unci banner

:: NEWS

Al MArRC, la mostra fotografica a cura della Polizia Scientifica, dal 21 al 26 maggio 2019

Al MArRC, la mostra fotografica a cura della Polizia Scientifica, dal 21 al 26 maggio 2019

Un viaggio attraverso le immagini per conoscere e comprendere eventi che hanno segnato la vita della società italiana, nel corso del XX secolo e agli inizi del terzo millennio. È...

Finale col botto per l’International Fashion Week 2019: il successo della seconda serata di sfilate

Finale col botto per l’International Fashion Week 2019: il successo della seconda serata di sfilate

Cala il sipario sulle sfilate della IV edizione dell’International Fashion Week. Un successo di talenti, ospiti e pubblico per l’evento promosso dalla Camera Nazionale Giovani Fashion Designer in collaborazione con...

Orto e Mangiato: l’orto della Comunità Sant’Arsenio

Orto e Mangiato: l’orto della Comunità Sant’Arsenio

Da 5 anni portiamo avanti come cooperativa Comunità Sant’Arsenio la sperimentazione del progetto “Orto e Mangiato”, un orto Comunitario: piccoli appezzamenti di terreno “affittati” a servizio di “nuovi contadini”. Negli...

Arsac: Il suino nero di Calabria è risorsa e volano di sviluppo dell’agricoltura calabrese

Arsac: Il suino nero di Calabria è risorsa e volano di sviluppo dell’agricoltura calabrese

Nell’Ottocento un romanziere inglese scriveva che “qui, dovunque mi volgessi, incontravo maiali neri e magri che grugnivano, sgambettavano e strillavano”. Parlava del suino nero di Calabria, un maiale che si...

compra calabria

Sei qui: HomeATTUALITA'In Aspromonte arrivano le "cattedre volanti" contro lo spopolamento delle scuole chiuse

In Aspromonte arrivano le "cattedre volanti" contro lo spopolamento delle scuole chiuse

Pubblicato in ATTUALITA' Mercoledì, 26 Settembre 2018 16:38

L’Aspromonte continua la battaglia per il futuro dei suoi ragazzi in un assordante silenzio pubblico. Proteste a Careri, portoni ancora chiusi a Roccaforte e Canolo. Sulla vicenda era recentemente intervenuta anche la presidente della Commissione Regionale Pari Opportunità ,Cinzia Nava che nel suo intervento chiosava: “Mantenere le scuole nei piccoli paesi avrebbe diversi vantaggi: significherebbe venire incontro alle esigenze delle famiglie che non sarebbero costrette a trasferirsi altrove per impedire ai propri piccoli figli di fare i pendolari ed impedirebbe anche ai nostri paesi, indicati come borghi antichi, di essere dimenticati perché sempre più con meno popolazione. Mantenere la gioventù in questi borghi vuole dire mantenerli in vita, far conoscere usi e costumi attraverso gli abitanti stessi. Siamo una Regione turistica e non possiamo abbandonare ciò che ricorda le nostre origini greche”.

Intanto la “battaglia d’Aspromonte” ritrova ancora una volta dalla sua parte due dei suoi figli prediletti. “Necessità fa virtù” e allora c’è chi come il professor Giuseppe Bombino (già presidente dell’Ente Parco Aspromonte) ha dato appuntamento per questo venerdì 28 settembre dalle 8:30 alle 12:30 a Canolo in “un Agri-asilo nella Riserva” per una lezione come dire, “con cattedra ambulante”. Tema dell’incontro: “L’Aspromonte raccontato ai bambini, natura e cultura di una montagna al centro del Mediterraneo”.

Dal suo profilo social intanto, lo scrittore Gioacchino Criaco torna anche lui con forza sulla questione delle scuole chiuse in Aspromonte. “La prima lezione che possiamo dare ai nostri ragazzi è che le decisioni ingiuste non vanno rispettate. La prima lezione che dobbiamo dare a noi stessi è che il principio della responsabilità viene prima di ogni altro, e prima degli altri chi subisce l’ingiustizia è responsabile dell’ingiustizia. E usciamo tutti dall’ipocrisia, dal traccheggio. A schiena tesa e a testa alta, lo sappiamo tutti che chiudere le scuole dell’interno significa chiudere l’Aspromonte, cominciare a preparare le valigie. A questo bisogna opporsi, alla morte di un popolo e di una cultura millenaria che mantiene le ultime testimonianze greche in Calabria. E tutti fummo greci, ma pochi lo siamo ancora oggi, e ai greci oltre alla cultura non difettava il coraggio, e di coraggio si tratta oggi.

La chiusura delle scuole chiude il cerchio della chiusura dell’Aspromonte, segna l’omologazione finale, a questa ecatombe bisogna opporsi, all’abbandono della coesione sociale, della solidarietà, dell’apertura si deve dire no. Smettiamola di dirci bugie, e finiamola di essere vili. Andiamo verso l’estinzione e ci arrendiamo a criteri che sono solo economici”. Lo scrittore invita la popolazione ad una presa di coscienza forte: “Se lo vogliamo davvero conservare il nostro mondo dobbiamo lottare per esso. Responsabilità. Ognuno se ne deve assumere una parte. I bambini non vanno messi sulle macchine o sugli scuolabus. Vanno riportati dentro le loro scuole”.


