 118, il cuore di tutto il sistema emergenza.
Nonostante l'apparente soluzione tampone alla gravissima carenza di Personale, sono state assegnate 4 unità Infermieristiche a tempo determinato e favorita una fuoriuscita verso altri servizi di Personale a tempo indeterminato, sarebbe opportuno approfondire la metodologia di scelta del personale in entrata e i motivi del nulla osta per i trasferimenti in altre sedi.
Lo sconforto di chi attende affiancamento da tempo è altissimo, il Personale non si sente ripagato di tutto l'impegno finora profuso in condizioni disumane, si sente offeso dai continui attacchi esterni, al punto di rinunciare al "senso e all'orgoglio di appartenenza" ad un servizio che andrebbe tutelato, incoraggiato e protetto da tutte le "chiacchiere" televisive e attacchi portati a termine con effetti devastanti e screditanti agli occhi di tutta la popolazione.
Anche in questo settore i sacrifici continueranno ad essere fatti, gli operatori stanchi e insufficienti saranno sempre in prima linea, la popolazione sarà servita al meglio possibile ma è giusto che si parli del limite in cui si sta progressivamente incappando, non considerando che l'impegno, l'abnegazione e la professionalità saranno prima o poi messi a dura prova dalla stanchezza fisica e dai limiti già in atto per la mancanza di Autisti.
Sulla cronica carenza di queste Figure si è aspettato il disservizio senza agire per tempo e trascurando da anni anche l'adeguamento del profilo dei Dipendenti, utilizzati ma sottopagati.
Da due giorni è guasta l'ambulanza della PET di Reggio Calabria Nord, non ancora riparata per mancanza di convenzione con un centro di assistenza.
Serve un urgentissimo intervento organizzativo e di integrazione di risorse umane per scongiurare danni alla salute degli Operatori, in ossequio del D.L. 81/2008 in materia di tutela alla salute e sicurezza nei luoghi di lavoro che tra gli obblighi a carico del Datore di Lavoro rientra la valutazione e la prevenzione dello stress lavoro-correlato.
Manca oramai da troppo tempo un Direttore di Centrale e un Coordinatore delle PET, si è stanchi di osservare anche in questo settore un'apparente disattenzione che sfocia in precisi interessi dilatori, viste le lungaggini sul concorso per Direttore del SUEM 118, pubblicato sul sito dell’ASP e scomparso nel nulla, come è scomparso nel nulla il prezioso apporto del Coordinatore delle PET, messo in pensione e mai sostituito.
Nasce quindi la necessità di realizzare adeguati programmi di prevenzione del burn out attraverso strategie ben precise e mirate alla formazione degli operatori e all'organizzazione del lavoro per una più qualificata gestione delle risorse umane, viste le recenti problematiche lamentate dai Lavoratori sul debito-credito delle ore svolte e la continua esposizione a problemi di natura giudiziaria
Quanto deve durare ancora questa cattiva gestione?
Quando si permetterà al Personale del 118 di esprimere il proprio "vero" potenziale con mezzi adeguati e barelle che non li costringano a sostare per ore ed ore al Pronto Soccorso, lasciando scoperto il Territorio?
Gli "Angeli" del 118 sono infuriati, vogliono adeguato supporto per dare di più e soprattutto non essere intaccati ed ostacolati dalle solite logiche di potere che rallentano l'operatività e offendono la dignità.

Il Segretario Aziendale SAS Reggio Cal . Il Segretario Generale Aggiunto
Salvatore Taverriti Giuseppe Rubino

Rc 30 maggio 2019

Letto 194 volte

Articoli correlati (da tag)

  • Rosy Perrone: “Bene il credito d’imposta per la Zes, ma da subito la si riempia di contenuti”

    Dal 25 settembre per la Zona economica speciale di Gioia Tauro un'occasione importante: sarà disponibile il credito di imposta in maniera automatica per tutte le imprese che vorranno investire nel suo perimetro. Uno strumento cardine per l'effettivo rilancio di un'area da decenni martoriata.
    Il Governo ha fatto la sua parte, adesso subito a lavoro per creare le adeguate condizioni di futuro, dal punto di vista economico e soprattutto sociale. Indispensabile per la nostra terra.

