unci banner

:: NEWS

I 25 anni della Rosa dei Venti di Montalto

I 25 anni della Rosa dei Venti di Montalto

Sono trascorsi 25 anni da quando l’AB 212 – Prora 706, appartenente al 2° gruppo elicotteri della base Maristaeli di Catania, ha solcato il cielo di Montalto.Era toccato alla Marina...

Kaulonia Tarantella Festival, questa sera Loccisano e Palamara con la Calabria Orchestra

Kaulonia Tarantella Festival, questa sera Loccisano e Palamara con la Calabria Orchestra

Strumenti jazz amalgamati a quelli della tradizione popolare, ritmi mediterranei fusi con la tarantella, voci calde e appassionate affiancate a chitarre di ogni genere. Il Kaulonia Tarantella Festival è pronto...

"I Tesori del Mediterraneo" portano Reggio Calabria su Sportitalia

"I Tesori del Mediterraneo" portano Reggio Calabria su Sportitalia

Reggio Calabria e il suo Lungomare saranno protagoniste, domenica 18 agosto alle ore 22, dello speciale “I Tesori del Mediterraneo” in onda Sportitalia (canale 60 del digitale terrestre e in...

Roccella Jazz Festival: Rumori Mediterranei XXXIX edizione dal 21 al 24 agosto 2019

Roccella Jazz Festival: Rumori Mediterranei XXXIX edizione dal 21 al 24 agosto 2019

Dopo il successo della prima parte - andata in scena dal 12 al 16 agosto al Porto delle Grazie e a Largo Colonne Rita Levi Montalcini - la XXXIX Edizione...

Aquaro di Cosoleto, stop alla processione dopo le verifiche delle forze dell'ordine

Aquaro di Cosoleto, stop alla processione dopo le verifiche delle forze dell'ordine

E’ stata annullata ieri ad Acquaro di Cosoleto la tradizionale processione di San Rocco. La decisione del parroco dopo che Polizia e Carabinieri avevano accertato che gran parte dei portatori...

compra calabria

Sei qui: HomeATTUALITA'Giordano (CISL FP Calabria): il Generale Cotticelli è l’ultima ancora di salvezza per la Sanità calabrese

Giordano (CISL FP Calabria): il Generale Cotticelli è l’ultima ancora di salvezza per la Sanità calabrese

Pubblicato in ATTUALITA' Venerdì, 11 Gennaio 2019 09:53

Sono tante le speranze che i calabresi ripongono nel neo Commissario ad acta per la Sanità in Calabria, Saverio Cotticelli, che già nel suo discorso di insediamento ha pronunciato parole chiave, quali legalità, impegno, diritto elementare alla salute, dialogo, lasciando intravedere i binari entro i quali si snoderà il suo percorso in questo nuovo e impegnativo compito affidatogli. Un incarico certamente non facile, che consegna al nuovo Commissario situazioni incancrenite, con problemi di varia natura. Le note difficoltà legate all’esigenza di bilanciare il soddisfacimento del diritto alla salute con il bisogno di rispondere a criteri di economicità e razionale utilizzo delle risorse finanziarie.

La necessità di superare la fase del Piano di rientro dai debiti sanitari, le cui restrizioni hanno reso insufficienti ed inadeguati dal punto di vista quali-quantitativo i servizi sanitari erogati. Il bisogno indifferibile di sgravare la componente Ospedaliera dalla mole di accessi inappropriati e di riconsiderare i percorsi utili all’Utenza, facilitando l’approccio con la Medicina Generale Territoriale e la Continuità Assistenziale Territoriale fruibile per tutte le 24 ore. E tanti, tanti altri problemi ancora di carattere organizzativo e gestionale.
Ma su tutto prevale l’insopportabile percezione dell’esistenza di vischiose dinamiche che inibiscono ogni processo di rilancio e risanamento del SSR della Calabria. Per poter centrare l’obiettivo serve, innanzitutto, una vera ed efficace azione di bonifica culturale, orientata a cambiare l’approccio nella gestione e nell’erogazione dei servizi sanitari in Calabria, finora sottomessi a logiche e scelte non sempre chiare.
La Sanità calabrese necessita di una politica gestionale improntata alla chiarezza ed alla trasparenza, basata su un dialogo continuo e costruttivo fra i vari soggetti istituzionali. Serve una governance regionale che sinergicamente detti regole uniformi ed univoche per tutto il SSR calabrese, perché solo nel rigore delle regole si può far attecchire il seme della legalità.
E di regole e direttive certe hanno bisogno i lavoratori della Sanità calabrese, per troppo tempo costretti a subire le conseguenze di un Sistema disorganizzato e disarticolato, che li vede vittime di tutte le carenze organizzative e della mancanza di opportunità e di valorizzazione professionale. Operatori sanitari che subiscono le conseguenze di Aziende a velocità differenziate in Calabria, con realtà che hanno riconosciuto i diritti e le opportunità professionali sancite nei CCNL e altre che invece negano finanche l’erogazione di istituti fondamentali, quali la remunerazione della produttività legata alla performance. Una risorsa umana ormai stanca e disorientata ma che finora è riuscita a superare ogni difficoltà sforzandosi di garantire la somministrazione della salute in Calabria, sopportando anche le frequenti esasperazioni di un’utenza disperata e bisognosa di risposte.
E c’è poi una Sanità calabrese capace di essere punto di eccellenza in alcuni rami specifici, a dimostrazione che laddove non c’è condizionamento e non prevalgono le oscure logiche portate a sistema, anche in Calabria si possono avere esempi di buone pratiche sanitarie.
La CISL Funzione Pubblica Calabria da anni combatte contro questo sistema “artefatto”, con ogni forma di denuncia, senza clamore ma determinata a non voler sottostare ad un sistema profondamente contaminato che ha negato alla Calabria ed ai calabresi il diritto fondamentale alla salute! Oggi confida nella lunga esperienza di uomo delle Istituzioni del neo Commissario Cotticelli, al quale rivolge i migliori auguri di un buon e proficuo lavoro e l’invito a convocare quanto prima le Organizzazioni Sindacali, che dovranno essere parte integrante di quel dialogo preannunciato nel discorso di insediamento.

