unci banner

:: NEWS

Contrasto ai cambiamenti climatici, Parco Aspromonte presenta 21 progetti sostenibili al Ministero

Contrasto ai cambiamenti climatici, Parco Aspromonte presenta 21 progetti sostenibili al Ministero

Sono ben ventuno i progetti presentati dal Parco Nazionale dell’Aspromonte al Ministero dell’Ambiente e della tutela del Territorio e del Mare, nell’ambito del maxi fondo di 85 milioni messo a...

Scilla, c’è anche la corrente “Vision board” nella mostra internazionale “Viaggi”

Scilla, c’è anche la corrente “Vision board” nella mostra internazionale “Viaggi”

Uno sguardo nello sguardo. Un occhio attento che riesce a cogliere i cambiamenti dell’anima, traslazioni rispecchiate perfettamente nell’arte. Mentre la rassegna “Scilla jazz festival 2019” ha chiuso i battenti per...

Kaulonia Tarantella Festival: gran finale con Paola Turci, Mimmo Cavallaro e la KTF Orchestra

Kaulonia Tarantella Festival: gran finale con Paola Turci, Mimmo Cavallaro e la KTF Orchestra

Una parata di stelle per il gran finale del Kaulonia Tarantella Festival 2019. La kermesse di musica e cultura etnica chiuderà i battenti martedì 20 agosto con grandi ospiti tra...

I Ragainerba dedicano il nuovo singolo agli Mbuttaturi della Varia di Palmi

I Ragainerba dedicano il nuovo singolo agli Mbuttaturi della Varia di Palmi

Dopo 'VOLIRI VOLARI', inno storico della Varia, la band palmese dei RAGAINERBA dedica ancora un altro pezzo dal titolo 'MBUTTATURI' dedicata proprio ai 200 portatori che nel giorno della Festa...

Concorso di narrativa "Italo Falcomatá" del DLF, prorogato al 30 settembre il termine di partecipazione

Concorso di narrativa "Italo Falcomatá" del DLF, prorogato al 30 settembre il termine di partecipazione

Gli scrittori che vorranno partecipare alla settima edizione del concorso di narrativa “Italo Falcomatà” avranno un po’ di tempo in più per lavorare alla propria opera. Infatti, l’associazione “Dopolavoro ferroviario”,...

compra calabria

Sei qui: HomeATTUALITA'Ecojazz al tramonto con Sanjay Kansa Banik e Troilee Dutta. Ad Ecolandia il giudice Scopelliti ricordato dalla figlia Rosanna

Ecojazz al tramonto con Sanjay Kansa Banik e Troilee Dutta. Ad Ecolandia il giudice Scopelliti ricordato dalla figlia Rosanna

Pubblicato in ATTUALITA' Domenica, 11 Agosto 2019 21:58

Un tramonto dai colori e dai suoni intensi che la musica ha reso particolarmente suggestivo. Dalla collina della Contemplazione al parco Ecolandia, come una preghiera toccante e profonda, si sono innalzate le note dell'antica musica indiana. Ospiti del festival Ecojazz, in occasione del consueto concerto al tramonto, Sanjay Kansa Banik al Tabla e Troilee Dutta al Sarod.
Sanjay Kansa Banik, musicista indiano residente in Italia da circa 15 anni, autorevole componente dell’Orchestra di piazza Vittorio di Roma, ha dato voce al tabla, tamburo e principale strumento di accompagnamento della musica indiana. "Una musica millenaria che vanta 5000 anni di storia, di cui c'è traccia già dal 3000 A.C. sui Veda, complesso di testi sacri indiani", ha spiegato Sanjay Kansa Banik.

Si è esibita con lui, giunta dall'india per l'occasione, Troilee Dutta con la sua classe e il suo Sarod, strumento a 26 corde. Insieme hanno eseguito il Raga del Tramonto. Nel lessico musicale indiano, il Raga è infatti costituito da una serie di note ispirate al momento della giornata in cui vengono eseguite e allo stato d’animo che le accompagna. Un'armonia tra musica e natura creata e condivisa con il pubblico.

