unci banner

:: Evidenza

Tonnara di Palmi: sequestrati 100 kg di pescato

Tonnara di Palmi: sequestrati 100 kg di pescato

Reggio Calabria. Nel corso di una operazione effettuata nei giorni scorsi, nell’ambito dell’ordinaria attività di controllo del territorio, i militari della Capitaneria di porto di...

Comune di Melito Porto Salvo: nuova ordinanza di divieto balneazione

Comune di Melito Porto Salvo: nuova ordinanza di divieto balneazione

Melito Porto Salvo. Nuova ordinanza di divieto di balneazione a Melito Porto Salvo. In data odierna il sindaco Giuseppe Meduri VISTA la comunicazione prot. 15.01.02...

Polizia di Stato: arrestato un 23enne per “omicidio stradale”

Polizia di Stato: arrestato un 23enne per “omicidio stradale”

Reggio Calabria. Ieri, personale del Distaccamento di Polizia Stradale di Brancaleone ha tratto in arresto un 23enne di Locri, S.D., responsabile del reato di Omicidio...

A Palazzo Campanella l'Assemblea pubblica della Commissione Regionale Pari Opportunità

A Palazzo Campanella l'Assemblea pubblica della Commissione Regionale Pari Opportunità

Prosegue l’impegno della CRPO per approfondire gli strumenti necessari nel percorso di realizzazione dell’uguaglianza di genere nelle rappresentanze istituzionali e, più in generale, nei luoghi...

compra calabria

Sei qui: HomeATTUALITA'Giornata Sfratti Zero, incontro con il presidente Demetrio Delfino

Giornata Sfratti Zero, incontro con il presidente Demetrio Delfino

Pubblicato in ATTUALITA' Giovedì, 12 Ottobre 2017 11:17

Non se ne può più. È greve il grido di dolore delle famiglie a basso reddito e prive di un alloggio, mercoledì scorso a palazzo San Giorgio per incontrare, in occasione della giornata nazionale "Sfratti zero"(promossa dall'Unione inquilini), il Presidente del Consiglio comunale Demetrio Delfino. Porte aperte anche per l'Osservatorio sul disagio abitativo (ASIA-USB Reggio Calabria, Comitato Solidarietà Migranti, CSC Nuvola Rossa, CSOA Angelina Cartella,

Società dei Territorialisti/e Onlus, Un Mondo Di Mondi), il movimento Reggio non tace e la Collettiva AutonoMia, pronti a riconoscere la disponibilità di ascolto del presidente Delfino ma anche a denunciare l'immobilismo della classe politica sul tema dell'edilizia residenziale pubblica. A focalizzare l'attenzione sui temi scottanti del settore alloggi popolari, Giacomo Marino di Un mondo di mondi. «È grave che a 240 giorni dall'approvazione della delibera n.3 del 10 febbraio scorso- ha sottolineato Marino - non si siano ancora avviate le verifiche, sugli assegnatari degli alloggi Erp, che la Re.ca.si dovrebbe effettuare per via informatica».

Fermo nelle commissioni consiliari anche il regolamento sull'art. 31, per le assegnazioni in deroga ai bandi per situazioni di emergenza. Nessuna notizia sul numero di beni confiscati da adibire ad alloggi popolari e sulla partecipazione al bando social housing per un eventuale ampliamento del patrimonio Erp. Si attendono anche le nomine di un assessore e un dirigente al ramo, in seguito alla revoca dell'ex assessora Angela Marcianó e della scomparsa dell'ex dirigente Marcello Romano. Sul tema manutenzione degli alloggi non si conosce ancora il piano di impiego di circa un milione di euro già stanziato. «Dallo scorso febbraio ci siamo incontrati diverse volte- ha ribadito Nicola Santostefano per Reggio non tace- e siamo stanchi di ascoltare sempre le stesse cose, a questo punto manca la volontà politica».