Rc 11 gennaio 2019

La Segretaria Generale
Luciana Giordano

Letto 298 volte

Articoli correlati (da tag)

  • Rosy Perrone: “Bene il credito d’imposta per la Zes, ma da subito la si riempia di contenuti”

    Dal 25 settembre per la Zona economica speciale di Gioia Tauro un'occasione importante: sarà disponibile il credito di imposta in maniera automatica per tutte le imprese che vorranno investire nel suo perimetro. Uno strumento cardine per l'effettivo rilancio di un'area da decenni martoriata.
    Il Governo ha fatto la sua parte, adesso subito a lavoro per creare le adeguate condizioni di futuro, dal punto di vista economico e soprattutto sociale. Indispensabile per la nostra terra.

  • Hospice, CISL: garantire la continuità del servizio, con procedure chiare nell’interesse dei lavoratori e degli ammalati

    L’Hospice non chiuderà. Almeno per tutto l’anno in corso. Certamente un sospiro di sollievo per operatori e professionisti che garantiscono un servizio di conforto e di assistenza con cure palliative indispensabili a chi è costretto ad affrontare la sua ultima sfida con la vita. L’Asp deve promuovere e tutelare strutture riconosciute da tutti per la loro eccellenza di prestazioni, come quella dell’Hospice ed in questo caso deve farlo garantendo un accordo che permetta di proseguire nella loro assistenza, gli ammalati. Deve riconoscere il valore inestimabile, non solo assistenziale ma anche e soprattutto umano. Ma con altrettanta fermezza, crediamo che questo servizio debba essere svolto attraverso parametri chiari, netti e ben circoscritti, che non lascino spazio ad una approssimativa amministrazione.

  • Taverriti e Sera: "Solidarietà ai lavoratori dell'Hospice di via delle Stelle"

    Come già annunciato, gli effetti nefasti della paralisi della Sanità dell'ASP della Città Metropolitana di Reggio Calabria, dei servizi sanitari e socio sanitari si sta concretizzando in chiusura di reparti ridimensionamento di servizi, ma ancora più grave si sta riversando su tutte quelle aziende/cooperative in convenzione con l'ASP, che hanno sempre garantito l'attività loro affidata. Così dichiarano il Segretario Generale della CISL FP di Reggio Calabria Vincenzo Sera ed il Responsabile Aziendale dell'Asp di Reggio Calabria. I servizi sanitari e socio sanitari fin oggi garantiti, continuano Sera e Taverriti, in termini di prestazioni e qualità è stato possibile garantirli, esclusivamente, grazie alla dedizione ed alla professionalità degli operatori sanitari e non, a fronte di una totale mancanza di una vera e qualificata Governance.

  • Porto di Gioia Tauro, Rosi Perrone (CISL): “Dolore e sgomento per la morte di Agostino Filandro”

    Sconcertata per la morte di un giovane operaio del Porto di Gioia Tauro. Non si può morire a quarant’anni svolgendo il proprio lavoro. Un dolore che toglie il fiato e che arriva nei giorni in cui celebriamo, proprio a Reggio Calabria, la difesa e il rilancio del lavoro. Sicurezza e lavoro, un binomio sul quale abbiamo sempre indirizzato il nostro impegno sindacale. Ma adesso non è il tempo di reclamare ma è il tempo di indagare. Le cause del gravissimo incidente che si è verificato questa mattina nel piazzale della ‘Zen’ - azienda privata che produce scafi e che opera all'interno dello scalo - vanno subito accertate, anche se dalle prime ricostruzioni degli organi inquirenti, sembrerebbe che il povero Agostino Filandro, sarebbe stato colpito da un cavo spezzatosi improvvisamente.

  • Giordano (Cisl Fp Calabria): manifestazione nazionale 22 giugno, appello al popolo dei pubblici dipendenti calabresi

    Sono tante le ragioni per cui tutto il grande popolo dei pubblici dipendenti calabresi è chiamato a scendere in piazza e a partecipare alla grande Manifestazione Nazionale Unitaria Cgil Cisl Uil #futuroallavoro, Ripartiamo dal Sud per unire il Paese, che si terrà a Reggio Calabria il prossimo 22 giugno. Un Settore, quello della Pubblica Amministrazione calabrese, messo in ginocchio dal mancato ricambio generazionale, tante volte annunciato e mai realizzato, che ha dimezzato la forza lavoro negli Ospedali, negli Uffici Giudiziari, nelle Questure, nelle Prefetture, negli Ispettorati Territoriali del Lavoro, nelle Agenzie Fiscali, negli Uffici del Ministero dei Trasporti e del Ministero dei Beni Culturali, in tutti gli Enti Pubblici non Economici, nei Centri per l’Impiego e nei Comuni, giusto per citarne alcuni.

Copyright © 2018 CALABRIAPOST - Trib. RC n. 14/2013
Direttore responsabile: Gianluca Del Gaiso
Associazione "P4C"
via Reggio Modena 22  Rc - CF 92084720801
Redazione Ideocoop a r.l.