unci banner

:: NEWS

I 25 anni della Rosa dei Venti di Montalto

I 25 anni della Rosa dei Venti di Montalto

Sono trascorsi 25 anni da quando l’AB 212 – Prora 706, appartenente al 2° gruppo elicotteri della base Maristaeli di Catania, ha solcato il cielo di Montalto.Era toccato alla Marina...

Kaulonia Tarantella Festival, questa sera Loccisano e Palamara con la Calabria Orchestra

Kaulonia Tarantella Festival, questa sera Loccisano e Palamara con la Calabria Orchestra

Strumenti jazz amalgamati a quelli della tradizione popolare, ritmi mediterranei fusi con la tarantella, voci calde e appassionate affiancate a chitarre di ogni genere. Il Kaulonia Tarantella Festival è pronto...

"I Tesori del Mediterraneo" portano Reggio Calabria su Sportitalia

"I Tesori del Mediterraneo" portano Reggio Calabria su Sportitalia

Reggio Calabria e il suo Lungomare saranno protagoniste, domenica 18 agosto alle ore 22, dello speciale “I Tesori del Mediterraneo” in onda Sportitalia (canale 60 del digitale terrestre e in...

Roccella Jazz Festival: Rumori Mediterranei XXXIX edizione dal 21 al 24 agosto 2019

Roccella Jazz Festival: Rumori Mediterranei XXXIX edizione dal 21 al 24 agosto 2019

Dopo il successo della prima parte - andata in scena dal 12 al 16 agosto al Porto delle Grazie e a Largo Colonne Rita Levi Montalcini - la XXXIX Edizione...

Aquaro di Cosoleto, stop alla processione dopo le verifiche delle forze dell'ordine

Aquaro di Cosoleto, stop alla processione dopo le verifiche delle forze dell'ordine

E’ stata annullata ieri ad Acquaro di Cosoleto la tradizionale processione di San Rocco. La decisione del parroco dopo che Polizia e Carabinieri avevano accertato che gran parte dei portatori...

compra calabria

Sei qui: HomeATTUALITA'Giorano (CISL): cambiano i ministri della Pubblica Amministrazione ma non cambia la musica

Giorano (CISL): cambiano i ministri della Pubblica Amministrazione ma non cambia la musica

Pubblicato in ATTUALITA' Mercoledì, 17 Aprile 2019 08:25

Ci risiamo, anche la nuova ministra della Pubblica Amministrazione, Giulia Bongiorno, perpetua l’errore di chi l’ha preceduta, inseguendo il tentativo di cambiare, rinnovare, riorganizzare la Pubblica Amministrazione con interventi legislativi che perseguono sempre gli stessi fini punitivi nei confronti del lavoratore pubblico.
Ed ecco che dopo i tentativi riformatori dell’ultimo decennio, ascrivibili a Renato Brunetta e a Marianna Madia, che si sono risolti in un nulla di fatto dal punto di vista del miglioramento ed efficientamento dei servizi pubblici, arriva anche l’alchimia normativa della ministra di ferro, l’avvocatessa Giulia Bongiorno, che si spinge addirittura oltre lo stesso Brunetta, con le misure restrittive contenute nel suo ddl Concretezza.

Al fine di prevenire e reprimere l’assenteismo, l’attuale ministra ha introdotto, infatti, l’esame biometrico per la rilevazione della presenza dei pubblici dipendenti. In altre parole, ogni Ufficio pubblico dovrà dotarsi di sistemi di verifica delle impronte digitali o riconoscimento facciale e di impianti di videosorveglianza nei punti di accesso.
Misure deprecabili, che oltre ad avere un amaro sapore “rétro”, che rievoca il tempo delle lotte di classe sfociate poi nelle conquiste sindacali degli anni ’70, comporta un dispendio di risorse finanziarie che certamente sarebbe stato più proficuo investire in altri interventi di ristrutturazione del pubblico, soprattutto in Calabria. Per non parlare poi, dell’azione disincentivante dal punto di vista motivazionale che tali soluzioni producono nei confronti dei lavoratori, che indistintamente dovranno subire l’onta e la mortificazione di tali sistemi di controllo.
Nel ribadire la netta e ferma condanna di tutta la CISL verso ogni fenomeno di assenteismo, abuso e violazione dei doveri del pubblico dipendente, non si può non constatare la perdurante assenza di una visione politica strategica che metta al centro dei processi riformatori proprio il lavoratore. Così come era stato previsto nell’Accordo Governo-Sindacati sottoscritto il 30 novembre 2016.
Viene naturale citare il detto ”facile vincere facile”. E’ certamente molto più facile adottare provvedimenti punitivi di portata generale, che non hanno la capacità di colpire chirurgicamente solo i dipendenti infedeli, piuttosto che avviare una vasta operazione di analisi, verifica e rimozione dei tantissimi problemi e criticità che caratterizzano la macchina pubblica e si ripercuotono inevitabilmente sulle condizioni di lavoro e sulla qualità di vita dei pubblici dipendenti, spesso compromettendola seriamente.
Se si vuole ottenere davvero l’evoluzione delle pubbliche amministrazioni da burocrazie a infrastrutture intelligenti, è necessario riconoscere un nuovo protagonismo al lavoratore pubblico, ascoltandone bisogni e proposte. Ma serve soprattutto quantificare l’effettivo fabbisogno di personale e predisporre un Piano straordinario di assunzioni in tutta la PA per dare il giusto ristoro a quella parte di forza lavoro ormai troppo stanca e troppo avanti con l’età per poter sostenere i ritmi imposti dai nuovi modelli organizzativi. Serve l’innesto di giovani, motivati e preparati, pronti a raccogliere le sfide del cambiamento per dare le dovute risposte ai cittadini con servizi di qualità.
Tutti gli Uffici pubblici della Calabria necessitano di interventi strutturali di adeguamento alla normativa in materia di salute e sicurezza sui posti di lavoro; necessitano di nuova forza lavoro, basti pensare agli Uffici Giudiziari e agli Ospedali, la cui attuale risorsa umana ormai fatica a garantire i servizi essenziali; necessitano di una nuova dotazione strumentale e informatica.
Se davvero la ministra Bongiorno vuole avviare la sua azione di rinnovamento del sistema pubblico, è da questi premesse che deve partire ed è su questi grandi aspetti che deve agire ed investire le risorse finanziarie, non certamente su costose strumentazioni di rilevazione biometrica della presenza in Ufficio del lavoratore pubblico.

