unci banner

:: Evidenza

Sissy Trovato Mazza, il governo risponde all'interpellanza di Cannizzaro

Sissy Trovato Mazza, il governo risponde all'interpellanza di Cannizzaro

A seguito della mia interpellanza parlamentare sull'omicidio dell'agente Sissy Trovato Mazza, il Governo ha intrapreso azioni ineludibili alla ricerca della verità sui fatti tristemente noti, e oggi, tramite il Sottosegretario di Stato alla Giustizia Vittorio...

Alberi rasi e nidi distrutti in piazza San Giorgio: gli storni sfrattati con la forza

Alberi rasi e nidi distrutti in piazza San Giorgio: gli storni sfrattati con la forza

La presenza degli storni nelle città, da sempre rappresenta un rapporto di amore e odio. Indimenticabili nei loro voli di gruppo nel cielo all’alba o al tramonto, quando a sera tornano tra gli alberi insieme...

LegaPro. La Virtus Francavilla batte la Reggina. Decide Sarao dal dischetto (1-0)

LegaPro. La Virtus Francavilla batte la Reggina. Decide Sarao dal dischetto (1-0)

Reggio Calabria. La Reggina cade al “Fanuzzi” di Brindisi contro la Virtus Francavilla. Manuel Sarao a dieci minuti dalla fine dal dischetto decreta la sconfitta amaranto. La partita è stata fortemente condizionata dal terreno di...

Agape e  Libera insieme a scuole e istituzioni per rilanciare il progetto del presidente Di Bella

Agape e Libera insieme a scuole e istituzioni per rilanciare il progetto del presidente Di Bella

Fuori dalla ndrangheta un’altra vita è possibile? Si’, se Liberi di scegliere. Questo il tema scelto dal centro Comunitario Agape e dal coordinamento regionale di Libera per la campagna di sensibilizzazione che ha programmato e...

Successo per la sesta edizione di Facce da Bronzi vinta da Matteo Cesca

Successo per la sesta edizione di Facce da Bronzi vinta da Matteo Cesca

In un gremito teatro “Francesco Cilea”, il festival “Facce da Bronzi” ieri sera, chiude un’altra travolgente avventura artistica eleggendo il vincitore della sesta edizione. Il prestigioso premio della kermesse nazionale del cabaret, ideata e prodotta...

compra calabria

Sei qui: HomeATTUALITA'Disabilità e sessualità, punto di svolta consapevole grazie alla formazione della Comunità Progetto Sud

Disabilità e sessualità, punto di svolta consapevole grazie alla formazione della Comunità Progetto Sud

Pubblicato in ATTUALITA' Domenica, 07 Ottobre 2018 20:06

Provare a saltare il fosso del pregiudizio nei riguardi di affettività e sessualità di persone che presentano disabilità, questo l'obiettivo formativo del Corso che si è tenuto a Lamezia Terme organizzato dal Centro di Riabilitazione della Comunità Progetto Sud e strutturato in collaborazione con la Scuola del Sociale e indirizzato a medici, psicologi, operatori socio sanitari e assistenti sociali con crediti di categoria, ma anche alle famiglie e agli educatori professionali e non.

Il corso che si è snodato lungo una sezione intensiva del sabato ed una tavola rotonda che ha coinvolto genitori, educatori, insegnanti la domenica mattina che ha visto come testimoni e relatori, di questo che sembra essere ancora un tabù sia dal punto di vista della legislazione che dal punto di vista dell'approccio medico socio sanitario, Fabrizio Quattrini psicoterapeuta sessuologo, Maximiliano Ulivieri promotore del comitato lovegiver e Nunzia Coppedè presidente FISH Calabria, moderati dalla coordinatrice del Centro di Riabilitazione Anna Maria Bavaro.

Punti di vista diversi si sono alternati nel corso della mattinata «La FISH Calabria, – dice Nunzia Coppedè – non prende posizione sulla proposta di legge che vuole regolamentare la figura dell´assistenze sessuale ma, in questa sede lancia la proposta che la sfera affettivo sessuale di persone con disabilità venga inserita in una branca della riabilitazione».