"Ogni nota e ogni accordo hanno rappresentato un messaggio universale di pace, bellezza, condivisione. Ho sentito in modo molto forte la spiritualità in ogni melodia", ha commentato il direttore artistico di EcoJazz, Gianni Laganà.
Si apre alle antiche sonorità indiane il festival Ecojazz, coniugando sapientemente note e memoria, nel segno di una forte spiritualità. "Questo festival - ha commentato Rosanna Scopelliti, figlia di Antonino, sostituto procuratore Generale presso la Suprema Corte di Cassazione, ucciso a Piale 28 anni fa - costituisce una meravigliosa iniziativa che ha radici molto profonde. La prima edizione ebbe luogo proprio a ridosso di quel 9 agosto 1991 in cui mio papà fu ucciso. Gianni Laganà, che ringrazio profondamente, è dunque un custode importante della sua memoria e con perseveranza ci invita non perdere la speranza, a ritrovare dentro di noi la bellezza, che questo momento generosamente ci dona, a trasfonderla nel nostro impegno e a riconoscerla nello spirito di chi, restando, non si arrende. Dopo ogni tramonto il sole sorgerà di nuovo ed anche la notte più buia avrà una fine. Io ho fiducia che la verità sulla morte di mio padre emergerà ed intanto con la Fondazione intitolata alla sua memoria siamo a Reggio ed in Calabria per costruire e dare il nostro contributo, come Gianni Laganà con tenacia fa con EcoJazz da 28 anni. La rinascita deve partire da noi, da questa straordinaria bellezza che ci circonda", ha concluso Rosanna Scopelliti. Ecojazz, proprio da quell'agosto 1991, ricorda il suo papà e tutte le vittime per la Giustizia.

"Le note del trombettista Gabriele Mitelli all'alba, il concerto intimo di Gemma Natali e del Resilienza Group, la classe di Kurt Rosenwinkel e del suo quartetto, l'energia di Omar Sosa con Yilian Cañizares e Gustavo Ovalles, la magia di Enrico Rava e Danilo Rea e la spiritualità di Sanjay Kansa Banik e Troilee Dutta hanno scandito questa 28^ edizione di Ecojazz che ha riservato al pubblico momenti di felicità. Ecojazz ha ormai un seguito di persone affezionate. Già dalla primavera mi viene chiesto se il concerto all'alba sarà organizzato. Questo, ogni volta, mi dà la spinta per continuare. Adesso ci prepariamo per il concerto fuori programma di Bungaro e Ornella Vanoni, al parco Ecolandia, giovedì 29 agosto alle ore 21. Appuntamento straordinario, con il quale, per quest'anno, ci saluteremo", ha dichiarato il direttore artistico di EcoJazz, Gianni Laganà.


Reggio Calabria, 11 agosto 2019

Ufficio stampa EcoJazz
Anna Foti

Letto 70 volte

Articoli correlati (da tag)

  • EcoJazz, intenso ed emozionante incontro in note tra Enrico Rava e Danilo Rea

    Uno sguardo d'intesa, un raffinato tocco sui tasti e un sapiente soffio di flicorno. Così l'incanto ha avuto inizio. Neppure una parola. Solo la musica. Il pubblico di Ecojazz ha assistito, mentre un silenzio pregno di coinvolgimento e trasporto avvolgeva il parco Ecolandia, all'emozionate e intenso incontro in note tra il trombettista Ernico Rava e il pianista Danilo Rea. Nessuno spartito, solo la complicità e l'amicizia tra due grandi maestri del Jazz mondiale che hanno regalato al pubblico un viaggio musicale e artistico intenso con brani, tra gli altri, di Lucio Battisti. Un viaggio culminato nell'esecuzione di SummerTime. E' la straordinaria capacità di improvvisazione a tessere la trama di questo raffinato racconto musicale che, non solo è il frutto di decenni di carriera strepitosa, di collaborazioni ed incontri professionali prestigiosi ed esperienze cosmopolite, ma che soprattutto proviene dall'anima dentro la quale la musica abita e dall'unicità di questo incontro, un dialogo senza bisogno di parole alcuno, tra due grandi maestri in costante ascolto reciproco.

