unci banner

:: Evidenza

La Guardia Costiera soccorre due imbarcazioni a vela in difficoltà per il maltempo

La Guardia Costiera soccorre due imbarcazioni a vela in difficoltà per il maltempo

Nella mattina odierna la Guardia Costiera di Reggio Calabria ha effettuato il simultaneo soccorso di due imbarcazioni a vela, colte da improvvise condizioni meteo marine...

Bando Servizio Civile 2018: sono 15 i posti disponibili alla Caritas Diocesana, tutte le info

Bando Servizio Civile 2018: sono 15 i posti disponibili alla Caritas Diocesana, tutte le info

Il 20 agosto 2018.. il Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile Nazionale ha emanato un Bando per la selezione di n. 28.967 volontari da...

Brancaleone, Nazzareno torna a casa

Brancaleone, Nazzareno torna a casa

E' un'altra bella storia a lieto fine, di passione e di speranza, quella che ci arriva da Brancaleone. In questo piccolo paesino della costa ionico-meridionale...

compra calabria

Sei qui: HomeATTUALITA'“Luci da dentro”: il carcere visto come riscatto sociale nel rispetto per l’ambiente

“Luci da dentro”: il carcere visto come riscatto sociale nel rispetto per l’ambiente

Pubblicato in ATTUALITA' Giovedì, 19 Luglio 2018 13:58

È stato presentato stamane, presso la sede della Camera di Commercio di Reggio Calabria, il progetto pilota “Luci da dentro”, che vuole offrire ai detenuti una speranza di riscatto sociale nel lavoro in un processo di riutilizzo della plastica per la realizzazione di prodotti in materiale di riciclo. Rieducazione civica e salvaguardia dell’ambiente: è il duplice obiettivo che il progetto si pone, sviluppato in collaborazione tra la Casa Circondariale di Reggio Calabria, la Consigliera di Parità della Città Metropolitana di Reggio Calabria e la Lega dei Diritti Umani (LIDU).


I detenuti hanno così avuto modo di lavorare bottiglie di plastica, vecchie ciotole, e creare innovativi lampadari: “tutto nasce su input del Ministero di Giustizia che chiedeva interventi sulla differenziata e sull’utilizzo di materiali di riciclo – parole della Consigliera alla Parità, dott.ssa Daniela De Blasio - A dicembre abbiamo realizzato un progetto che vedeva l’utilizzo dei giornali finalizzati a creare delle buste distribuite in alcuni negozi della città, e da lì siamo passati al riciclo della plastica. Speriamo che i lampadari vengano certificati e messi in un circuito commerciale, per poter dare ai detenuti la possibilità di lavorare in carcere nel rispetto di quello che l’art.27 della Costituzione recita per la funziona rieducativa della pena”.
Il vantaggio è anche quello di ridurre notevolmente i consumi di importanti risorse naturali, nella piena valorizzazione del territorio. Per di più, il lavoro che i detenuti stanno facendo dovrebbe servire da incoraggiamento per atteggiamenti responsabili e corretti nei confronti della natura, offrendo stimoli di impegno civico e dando ai destinatari del progetto un’opportunità reale di rieducazione e reinserimento nella società civile.
Partner del progetto sono la Camera di Commercio di Reggio Calabria, rappresentata dal presidente dott. AntoninoTramontana, il Coordinamento di Reggio Calabria di “Libera contro le mafie”, rappresentata dall’avv. Giuseppe Marino ed il Presidente del Centro Comunitario Agape con il
dott. Mario Nasone. È coordinato, inoltre, dal direttore dell’Area Socio-educativa dott. Emilio Campolo e dalla dott.ssa Caterina Pellicanò, affiancati dall’ avv. Paola Carbone, che da anni collabora attivamente con l’Ufficio della Consigliera di Parità. L’iniziativa è stata realizzata con il supporto delle volontarie, dott.ssa Alessandra Trunfio, assistente sociale e la sociologa
dott.ssa Nunzia Saladino. La Lega dei Diritti Umani ha affiancato al progetto l’avv. Maria Antonia Belgio e l’avv. Teresa Ciccone.
“Libera”, come è noto, da sempre si batte per l’integrazione sociale ed il riscatto delle persone che derivano da percorso difficili; in più, come afferma il dott. Mario Nasone, il messaggio che questi lampadari lanciano è che detenuti non sono vite da scarto, ma persone che possono dare il loro contributo: “questo lavoro serve molto al detenuto per attivare il proprio tempo in modo proficuo. Pone l’accento sull’importanza del lavoro. È una spinta per noi di continuare lunga la strada che abbiamo intrapreso”.
A dire la sua anche la Direttrice della Casa Circondariale di Reggio Calabria, la dott.ssa Maria Carmela Longo: “grazie per l’attenzione rivolta a questo mondo che in tanti vogliono tenere lontano. Il carcere può rappresentare una risorsa: oltre ad essere una struttura edilizia, è un insieme di persone, ciascuno con la loro storia, e come tali devono essere presi in considerazione. Il carcere può essere anche altro – vuole trasmettere la dott.ssa Longo - può anche essere senso di educazione civica”.
Grato che questo argomento sia stato trattato tra le mura della Camera di Commercio di Reggio, anche il presidente Antonino Tramontana: “staremo affianco a queste iniziative – dice - e dove possibile cercheremo di spingere per fare anche noi come imprenditori, e dare segnali positivi a queste persone”.
di Tatiana Muraca

