unci banner

:: NEWS

Finanziamento milionario per il convento di Sant'Ilarione. Belcastro: «Luogo di culto caro ai cauloniesi»»

Finanziamento milionario per il convento di Sant'Ilarione. Belcastro: «Luogo di culto caro ai cauloniesi»»

C'è anche Caulonia tra i centri beneficiari del finanziamento milionario per i beni culturali del distretto della Locride deliberato dalla Giunta Regionale. Ammonta infatti a 1 milione e 400 mila...

Il comico Maurizio Battista al Cilea: "Non vengo a Reggio per insegnare qualcosa ma per stare insieme al pubblico"

Il comico Maurizio Battista al Cilea: "Non vengo a Reggio per insegnare qualcosa ma per stare insieme al pubblico"

Si definisce “genuino” come lo vedi è ma secondo noi, è anche molto meglio perché oggigiorno è difficile stare con i piedi per terra soprattutto, se sei un uomo di...

Partito il conto alla rovescia per l'edizione 2019 del Premio Anassilaos

Partito il conto alla rovescia per l'edizione 2019 del Premio Anassilaos

Si terrà venerdì 8 novembre presso l’Auditorium “Nicola Calipari” del Consiglio Regionale della Calabria la cerimonia di consegna del Premio Anassilaos di Arte Cultura Economia e Scienze giunto alla sua...

A Piazza Castello tornano le "Letture viandanti"

A Piazza Castello tornano le "Letture viandanti"

Sabato 19 ottobre alle 16:00, a Piazza Castello, tornano le "Letture viandanti", l'iniziativa promossa dall'associazione Reggio tra le righe per portare la lettura e i libri tra la gente, renderli...

Bovalino, torna il concorso "Presepi in Mostra"

Bovalino, torna il concorso "Presepi in Mostra"

L' Associazione di Promozione Sociale Italia Night & Day con il patrocinio di S.E. Mons. Francesco Oliva Vescovo della Diocesi di Locri – Gerace e con il patrocinio del Comune...

compra calabria

Sei qui: HomeATTUALITA'Petizione popolare 11 milioni per nuovi alloggi popolari da assegnare, Osservatorio Disagio Abirativo: Giunta e Consiglio non decidono

Petizione popolare 11 milioni per nuovi alloggi popolari da assegnare, Osservatorio Disagio Abirativo: Giunta e Consiglio non decidono

Pubblicato in ATTUALITA' Sabato, 08 Giugno 2019 20:42

Ancora nessuna decisione in merito alla petizione popolare per il ripristino del finanziamento di 11 milioni di euro del Decreto Reggio per l'acquisto e l'assegnazione di nuovi alloggi popolari. Lo scorso 18 febbraio, 534 cittadine/i hanno chiesto di rivedere la decisione del Consiglio Comunale con la quale nel 2016 venne rimodulato a favore di altre voci il cospicuo finanziamento. Ma dopo 110 giorni la Giunta ed il Consiglio non si sono ancora espressi. Lo scorso 22 maggio, il dirigente del settore Grandi Opere, programmazione e "Decreto Reggio", Antonino Cristiano, con una lettera trasmessa al Sindaco ed al Presidente del Consiglio comunale, ha espresso parere tecnico favorevole alla Petizione. La necessaria rimodulazione dei fondi stanziati con il "Decreto Reggio" per ripristinare il capitolo di spesa di 11 milioni per l'acquisizione di nuovi alloggi popolari è quindi possibile.

Il parere tecnico del Dirigente è un atto necessario ma non sufficiente per giungere ad una soluzione, difatti lo stesso Dirigente nella sua comunicazione ha dichiarato che "nulla osta alla fattibilità della rimodulazione del programma connesso al "Decreto Reggio"ai fini del ripristino del finanziamento in oggetto, purché la Giunta Comunale adotti un atto di indirizzo con il quale esprima la volontà dell'Amministrazione di inserire detto nuovo intervento tra quelli da realizzazione...". Il termine entro il quale l'Amministrazione, attraverso la Giunta o il Consiglio, avrebbe dovuto pronunciarsi rispetto quanto richiesto nella petizione popolare, (comma 8 articolo 19 del regolamento comunale sugli istituti di partecipazione) è di 90 giorni dalla data di presentazione.