  • Ecojazz, alchimie e magia con Omar Sosa Yilian Cañizares e Gustavo Ovalles

    Vitalità ed energia allo stato puro, ispirazione e improvvisazione autentiche: il flusso di onde di Aguas ha così raggiunto, cullandolo con malinconia e travolgendolo con vigore, il pubblico di Ecolandia in occasione del concerto del grande maestro Omar Sosa al pianoforte, della cantante e violinista Yilian Cañizares e del percussionista Gustavo Ovalles. Si conferma capace di sorprendere ancora una volta il festival Ecojazz, in memoria del giudice Antonino Scopelliti e di tutte le vittime per la Giustizia, giunto alla 28^edizione. "Questi strepitosi musicisti hanno creato una nuova grande magia e hanno saputo raggiungere la nostra anima con straordinaria capacità.

  • Ecojazz, incanto ed eleganza di Gemma Natali e Resilienza Group e Kurt Rosenwinkel 4et

    La passione per la musica che diventa passione per la vita e una vocazione compositiva romantica impreziosita da uno straordinario talento. Così incanto, eleganza e magia hanno raggiunto il pubblico presente al parco Ecolandia per ascoltare Gemma Natali (armonica cromatica), al suo primo concerto con il Resilienza Group, composto anche da Chiara Rinciari (chitarra), Giuseppe Manti (contrabbasso) e Pasquale Campolo (batteria), e il raffinato chitarrista statunitense Kurt Rosenwinkel accompagnato da Aaron Parks (piano), Eric Revis (contrabbasso), Jeff “Tain” Watts (batteria).

  • Il concerto dell'alba alla Rotondetta apre l'Ecojazz 2019 alla ricerca della Fata Morgana

    Come da tradizione, l'EcoJazz festival si apre anche in questa edizione 2019 con il concerto all'alba, questa volta ad esibirsi, ed a cercare di evocare la Fata Morgana, è stato Gabriele Mitelli, che con il suo Jazz ha guidato gli ascoltatori, verso il sorgere del sole.
    Decisamente un ritorno alle origini per il festival, che torna alla Rotondetta del Lungomare Falcomatà, il luogo che per primo ha ospitato l'EcoJazz, e da cui Giovanni Laganà, patron dell'evento, da sempre è andato a caccia della sfuggente Morgana.
    Il Jazz di Mitelli è pura improvvisazione, niente spartiti ne scalette, solo note in libertà contaminate con l'elettronica che fa da legante alle varie visioni oniriche, che scaturiscono dalla tromba del jazzista.

  • Al via la 28esima edizione di EcoJazz con il trombettista Gabriele Mitelli domani all'alba

    Classe 1988, Gabriele Mitelli si pone sulla scena jazzistica come uno dei più giovani e interessanti trombettisti e compositori italiani. Improvvisazione e sperimentazione si fondono in una musica creativa tra le più originali del panorama contemporaneo. Sarà l'assolo del talentuoso musicista bresciano, Nuovo Talento Top Jazz 2017, ad aprire la 28^ edizione di EcoJazz Festival, domani martedì 6 agosto, alla Rotondetta del Lungomare Falcomatà, all'alba (ore 4:30). Ingresso libero. Sarà lui ad animare, con il suo progetto originale ispirato al Jazz che incontra la Fata Morgana, il consueto e suggestivo appuntamento che caratterizza questa rassegna. In programma fino al 10 agosto 2019, il festival internazionale Ecojazz, in memoria del giudice Antonino Scopelliti e di tutte le vittime per la Giustizia, grazie alla appassionata direzione artistica di Gianni Laganà, riserverà al pubblico spettacoli di livello internazionale, tra i quali le esibizioni di Omar Sosa (sette nomination al Grammy), del duo dei giganti del jazz internazionale Enrico Rava e Danilo Rea e, in occasione dello straordinario fuori programma del 29 agosto alle ore 21, di Bungaro e Ornella Vanoni.

Copyright © 2018 CALABRIAPOST - Trib. RC n. 14/2013
Direttore responsabile: Gianluca Del Gaiso
Associazione "P4C"
via Reggio Modena 22  Rc - CF 92084720801
Redazione Ideocoop a r.l.