unci banner

:: Evidenza

Il Questore Raffaele Grassi saluta la città di Reggio Calabria

Il Questore Raffaele Grassi saluta la città di Reggio Calabria

Il Questore Raffaele Grassi lascia la città. “Sono stati quattro anni particolarmente intensi, ha detto incontrando la stampa. Nel mio mandato ho messo il cittadino al centro del nostro operato perché lo ritengo il primo...

PFF: il film collettivo 13.11 su migrazioni e attentati di Parigi del 2015, in prima regionale a Reggio

PFF: il film collettivo 13.11 su migrazioni e attentati di Parigi del 2015, in prima regionale a Reggio

Uno scrigno di storie che rivelano sogni e bisogni, desideri e difficoltà tratteggiando una dimensione caleidoscopica e complessa del fenomeno che ha sempre scandito la storia dell’umanità quale quello delle Migrazioni. Storie accomunate da una...

Autorità portuale di Gioia: incontro con il direttore della sede italiana della Banca di Tokyo

Autorità portuale di Gioia: incontro con il direttore della sede italiana della Banca di Tokyo

Reggio Calabria. Per conoscere le strategie di sviluppo portuale e le aree del retro porto dello scalo di Gioia Tauro, il direttore della sede italiana della Banca di Tokyo Mitsubishi UFJ, Kaneyuki Iseda, accompagnato dai...

Falcomatà: “Conte venga a Reggio per CdM, evitare dissesto e rilanciare porto di Gioia Tauro”

Falcomatà: “Conte venga a Reggio per CdM, evitare dissesto e rilanciare porto di Gioia Tauro”

Reggio Calabria. “Il premier Giuseppe Conte venga a Reggio Calabria con una strategia precisa che ci consenta di evitare l’ipotesi di dissesto del Comune capoluogo e con un piano di sviluppo del porto di Gioia...

Al via gli “Incontri di Natura” per celebrare il venticinquesimo compleanno del Parco Aspromonte

Al via gli “Incontri di Natura” per celebrare il venticinquesimo compleanno del Parco Aspromonte

Divulgare, far conoscere, promuovere e confrontarsi. Hanno preso il via gli “Incontri di Natura”, ciclo di eventi organizzati per celebrare il venticinquesimo compleanno del Parco dell’Aspromonte che si terranno a Reggio Calabria dal mese di...

compra calabria

Sei qui: HomeATTUALITA'Re.Co.Sol. accoglie cinque migranti della Tendopoli di San Ferdinando

Re.Co.Sol. accoglie cinque migranti della Tendopoli di San Ferdinando

Pubblicato in ATTUALITA' Martedì, 19 Febbraio 2019 14:25

Sabato, dopo l’ennesimo rogo alla tendopoli di San Ferdinando, costato la vita ad Al Ba Moussa, 29enne senegalese, la Rete dei Comuni Solidali, contattata dalla Prefettura di Reggio Calabria, si è offerta di ospitare all’interno dei progetti Sprar i migranti della tendopoli e sabato sera ne ha accolti cinque all’interno dello Sprar di Gioiosa Ionica.

Molti migranti che pur avrebbero diritto, in base alle leggi vigenti, ad entrare nei progetti di accoglienza sono restii ad accettare perché allontanarsi dalla piana di Gioia Tauro significherebbe perdere la possibilità di lavorare nei campi, sottopagati e in maniera irregolare.

Ma il Sistema di Protezione per i Richiedenti Asilo e i Rifugiati (SPRAR), quel sistema colpito a morte dal decreto sicurezza, può offrire a queste persone l’opportunità di liberarsi dalla schiavitù del caporalato, attraverso la formazione professionale e inserimenti lavorativi regolari in aziende del territorio: servizi che eroghiamo quotidianamente a tutti i beneficiari dei nostri progetti di accoglienza.

