:: Evidenza

Operazione Mala Depurazione: sequestrati dalla Guardia Costiera 14 impianti per le acque reflue

Operazione Mala Depurazione: sequestrati dalla Guardia Costiera 14 impianti per le acque reflue

Personale militare della Direzione Marittima - Guardia Costiera - di Reggio Calabria, ha posto sotto sequestro preventivo n° 14 impianti di depurazione acque reflue comunali...

Siclari dopo audizione Scura in Commissione Igiene e Sanità Pubblica del Senato

Siclari dopo audizione Scura in Commissione Igiene e Sanità Pubblica del Senato

«Sono soddisfatto dell’importate risultato ottenuto oggi con la presenza del commissario Massimo Scura in audizione alla Commissione Igiene e Sanità Pubblica del Senato. È il...

Il pecorino di Fattoria della Piana sbarca al Salone del Gusto

Il pecorino di Fattoria della Piana sbarca al Salone del Gusto

"L'amore nutre": questo il primo saluto della Calabria passeggiando per i corridoi principali del padiglione del XII Salone del Gusto - Terra Madre dedicato alle...

compra calabria

Sei qui: HomeATTUALITA'Comitato Corso Sud: silenzio inquietante sugli scavi di Piazza Garibaldi

Comitato Corso Sud: silenzio inquietante sugli scavi di Piazza Garibaldi

Pubblicato in ATTUALITA' Lunedì, 12 Marzo 2018 13:46

Terminata la tornata elettorale, il direttivo del Comitato Corso Sud continua ad occuparsi delle tante difficoltà che commercianti e residenti incontrano quotidianamente, quanto meno nell’area in cui opera il nostro Comitato.
Durante la fase elettorale non siamo stati comunque fermi, abbiamo infatti organizzato iniziative pubbliche, tutte molto partecipate, chiedendo a vari candidati in che modo, se eletti, si sarebbero occupati dei problemi della zona. In particolare ci siamo concentrati sugli scavi di piazza Garibaldi sui quali è piombato un inquietante silenzio.

Lo scorso mese di luglio nel corso dell’iniziativa “luce sugli scavi” da noi organizzata, abbiamo fatto sedere allo stesso tavolo l’Amministrazione comunale di Reggio Calabria e la Soprintendenza per capire come uscirne fuori al più presto valorizzando l’area in questione. In quella circostanza il Comune ottenne dalla Soprintendenza l'autorizzazione a lasciare scoperti i saggi fino a settembre visto che sarebbe toccato all’ente di palazzo san Giorgio, così come dichiarato, finanziare il proseguimento degli scavi. In questo frangente si è proceduto ai lavori di messa in sicurezza dei saggi, tramite copertura e sabbia. In questo modo, in attesa di capire qualcosa sull’eventuale proseguimento degli scavi, la piazza è stata restituita alla cittadinanza evitando parzialmente l'immondezzaio dei saggi aperti.
Poi,  nel mese di ottobre, attendendo una decisione riguardo il finanziamento degli scavi, abbiamo notato in piazza per alcune notti il Georadar, strumento necessario per indirizzare al meglio il progetto dello scavo. Di quei risultati ancora non sappiano ufficialmente nulla. Questo è fondamentale perché eventuali nuovi scavi aggiuntivi creeranno disagi ai cittadini, in particolare ai residente ed alle attività commerciali esistenti. Questo silenzio ci preoccupa e non poco. Non passa giorno che cittadini residenti e commercianti ci chiedano cosa fare ed a che punto sia la situazione. Rispetto ad una tabella di marcia che ci era stata prospettata c’è un notevole ritardo. Ma non soltanto su piazza Garibaldi. Il tratto iniziale di Corso Garibaldi oggetto dei lavori è abbandonato. Chiediamo pertanto certezze sui lavori per evitare che si possa giungere alla “festa di compleanno” degli scavi ad aprile (due anni), con la stasi che ha caratterizzato questi ultimi periodi.