E poi ancora: “Smettiamola e di aver paura e di lasciarci trascinare da una corrente narcotica che sta facendo morire la nostra terra. Si sveglino gli scrittori e invece di raccontare lottino, si sveglino i politici, gli insegnanti, i giornalisti. Si svegli la grecìa calabrese che è una grecìa figlia dei tanti popoli che ci hanno generato. No, non è una banale questione di qualche scuola che chiude, non è una piccola e locale questione burocratica. Stanno chiudendo lentamente il nostro mondo, stanno ammazzando lentamente un popolo antico. E da qualche parte dobbiamo ricominciare la marcia. Perché un tempo anche noi fummo greci.”

Rc 26 settembre 2018

Letto 669 volte

Articoli correlati (da tag)

  • Il saluto di Bombino al prefetto Michele Di Bari: ha risolto il pluridecennale problema delle vacche sacre

    E’ con ammirazione e stima profonde, con affetto e grande riconoscenza che saluto e ringrazio il S.E. il Prefetto Michele di Bari. Il Territorio nel quale ha agito e le Comunità che l’hanno conosciuto hanno potuto cogliere e apprezzare il sacrificio e la passione della Sua presenza, discreta ed inflessibile, e del Suo costante dialogo con i giovani, a cui ha sempre rivolto parole di incoraggiamento.
    Con il Prefetto, durante gli anni della mia Presidenza del Parco Nazionale dell’Aspromonte, ho avuto l’onore di condividere la strategia di contrasto al fenomeno delle cosiddette “vacche vaganti” che, come a tutti noto, è stata disposta e creata nell’ambito del tavolo interistituzionale ed interforze, da Egli fortemente voluto, nato proprio per mettere a punto un metodo di lavoro integrato e coordinato.

  • Bombino, Vrenna ed Amarelli tra i premiati a Milano alla XVIII edizione del ‘Bronzi di Riace’

    Il ricercatore universitario Giuseppe Bombino, già presidente del Parco nazionale d’Aspromonte, e gli imprenditori Raffaele Vrenna e Fortunato Amarelli sono tra i 23 premiati della nuova edizione del premo ‘Bronzi di Riace’ giunto alla XVIII edizione, celebrata a Milano presso palazzo Pirelli, sede del Consiglio regionale della Lombardia. L’iniziativa, presentata dal giornalista Andrea Radic assieme alla madrina della serata Daniela Javarone, ha visto protagonisti 23 professionisti nazionali a cui è stato consegnato il ‘premio dei guerrieri’. L’iniziativa nata dall’intuizione del Presidente della Pro Loco di Reggio Calabria Pino Tripodi:

  • Bocciatura doppia preferenza di genere, le riflessioni della presidente CRPO, Cinzia Nava

    Affida alla sua pagina social la presidente della Commissione regionale pari opportunità, Cinzia Nava la sua riflessione in merito alla bocciatura in consiglio regionale della doppia preferenza di genere. "Oggi in Calabria si è scritta una pagina negativa per la nostra Regione. In Consiglio Regionale è stata bocciata la doppia preferenza di genere...riportando al periodo medievale la nostra cultura. 15 sono stati i voti favorevoli su 29 consiglieri presenti, voti dati dalla maggioranza; un voto negativo; il centro destra tutto astenuto....

  • Esce il nuovo album di Paolo Sofia ispirato a “La maligredi” di Gioacchino Criaco

    Poesia in musica per “L’albero di more”, il nuovo progetto musicale di Paolo Sofia ispirato al romanzo “La maligredi” di Gioacchino Criaco (Feltrinelli). Un sud disperato, appassionato e combattivo emerge tra i versi delle canzoni intrecciate ai suoni ritmati e armonici di musicalità etniche. La rivoluzione, il simbolico treno degli emigranti, le gelsominaie, l’amore e lo smarrimento generazionale sono i temi conduttori del romanzo di Criaco e dell’album firmato da Paolo Sofia, cantautore sensibile e raffinato, che ha trasposto in musica atmosfere, aspirazioni, sogni e delusioni di interi paesi a sud del mondo, nella seconda metà del secolo scorso.

  • Gruppi Ricerca Ecologica: Giuseppe Bombino nominato Commissario della provincia di Reggio Calabria

    Nell'ambito del costituendo Direttivo regionale, il Responsabile dei Gruppi Ricerca Ecologica per la Calabria, dott.ssa Ippolita Patera, d'accordo col Presidente nazionale, ha provveduto a nominare il dott. Giuseppe Bombino Commissario per la provincia di Reggio Calabria. "In virtù delle competenze professionali e dell'esperienza nell'ambito della ricerca, la figura di Giuseppe Bombino, dottore in Scienze Forestali, già Presidente del Parco Nazionale Aspromonte e Docente presso l'Università degli Studi Mediterranea di RC, ci è parsa la più qualificata per guidare il gruppo di lavoro provinciale e dare, altresì, il proprio contributo nel Direttivo regionale. Viviamo in un territorio, la Calabria, dalla variegata bellezza naturale ma dalle molteplici criticità che comportano rischi per la salute e l'incolumità pubblica.

Copyright © 2018 CALABRIAPOST - Trib. RC n. 14/2013
Direttore responsabile: Gianluca Del Gaiso
Associazione "P4C"
via Reggio Modena 22  Rc - CF 92084720801
Redazione Ideocoop a r.l.