unci banner

:: NEWS

L’associazione Innamorarsi di Sbarre al lavoro per la riqualificazione della Villetta di Via Botteghelle

L’associazione Innamorarsi di Sbarre al lavoro per la riqualificazione della Villetta di Via Botteghelle

Su Via Botteghelle, alla presenza del direttivo completo, degli associati e dei privati cittadini del quartiere, prosegue intensamente l'attività dell'associazione "Innamorarsi di Sbarre". Oggi, sabato 21 settembre, intera mattinata dedicata...

Maltrattava e perseguitava l’ex compagna, arrestato dalla Polizia di Stato

Maltrattava e perseguitava l’ex compagna, arrestato dalla Polizia di Stato

La Sezione “Reati contro la persona, in danno di minori e sessuali” della locale Squadra Mobile, in esito a delicatissime indagini coordinate dalla Procura della Repubblica di Reggio Calabria, diretta...

Giornata mondiale dell'Alzheimer: si illumina il Castello Aragonese

Giornata mondiale dell'Alzheimer: si illumina il Castello Aragonese

In occasione della XXVI Giornata Mondiale dell'Alzheimer, il Castello Aragonese di Reggio Calabria resterà illuminato a colori dal 20 al 23 settembre. L'iniziativa, fortemente voluta dall'assessore alle politiche sociali del...

Undici milioni destinati all'edilizia residenziale pubblica, la proposta passa in Commissione Bilancio

Undici milioni destinati all'edilizia residenziale pubblica, la proposta passa in Commissione Bilancio

Più di 11 milioni di euro del Decreto Reggio saranno destinati al settore dell'edilizia residenziale pubblica per l’ampliamento del patrimonio di alloggi comunali destinati dall’Amministrazione alle famiglie più bisognose. La...

compra calabria

Sei qui: HomeATTUALITA'Il coordinatore nazionale Cisl-Fim Anelli a Reggio Calabria: “Lo stabilimento Hitachi, modello vincente di sviluppo dell’industria 4.0”

Il coordinatore nazionale Cisl-Fim Anelli a Reggio Calabria: “Lo stabilimento Hitachi, modello vincente di sviluppo dell’industria 4.0”

Pubblicato in ATTUALITA' Giovedì, 06 Dicembre 2018 15:18

Rosi Perrone, segretaria generale Ust Cisl Metropolitana ha fatto gli onori di casa, per la visita di Carlo Anelli coordinatore nazionale Cisl-Fim. “Nel nostro contesto territoriale - ha esordito Perrone - abbiamo punti d’eccellenza da clonare: il polo reggino dell’Hitachi è uno di questi”. La segretaria generale UST ha ribadito la sua posizione rispetto alla necessità di tutelare e valorizzare un patrimonio industriale e dunque sociale per l’intera città metropolitana - “Ho positivamente accolto il piano industriale di Hitachi, già rinvigorito mesi fa dall’accordo tra la divisione “RailItaly” del gruppo giapponese con il ministero dello Sviluppo economico e la Regione Calabria per il potenziamento dello stabilimento di Reggio Calabria.

La Cisl ha apprezzato la politica industriale di Hitachi, caratterizzata da un serio investimento in termini di nuove assunzioni, e soprattutto da un progetto di ricerca e sviluppo che guarderà a tutto il territorio nazionale, con l’intento di incrementare la capacità produttiva, innovando le tecnologie industriali e implementando il processo di trasformazione digitale.Ad una politica industriale di investimento e di crescita forte, va ad aggiungersi un fatto di notevole portata, come quello del protocollo di legalità tra Prefettura, Questura e Unindustria con Hitachi”.
Il coordinatore nazionale Cisl-Fim Carlo Anelli è pienamente consapevole del percorso di crescita dello stabilimento reggino di Hitachi: “Il polo di Reggio Calabria sta diventando un fiore all’occhiello dell’intero gruppo. In questo percorso virtuoso di crescita aziendale, noi che abbiamo la responsabilità della rappresentanza, abbiamo al contempo l’obbligo di non abbassare la guardia. Stiamo lavorando in una direzione che metta al centro la proposta sindacale, e che generi un equilibrio tra le parti in ogni fase di contrattazione. Reggio Calabria è una realtà della quale andare orgogliosi e si pone in controtendenza rispetto ad altri contesti, nei quali non si evince un modello di sviluppo serio e credibile come quello che ho potuto ammirare in città. L’industria 4.0 deve necessariamente guardare al futuro, qualificando il presente, e a Reggio ho avuto la sensazione che questo stia già accadendo. Ho potuto costatare che la rivoluzione di Industria 4.0 ha inciso positivamente sui lavoratori, un processo virtuoso che ha punta sul loro benessere e che, grazie alla tecnologia, li pone nelle condizioni di operare meglio e, di conseguenza, essere più produttivi.”
Giuseppe Chiarolla segretario provinciale Cisl-Fim ha voluto sottolineare l’importanza dell’impatto sociale del nuovo corso aziendale di Hitachi: “Il grande risultato è stato la stabilizzazione di circa 42 lavoratori interinali, l’inserimento di qualche nuovo ingegnere per dare continuità a lavoro già svolto, l’apertura da parte dell’azienda, al bacino di riferimento voluto fortemente dalla FIM CISL RC, con l’incremento di nuove commesse”.

