unci banner

:: NEWS

Brunori SAS torna con un nuovo tour. Il 5 aprile concerto al PalaCalafiore

Brunori SAS torna con un nuovo tour. Il 5 aprile concerto al PalaCalafiore

Farà tappa anche al PalaCalafiore di Reggio Calabria il tour 2020 di Brunori SAS. Lo rende noto la Esse Emme Musica che organizza il concerto del cantautore calabrese in programma...

Presentato in Pinacoteca il programma del primo Festival Olistico Morgana

Presentato in Pinacoteca il programma del primo Festival Olistico Morgana

È stato presentato nella Pinacoteca del Comune di Reggio Calabria il programma della prima edizione del Festival Olistico Morgana, organizzato dall’Associazione culturale Maradan, che si terrà dal 20 al 22...

Art Bonus, incontro formativo in Biblioteca

Art Bonus, incontro formativo in Biblioteca

Mercoledì 18 Settembre l’Amministrazione comunale di Reggio Calabria, si renderà promotrice di un incontro formativo-informativo sugli strumenti dell’Art bonus e del Fundraising a supporto degli interventi di recupero e valorizzazione...

Il concerto di Carmen Consoli chiude l'Estate reggina 2019

Il concerto di Carmen Consoli chiude l'Estate reggina 2019

Il sindaco di Reggio Calabria Giuseppe Falcomatà l’aveva presentata a inizio giugno, nella Sala dei Lampadari di Palazzo San Giorgio, come un contenitore ricco di grandi appuntamenti nazionali e internazionali...

Al via la XIII Edizione Pentedattilo Film Festival

Al via la XIII Edizione Pentedattilo Film Festival

L’affascinante borgo di Pentedattilo è pronto per trasformarsi ancora una volta in un suggestivo cinema all’aperto in cui Cortometraggi dal mondo animeranno piazza San Pietro e Paolo, la biblioteca delle...

compra calabria

Sei qui: HomeATTUALITA'Infrastrutture, Berna (Ance Calabria) a Toninelli: bene visita in Calabria ma sono urgenti riforme

Infrastrutture, Berna (Ance Calabria) a Toninelli: bene visita in Calabria ma sono urgenti riforme

Pubblicato in ATTUALITA' Domenica, 15 Luglio 2018 11:40

"Abbiamo letto della volontà del Ministro dei Trasporti e delle Infrastrutture, Danilo Toninelli, di venire in Calabria in visita ufficiale il prossimo mese di settembre. E’ un’intenzione sicuramente positiva perché è sempre un bene che un rappresentante del Governo nazionale arrivi in una terra periferica e marginalizzata come la nostra. E’ un buon punto di partenza ma chiaramente non basta. Non è certo un elemento di discontinuità rispetto ai governi precedenti, di tutti i colori politici, che si sono susseguiti negli ultimi trent’anni alla guida dell’Italia e che sono sempre stati accolti in Calabria, come si suol dire, in pompa magna.

I risultati, però, sono sotto gli occhi di tutti, soprattutto in termini di ritardi strutturali e di sottosviluppo del Mezzogiorno e della Calabria in particolare rispetto al resto del Paese". È quanto dichiara il presidente di Ance Calabria, Francesco Berna, che prosegue: "Il ministro Toninelli sarà dunque il benvenuto ma nella consapevolezza della situazione gravissima, ai limiti del collasso economico e sociale, in cui versa la nostra terra. Dopo anni di passerelle, sopralluoghi, convegni, annunci, se questo è davvero il 'governo del cambiamento', allora ci aspettiamo provvedimenti concreti e operativi che vanno messi in cantiere con assoluta urgenza".
"La Calabria e il Sud - prosegue Berna - hanno bisogno di decisioni rivoluzionarie. Innanzitutto, occorrono più risorse, molte più risorse, perché è drammaticamente evidente che il Mezzogiorno è stato dimenticato e sfruttato dallo Stato, che continua a destinare gran parte delle proprie risorse ordinarie al Centro-Nord, riservando alle nostre regioni solo le risorse straordinarie messe a disposizione dall’UE per colmare il ritardo di sviluppo. Questa è una gravissima responsabilità delle classi politiche che si sono susseguite alla guida del Paese e che hanno affossato il Sud, perché tali risorse della programmazione comunitaria devono essere aggiuntive e non sostitutive di quelle del bilancio ordinario dello Stato. Il ministro Toninelli deve occuparsi soprattutto di questo, cioè impegnarsi al riequilibrio delle risorse ordinarie destinate agli investimenti a favore del Sud se vuole garantire le infrastrutture indispensabili per la crescita e lo sviluppo economico del Mezzogiorno ".
Il presidente di Ance Calabria continua: "Ma forse, è ancora più importante, la rivoluzione delle procedure burocratiche vigenti in questo Paese. Lacci e lacciuoli che legano il Paese e che costano ogni anno circa 60 miliardi di euro di opere paralizzate. Un costo insostenibile che sta affossando l’Italia e distruggendo il sistema economico del comparto delle costruzioni. Se il Governo ha a cuore l’economia sana del Paese non può fare a meno di lavorare per snellire gli iter e ridurre i tempi di progettazione, di affidamento e gli ormai tristemente noti 'tempi di attraversamento’, che di fatto impediscono la realizzazione delle opere o portano al completamento degli appalti quando ormai i progetti sono vecchi e superati, in parole povere deve essere riscritto urgentemente il Codice degli Appalti che si è rivelato un fallimento".
"Infine - conclude Francesco Berna - chiediamo al ministro Toninelli, con il quale siamo disponibili ad avviare un’interlocuzione franca, schietta e diretta, di chiarire qual è la posizione del Governo sulla più grande e importante opera mai pensata per il Mezzogiorno e, in particolare, per Calabria e Sicilia: il ponte sullo Stretto. Da qui a settembre avrà certamente tempo e modo di approfondire tutti gli aspetti, senza posizioni preconcette o pregiudiziali su una grandissima infrastruttura in grado di cambiare davvero il volto della nostra terra. Noi siamo a favore del Ponte, lo abbiamo sempre detto e lo ribadiamo, perché siamo convinti che possa essere il grande volano di sviluppo di cui l’Italia e il Sud hanno bisogno per intraprendere la strada della crescita del PIL e per creare velocemente posti di lavoro nel settore dell’edilizia cosa di cui la Calabria ha drammaticamente bisogno".

