unci banner

:: NEWS

Marco Bocci alla SRC, accordi in corso per un’importante collaborazione

Marco Bocci alla SRC, accordi in corso per un’importante collaborazione

Inizia tutto sul Set di “Calibro 9”, il nuovo film prodotto dalla Minerva Pictures per la regia di Toni D’Angelo, dove l’attore calabrese, Direttore della Scuola di Recitazione della Calabria,...

Il 25 agosto il rito della Varia di Palmi, una Festa per tutta la Calabria

Il 25 agosto il rito della Varia di Palmi, una Festa per tutta la Calabria

La Festa della Varia di Palmi sta per compiersi. Il prossimo 25 agosto nella cittadina calabrese si celebrerà il rito della “scasata”, il trasporto nel centro cittadino dell’enorme carro che...

Gli italiani spenderanno 113 euro per riempire il frigorifero al rientro dalle vacanze

Gli italiani spenderanno 113 euro per riempire il frigorifero al rientro dalle vacanze

Agosto 2019. A fine agosto per molti italiani le vacanze estive sono ormai un ricordo lontano e tornano a casa, dove ad attenderli c’è l’immancabile frigorifero vuoto. Il rientro rende...

Ululone appenninico in Aspromonte: ultimo appuntamento con gli "Incontri di Natura" versione estiva

Ululone appenninico in Aspromonte: ultimo appuntamento con gli "Incontri di Natura" versione estiva

Si chiuderà sabato 24 agosto all’Osservatorio della Biodiversità di Cucullaro con inizio alle ore 17, il ciclo di “Incontri di Natura” versione estiva, promossi ed organizzati dall’Ente Parco Nazionale dell’Aspromonte...

Cataforio, ecco l'organigramma societario: Ferrara è la new entry

Cataforio, ecco l'organigramma societario: Ferrara è la new entry

Squadra che vince non si cambia. È su questa base che l'Asd Cataforio Calcio a 5 Reggio Calabria, comunica la composizione del nuovo organigramma societario per il campionato di Serie...

compra calabria

Sei qui: HomeATTUALITA'Creazzo (Ente Parco Aspromonte): “Riapertura discarica Melicuccà compromette lo sviluppo futuro del territorio”

Creazzo (Ente Parco Aspromonte): “Riapertura discarica Melicuccà compromette lo sviluppo futuro del territorio”

Pubblicato in ATTUALITA' Giovedì, 27 Giugno 2019 18:01

Apprendo solamente dalle notizie di stampa che nel corso della Conferenza Metropolitana di mercoledì scorso è stato affrontato il delicato argomento della riapertura della discarica di Melicuccà. E’ necessario precisare che, tale tema, non era inserito all’ordine del giorno e dunque sconosciuto a me e ad altri colleghi sindaci: se fosse stata annunciata la trattazione in anticipo, avrei immediatamente rinviato ogni impegno istituzionale precedentemente preso per partecipare alla Conferenza in rappresentanza della mia comunità e dell’intero Aspromonte”.
E’ quanto afferma in una nota Domenico Creazzo Sindaco di Sant’Eufemia d’Aspromonte e Vice Presidente dell’Ente Parco.