Rc 6 dicembre 2018

Letto 418 volte

Articoli correlati (da tag)

  • Sanità privata, sciopero il 20 settembre. Cgil, Cisl e Uil: “Contratto scaduto da 12 anni”

    Gli operatori della sanità privata incroceranno le braccia venerdì 20 settembre p.v., con uno sciopero Nazionale, questo quanto dichiara il Segretario Generale della CISL Funzione Pubblica di Reggio Calabria Vincenzo Sera, la vertenza era già in corso da diverso tempo e non avendo riscontrato l’interesse da parte datoriale AIOP e ARIS - CGIL CISL e UIL hanno proclamato una prima giornata di sciopero per il 20 settembre.
    In questi ultimi giorni è stato divulgato un volantino con le ragioni della protesta.

  • Rubino (Cisl) interviene su reparto Ortopedia di Locri

    La CISL FP ha partecipato all’incontro tenutosi all’Ospedale di Locri con S. Eccellenza il Prefetto Dr Massimo Mariani, Il Sindaco di Locri Dr Giovanni Calabrese, la Struttura Commissariale dell’ASP di Reggio Calabria e il Referente per Locri Dr Sergio Raimondo.
    Dopo un’attenta disamina delle problematiche riguardanti l’argomento, la CISL FP ha proposto una serie di soluzioni, chiarendo che la problematica dell’Ortopedia di Locri non si sarebbe risolta nemmeno con l’assunzione degli Ortopedici mancanti, infatti la sala operatoria dell’Ortopedia non è accessibile perché non adeguata agli interventi richiesti dai NAS dei Carabinieri, l’adiacente sala operatoria chirurgica può supportare qualche intervento ortopedico nei momenti di “vuoto” ma non può garantire il regime pieno derivante dall’augurabile riattivazione del Reparto.

  • Rosy Perrone: “Bene il credito d’imposta per la Zes, ma da subito la si riempia di contenuti”

    Dal 25 settembre per la Zona economica speciale di Gioia Tauro un'occasione importante: sarà disponibile il credito di imposta in maniera automatica per tutte le imprese che vorranno investire nel suo perimetro. Uno strumento cardine per l'effettivo rilancio di un'area da decenni martoriata.
    Il Governo ha fatto la sua parte, adesso subito a lavoro per creare le adeguate condizioni di futuro, dal punto di vista economico e soprattutto sociale. Indispensabile per la nostra terra.

  • Hospice, CISL: garantire la continuità del servizio, con procedure chiare nell’interesse dei lavoratori e degli ammalati

    L’Hospice non chiuderà. Almeno per tutto l’anno in corso. Certamente un sospiro di sollievo per operatori e professionisti che garantiscono un servizio di conforto e di assistenza con cure palliative indispensabili a chi è costretto ad affrontare la sua ultima sfida con la vita. L’Asp deve promuovere e tutelare strutture riconosciute da tutti per la loro eccellenza di prestazioni, come quella dell’Hospice ed in questo caso deve farlo garantendo un accordo che permetta di proseguire nella loro assistenza, gli ammalati. Deve riconoscere il valore inestimabile, non solo assistenziale ma anche e soprattutto umano. Ma con altrettanta fermezza, crediamo che questo servizio debba essere svolto attraverso parametri chiari, netti e ben circoscritti, che non lascino spazio ad una approssimativa amministrazione.

  • Taverriti e Sera: "Solidarietà ai lavoratori dell'Hospice di via delle Stelle"

    Come già annunciato, gli effetti nefasti della paralisi della Sanità dell'ASP della Città Metropolitana di Reggio Calabria, dei servizi sanitari e socio sanitari si sta concretizzando in chiusura di reparti ridimensionamento di servizi, ma ancora più grave si sta riversando su tutte quelle aziende/cooperative in convenzione con l'ASP, che hanno sempre garantito l'attività loro affidata. Così dichiarano il Segretario Generale della CISL FP di Reggio Calabria Vincenzo Sera ed il Responsabile Aziendale dell'Asp di Reggio Calabria. I servizi sanitari e socio sanitari fin oggi garantiti, continuano Sera e Taverriti, in termini di prestazioni e qualità è stato possibile garantirli, esclusivamente, grazie alla dedizione ed alla professionalità degli operatori sanitari e non, a fronte di una totale mancanza di una vera e qualificata Governance.

Copyright © 2018 CALABRIAPOST - Trib. RC n. 14/2013
Direttore responsabile: Gianluca Del Gaiso
Associazione "P4C"
via Reggio Modena 22  Rc - CF 92084720801
Redazione Ideocoop a r.l.