Un dibattito conoscitivo e coraggioso, fatto di testimonianze a voce rotta, è partito invece con i numerosi genitori presenti che hanno rivolto domanda di aiuto sul come gestire gli istinti naturali, dei propri figli che presentano disabilità cognitive e/o fisiche.

Con particolare e delicata attenzione ci si è confrontati anche sull´approccio femminile alla sessualità e alla gestione nel tempo definito "Dopo di noi".

Il sasso è stato lanciato nel mondo della disabilità e sessualità e certamente la sfida a porre sul tavolo una tematica poco battuta, più per un senso di "cultura chiusa" che per altre dimensioni, è stata vinta, aprendo così la strada ad una opportuna formazione orizzontale che abbracci il tessuto sociale e che trova nelle famiglie le prime interlocutrici che, come è accaduto grazie a questo convegno, si sono dimostrate attente e consapevoli «a dover e voler essere traghettate nel mondo adolescenziale e poi adulto dei loro figli, arrivando preparate a quelle che sono le dinamiche di crescita affettiva e sessuale».

Un impegno di continuità alla formazione in questo campo, da parte del Centro di Riabilitazione della Comunità Progetto Sud, consegna la chiusura dei lavori.

Lamezia 7 ottobre 2018

Ufficio stampa Maria Pia Tucci

Letto 231 volte

Articoli correlati (da tag)

  • “Indovina chi viene a cena..?” Condividere un pasto è favorire la conoscenza

    L’idea di fare incontrare le persone e le loro culture a tavola è un viaggio intrapreso dalla Rete Italiana di Cultura popolare in collaborazione con Fondazione CON IL SUD, che ha trovato accoglienza anche a Lamezia Terme grazie alla Comunità Progetto Sud.
    “Indovina chi viene a cena…?”, questo il titolo, coinvolge famiglie provenienti dalla Somalia, Sri Lanka, Senegal e da altri Paesi del mondo che oggi abitano stabilmente a Lamezia Terme, o nei paesi viciniori che aprono le porte delle loro case offrendo un posto a tavola con una cena dal sapore familiare.

  • Corso di formazione accreditato come: Addetto alle produzioni agricole

    La Comunità Progetto Sud in partenariato con il Comune di Lamezia Terme, La Regione Calabria, In Rete, lo Sprar bandisce un corso di formazione accreditato come: Addetto alle produzioni agricole.

  • La Comunità Progetto Sud riaccende i riflettori sulle azzardopatie

    I dati 2017 sul gioco d´azzardo diffusi dall’Agenzia Nazionale dei Monopoli di Stato continuano a segnare un trend in continua, preoccupante, espansione per gli effetti che esso produce a livello sociale.
    In Italia ci sono 17 milioni di persone tra i 15 e 64 anni che hanno giocato almeno una volta nell’ultimo anno (Ricerca CNR su dati IPSAD Italia), di questi 2 milioni sono a rischio minimo ma circa un milione sono giocatori d’azzardo ad alto rischio o patologici (750.000 mila ad alto rischio e 250.000 i patologici).

  • Comunità Progetto Sud, comunicazione e formazione per abbattere il tabù legato a disabilità e sessualità

    “Disabilità e sessualità” è il titolo e il tema del corso di formazione promosso dal Centro di riabilitazione della Comunità Progetto Sud, che nell´ambito della formazione continua dell´ente gestita dalla Scuola del Sociale, ha offerto l´opportunità di approfondire conoscenze e competenze pratiche in tema di gestione della sessualità in presenza di persone con disabilità, con particolare attenzione al mondo femminile e alla disabilità psichica.
    Ad apertura lavori il saluto della responsabile del Centro di Riabilitazione dott.ssa Angela Maria Regio e del dott. Sergio Cuzzocrea, Direttore sanitario del Centro di Riabilitazione.

  • La comunità che ti è affidata: il servizio civile presso Progetto Sud

    È aperto il bando per la selezione di 8 volontari del servizio civile presso l’ Associazione Comunità Progetto Sud. Ambito:

Copyright © 2018 CALABRIAPOST - Trib. RC n. 14/2013
Direttore responsabile: Gianluca Del Gaiso
Associazione "P4C"
via Reggio Modena 22  Rc - CF 92084720801
Redazione Ideocoop a r.l.