Ufficio stampa Ance Calabria
Labecom
Reggio Calabria, 15 luglio 2018

Letto 330 volte

Articoli correlati (da tag)

  • Il presidente Mario Oliverio richiama i ritardi del Ministero delle Infrastrutture

    Dichiarazione del presidente della Regione Mario Oliverio sulla visita del ministro Danilo Toninelli. “Il ministro Danilo Toninelli, sulla scia dei vizi della vecchia politica, ha tagliato oggi – afferma Oliverio - il nastro di un’opera finanziata dalla Regione Calabria, evitando di affrontare, con la serietà istituzionale richiesta dal ruolo che ricopre, il confronto sui temi dello sviluppo infrastrutturale della Calabria.
    Toninelli dimentica – continua Oliverio - tutte le richieste d’incontro e di confronto che la Regione ha avanzato in questi mesi e rimaste inevase, in particolare quelle relative allo sviluppo del Porto e dell’area industriale di Gioia Tauro e degli altri porti nazionali.

  • Dati Anac su interdittive, Berna e Siclari: "Riforma urgente, strumento ormai inadeguato"

    I presidenti di Ance Calabria, Francesco Berna, e di Ance Reggio Calabria, Francesco Siclari, esprimono “forti perplessità” dopo la recente pubblicazione del report dell'Anac sulle imprese colpite da interdittive antimafia. “Il fatto che, nel periodo 2014-2018, il 27% delle misure abbia riguardato aziende calabresi e l'esponenziale incremento delle sanzioni – sostengono i rappresentanti dei costruttori edili – sono indici di un'evidente anomalia che può essere spiegata solo con l'inadeguatezza di uno strumento datato e ormai inadeguato a contrastare l'economia criminale”. Secondo Berna e Siclari, “i dati riportati dall'Autorità nazionale anticorruzione sembrano condannare definitivamente l'economia del nostro territorio e, di riflesso, l'intera società calabrese a un marchio d'infamia. Non possiamo accettarlo”.

  • Davanti al cantiere del Palazzo di Giustizia fa tappa la protesta "Nastri gialli contro il degrago"

    Ha fatto tappa a Reggio Calabria “Nastri gialli contro il degrado” la protesta dell'ANCE sulle incompiute e i cantieri bloccati. Non a caso per la nostra città, come luogo della manifestazione è stato scelto, il nuovo palazzo di giustizia, un simbolo che dovrebbe rappresentare la legalità, ma che è diventato l'esatto opposto, come ha dichiarato il rappresentante dell'ANCE nazionale. L'iniziativa Ance per mettere in evidenza situazioni di degrado lungo il territorio, è partita Il 10 maggio da Genova, ed attraverserà tutto lo stivale. L'obiettivo è portare la protesta direttamente tra i cittadini, invitandoli a segnalare ovunque nel proprio territorio luoghi o spazi abbandonati e trascurati. Dai monumenti ai parchi giochi fino alle strade dissestate. Per ogni luogo di degrado, un nastro giallo per mettere in evidenza alla cittadinanza la necessità di un intervento.

  • Venerdì 24 maggio sit-in “nastri gialli #bloccadegrado” promosso dall’Ance

    Venerdì 24 maggio 2019 con inizio alle ore 11.00 presso l’ingresso del cantiere del Palazzo di Giustizia di Reggio Calabria si terrà il sit-in di denuncia di ANCE Reggio Calabria, unitamente ai sindacati provinciali di settore ed ai presidenti degli ordini professionali, nell’ambito dell’iniziativa “nastri gialli #bloccadegrado” promossa dall’Ance a livello nazionale per contrastare il degrado e lo stato di incuria e abbandono in cui versa il nostro Paese.
    “Si tratta di una grande mobilitazione civile che punta a coinvolgere direttamente i cittadini che, anche attraverso comitati civici e associazioni, potranno segnalare e condividere facilmente, in prima persona, le situazioni di disagio e di difficoltà che vivono ogni giorno” dichiara il presidente di ANCE Reggio Calabria, Francesco Siclari.

  • Il vicepresidente della Giunta regionale Francesco Russo interviene sulla recente visita del ministro Toninelli

    "In relazione alla recente visita del Ministro Toninelli a Gioia Tauro sarebbe utile ai cittadini della Calabria conoscere perché i circa 150 milioni destinati dall’Europa a Gioia Tauro non siano stati spesi dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti che è il gestore delle risorse.
    Il Presidente della Giunta Regionale ha formulato tale richiesta al Presidente del Consiglio ed al Ministro delle Infrastrutture varie volte, ultima delle quali con nota del 19 febbraio 2019.

Copyright © 2018 CALABRIAPOST - Trib. RC n. 14/2013
Direttore responsabile: Gianluca Del Gaiso
Associazione "P4C"
via Reggio Modena 22  Rc - CF 92084720801
Redazione Ideocoop a r.l.