unci banner

:: NEWS

Il concerto di Carmen Consoli conclude l’estate reggina 2019

Il concerto di Carmen Consoli conclude l’estate reggina 2019

Sabato 21 settembre alle 21,30 il concerto di Carmen Consoli presso piazza Indipendenza concluderà gli eventi comunali programmati per l’estate reggina 2019, in collaborazione con la città metropolitana di Reggio...

Giornate Europee del Patrimonio: gli appuntamenti in città

Giornate Europee del Patrimonio: gli appuntamenti in città

L’assessorato alla Valorizzazione del Patrimonio Culturale guidato da Irene Calabrò comunica le iniziative del Comune di Reggio Calabria in occasione delle Giornate europee del Patrimonio che si terranno il prossimo...

Arriva il Rodeo Calabria Tennis Tour 2019

Arriva il Rodeo Calabria Tennis Tour 2019

Ecco il "Rodeo Calabria Tennis Tour 2019". Torna il circuito per III e IV categoria, tabelloni di singolare maschile e femminile, con la novità dei punti pieni Fit e la...

Operazione Bravo Cotraro: sequestrati quasi 2 kg di cocaina e arrestato il corriere

Operazione Bravo Cotraro: sequestrati quasi 2 kg di cocaina e arrestato il corriere

Militari del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Reggio Calabria, nel corso di un’ordinaria attività d’iniziativa indirizzata al controllo economico-finanziario del territorio, hanno proceduto al sequestro di 1,6 chilogrammi...

compra calabria

Sei qui: HomeATTUALITA'L’associazione Gente in Aspromonte alla ricerca della natura nascosta

L’associazione Gente in Aspromonte alla ricerca della natura nascosta

Pubblicato in ATTUALITA' Martedì, 02 Aprile 2019 08:11

Continua lo svolgimento del programma di Gente in Aspromonte con la bellissima escursione che si è svolta domenica 31 marzo nel bosco di Rumbica, nel territorio dei comuni di Molochio e Ciminà. Una bella giornata primaverile ha fatto da cornice ad uno stupendo percorso con pochi dislivelli che partendo dal luogo di culto di villaggio Moleti ha portato la numerosa comitiva dei partecipanti nel cuore di questo scorcio di stupendo Aspromonte dove si conservano essenze botaniche significative come l’acero montano, l’abete bianco, castagni secolari, agrifogli maestosi e faggi monumentali oltre ad erbe, arbusti, felci e alberi di frutti ormai in via di estinzione.

Unico aspetto dolente per gli attenti osservatori è stato quello di costatare il completo abbandono di un bosco che, proprio per le sue peculiarità e la sua importanza, dovrebbe essere manutenuto, studiato, tutelato da eventuali devastazioni di malattie o parassiti.
L’escursione è stata una vera e propria immersione nella biodiversità del parco d’Aspromonte che in questo angolo è caratterizzato anche dalla presenza di numerose sorgenti e fontane da cui sgorgano acque con eccellenti proprietà organolettiche e chimico-fisiche.
La fontana dell’acqua calda, che calda non è, la fontana du medicu, du russu, da pruppetta sono alcuni esempi di sorgenti alle quali gli escursionisti hanno potuto attingere per dissetarsi nel corso della bella e lunga camminata. Lungo il percorso e prima di imboccare il sentiero a chiusura dell’anello è stata raggiunta la Timpa di Galessia da cui si affacciano un meraviglioso paesaggio sulla piana di Gioia Tauro e in lontananza, a valle della montagna, i tre salti della maestosa cascata Mundo nel territorio di Molochio. Insomma una stupenda giornata a contatto con la natura nascosta dell’Aspromonte che gli appassionati di Gente in Aspromonte continueranno a scrutare nel corso dello svolgimento del corposo e interessante programma escursionistico per l’anno 2019.