Questo tempo è ampiamente scaduto.

È necessario chiarire che la decisione da adottare sulla petizione deve necessariamente riguardare il finanziamento di 11 milioni e non altri fondi o non meglio precisati indirizzi per l' implementazione di fondi destinati ad altri capitoli di spesa, tipo la manutenzione. Il quesito della petizione riguarda infatti uno specifico finanziamento per nuovi alloggi popolari, non un quesito generico sulla politica degli alloggi popolari. Pertanto, altri provvedimenti sulla politica della casa, eventualmente assunti dal Comune pur favorevolmente accolti dagli scriventi, non potranno, in alcun modo, costituire pronuncia ufficiale in merito alla petizione.

Nel 2016 l' Amministrazione comunale ha deciso, con delibera di Giunta n° 99 del 18 maggio 2016 e delibera di Consiglio n° 70 del 31 ottobre 2016, di stornare il finanziamento di 11 milioni del "Decreto Reggio", destinato a nuovi alloggi per impiegarlo in altri mbiti. Lo ha deciso mentre qualche centinaio di famiglie, vincitrici del bando 2005 ed in emergenza abitativa, aspettava da anni l'assegnazione di un alloggio. A queste persone il Comune riferiva l'impossibilità di assegnare alloggi per l'indisponibilità degli stessi e croniche penurie di fondi.

L'Amministrazione Falcomatà quindi, stornando il finanziamento, ha negato il diritto alla casa ad un centinatio di famiglie in stato di bisogno abitativo. Ha deciso di non investire nella politica degli alloggi popolari, colonna portante di welfare abitativo, e di continuare con la politica di "dismissione" degli alloggi. Difatti, il Comune e l'Aterp, da anni, dismettono gli alloggi popolari senza provvedere all'acquisto di nuovi. Di questo passo, tra qualche anno, il patrimonio ERP, che garantisce il diritto alla casa alle famiglie più vulnerabili, non esisterà più. Oggi, l'Amministrazione comunale con una decisione positiva sulla petizione ha l'opportunità di rimediare all' errore commesso nel 2016. Difatti, la decisione positiva consentirebbe all'Amministrazione di porre in essere una valida politica abitativa, garantendo il diritto alla casa a tante famiglie e rilanciando il settore degli alloggi popolari.

L'altra possibilità è quella di continuare a negare il diritto alla casa alle famiglie più povere, una scelta politica classista, a scapito delle fasce più deboli della popolazione.

Reggio Calabria, 8 giugno 2019

Osservatorio sul disagio abitativo

Un Mondo Di Mondi –Cristina Delfino – Giacomo Marino

CSOA Angelina Cartella

Società dei Territorialisti/e Onlus

Centro Sociale Nuvola Rossa

Comitato Solidarietà Migranti

Reggio Non Tace

Collettiva AutonoMia

Letto 193 volte

Articoli correlati (da tag)

  • Alloggi popolari, sopralluogo "casa per casa" del sindaco Falcomatà al complesso di Vico Neforo

    Continua il percorso di collaborazione e confronto fra cittadini ed Amministrazione comunale. Ieri, il sindaco Giuseppe Falcomatà, ha incontrato gli abitanti di vico Neforo, tra Santa Caterina e San Brunello, per discutere e risolvere insieme le problematiche degli alloggi popolari che, presto, verranno messi in vendita. Ad accompagnare il primo cittadino c’erano i consiglieri comunali Giuseppe Sera e Giovanni Minniti, oltre ai dirigenti dei settori Patrimonio edilizio e Manutenzioni, Daniele Piccione e Demetrio Beatino. Un pomeriggio vissuto al fianco dei residenti con i quali, l’inquilino di Palazzo San Giorgio, ha potuto constatare ogni singola criticità in un sopralluogo effettuato “casa per casa”.