Rc 17 aprile 2019

La Segretaria Generale
Luciana Giordano

Letto 125 volte

Articoli correlati (da tag)

  • Rosy Perrone: “Bene il credito d’imposta per la Zes, ma da subito la si riempia di contenuti”

    Dal 25 settembre per la Zona economica speciale di Gioia Tauro un'occasione importante: sarà disponibile il credito di imposta in maniera automatica per tutte le imprese che vorranno investire nel suo perimetro. Uno strumento cardine per l'effettivo rilancio di un'area da decenni martoriata.
    Il Governo ha fatto la sua parte, adesso subito a lavoro per creare le adeguate condizioni di futuro, dal punto di vista economico e soprattutto sociale. Indispensabile per la nostra terra.

  • Hospice, CISL: garantire la continuità del servizio, con procedure chiare nell’interesse dei lavoratori e degli ammalati

    L’Hospice non chiuderà. Almeno per tutto l’anno in corso. Certamente un sospiro di sollievo per operatori e professionisti che garantiscono un servizio di conforto e di assistenza con cure palliative indispensabili a chi è costretto ad affrontare la sua ultima sfida con la vita. L’Asp deve promuovere e tutelare strutture riconosciute da tutti per la loro eccellenza di prestazioni, come quella dell’Hospice ed in questo caso deve farlo garantendo un accordo che permetta di proseguire nella loro assistenza, gli ammalati. Deve riconoscere il valore inestimabile, non solo assistenziale ma anche e soprattutto umano. Ma con altrettanta fermezza, crediamo che questo servizio debba essere svolto attraverso parametri chiari, netti e ben circoscritti, che non lascino spazio ad una approssimativa amministrazione.

  • Taverriti e Sera: "Solidarietà ai lavoratori dell'Hospice di via delle Stelle"

    Come già annunciato, gli effetti nefasti della paralisi della Sanità dell'ASP della Città Metropolitana di Reggio Calabria, dei servizi sanitari e socio sanitari si sta concretizzando in chiusura di reparti ridimensionamento di servizi, ma ancora più grave si sta riversando su tutte quelle aziende/cooperative in convenzione con l'ASP, che hanno sempre garantito l'attività loro affidata. Così dichiarano il Segretario Generale della CISL FP di Reggio Calabria Vincenzo Sera ed il Responsabile Aziendale dell'Asp di Reggio Calabria. I servizi sanitari e socio sanitari fin oggi garantiti, continuano Sera e Taverriti, in termini di prestazioni e qualità è stato possibile garantirli, esclusivamente, grazie alla dedizione ed alla professionalità degli operatori sanitari e non, a fronte di una totale mancanza di una vera e qualificata Governance.

  • Porto di Gioia Tauro, Rosi Perrone (CISL): “Dolore e sgomento per la morte di Agostino Filandro”

    Sconcertata per la morte di un giovane operaio del Porto di Gioia Tauro. Non si può morire a quarant’anni svolgendo il proprio lavoro. Un dolore che toglie il fiato e che arriva nei giorni in cui celebriamo, proprio a Reggio Calabria, la difesa e il rilancio del lavoro. Sicurezza e lavoro, un binomio sul quale abbiamo sempre indirizzato il nostro impegno sindacale. Ma adesso non è il tempo di reclamare ma è il tempo di indagare. Le cause del gravissimo incidente che si è verificato questa mattina nel piazzale della ‘Zen’ - azienda privata che produce scafi e che opera all'interno dello scalo - vanno subito accertate, anche se dalle prime ricostruzioni degli organi inquirenti, sembrerebbe che il povero Agostino Filandro, sarebbe stato colpito da un cavo spezzatosi improvvisamente.

  • Giordano (Cisl Fp Calabria): manifestazione nazionale 22 giugno, appello al popolo dei pubblici dipendenti calabresi

    Sono tante le ragioni per cui tutto il grande popolo dei pubblici dipendenti calabresi è chiamato a scendere in piazza e a partecipare alla grande Manifestazione Nazionale Unitaria Cgil Cisl Uil #futuroallavoro, Ripartiamo dal Sud per unire il Paese, che si terrà a Reggio Calabria il prossimo 22 giugno. Un Settore, quello della Pubblica Amministrazione calabrese, messo in ginocchio dal mancato ricambio generazionale, tante volte annunciato e mai realizzato, che ha dimezzato la forza lavoro negli Ospedali, negli Uffici Giudiziari, nelle Questure, nelle Prefetture, negli Ispettorati Territoriali del Lavoro, nelle Agenzie Fiscali, negli Uffici del Ministero dei Trasporti e del Ministero dei Beni Culturali, in tutti gli Enti Pubblici non Economici, nei Centri per l’Impiego e nei Comuni, giusto per citarne alcuni.

Copyright © 2018 CALABRIAPOST - Trib. RC n. 14/2013
Direttore responsabile: Gianluca Del Gaiso
Associazione "P4C"
via Reggio Modena 22  Rc - CF 92084720801
Redazione Ideocoop a r.l.