unci banner

:: Evidenza

E' morto Antonio Megalizzi, rimasto gravemente ferito nell'attentato di Strasburgo

E' morto Antonio Megalizzi, rimasto gravemente ferito nell'attentato di Strasburgo

E’ morto Antonio Megalizzi, il 29enne reporter rimasto ferito martedì nell’attentato ai mercatini di Natale a Strasburgo. Ferito alla testa da un proiettile, le condizioni del giovane da subito sono state giudicate molto gravi. Sale...

Circolo Zavattini, va in scena la rassegna: Visioni di cine(ma) indipendente

Circolo Zavattini, va in scena la rassegna: Visioni di cine(ma) indipendente

di Giusi Mauro - Prende il via l’iniziativa dal Circolo del Cinema Zavattini, “Visioni di cine(ma) indipendente”. Dopo il successo della prima parte, “L'(in)atteso ’68” si apre la seconda parte, “Après mai”, che da oggi...

Grande Ospedale Metropolitano, la lettera di commiato del Direttore Generale Dott. Frank Benedetto

Grande Ospedale Metropolitano, la lettera di commiato del Direttore Generale Dott. Frank Benedetto

Accomiatarsi non è mai facile, specie quando si va via da un posto al quale si tiene particolarmente, per questo motivo quando ho deciso di scrivere una lettera di congedo da Direttore Generale di questa...

Crisi da sovraindebitamento e conciliazione: il convegno alla Camera di Commercio

Crisi da sovraindebitamento e conciliazione: il convegno alla Camera di Commercio

di Tatiana Muraca - La Camera di Commercio di Reggio Calabria è stata oggi sede di un interessante convegno intitolato “La procedura di risoluzione della crisi da sovraindebitamento e la conciliazione”. Seduti al tavolo per...

Viola Reggio Calabria, Carnovali: "Spero di vedere la squadra nella parte alta della classifica"

Viola Reggio Calabria, Carnovali: "Spero di vedere la squadra nella parte alta della classifica"

Reggio Calabria. Ai microfoni di "Break In Sport" Tommaso Carnovali rivolge l'attenzione della Viola Reggio Calabria alla prossima sfida contro Salerno. "Potrebbe essere simile alle gare con Matera e Palestrina, Salerno ha caratteristiche simili a...

compra calabria

Sei qui: HomeATTUALITA'Resta senza una via d'uscita la lunga agonia di Riace

Resta senza una via d'uscita la lunga agonia di Riace

Pubblicato in ATTUALITA' Giovedì, 09 Agosto 2018 14:52

A questo punto almeno in lontananza come in ogni film western che si rispetti, si sarebbe dovuto sentire il trombettista che suona la carica alla cavalleria, prossima a piombare sul villaggio per salvare i buoni dai “cattivi pellerossa”, prima dei titoli di coda. Di fatto nemmeno l’incontro di questa mattina in Prefettura ha spostato di un millimetro il baratro in cui si trova Riace. E storia insegna che la guerra la vince chi ha i rifornimenti. Riace, terra che regalò gratuitamente al mondo i primi (unici) due guerrieri migranti del tempo antico e solo fino a qualche settimana fa esempio riconosciuto oltreoceano con il suo modello di accoglienza, oggi di fatto collassa su se stessa senza finanze, nella silenziosa agonia programmata della sua fine.

A parte il governatore Mario Oliverio giunto sulla costa ionica reggina a pochi giorni dall’inizio dello sciopero della fame di Mimmo Lucano, di fatto nessuna soluzione sostenibile è stata attuata. Se errore vi fu, l’atteggiamento del buon padre di famiglia che reindirizza sulla retta via sembra essere stato scalzato da un gelido vento del nord che mal si concilia a queste latitudini. Strano destino o forse no. La storia impiegò due secoli a dire che i cattivi erano quelli della cavalleria e non i pellerossa. Ma forse anche lì sarà già troppo tardi. 