  • Alloggi popolari, sulla petizione di 11 milioni il Consiglio decide il 30 settembre

    Prosegue l'iter per il ripristino del finanziamento di 11 milioni di euro del Decreto Reggio per l'acquisto di nuovi alloggi popolari. Nei giorni scorsi, la Petizione popolare, presentata dall'Osservatorio sul disagio abitativo all'amministrazione comunale per correggere un precedente storno su altre voci di spesa e sollecitarne il ripristino a beneficio del settore di edilizia sociale, e firmata da oltre 500 cittadine e cittadini, ha ricevuto il parere favorevole di due Commissioni comunali. Il 20 settembre la Commissione Bilancio, presieduta dal consigliere R. Albanese, ha dato all'unanimità parere positivo, dopo aver ascoltato la relazione e la proposta di delibera di Consiglio Comunale del Dirigente del settore A. Cristiano.

  • Osservatorio disagio abitativo: alloggi popolari, il Comune non garantisce gli adeguati interventi di manutenzione

    La manutenzione e la ristrutturazione degli alloggi popolari rimane uno dei problemi irrisolti della politica abitativa che dovrebbe garantire il diritto alla casa alle famiglie a basso reddito. Alloggi fatiscenti, se non inabitabili, sono il risultato dello scarso interesse degli enti proprietari degli immobili. Il caso della signora Elisabetta Manduca, assegnataria di un alloggio comunale dal mese di settembre 2018, è emblematico di una situazione che paradossalmente rende impossibile vivere nelle case popolari proprio alle famiglie che ne hanno diritto. Queste famiglie infatti, in quanto a basso reddito, non possono provvedere a proprie spese alla manutenzione straordinaria, la quale, secondo la normativa vigente, è di competenza dell'ente proprietario.

  • Undici milioni destinati all'edilizia residenziale pubblica, la proposta passa in Commissione Bilancio

    Più di 11 milioni di euro del Decreto Reggio saranno destinati al settore dell'edilizia residenziale pubblica per l’ampliamento del patrimonio di alloggi comunali destinati dall’Amministrazione alle famiglie più bisognose. La proposta, già approvata dalla Giunta comunale, è stata licenziata questa mattina all’unanimità dalla Commissione Bilancio presieduta dal Consigliere Rocco Albanese. A darne notizia è stato lo stesso presidente della Commissione che al temine della seduta, alla quale erano anche presenti i rappresentanti di alcune associazioni cittadine, ha ringraziato tutti i componenti dell'organismo consiliare per lo spirito costruttivo con il quale si sono approcciati al provvedimento.

  • Alloggi popolari, percorso della petizione degli 11 milioni di euro dovrebbe ripartire entro settembre

    Arriva qualche buona notizia in merito alla Petizone popolare per il ripristino degli 11 milioni di euro del "Decreto Reggio" per l'acquisto di alloggi popolari. Il presidente del Consiglio comunale, Demetrio Delfino, ha invitato martedì scorso le associaizoni e i movimenti dell'Osservatorio sul disagio abitativo ad una Conferenza dei capigruppo consiliari. Purtroppo alla conferenza dei capigruppo non ha partecipato nessuno dei capigruppo consiliari invitati. Era presente l'Osservatorio con una nutrita rappresentanza ed il presidente del Consiglio Delfino.

Copyright © 2018 CALABRIAPOST - Trib. RC n. 14/2013
Direttore responsabile: Gianluca Del Gaiso
Associazione "P4C"
via Reggio Modena 22  Rc - CF 92084720801
Redazione Ideocoop a r.l.