unci banner

:: NEWS

A Scilla domenica 26 maggio torna il trekking urbano "A spasso nel mito"

A Scilla domenica 26 maggio torna il trekking urbano "A spasso nel mito"

Si svolgerà domenica 26 maggio il trekking urbano a Scilla alla scoperta di uno dei luoghi più belli della provincia reggina. Il percorso "A spasso nel mito" nasce dalla collaborazione...

Esperienza nazionale per Scuola di Basket Viola, Lumaka e Bim Bum Rende

Esperienza nazionale per Scuola di Basket Viola, Lumaka e Bim Bum Rende

Alle Finali Nazionali Join The Game di Jesolo doppio successo, in campo femminile, delle squadre romane Alfa Omega Roma e Basket Roma che vincono rispettivamente lo scudetto under 13 e...

Davanti al cantiere del Palazzo di Giustizia fa tappa la protesta "Nastri gialli contro il degrago"

Davanti al cantiere del Palazzo di Giustizia fa tappa la protesta "Nastri gialli contro il degrago"

Ha fatto tappa a Reggio Calabria “Nastri gialli contro il degrado” la protesta dell'ANCE sulle incompiute e i cantieri bloccati. Non a caso per la nostra città, come luogo della...

Il consiglio comunale si riunisce e approva in prima battuta il consuntivo 2018

Il consiglio comunale si riunisce e approva in prima battuta il consuntivo 2018

Con 16 voti favorevoli e uno contrario è stato approvato dal Consiglio Comunale riunitosi in prima seduta il rendiconto di gestione per l’esercizio 2018, come da unico punto previsto all’ordine...

Giornata dei Parchi, Noemi Evoli e l’Aspromonte al Quirinale

Giornata dei Parchi, Noemi Evoli e l’Aspromonte al Quirinale

Anche il Parco Nazionale dell’Aspromonte con la Guida Noemi Evoli ha fatto parte della delegazione Federparchi– Europarc Italia, guidata dal Presidente Giampiero Sammuri in rappresentanza delle Aree protette italiane, ricevuta...

compra calabria

Sei qui: HomeATTUALITA'Giordano (CISL FP Calabria): il Generale Cotticelli è l’ultima ancora di salvezza per la Sanità calabrese

Giordano (CISL FP Calabria): il Generale Cotticelli è l’ultima ancora di salvezza per la Sanità calabrese

Pubblicato in ATTUALITA' Venerdì, 11 Gennaio 2019 09:53

Sono tante le speranze che i calabresi ripongono nel neo Commissario ad acta per la Sanità in Calabria, Saverio Cotticelli, che già nel suo discorso di insediamento ha pronunciato parole chiave, quali legalità, impegno, diritto elementare alla salute, dialogo, lasciando intravedere i binari entro i quali si snoderà il suo percorso in questo nuovo e impegnativo compito affidatogli. Un incarico certamente non facile, che consegna al nuovo Commissario situazioni incancrenite, con problemi di varia natura. Le note difficoltà legate all’esigenza di bilanciare il soddisfacimento del diritto alla salute con il bisogno di rispondere a criteri di economicità e razionale utilizzo delle risorse finanziarie.

La necessità di superare la fase del Piano di rientro dai debiti sanitari, le cui restrizioni hanno reso insufficienti ed inadeguati dal punto di vista quali-quantitativo i servizi sanitari erogati. Il bisogno indifferibile di sgravare la componente Ospedaliera dalla mole di accessi inappropriati e di riconsiderare i percorsi utili all’Utenza, facilitando l’approccio con la Medicina Generale Territoriale e la Continuità Assistenziale Territoriale fruibile per tutte le 24 ore. E tanti, tanti altri problemi ancora di carattere organizzativo e gestionale.
Ma su tutto prevale l’insopportabile percezione dell’esistenza di vischiose dinamiche che inibiscono ogni processo di rilancio e risanamento del SSR della Calabria. Per poter centrare l’obiettivo serve, innanzitutto, una vera ed efficace azione di bonifica culturale, orientata a cambiare l’approccio nella gestione e nell’erogazione dei servizi sanitari in Calabria, finora sottomessi a logiche e scelte non sempre chiare.
La Sanità calabrese necessita di una politica gestionale improntata alla chiarezza ed alla trasparenza, basata su un dialogo continuo e costruttivo fra i vari soggetti istituzionali. Serve una governance regionale che sinergicamente detti regole uniformi ed univoche per tutto il SSR calabrese, perché solo nel rigore delle regole si può far attecchire il seme della legalità.
E di regole e direttive certe hanno bisogno i lavoratori della Sanità calabrese, per troppo tempo costretti a subire le conseguenze di un Sistema disorganizzato e disarticolato, che li vede vittime di tutte le carenze organizzative e della mancanza di opportunità e di valorizzazione professionale. Operatori sanitari che subiscono le conseguenze di Aziende a velocità differenziate in Calabria, con realtà che hanno riconosciuto i diritti e le opportunità professionali sancite nei CCNL e altre che invece negano finanche l’erogazione di istituti fondamentali, quali la remunerazione della produttività legata alla performance. Una risorsa umana ormai stanca e disorientata ma che finora è riuscita a superare ogni difficoltà sforzandosi di garantire la somministrazione della salute in Calabria, sopportando anche le frequenti esasperazioni di un’utenza disperata e bisognosa di risposte.
E c’è poi una Sanità calabrese capace di essere punto di eccellenza in alcuni rami specifici, a dimostrazione che laddove non c’è condizionamento e non prevalgono le oscure logiche portate a sistema, anche in Calabria si possono avere esempi di buone pratiche sanitarie.
La CISL Funzione Pubblica Calabria da anni combatte contro questo sistema “artefatto”, con ogni forma di denuncia, senza clamore ma determinata a non voler sottostare ad un sistema profondamente contaminato che ha negato alla Calabria ed ai calabresi il diritto fondamentale alla salute! Oggi confida nella lunga esperienza di uomo delle Istituzioni del neo Commissario Cotticelli, al quale rivolge i migliori auguri di un buon e proficuo lavoro e l’invito a convocare quanto prima le Organizzazioni Sindacali, che dovranno essere parte integrante di quel dialogo preannunciato nel discorso di insediamento.

