unci banner

:: Evidenza

Il Comune di Palmi insignito del Premio Nazionale Trasparenza AIDR per i Comuni tra i 5001 e i 20000 abitanti

Il Comune di Palmi insignito del Premio Nazionale Trasparenza AIDR per i Comuni tra i 5001 e i 20000 abitanti

Il Comune di Palmi è stato insignito del premio trasparenza 2019, assegnato dall’AIDR (Italian Digital Revolution). L’Ente è stato scelto dal Comitato Tecnico – Scientifico nominato per la 2 ͣ edizione del “Premio Nazionale AIDR...

Nasce il movimento politico "Dieci Idee per la Calabria"

Nasce il movimento politico "Dieci Idee per la Calabria"

Il movimento “10 Idee per la Calabria” è un soggetto politico che vuole proporsi sulla scena calabrese, nella consapevolezza che la Calabria stia vivendo una condizione drammatica e soffrendo da troppo tempo l’assenza di una...

Falcomatà: “Bene proroga bilanci, adesso aspettiamo misure a sostegno delle finanze locali”

Falcomatà: “Bene proroga bilanci, adesso aspettiamo misure a sostegno delle finanze locali”

“La proroga della scadenza per l’approvazione dei bilanci di previsione per i Comuni in piano di riequilibrio è una buona notizia e rappresenta un segno positivo della volontà politica di risolvere le criticità intervenute a...

Parco dell’Aspromonte, nuova pubblicazione scientifica sugli Uccelli nidificanti

Parco dell’Aspromonte, nuova pubblicazione scientifica sugli Uccelli nidificanti

Dal Falco pecchiaiolo alla Tortora selvatica, dalla Balia dal collare al Verzellino: 66 specie censite, alcune di grande valore conservazionistico, per creare una check-list degli uccelli nidificanti nel Parco dell’Aspromonte, integrare la banca dati a...

Torna in riva allo Stretto l'attore Gennaro Calabrese con un live tutto da ridere

Torna in riva allo Stretto l'attore Gennaro Calabrese con un live tutto da ridere

Torna in riva allo Stretto nella sua città natale, l'attore comico e volto e voce di Alice Tv e radio Kiss Kiss, Gennaro Calabrese con l'esilarante spettacolo "Gennaro Calabrese show". Un imitatore inimitabile, espressione di...

compra calabria

Sei qui: HomeATTUALITA'Occhio all’alieno! Al via i corsi di formazione per docenti e personale scolastico sulle Specie aliene invasive

Occhio all’alieno! Al via i corsi di formazione per docenti e personale scolastico sulle Specie aliene invasive

Pubblicato in ATTUALITA' Lunedì, 11 Febbraio 2019 16:47

Cosa sono le specie aliene invasive? Come si diffondono e in che modo possiamo contribuire a frenare la loro propagazione? Sono dannose per la biodiversità e per la nostra salute? Quanto costa intervenire per fermarle e ricreare habitat naturali autoctoni? E soprattutto, perché è fondamentale intervenire velocemente per frenarle? Ecco alcuni degli interrogativi che verranno affrontati durante i corsi di formazione per gli insegnanti e il personale scolastico che saranno realizzati insieme ai Parchi coinvolti nel progetto Life Asap.

Le Aree Protette, infatti, in prima linea per tutelare il nostro patrimonio di biodiversità, moltiplicano il loro impegno per frenare la diffusione delle specie aliene con la realizzazione di quattro corsi dedicati alle scuole e curati dagli esperti di Legambiente. Dopo il primo appuntamento il 5 febbraio con il Parco Nazionale del Gran Paradiso i corsi continuano domani, 12 febbraio, al Parco dell’Aspromonte e successivamente nei Parchi Nazionali dell’Arcipelago Toscano e dell’Appennino Lucano.

Le specie aliene sono quelle specie trasportate dall'uomo in modo volontario o accidentale al di fuori della loro area d'origine. Tra le piante per esempio, la robinia (Robinia pseudoacacia), uno degli alberi più comuni nelle nostre città e campagne, è una specie aliena: originaria degli Stati Uniti sud-orientali, introdotta nel 1601 in Francia come albero ornamentale dai giardinieri del re Luigi XIII, è stata poi usata in tutta Europa nei giardini e per il consolidamento dei terreni. Tra gli animali, anche il comunissimo pesce siluro, oggi presente in tutti i nostri fiumi, è una specie aliena originaria dell'Europa Orientale e dell'Asia Occidentale, introdotta in Italia dall’inizio degli Anni Cinquanta per la pesca sportiva. Alcune tra le specie aliene che si insediano nell'area in cui vengono introdotte, si diffondono in maniera rapida causando gravi danni alle specie e agli ecosistemi originari di quel luogo, spesso accompagnati da ricadute economiche e problemi sanitari. Queste specie sono definite specie aliene invasive o IAS (Invasive Alien Species).

Nell’ultimo trentennio sono salite a 3000 le specie aliene presenti in Italia, di cui circa il 15% sono invasive, un fenomeno percepito come marginale solo per mancanza di una puntuale conoscenza. Eppure, la stima dei costi sociali ed economici di questo fenomeno supera i 12 miliardi di Euro ogni anno nella sola Unione Europea.

Per questo, il progetto europeo Life Asap, ha previsto corsi di formazione per gli insegnanti e il personale scolastico (attività riconosciuta dal Miur) che potranno coinvolgere poi gli alunni e gli studenti in attività mirate alla conoscenza del fenomeno per contribuire, anche con attività di citizen science, a monitorare e controllare la diffusione delle specie aliene invasive nel nostro Paese.