“La discarica, infatti, nonostante sia situata nel comune di Melicuccà, ricade al confine con l’abitato di Sant’Eufemia d’Aspromonte: la mia amministrazione comunale ha già dichiarato la sua netta, ferma ed incondizionata opposizione alla riapertura attraverso una nota ufficiale indirizzata alla Regione Calabria, nella quale evidenziavo, tra le altre, che quella discarica “fu sequestrata qualche anno addietro perché presentava una serie notevole di irregolarità che rendevano un suo riutilizzo potenzialmente nocivo per la salute dei cittadini”. Durante questi anni – prosegue Domenico Creazzo - nessun tipo di intervento è stato realizzato per bonificare la zona o eliminare i rischi per la salute dei cittadini e pertanto ritengo che le problematiche di allora permangano.
Ho il dovere in qualità di Rappresentante di un’Area Protetta dall’inestimabile patrimonio naturale, quale è il Parco Nazionale dell’Aspromonte, di rivendicare una posizione contraria alla riapertura della discarica, immaginando un futuro differente per il nostro territorio. La nostra, si badi bene, non è una mera contrapposizione legata alla discarica e ai rifiuti, non una battaglia ideologica, ma una argomentata riflessione che guarda allo sviluppo ecosostenibile.
I nostri sforzi quotidiani, infatti, rischiano di essere seriamente compromessi con la riapertura della discarica in questione: siamo convinti che la discarica di Melicuccà non possa e non debba essere riaperta e ci opporremmo con ogni strumento consentito dalla Legge per scongiurare il futuro della nostra zona.
Siamo costantemente impegnati – aggiunge il Vice Presidente del Parco dell’Aspromonte Domenico Creazzo - per immaginare e programmare uno sviluppo differente per la nostra area e per le nostre comunità, basato sulla valorizzazione delle nostre risorse ambientali, naturalistiche, paesaggistiche e storiche.
Agiamo per creare i presupposti di una reale promozione del turismo lento e sostenibile, attraverso la riqualificazione e la fruibilità dei sentieri naturalistici che collegano la Costa Viola all’Aspromonte; impegniamo la programmazione politica e amministrativa, nella consapevolezza che serva esaltare le attività agricole e pastorali del nostro territorio, che costituiscono il fondamento economico e il sostentamento di molti cittadini; vogliamo lasciare alle nuove generazioni un nuovo modello di sviluppo creato sull’ecosostenibilità delle risorse. Ci rivolgiamo infatti ad un territorio il cui tessuto economico è fondato, per la maggior parte, da aziende agricole e attività derivanti: quasi l’80% dell’Agricoltura di montagna della Città Metropolitana, infatti, insiste proprio su queste zone. Quanti e quali danni avrebbe la riapertura delle discariche per quelle Piccole imprese che nell’agricoltura biologica, nel cosiddetto chilometro zero e nella cura dei prodotti locali fonda il proprio fatturato? Un’area a prevalente vocazione agricola sarebbe irrimediabilmente compromessa dalla riattivazione di una discarica e, dunque, di una bomba ecologica.
In termini turistici, inoltre, non vogliamo nemmeno lontanamente immaginare che mentre gli escursionisti “camminino” tra i nostri sentieri riqualificati, a distanza di qualche centinaia di metri gli scarti dei rifiuti ed il lavoro della discarica, distrugga gli ecosistemi ed il paesaggio. Ecco perché continueremo ad opporci alla riapertura della discarica, senza se e senza ma, valutando ogni iniziativa possibile per la tutela della salute del nostri figli e delle nostre comunità” conclude Domenico Creazzo.

Rc 27 giugno 2019

Letto 121 volte

Articoli correlati (da tag)

  • Ululone appenninico in Aspromonte: ultimo appuntamento con gli "Incontri di Natura" versione estiva

    Si chiuderà sabato 24 agosto all’Osservatorio della Biodiversità di Cucullaro con inizio alle ore 17, il ciclo di “Incontri di Natura” versione estiva, promossi ed organizzati dall’Ente Parco Nazionale dell’Aspromonte insieme al Touring Club Italiano, Club di Territorio di Reggio Calabria, e al Dipartimento di Giurisprudenza, Economia e Scienze Umane dell’Università Mediterranea, e accreditate, per questo ultimo evento, anche dall’AIGAE (Associazione Italiani Guide Ambientali Escursionistiche).