Rc 9 agosto 2018

Letto 226 volte

Articoli correlati (da tag)

  • Riace non possiamo perderla

    di Alessio Magro e Saverio Pazzano - Ci sono uomini singolari che nella loro esistenza hanno ragione anche quanto il torto bussa insistentemente alla porta. I grandi uomini spesso hanno questo dono. Mimmo Lucano è uno di loro. L’idea visionaria di un paese aperto all’accoglienza è una speranza forte e soprattutto tangibile in un’era di frontiere, ideologia della paura e implosione della democrazia. Crediamo che il simbolo Riace sia un punto fermo, tanto lampante nella sua evidenza che troviamo impossibile il confronto con chi ha altre idee (interessi?). Nel riflettere sulla figura di Lucano, ci rivolgiamo a chi condivide con noi orizzonti e speranze. Perché Riace non possiamo perderla.

  • Accoglienza ed integrazione: l'esempio di Mimmo Lucano

    di Giusi Mauro - Un futuro fatto di accoglienza e non di chiusura. È quello che si augurano tutti coloro che, questo pomeriggio, presso il Teatro “Zanotti Bianco” di Reggio Calabria hanno preso parte all'incontro su accoglienza ed integrazione organizzato dall’associazione socio-culturale “Opera”. Un viaggio verso un sogno di umanità che ha visto ospiti, insieme al Consigliere Metropolitano di Reggio Calabria Filippo Quartuccio, il Presidente del Consiglio Comunale Demetrio Delfino, lo scrittore Santo Gioffrè, l’uomo che - non per suo volere- oggi è diventata la personificazione ed essenza del termine “accoglienza”: Mimmo Lucano.

  • Lucano in Procura al Cedir come persona informata sui fatti

    E’ arrivato puntuale nel primo pomeriggio di oggi Mimmo Lucano, sindaco sospeso di Riace, al Cedir. Lucano è stato ascoltato per quasi tre ore dal procuratore aggiunto della DDA di Reggio Calabria, Giuseppe Lombardo come persona informata sui fatti. Nello specifico, in merito al contenuto degli esposti che lo stesso primo cittadino aveva presentato in Procura relativamente alla seconda ispezione disposta dalla Prefettura di Reggio Calabria nel suo comune e la mancata possibilità di visionare la relazione degli ispettori. 

  • CatarticaCare presenta FOCUS LIBIA con la proiezione del documentario Schiavi di riserva di Michelangelo Severgnini

    Catartica Care, realtà artistica attiva su progetti culturali e sociali soprattutto legati al territorio di Reggio Calabria - come ad esempio il Festival Pao Spiti (Go Home) del 2017 sulle attuali migrazioni e sul concetto di ‘casa’ – organizza la proiezione di Schiavi di riserva, documentario di Michelangelo Severgnini, venerdì 2 Novembre 2018 alle ore 19.00 presso la sede dell’associazione culturale Magnolia, in presenza del regista. All’interno della rassegna culturale - Dalle Radici alle ContaminAzioni - sezione CineMagnolia, l’evento si svolge a sostegno di Mimmo Lucano per far ripartire Riace e per portare avanti un dibattito ampio riguardante una situazione di grave instabilità politica in cui versa l’Italia, per contrastare il dilagante razzismo e per discutere sulle problematiche legate ai corridoi umanitari dei migranti schiavi in Libia.

  • Oliverio, Rossi, Lucano e don Massimo insieme per gli ultimi

    Sono contento di ospitare oggi in Cittadella il presidente della Regione Toscana Enrico Rossi, al quale mi lega amicizia, esperienza e militanza politica, il sindaco di Riace Mimmo Lucano e don Massimo Biancalani, protagonisti di un’esperienza d’integrazione che si sta tentato in tutti modi di soffocare”.
    Con queste parole il presidente della Regione Calabria Mario Oliverio ha aperto l’incontro con i giornalisti, coordinata da Filippo Veltri, durante il quale i massimi rappresentanti di due regioni: Calabria e Toscana, il sindaco di un piccolo Comune calabrese (Riace) e un parroco di Vicofaro (Pistoia) hanno raccontato di pratiche di accoglienza e integrazione.

Copyright © 2018 CALABRIAPOST - Trib. RC n. 14/2013
Direttore responsabile: Gianluca Del Gaiso
Associazione "P4C"
via Reggio Modena 22  Rc - CF 92084720801
Redazione Ideocoop a r.l.