Rc 11 gennaio 2019

La Segretaria Generale
Luciana Giordano

Letto 248 volte

Articoli correlati (da tag)

  • Cooperative e strutture private, la riflessione di Vincenzo Sera (Cisl FP)

    L’annosa ed ultra ventennale problematica delle Cooperative e delle strutture private che gestiscono servizi socio sanitari per conto dell’Asp di Reggio Calabria, non ravvisa ancora risoluzione e stabilità,
    Dichiara il Segretario Generale della CISL Funzione Pubblica Vincenzo Sera che alcune strutture di servizio sociale operanti nel settore delle cure sanitarie a domicilio hanno interrotto i servizi per la mancata corresponsione degli emolumenti.
    L’assistenza sanitaria domiciliare, fa parte dei livelli essenziali di assistenza e pertanto ha precedenza tra le scelte prioritarie di intervento per i cittadini in particolare condizione di sofferenza

  • A Gioia Tauro, esecutivi unitari CGIL, CSIL e UIL

    Nella sede Cgil di Gioia Tauro, la triplice, si è riunita con esecutivi unitari per dare impulso al percorso comune avviato mesi fa. Celeste Logiacco (Segretario generale Cgil Gioia Tauro) ha fatto gli onori di casa, introducendo i lavori e sottolineando che l’appuntamento odierno è frutto di un lavoro di confronto iniziato da diverso tempo e che è stato possibile grazie alla completa disponibilità di Gregorio Pititto (Segretario generale Cgil RC-Locri), che ha coordinato i lavori della giornata valorizzando l' importanza dell'unitarietà e la piena volontà di lavorare assieme partendo da ciò che unisce le tre sigle confederali metropolitane e mettendo al centro del sentire comune le infrastrutture indispensabili in un territorio poco e male interconnesso che rischia di vedere isolate e conseguentemente abbandonate le preziose aree interne, Rosy Perrone (Segretario generale Cisl Metropolitana) e Nuccio Azzarà (Segretario generale Uil Rc).

  • CISL: “Fondi per il sostegno sociale inutilizzati. I comuni della Metrocity si attivino”

    La Cisl e la Fnp Cisl Metropolitana disponibili da subito ad incontri tematici per alleviare le difficoltà e aiutare a trovare soluzioni ai bisogni sociali quotidiani dei cittadini.
    I fondi ‘SIA’, contributi per il sostegno dell’inclusione attiva in Calabria, sono rimasti quasi totalmente inutilizzati. Uno strumento del Governo studiato per mitigare i disagi delle tante famiglie calabresi che vivono una condizione di disagio e di disgregazione sociale. Oltre 50 milioni previsti nel triennio 2016-2019 per progetti di attivazione sociale e lavorativa, coordinati e programmati da una rete integrata di interventi, indicati dai servizi sociali dei Comuni e coordinati dagli ambiti territoriali.

  • A Bagnara confronto Fai Cisl e Cisl su sviluppo e territorio

    Giorno 26 aprile 2019, nell'aula consiliare del Comune di Bagnara Calabra, la Fai Cisl e la Cisl di Reggio Calabria, si sono confrontate con le diverse forze politiche presenti nell'intera area della città Metropolitana.
    Le due segreterie Sindacali, hanno presentato una vera strategia, per un’articolata ipotesi di sviluppo, riguardante l'entroterra collinare e montano, denominata “progettazione al centro -
    “progetto di animazione e promozione di un’oasi, collinare e montana della biodiversità, dell'accoglienza e del benessere ambientale, umano e animale.

  • Giorano (CISL): cambiano i ministri della Pubblica Amministrazione ma non cambia la musica

    Ci risiamo, anche la nuova ministra della Pubblica Amministrazione, Giulia Bongiorno, perpetua l’errore di chi l’ha preceduta, inseguendo il tentativo di cambiare, rinnovare, riorganizzare la Pubblica Amministrazione con interventi legislativi che perseguono sempre gli stessi fini punitivi nei confronti del lavoratore pubblico.
    Ed ecco che dopo i tentativi riformatori dell’ultimo decennio, ascrivibili a Renato Brunetta e a Marianna Madia, che si sono risolti in un nulla di fatto dal punto di vista del miglioramento ed efficientamento dei servizi pubblici, arriva anche l’alchimia normativa della ministra di ferro, l’avvocatessa Giulia Bongiorno, che si spinge addirittura oltre lo stesso Brunetta, con le misure restrittive contenute nel suo ddl Concretezza.

Copyright © 2018 CALABRIAPOST - Trib. RC n. 14/2013
Direttore responsabile: Gianluca Del Gaiso
Associazione "P4C"
via Reggio Modena 22  Rc - CF 92084720801
Redazione Ideocoop a r.l.