Rc 19 luglio 2018

Letto 86 volte

Articoli correlati (da tag)

  • La Chiesa di San Giorgio al Corso, dedicata al patrono della Città

    Parliamo ancora di un edificio sacro, dedicato al patrono di Reggio Calabria chee sorge proprio al centro del salotto cittadino: la chiesa di San Giorgio al Corso. Eretta a parrocchia a fine Cinquecento, venne distrutta completamente dal terremoto del 1908, fu ricostruita seguendo il progetto dell'architetto Camillo Autore e venne inaugurata il 26 maggio 1935. San Giorgio al Corso venne originariamente eretta a parrocchia il 12 ottobre 1596 da monsignor Annibale D'Afflitto (arcivescovo di Reggio Calabria dal 1593 al 1638). In occasione degli 80 anni dalla ricostruzione della Chiesa, lo studioso e storico professor Francesco Arillotta ha precisato che la parrocchia era stata fondata molto tempo prima e che in origine occupava il sito ove oggi insiste il Genio Civile.

  • Festa di San Rocco, patrono della città di Scilla, il programma 2018

    Giovedì 16 agosto, Festa liturgica del Santo e onomastico di chi ne porta il nome, ha inizio la Festa in onore di San Rocco, Patrono della città di Scilla, evento spirituale e di aggregazione civile storicamente atteso da tutta la Città metropolitana di Reggio Calabria e dall’area dello Stretto di Messina. Significativi appuntamenti raggiungeranno il culmine domenica 19 agosto, per protrarsi fino a lunedì 20.
    A presiedere le Sante Messe delle 8,00 e delle 10,00 di giovedì 16 saranno, rispettivamente, il missionario padre Pasquale Castrilli OMI e l’Arciprete di Scilla don Francesco Cuzzocrea.

  • A Lazzaro taglio del nastro per il Liberamente Festival 2018

    Ha preso ufficialmente il via l’edizione 2018 del Liberamente Festival. Organizzato dall’associazione Kleos in collaborazione con la Pro Loco del Comune di Motta San Giovanni, il primo appuntamento ha visto la presentazione del libro “Frammenti Tellurici” di Domenico Loddo nello spazio dell’ex campo sportivo vicino il Lido Sogno. Prossimi appuntamenti in programma il 15 agosto con il falò e poi concertone giovedì 16. Ancora una volta il ricavato sarà devoluto a finalità sociali, questa volta per un progetto legato ad un villaggio in Africa

  • Pietra Cappa, il monolite che affascinerà il mondo

    Il cappuccio protegge la testa, un mantello copre quasi tutta la sua figura, ma le braccia e le mani no, quelle devono restare libere.
    Vogliamo raccontarla così la “nostra” Pietra Cappa, perché tra i molti significati veri o leggendari, noi abbiamo scelto di separare ed astrarre il significato della cappa come indumento, decontestualizzandolo per esprimere ciò che noi sentiamo, al suo cospetto.
    Pietra per condizione, cappa per vocazione, ma non quella che oscura e nasconde, ma bensì quella che protegge ed adorna.

  • Dal 27 agosto al 2 settembre il Bergamotto Art Festival 2018

    Dopo il successo dell’anteprima dello scorso anno, dal 27 agosto al 2 settembre 2018 torna il Bergamotto Art Festival. Riflettori accessi sulle eccellenze del nostro territorio in un percorso che vedrà coinvolto i borghi della nostra provincia con un gran finale nella città dello Stretto

Copyright © 2018 CALABRIAPOST - Trib. RC n. 14/2013
Direttore responsabile: Gianluca Del Gaiso
Associazione "P4C"
via Reggio Modena 22  Rc - CF 92084720801
Redazione Ideocoop a r.l.