:: Evidenza

La Calabria buona diventa un modello da esportare: Piemonte e Giappone celebrano Fattoria della Piana

La Calabria buona diventa un modello da esportare: Piemonte e Giappone celebrano Fattoria della Piana

Il punto Slow Food a Piazza Castello ha ospitato l’evento in cui Carmelo Basile ha presentato l’azienda e il nuovo nato “Pecoritaly” con i presidenti...

La Reggina stende il Bisceglie (1-0), Sandomenico match-winner della partita

La Reggina stende il Bisceglie (1-0), Sandomenico match-winner della partita

Reggio Calabria. Buona la prima degli amaranto davanti al pubblico dell' Oreste Granillo. La Reggina supera il Bisceglie grazie alla rete di Salvatore Sandomenico. Il...

Antonio Pizzimenti su lavori scuola Lombardo Radice di Catona: aule saranno consegnate il 28

Antonio Pizzimenti su lavori scuola Lombardo Radice di Catona: aule saranno consegnate il 28

A seguito delle promesse non mantenute dal Sindaco Falcomatà, rispetto alla consegna della scuola Lombardo Radice di Catona, cittadini e genitori dei bambini iscritti, indignati...

Ripepi: Autorità portuale con Gioia Tauro e Regione dello Stretto. Unica speranza per Reggio e Messina

Ripepi: Autorità portuale con Gioia Tauro e Regione dello Stretto. Unica speranza per Reggio e Messina

Reggio e Messina per sopravvivere e svilupparsi vincendo le sfide del futuro devono stare insieme. Insieme per la vita o per la morte. La regione...

compra calabria

Sei qui: HomeATTUALITA'Ponte Allaro, la UilPa VVF chiede l'attivazione del presidio a Monasterace

Ponte Allaro, la UilPa VVF chiede l'attivazione del presidio a Monasterace

Pubblicato in ATTUALITA' Venerdì, 14 Settembre 2018 12:39

I Vigili del Fuoco di Reggio Calabria vittime o soccorritori? Alampi e Provazza - UILPA VVF - attaccano il dirigente Novello: "Come tutti, siete a conoscenza della questione ponte sull'Allaro e dell'ordinanza ANAS che limita il transito ai mezzi pesanti superiori a 7,5t. Bene, il nostro "amato" dirigente Comandante Gino Novello, si è inventato una paradossale e alquanto dispotica soluzione che va a discapito dei lavoratori dei Vigili del Fuoco. Tutto ciò, solo per evitare l'attivazione di un presidio VF temporaneo presso il Comune di Monasterace, che avrebbe potuto sopperire alle attuali criticità viarie. La soluzione che ha messo in atto con tanto di documentazione scritta, è quella di richiedere una deroga all'ANAS (che peraltro ha rilasciato) affinché i mezzi di soccorso VF, con massa complessiva non superiore alle 20t, non rientrino nell'ordinanza di attraversamento del ponte e transitino, solo in caso di emergenza, a 30km orari, in barba al limite delle 7,5t (mi sembra che il compito istituzionale dei vigili del fuoco sia quello del soccorso in emergenza).

In merito alla questione Monasterace, come già ribadito, questa O.S. è fermamente convinta che il presidio VF temporaneo, sia strettamente necessario a garantire più sicurezza alla cittadinanza ed agli stessi lavoratori VF. Non è concepibile che un dirigente dello Stato attui soluzioni insulse che mettano a repentaglio la vita dei lavoratori, solo per non attuare soluzioni alternative, che vadano a sopperire ad errori di valutazione e gestione delle precedenti emergenze, visto che nessuno dei politici e dello stesso ente preposto alla manutenzione ha messo in atto quanto nelle loro competenze. Questa O.S. si farà portavoce con i massimi organi istituzionali e politici, dei quali si auspica un energico intervento, affinché venga annullata la deroga sul transito dei mezzi di soccorso e messe in atto tutte le azioni necessarie a tutelare i lavoratori ed i cittadini, con l’attivazione del presidio di Monasterace, così come già fatto col presidio della tendopoli di San Ferdinando, attivato per la giusta tutela degli occupanti della medesima tendopoli. Ai sindaci della vallata dello Stilaro, si chiede un ulteriore ed incisivo intervento, atto a tutelare i loro concittadini.