Pertanto siamo disponibili fin da subito ad accogliere, anche con la collaborazione della Società Cooperativa Sankara, almeno altri 40 migranti da ospitare e avviare immediatamente alla formazione professionale e ai tirocini formativi.

Caulonia 19/02/2019
Legale rappresentante Re.co.sol.
Giovani Maiolo

Letto 72 volte

Articoli correlati (da tag)

  • Comune di Bagnara Calabra aderisce alla Rete dei Comuni Solidali: il benvenuto di Re.Co.Sol.

    Reggio Calabria. Il 28 febbraio 2019, con una delibera della Giunta guidata dal sindaco Frosina Gregorio Giuseppe, anche il Comune di Bagnara Calabra, splendida cittadina sulla costa tirrenica reggina, ha deciso di aderire alla Rete dei Comuni Solidali abbracciando quei valori di solidarietà e pace che, fin dal 2003, hanno fatto si che centinaia di Comuni, da Nord a Sud, si unissero in una rete di Enti,

  • Mostra conclusiva del laboratorio di argilla realizzata dai beneficiari del progetto sprar di Gioiosa Ionica

    Sabato 16 febbraio a partire dalle ore 16:00 presso Palazzo Amaduri a Gioiosa Ionica si terrà la mostra conclusiva del Laboratorio di didattica integrativa e innovativa della ceramica, denominato “Sulla faccia della Terra”, organizzato dalla Rete dei Comuni Solidali, Ente Gestore del Progetto SPRAR, in collaborazione con il Comune di Gioiosa Ionica, il Servizio Centrale SPRAR e l’Associazione Culturale “Arteterapia Zefiroart”.

  • Re.Co.Sol. Rete dei Comuni Solidali a Bologna per la Proposta di Pace per la Siria

    Reggio Calabria. I volontari di Operazione Colomba, progetto del Corpo Nonviolento di Pace della Comunità Papa Giovanni XXIII, “aperto a tutte quelle persone, credenti e non credenti, che vogliono sperimentare con la propria vita che la nonviolenza è l'unica via per ottenere una Pace vera, fondata sulla verità, la giustizia, il perdono e la riconciliazione”, e Sheik Abdo

  • Recosol approva la richiesta di adesione di 22 nuovi soci

    Il gruppo di coordinamento di Re.Co.Sol.-Rete dei Comuni Solidali, riunitosi il 18 gennaio 2019 presso il comune di Carmagnola (TO), ha deliberato di accogliere le richieste di divenire soci sostenitori, per come previsto dall’art. 5 dello statuto, di ben 20 associazioni, una società cooperativa ed una cooperativa sociale.
    Una rete che si allarga sempre di più includendo, oltre agli enti locali che ricoprono il ruolo di soci ordinari, le realtà associative che da nord a sud Italia lavorano ogni giorno per promuovere dal basso una nuova cultura del rispetto dei diritti umani e dell’ambiente.

  • Torre Melissa, che ha salvato migranti in mare, diventa socio Re.co.sol.

    Come al Comune di Napoli, Re.Co.Sol.-Rete dei Comuni Solidali ha deciso di conferire il ruolo di membro onorario dell’associazione a Torre Melissa (KR), cittadina della costa ionica calabrese che si è distinta per solidarietà ed umanità.
    Il 10 gennaio 2019 infatti, mentre l’Italia e l’Europa si azzuffavano per decidere su chi dovesse “Aprire i porti” e su come assegnare i 49 migranti a bordo della Sea Watch, numerosi cittadini, insieme al Sindaco Gino Murgi, svegliati dalle urla terrorizzate provenienti dalla spiaggia, non hanno esitato a correre in soccorso di cinquantuno migranti curdi, giunti all’alba a bordo di un’imbarcazione a vela in balia delle onde.

Copyright © 2018 CALABRIAPOST - Trib. RC n. 14/2013
Direttore responsabile: Gianluca Del Gaiso
Associazione "P4C"
via Reggio Modena 22  Rc - CF 92084720801
Redazione Ideocoop a r.l.