unci banner

:: Evidenza

AgrariaUniRC: presentato con successo il Programma di Mobilità Erasmus+ 2019

AgrariaUniRC: presentato con successo il Programma di Mobilità Erasmus+ 2019

Si è svolto con successo il Seminario informativo sul Programma di Mobilità Erasmus+ 2019, rivolto agli studenti del Dipartimento di Agraria. L’iniziativa, promossa dalla Commissione Erasmus di Dipartimento (composta dai docenti Prof. Paolo Porto, Dott.ssa...

Il prossimo 29 marzo la “Via Crucis” in scena al Cilea di Reggio Calabria

Il prossimo 29 marzo la “Via Crucis” in scena al Cilea di Reggio Calabria

Simón Orfila, oggi fra i bassi-baritoni più apprezzati a livello internazionale, Francesca Romana Tiddi, Sara Intagliata, Sofia Janelidze e Davide Ruberti si esibiranno, affiancati dal Coro Lirico Cilea, nella prima mondiale della “Via Crucis”, oratorio...

Demetrio Martino replica alla lettera di Francesco Cannizzaro

Demetrio Martino replica alla lettera di Francesco Cannizzaro

In merito alla lettera ai reggini dell’onorevole Cannizzaro, sento di dovere esprimere le seguenti precisazioni. Nessuno esponente del centrosinistra festeggiò in occasione dello scioglimento del Comune di Reggio per contiguità con la mafia; non sarebbe...

Il sindaco incontra i rappresentanti delle impresa reggine: "Evitare dissesto e rilanciare comparto produttivo"

Il sindaco incontra i rappresentanti delle impresa reggine: "Evitare dissesto e rilanciare comparto produttivo"

Il sindaco Giuseppe Falcomatà ha incontrato nel pomeriggio di oggi i rappresentanti delle imprese cittadine riuniti presso la sede della Camera di Commercio di Reggio Calabria. Nel corso dell'incontro con i rappresentanti delle associazioni di...

Moduli abitativi sicurezza sismica: firma convenzione tra l'azienda De Masi e dArTe

Moduli abitativi sicurezza sismica: firma convenzione tra l'azienda De Masi e dArTe

Reggio Calabria. Giovedì 21 marzo alle ore 11.30 nella sala riunioni della Direzione del dipartimento dArTe- Architettura e Territorio nel plesso della Cittadella Universitaria della Mediterranea in via Melissari a Reggio Calabria, l’imprenditore Antonino De...

compra calabria

Sei qui: HomeATTUALITA'Garante dei diritti dell'infanzia e dell'adolescenza del Comune su "circolare etnica"

Garante dei diritti dell'infanzia e dell'adolescenza del Comune su "circolare etnica"

Pubblicato in ATTUALITA' Domenica, 21 Ottobre 2018 19:06

"Quanto accaduto in un istituto comprensivo della zona Sud della città è estremamente grave e impone una seria e attenta riflessione circa i profili di responsabilità che investono il delicato e complesso ruolo del dirigente scolastico".
E' quanto afferma il Garante dei diritti dell'infanzia e dell'adolescenza del Comune di Reggio Calabria, Giovanna Campolo, in relazione all'episodio che ha visto protagonista una scuola reggina in cui, attraverso apposita circolare, sono stati richiamati gli alunni Rom al rispetto degli orari di ingresso e uscita.

"Va detto chiaramente e senza mezzi termini - prosegue Campolo che sulla questione ha avviato da subito un confronto operativo con il Garante per l'infanzia e l'adolescenza della Regione Calabria, Antonio Marziale - che i contenuti di quel documento appaiono del tutto inaccettabili. Lo sono tanto più in un momento storico come quello attuale che vede la nostra società attraversata brutalmente da spinte xenofobe, individualismo e tentativi di mettere in discussione la cultura stessa dell'accoglienza e della solidarietà, anche nei confronti dei più piccoli. In un contesto simile - sottolinea il Garante dei diritti dell'infanzia e dell'adolescenza di Reggio Calabria - è dunque quanto mai opportuno, specie da parte di chi ricopre incarichi di rilevante responsabilità, prestare grande attenzione alle parole che si utilizzano, tanto nelle comunicazioni formali quanto nella comune interlocuzione di ogni giorno fra scuola, famiglie e bambini. Sono convinta che l'intento del dirigente non fosse caratterizzato da alcun motivo di carattere razziale. Tuttavia, ritengo che la scuola, quale principale agenzia educativa e luogo di formazione per eccellenza, debba farsi carico della diffusione della cultura e dei concetti di globalità e, nel contempo, promuovere e sostenere in un'ottica interdisciplinare i processi di integrazione delle diversità. In questo ambito rientra a pieno titolo la cultura dei cittadini appartenenti alla comunità Rom che non può e non deve essere trattata con norme o disposizioni che ne accentuino le differenze e le chiusure. Come Garante, dunque, avverto la necessità di stigmatizzare fortemente questo brutto episodio, che mi auguro possa essere presto chiarito, al fine di rilanciare e rafforzare l'azione che a livello comunale e regionale è stata posta in essere a tutela dei minori e a favore della pacifica convivenza sul territorio. In questa direzione - conclude Campolo - intendo avviare, con spirito costruttivo e in stretta sinergia con le istituzioni, gli organismi competenti e tutti gli interlocutori direttamente interessati, un'azione di verifica e analisi dei piani educativi e assistenziali esistenti nel nostro territorio, con l'obiettivo di individuare e superare problematiche e criticità ancora presenti e supportare al meglio le istituzioni scolastiche nel loro gravoso compito formativo".