Fabio Maragucci
Responsabile Ufficio Stampa UILPA Provinciale di RC

Rc 14 settembre 2018

Letto 123 volte

Articoli correlati (da tag)

  • La Polizia Stradale salva una donna che tenta il suicidio sul Ponte Allaro di Caulonia

    Nei giorni scorsi, il personale della Polizia di Stato in servizio presso il Distaccamento di Polizia Stradale di Siderno, durante l’espletamento dei servizi di vigilanza stradale connessi alla situazione del ponte Allaro di Caulonia, hanno salvato una donna 39enne che ha tentato il suicidio proprio nella struttura vigilata. Gli uomini della Stradale hanno notato la donna che aveva appena scavalcato il parapetto posto ai piedi del ponte Allaro, con una corda in mano. Intuito immediatamente il pericolo, i due poliziotti non hanno esitato ad intervenire e con determinazione e professionalità hanno bloccato la donna che stava tentando di suicidarsi.

  • Ponte Allaro, nuovo tavolo tecnico in Prefettura il 12 settembre 2018

    Nella mattinata di ieri si è tenuto, presso Palazzo del Governo, un ulteriore tavolo tecnico per un aggiornamento sulla problematica relativa al ponte Allaro, lungo la SS 106.
    All’incontro hanno partecipato l’Assessore regionale alle Infrastrutture, il Vice Sindaco metropolitano, il Sindaco di Caulonia, il Sindaco di Stignano nella qualità di Presidente dell’Assemblea dei Sindaci della Locride, il Responsabile del coordinamento territoriale Calabria Anas, i Rappresentanti della Protezione Civile regionale, della Questura, dei Carabinieri, della Polizia Stradale nonché dell’Azienda Calabria Verde.

  • Ponte Allaro, in Prefettura il punto della situazione: impegno comune per superare l'emergenza

    Nel pomeriggio odierno, presieduta dal Prefetto Michele di Bari si è tenuta una riunione per esaminare approfonditamente la situazione del Ponte Allaro.
    Erano presenti l’Assessore regionale alle Infrastrutture, il Sindaco di Caulonia, il Sindaco di Benestare e il Sindaco di Stignano rispettivamente nella qualità di Presidente del Comitato e dell’Assemblea dei Sindaci della Locride, il Responsabile del Coordinamento territoriale Anas Calabria, il Vice Sindaco della Città metropolitana, i Rappresentanti della Questura, della Polstrada e della Protezione Civile regionale.

  • Ponte Allaro, i sindaci della Locride alzano la voce: "Intervenga il Ministero"

    I Sindaci della Locride, dopo aver partecipato assiduamente alle attività di supervisione e coordinamento in sede Prefettizia relativamente alle problematiche del Ponte Allaro, si trovano costretti a registrare il sopravvenire di una ordinanza emanata dall'ANAS limitativa del transito che pregiudica ulteriormente le già precarie condizioni di vita della popolazione dell'intera Locride. Difatti, le nuove disposizioni, non consentono l'attraversamento del Ponte Allaro alle tipologie di mezzi che assolvono al trasporto pubblico e commerciale.

  • Oliverio sulla chiusura ai tir del ponte Allaro

    "La Locride rischia di rimanere isolata, con grave danno all'economia del comprensorio ed al diritto alla mobilità dei cittadini". E' quanto afferma, in una nota, il Presidente della Regione Mario Oliverio."Siamo di fronte -prosegue Oliverio- ad una situazione di grave crisi annunciata, sancita a valle dell'ennesima riunione in Prefettura a Reggio Calabria sull'argomento alla quale la Regione non ha fatto mancare, come nelle precedenti occasioni, la propria voce a fianco dei sindaci del territorio. Purtroppo, la decisione di Anas di chiudere il ponte "repubblicano" al transito dei mezzi pesanti con carico superiore alle 7,5 tonnellate senza aver nel contempo assicurato per tempo una viabilità alternativa di servizio per i mezzi pesanti è un fatto di per sé molto grave,

Copyright © 2018 CALABRIAPOST - Trib. RC n. 14/2013
Direttore responsabile: Gianluca Del Gaiso
Associazione "P4C"
via Reggio Modena 22  Rc - CF 92084720801
Redazione Ideocoop a r.l.