“Questo progetto – ha dichiarato la vicepresidente di Legambiente Vanessa Pallucchi – offre l’occasione di affrontare una problematica ecologica poco conosciuta per cui è fondamentale fare opera di prevenzione. E per questo è necessario aumentare la consapevolezza e l’assunzione di responsabilità da parte dei cittadini. Il percorso educativo che proponiamo alle scuole, infatti, parte dall’analisi del problema e si conclude con una azione di divulgazione realizzata dagli studenti e dai docenti sui territori coinvolti nel progetto. Le aree protette, con il loro patrimonio di biodiversità, rappresentano infatti il contesto migliore per realizzare attività di prevenzione e conoscenza del fenomeno”.

"Le specie aliene invasive costituiscono una delle principali minacce alla biodiversità – ha dichiarato il Presidente di Federparchi Giampiero Sammuri -, per poterle affrontare con efficacia occorre che vi sia il massimo di consapevolezza delle comunità interessate ed è questo l'obiettivo delle attività di formazione con le scuole. Un contributo per creare le condizioni affinché gli interventi sulle specie aliene vengano compresi per la loro importanza rispetto alla salvaguardia degli habitat".

Il corso, a cura dei formatori di Legambiente, si terrà a Reggio Calabria, domani, 12 febbraio. Tutti i partecipanti riceveranno un Kit didattico con schede informative sulle Ias e un percorso educativo strutturato per il coinvolgimento degli alunni e degli studenti, che vuole tenere insieme il metodo scientifico, l’analisi della realtà territoriale e le attività didattico educative.

Per informazioni e approfondimenti: www.lifeasap.eu

Il progetto europeo Life ASAP (Alien Species Awareness Program, www.lifeasap.eu) ha tra i suoi scopi quello di aumentare la consapevolezza dei cittadini sulla minaccia delle specie aliene invasive e favorire una migliore prevenzione e una più efficace gestione del problema da parte di tutti i settori della società. ASAP è cofinanziato dalla Commissione Europea nel quadro del programma finanziario Life; coordinatore del progetto è ISPRA (Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale), partner beneficiari sono Legambiente, Federparchi, Regione Lazio, Università di Cagliari, Nemo S.r.l, Tic Media Art; altri cofinanziatori sono il Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare e i parchi nazionali dell’Arcipelago Toscano, dell’Aspromonte, del Gran Paradiso e dell’Appenino Lucano, Val D’Agri e Lagonegrese.

Doma 11 febbraio 2019
Milena Dominici

Legambiente Onlus

Letto 122 volte

Articoli correlati (da tag)

  • Partito il conto alla rovescia per la Corrireggio 2019: i dettagli della manifestazione

    Saranno, come, sempre le giovani pattinatrici e pattinatori della Società Sportiva “Calabria” ad aprire domani la trentasettesima edizione della Corrireggio, il più atteso evento della primavera reggina. Lo faranno esponendo come sempre uno striscione che focalizzerà un tema particolare, in sintonia con la manifestazione. Lo scorso anno fu messo in vista il problema dell’aeroporto dello Stretto, con la scritta “solo uniti si vola”. Sul “focus” che sarà fatto quest’anno nessuna indiscrezione, solo l’anticipazione che si tratterà di un tema di importanza mondiale.

  • La corsa verso la Corrireggio 2019 fa tappa dalla banda del kayak, sentinella della nostra costa

    Ha fatto tappa nel giorno di San Giorgio al Circolo Nautico la corsa verso la Corrireggio 2019. Protagonisti i ragazzi e le ragazze della canoa che si confermano sempre più sentinelle delle nostre coste

  • Le bici portano il messaggio della Corrireggio 2019 lungo le coste reggine

    Come ormai consuetudine il messaggio della Corrireggio viene affidato ai ciclisti reggini che in questa edizione 2019 lo hanno portato lungo le coste del reggino, poi un momento di convivialità e condivisione in piazza Garibaldi davanti la storica sede del Dopolavoro ferroviario che ha visto molti dei suoi iscritti protagonisti della mattinata. A portare i saluti delle istituzioni, tra gli altri, Demetrio Marino per la Città Metropolitana e il senatore Marco Siclari

  • E' partita la settimana della Corrireggio 2019

    Presentata a Palazzo Corrado Alvaro la Corrireggio 2019. Come sempre non solo un appuntamento diventato un must della primavera reggina, ma anche tante occasioni di confronto per discutere del nostro territorio e di ambiente

  • Parte dal Circolo Velico il percorso per la Corrireggio 2019

    di Giusi Mauro - Da sempre la nostra Città, vive una forte contraddizione. Nasce come città sul mare, ma tutto di lei, dalla cucina alle attitudini parla di terra e di montagna. Legambiente e con essa la sua storica iniziativa, la Corrireggio, si occupa dei tanti degli aspetti legati al mare, all’inquinamento ed al suo rapporto con città. Non a caso, infatti, molte delle iniziative che precedono la storica corsa podistica, giunta alla sua 37° edizione sono dedicate a questa tematica. Questo pomeriggio, ospiti del circolo Velico, il team Corrireggio di Legambiente, insieme alla F.i.v. e la F.i.c. a tutte le altre federazioni di mare, il comitato paraolimpico, il team traversata dello stretto, enti di promozione con il patrocinio del Coni, hanno trattato il tema: “sport da mare, sport d’amare”.

Copyright © 2018 CALABRIAPOST - Trib. RC n. 14/2013
Direttore responsabile: Gianluca Del Gaiso
Associazione "P4C"
via Reggio Modena 22  Rc - CF 92084720801
Redazione Ideocoop a r.l.