La redazione di un atto d'indirizzo per sollecitare le verifiche sugli assegnatari, è la promessa dei consiglieri Antonio Ruvolo e Demetrio Martino. «Non vogliamo essere ostaggio di nessun burocrate, - ha dichiarato Martino - è necessario far ripartire la macchina amministrativa». Il Presidente Delfino da parte sua annuncia che a breve saranno nominati il nuovo assessore e un nuovo dirigente di settore. «È nostra la volontà di monitorare - ha chiarito Delfino - affinché gli uffici competenti portino avanti le decisioni espresse nella delibera del febbraio scorso sul tema degli alloggi popolari». Grande assente all'incontro, il consigliere delegato al patrimonio edilizio, Giovanni Minniti.
Il malcontento e la sfiducia delle famiglie in attesa di una risposta al proprio disagio abitativo è netto. Nell'eterno discutere degli amministratori reggini, la loro vita continua a scorrere incerta e precaria.

RC 12 ottobre 2017

Letto 101 volte

Articoli correlati (da tag)

  • Reggio Calabria, politica degli alloggi popolari ancora in alto mare

    In città ci sarebbero i numeri e le condizioni per il superamento del disagio abitativo, ma la garanzia del diritto alla casa per la gran parte delle persone in stato di povertà è ancora in alto mare. Unica eccezione è quella delle famiglie dei due ghetti dell'ex Polveriera e della Caserma Duca d'Aosta, per le quali il Comune è intervenuto e sta ancora intervenendo bene con gli alloggi confiscati.

  • Alloggi popolari, il punto dell'Osservatorio Disagio Abitativo

    Procede in questi giorni la mediazione per l'assegnazione degli alloggi confiscati alla 'ndrangheta ad alcune famiglie dell'ex Polveriera di Ciccarello. L'iniziativa, promossa dal Comune di Reggio Calabria, in accordo con la Prefettura e l'Agenzia Nazionale dei Beni Confiscati, intitolata "Dall'emergenza abitativa alla legalità percepibile", ha senz'altro degli aspetti positivi, considerato che gli alloggi confiscati, con le preventive azioni di selezione e sicurezza, sono dei beni pubblici da utilizzare anche per garantire il diritto all'abitare.

  • Alloggi popolari: le modalità per presentare le domande dell'emergenza abitativa

    Reggio Calabria. Dal 3 aprile, famiglie e singole persone  con requisiti di emergenza abitativa possono presentare richiesta per l'assegnazione di un alloggio popolare al Comune di Reggio Calabria, utilizzando la domanda pubblicata sul sito del Comune ai sensi del regolamento per le assegnazioni in deroga ai bandi (articolo 31 legge regionale 32/1996), approvato dal Consiglio

  • Comune. Alloggi popolari emergenza abitativa: la nota di "Marianella Garcia" e Coop. Soleinsieme

    Reggio Calabria. Emergenza abitativa, serve un centro per i senza fissa dimora e assegnazioni di alloggi e.r.p. più veloci. Sono state queste alcune delle richieste avanzate dai partecipanti all’incontro promosso dal gruppo degli Avvocati “Marianella Garcia” dell’Agape e dalla Coop. Soleinsieme. L’urgenza di dotare la nostra città di un centro di accoglienza per le emergenze

  • Motta San Giovanni, presto nuova graduatoria per gli alloggi pubblici e interventi di manutenzione quelli esistenti

    “Sarà pubblicato entro la prossima settimana il Bando per la formazione della graduatoria utile per l’assegnazione degli alloggi di edilizia residenziale pubblica già disponibili o che lo saranno a breve nel nostro territorio comunale”. Ad annunciarlo è Carmelita Laganà, assessore con delega alle Politiche abitative del comune di Motta San Giovanni. “La Legge regionale – aggiunge l’assessore - stabilisce che ogni due anni i Comuni debbano pubblicare il nuovo bando e noi, spronati soprattutto dal sindaco Giovanni Verduci particolarmente attento a questo tema, abbiamo lavorato in questi mesi per migliorare la situazione dell’edilizia pubblica e non incorrere in diffide da parte degli organi regionali”.

Copyright © 2018 CALABRIAPOST - Trib. RC n. 14/2013
Direttore responsabile: Gianluca Del Gaiso
Associazione "P4C"
via Reggio Modena 22  Rc - CF 92084720801
Redazione Ideocoop a r.l.