  • Contrasto ai cambiamenti climatici, Parco Aspromonte presenta 21 progetti sostenibili al Ministero

    Sono ben ventuno i progetti presentati dal Parco Nazionale dell’Aspromonte al Ministero dell’Ambiente e della tutela del Territorio e del Mare, nell’ambito del maxi fondo di 85 milioni messo a disposizione dallo stesso MATTM rivolto ai 23 parchi nazionali italiani, per interventi di riduzione delle emissioni di CO2 e di adattamento ai cambiamenti climatici. Tutti i 21 progetti verranno realizzati, obbligatoriamente, all’interno dell’Area Protetta.
    Gli interventi, per un totale di quasi 4 milioni di euro, rispondono coerentemente alle richieste dello stesso Ministero nell’ambito della campagna #ParchixilCLima e la biodiversità, e sono orientati all’efficientamento energetico degli immobili propri e dei comuni inseriti nel perimetro del parco, impianti di piccola dimensione di produzione di energia da fonti rinnovabili, infrastrutture e servizi di mobilità sostenibile, riforestazione e rimboschimento.

  • Castello Aragonese e Museo. Aspromonte protagonista a Reggio nel sabato di mezz’estate

    Mostra e Concerto per un sabato da protagonista. L’Aspromonte indossa l’abito elegante e si prepara ad un doppio appuntamento per il 17 agosto con la città di Reggio Calabria, dove esalterà il proprio patrimonio naturalistico e le eccellenze artistiche e culturali.
    Alle 18:00 la mostra “Aspromonte: identità e colori”, verrà inaugurata al Castello Aragonese. L’esposizione curata da Ci.Ma. G.R. e C.A., Sergio Tralongo e Chiara Parisi, con le foto di Carmelo Fiore e Giuseppe Martino, i testi di Andrea Ciulla, racchiude oltre a scatti ed immagini affascinanti anche una grande novità in termini di “accessibilità”. Con la Web-App VideoguidaLIS, una piattaforma Nazionale sviluppata dalla digi.Art, infatti, la mostra sarà disponibile per i soggetti sordi con i contenuti descrittivi delle didascalie informative a corredo di tutte le fotografie, migliorando così l’accessibilità del percorso espositivo.

  • Aspromonte, Identità e Colori in mostra “accessibile” al Castello Aragonese dal 17 al 31 agosto

    Far conoscere i mille volti dell’Aspromonte, renderli apprezzabili agli occhi di tutti, rivolgendo una particolare attenzione anche all’accessibilità dei diversamente abili.
    “Aspromonte: identità e colori”, è la nuova mostra fotografica che sarà esposta al Castello Aragonese dal 17 al 31 agosto. Immaginata e pianificata dal Parco Nazionale dell’Aspromonte, sempre più impegnato nella promozione di iniziative di marketing territoriale per la valorizzazione del patrimonio naturalistico e culturale dell’Area Protetta, l’esposizione, con il patrocinio del Comune di Reggio Calabria, è curata da Ci.Ma. G.R. e C.A., Sergio Tralongo e Chiara Parisi, con le foto di Carmelo Fiore e Giuseppe Martino e i testi di Andrea Ciulla. A cura di digiArt la realizzazione della video guide LIS (Lingua dei Segni Italiana).

  • Il Parco dell’Aspromonte e la divulgazione in montagna

    Un nuovo modello divulgativo per il Parco dell’Aspromonte: gli “Incontri di Natura” appassionano e coinvolgono i tanti visitatori ed i turisti che in queste settimane trascorrono le proprie vacanze a Gambarie.
    Il Ciclo di conferenze organizzate dall’Ente Parco Nazionale dell’Aspromonte insieme al Touring Club Italiano, Club di Territorio di Reggio Calabria, e al Dipartimento di Giurisprudenza, Economia e Scienze Umane dell’Università Mediterranea, nate con l’intento di far conoscere la nostra Biodiversità e illustrare il ruolo del Parco per la sua protezione, dopo l’esaltante stagione invernale che ha ospitato a Reggio gli incontri, si è trasferita in montagna per quella estiva.

Copyright © 2018 CALABRIAPOST - Trib. RC n. 14/2013
Direttore responsabile: Gianluca Del Gaiso
Associazione "P4C"
via Reggio Modena 22  Rc - CF 92084720801
Redazione Ideocoop a r.l.