  • Hospice, CISL: garantire la continuità del servizio, con procedure chiare nell’interesse dei lavoratori e degli ammalati

    L’Hospice non chiuderà. Almeno per tutto l’anno in corso. Certamente un sospiro di sollievo per operatori e professionisti che garantiscono un servizio di conforto e di assistenza con cure palliative indispensabili a chi è costretto ad affrontare la sua ultima sfida con la vita. L’Asp deve promuovere e tutelare strutture riconosciute da tutti per la loro eccellenza di prestazioni, come quella dell’Hospice ed in questo caso deve farlo garantendo un accordo che permetta di proseguire nella loro assistenza, gli ammalati. Deve riconoscere il valore inestimabile, non solo assistenziale ma anche e soprattutto umano. Ma con altrettanta fermezza, crediamo che questo servizio debba essere svolto attraverso parametri chiari, netti e ben circoscritti, che non lascino spazio ad una approssimativa amministrazione.

  • Taverriti e Sera: "Solidarietà ai lavoratori dell'Hospice di via delle Stelle"

    Come già annunciato, gli effetti nefasti della paralisi della Sanità dell'ASP della Città Metropolitana di Reggio Calabria, dei servizi sanitari e socio sanitari si sta concretizzando in chiusura di reparti ridimensionamento di servizi, ma ancora più grave si sta riversando su tutte quelle aziende/cooperative in convenzione con l'ASP, che hanno sempre garantito l'attività loro affidata. Così dichiarano il Segretario Generale della CISL FP di Reggio Calabria Vincenzo Sera ed il Responsabile Aziendale dell'Asp di Reggio Calabria. I servizi sanitari e socio sanitari fin oggi garantiti, continuano Sera e Taverriti, in termini di prestazioni e qualità è stato possibile garantirli, esclusivamente, grazie alla dedizione ed alla professionalità degli operatori sanitari e non, a fronte di una totale mancanza di una vera e qualificata Governance.

  • Porto di Gioia Tauro, Rosi Perrone (CISL): “Dolore e sgomento per la morte di Agostino Filandro”

    Sconcertata per la morte di un giovane operaio del Porto di Gioia Tauro. Non si può morire a quarant’anni svolgendo il proprio lavoro. Un dolore che toglie il fiato e che arriva nei giorni in cui celebriamo, proprio a Reggio Calabria, la difesa e il rilancio del lavoro. Sicurezza e lavoro, un binomio sul quale abbiamo sempre indirizzato il nostro impegno sindacale. Ma adesso non è il tempo di reclamare ma è il tempo di indagare. Le cause del gravissimo incidente che si è verificato questa mattina nel piazzale della ‘Zen’ - azienda privata che produce scafi e che opera all'interno dello scalo - vanno subito accertate, anche se dalle prime ricostruzioni degli organi inquirenti, sembrerebbe che il povero Agostino Filandro, sarebbe stato colpito da un cavo spezzatosi improvvisamente.

  • Rubino e Pace (Cisl FP) intervengono sul settore sanità tra Polistena, Gioia e Palmi

    Gli Ospedali di Polistena, Gioia Tauro e Palmi, possibile modello di integrazione, in realtà esempio di disorganizzazione e isolamento operativo.
    Il giro di Assemblee che la CISL FP di Reggio Calabria sta effettuando sul territorio dell'ASP Reggina evidenzia la totale sfiducia da parte dei Lavoratori, rassegnati dalla mancanza di svolte operative ed organizzative ma soprattutto indignati da quella discontinuità attesa dal Commissariamento ma non ancora attuata.

Copyright © 2018 CALABRIAPOST - Trib. RC n. 14/2013
Direttore responsabile: Gianluca Del Gaiso
Associazione "P4C"
via Reggio Modena 22  Rc - CF 92084720801
Redazione Ideocoop a r.l.