Rc 12 marzo 2018

Letto 152 volte

Articoli correlati (da tag)

  • Comitato corso Sud: grande attesa per il concerto di Mimmo Cavallaro

    Il concerto di Mimmo Cavallaro di domani, 11 settembre, a piazza Garibaldi rappresenta per il Comitato Corso Sud l’ennesima iniziativa tendente a valorizzare tutta l’area a sud della strada principale della nostra città. Sacrifici quotidiani finalizzati alla ripresa di un’area poco attenzionata in questi ultimi anni. Il nostro auspicio è che, le migliaia di presenze che già si preannunciano, possano servire da stimolo per fare ancora meglio.

  • La Casetta dell’acqua è finalmente realtà. L’idea del Comitato Corso Sud condivisa da Atam e Termocasa

    La Casa dell’acqua è finalmente realtà. Il Comitato Corso Sud si pone, ancora una volta, come soggetto attivo nel ricercare soluzioni utili alla comunità, a quella parte di territorio della città di Reggio Calabria ove opera. L’idea di realizzare una casetta dell’acqua, a disposizione dei cittadini, è stata decisa, nel corso di una riunione del direttivo, parecchi mesi fa. Bisognava trovare, senza gravare sui bilanci degli enti pubblici, soluzioni e sinergie concrete. Da una parte l’Atam, dall’altra Termocasa, hanno condiviso il percorso del Comitato. L’Azienda trasporti cittadina, si è dimostrata ancora una volte sensibile.

  • Gioventù Nazionale sugli scavi di Piazza Garibaldi

    A due anni dal loro rinvenimento, i reperti archeologici venuti alla luce durante gli scavi di cantiere di Piazza Garibaldi, sono stati interrati. Era fine aprile 2016 quando la scoperta veniva esaltata perché di portata storica e, da allora, fiumi di parole sono state spese perché a quei resti romani fosse data la giusta valorizzazione. E così gli scavi sono diventati in questi abbondanti due anni, alternativamente, piscina durante le piogge o discarica. A nostro avviso è stato più deleterio questo tempo che i duemila anni, “al sicuro” sotto i nostri piedi. Reperti archeologici anch’essi vittime di una mancanza di programmazione da parte dell’amministrazione che la città vive ed ha ben visibile sotto gli occhi, soprattutto in questo periodo estivo in cui dovrebbe registrare boom di presenze che diano linfa

  • Palazzo San Giorgio rassicura sul futuro degli scavi di Piazza Garibaldi

    Si è conclusa l’operazione di copertura degli scavi di Piazza Garibaldi, secondo le indicazioni e sotto la supervisione della Soprintendenza Beni archeologici, belle arti e paesaggio per la Città metropolitana di Reggio Calabria e la provincia di Vibo Valentia. Per tutelare il patrimonio archeologico emerso durante le attività di scavo per la realizzazione dei parcheggi sotterranei, previsti da un più ampio progetto di ristrutturazione urbana di Piazza Garibaldi, il sito è stato rivestito con diversi strati di tessuto geotessile e ghiaia, per comprimere l’area e assicurare in tal modo la compattezza del terreno.

  • I consiglieri comunali di Forza Italia chiedono chiarezza sugli scavi di Piazza Garibaldi

    Quanto tempo si dovrà attendere perché l’Amministrazione Falcomatà decida come restituire alla città i reperti di Piazza Garibaldi? Lo chiedono i Consiglieri Comunali del Gruppo di Forza Italia Mary Caracciolo (capogruppo), Lucio Dattola, Pasquale Imbalzano e Giuseppe D’Ascoli, mediante una interrogazione a risposta scritta. Gia due anni sono passati dal ritrovamento dei resti archeologici ed ancora il Comune non ha chiarito in che modo voglia valorizzarli.
    Solo le solite frasi di circostanza in cui il Comune e la soprintendenza avevano annunciato la volontà di valorizzare i resti archeologici ritrovati.

Copyright © 2018 CALABRIAPOST - Trib. RC n. 14/2013
Direttore responsabile: Gianluca Del Gaiso
Associazione "P4C"
via Reggio Modena 22  Rc - CF 92084720801
Redazione Ideocoop a r.l.