RC 2 aprile 2019

Letto 183 volte

Articoli correlati (da tag)

  • Domenica 11 Agosto: la Scialata di Gente in Aspromonte, con il Comune di Gerace

    Ormai diventato, a ragione, la classica escursione estiva per famiglie, anche con bambini al seguito, il sentiero della Scialata è un percorso che si svolge nel fondo valle del torrente Levadio, ombreggiato da ontani che accompagnano i visitatori per tutto il cammino fino all’area di pic-nic denominata, appunto, “Scialata”. Arricchiscono il sentiero tante cascate e laghetti, il refrigerio è assicurato!
    L'Associazione escursionistica è sempre più convinta che la condivisione delle attività con gli enti locali e tutti i soggetti che intendono realmente valorizzare il territorio sia fondamentale affinché la collettività possa riavvicinarsi alla natura, conoscere la propria storia, le tradizioni e le molteplici bellezze dell'Aspromonte.

  • Gente in Aspromonte si prepara per le attività estive

    Con la classica notturna dello scorso fine settimana si sono concluse le attività di Gente in Aspromonte previste nel programma escursionistico 2019 per la prima metà dell’anno.
    Un appuntamento come sempre entusiasmante, all’insegna della coesione e della condivisione, durante il quale i soci hanno camminato, cantato, assaggiato i piatti aspromontani, ascoltato le voci della notte, osservato le stelle e i pianeti con l’ausilio dei telescopi portati per l’occasione dai soci Teresa S. e da Peppe G., trascorrendo due giorni di relax immersi nella natura intorno ai Piani di Moleti nel territorio di Ciminà.

  • Domenica 23, l’escursione di Gente in Aspromonte sulla cima dell’Aspromonte

    Gente in Aspromonte inaugura la stagione estiva con un bellissimo itinerario, interessante sia dal punto di vista paesaggistico che naturalistico. Si camminerà attorno alla cima che, con i suoi 1956 m, è la più alta dell’Aspromonte. Si procede in un piacevole ambiente aperto, caratterizzato dalla presenza del ginepro (Juniperus communis). Poi, in prossimità della vetta, i faggi e gli abeti, a causa della neve e del vento, diventano sempre più radi e bassi fino a scomparire verso la sommità quando all'escursionista apparirà la statua del Cristo benedicente e, subito dopo, la pietra e il bronzo della "Rosa dei Venti" che adornano Montalto.

  • Conclusa la "3DaysTogether" delle associazioni calabresi della Federazione Italiana Escursionismo

    Nel pomeriggio di domenica scorsa si è conclusa la 3DAYS TOGETHER, l’evento organizzato dall’Associazione Escursionistica Gente in Aspromonte che, con le tante attività proposte, ha chiamato a raccolta sul versante ionico dell’Aspromonte gli escursionisti di tutte le sei associazioni escursionistiche calabresi affiliate alla Federazione Italiana Escursionismo, l’associazione Greenstone di Messina che ha partecipato con grande amicizia e rinnovata curiosità nei confronti della grande famiglia FIE, oltre che alcuni escursionisti della FIE Lombardia e FIE Umbria.

  • L’escursione di Gente in Aspromonte ad Ortì, dove sono evidenti le “tracce di mare in montagna”!

    Le condizioni meteo non troppo favorevoli non hanno scoraggiato gli escursionisti di Gente in Aspromonte che si sono ritrovati nelle immediate vicinanza del centro cittadino per le attività della scorsa domenica. All’inizio della giornata, un impegnativo percorso in salita dal quartiere di Archi fino al Monastero della Visitazione di Ortì ha offerto ampi panorami sullo Stretto, con una vista che poteva spaziare dalla città di Reggio al porto di Messina alle colline di Arghillà e Campo Calabro. Superata la fatica iniziale, le attività sono proseguite alla guida di Filippo Sorgonà che, con competenza e passione, ha condotto il gruppo di quasi 40 escursionisti lungo Montechiarello, illustrando il luogo in cui, nell’aprile del 1993, ritrovò i resti fossili di una balena, oggi custoditi nella città di Messina.

Copyright © 2018 CALABRIAPOST - Trib. RC n. 14/2013
Direttore responsabile: Gianluca Del Gaiso
Associazione "P4C"
via Reggio Modena 22  Rc - CF 92084720801
Redazione Ideocoop a r.l.