Reggio Calabria, 21 ottobre 2018

Letto 220 volte

Articoli correlati (da tag)

  • Gioia Tauro. Dializzato vive con la famiglia in una baracca: la denuncia di "Un Mondo Di Mondi"

    Reggio Calabria. "Vive in una baracca fatiscente nel ghetto di via Asmara, a Gioia Tauro e gli è stata diagnosticata una malattia renale cronica  che lo costringe alla dialisi ogni settimana. Una infezione contratta in queste condizioni  potrebbe essergli fatale. Il signor Pasquale (nome di fantasia) vive con la moglie e quattro figli (di cui due minori) ed ha già inoltrato richiesta al

  • Giornata della Memoria: le riflessioni del direttivo "Un Mondo Di Mondi"

    Reggio Calabria. "Anche ques'anno si è celebrata la settimana della Memoria, che compie i suoi primi 19 anni. Ma il razzismo continua a svilupparsi, anche in forme cruente, senza trovare validi ostacoli sul suo cammino. Forse servirebbe una Memoria diversa? La memoria della Shoah potrebbe essere un argine al razzismo  se, da ricordo rituale e

  • Le congratulazioni di Giovanna Campolo per la nuova nomina di Mattia Emanuele

    "Mi congratulo con l'amico Mattia Emanuele per la nomina a Garante metropolitano per l'infanzia e l'adolescenza della città di Reggio Calabria ricevuta dal sindaco Giuseppe Falcomatà. Si tratta di un incarico di alta responsabilità che completa e rafforza ulteriormente la rete territoriale a supporto e tutela dei diritti dei minori e delle fasce più deboli della popolazione".
    E' quanto afferma il Garante dei diritti dell'infanzia e dell'adolescenza del Comune di Reggio Calabria, Giovanna Campolo, che aggiunge: "Il nuovo Garante metropolitano è figura autorevole e qualificata come dimostra anche il suo impegno in seno alla sezione provinciale Unicef di Reggio Calabria, di cui dallo scorso luglio è presidente, e che lo pone in prima linea sul fronte delle politiche rivolte alla famiglia e ai minori, tanto in ambito assistenziale quanto in quello educativo e formativo.

  • Ancora una volta il piazza per il diritto all'abitare

    Movimenti e associazioni di nuovo in piazza questa mattina per "il diritto all'abitare". L'Osservatorio Disagio Abitativo che al suo interno raccoglie diverse sigle impegnate per il diritto alla casa, questa mattina ha organizzato un nuovo sit-in nell'androne di Palazzo San Giorgio per chiedere maggiore attenzione e l'applicazione delle leggi in materia

  • Nota del Garante dell'Infanzia e dell'Adolescenza del Comune, Giovanna Campolo

    Una piccola notizia ma estremamente significativa ha segnato positivamente le festività natalizie sul fronte della tutela e del rispetto dei diritti dei minori. Quest'anno, infatti, nella sezione femminile del nostro istituto penitenziario non si è registrata la presenza di bambini dietro le sbarre e per un piccolo nucleo familiare ciò ha significato la possibilità di ricongiungersi e vivere questi giorni in un contesto più idoneo rispetto all'ambiente carcerario.
    Si tratta di un momento molto importante che va nella direzione auspicata e prevista dalla stessa Carta dei diritti dei figli dei genitori detenuti che, com'è noto, riconosce formalmente il diritto di questi minorenni alla continuità del proprio legame affettivo con il proprio genitore detenuto e, al contempo, ribadisce il diritto alla genitorialità dei detenuti.

Copyright © 2018 CALABRIAPOST - Trib. RC n. 14/2013
Direttore responsabile: Gianluca Del Gaiso
Associazione "P4C"
via Reggio Modena 22  Rc - CF 92084720801
Redazione Ideocoop a r.l.