:: Evidenza

La Calabria buona diventa un modello da esportare: Piemonte e Giappone celebrano Fattoria della Piana

La Calabria buona diventa un modello da esportare: Piemonte e Giappone celebrano Fattoria della Piana

Il punto Slow Food a Piazza Castello ha ospitato l’evento in cui Carmelo Basile ha presentato l’azienda e il nuovo nato “Pecoritaly” con i presidenti...

La Reggina stende il Bisceglie (1-0), Sandomenico match-winner della partita

La Reggina stende il Bisceglie (1-0), Sandomenico match-winner della partita

Reggio Calabria. Buona la prima degli amaranto davanti al pubblico dell' Oreste Granillo. La Reggina supera il Bisceglie grazie alla rete di Salvatore Sandomenico. Il...

Antonio Pizzimenti su lavori scuola Lombardo Radice di Catona: aule saranno consegnate il 28

Antonio Pizzimenti su lavori scuola Lombardo Radice di Catona: aule saranno consegnate il 28

A seguito delle promesse non mantenute dal Sindaco Falcomatà, rispetto alla consegna della scuola Lombardo Radice di Catona, cittadini e genitori dei bambini iscritti, indignati...

Ripepi: Autorità portuale con Gioia Tauro e Regione dello Stretto. Unica speranza per Reggio e Messina

Ripepi: Autorità portuale con Gioia Tauro e Regione dello Stretto. Unica speranza per Reggio e Messina

Reggio e Messina per sopravvivere e svilupparsi vincendo le sfide del futuro devono stare insieme. Insieme per la vita o per la morte. La regione...

compra calabria

Sei qui: HomeATTUALITA'Santa Pola, comune spagnolo aderente alla Solida accoglierà i migranti della Aquarius

Santa Pola, comune spagnolo aderente alla Solida accoglierà i migranti della Aquarius

Pubblicato in ATTUALITA' Mercoledì, 13 Giugno 2018 13:51

“E’ con grande soddisfazione che saluto il lavoro straordinario che sta facendo la municipalità di Santa Pola per l’accoglienza dei migranti dell’Aquarius”.
E’ con queste parole che Giovanni Maiolo, del coordinamento nazionale della Rete dei Comuni Solidali ( www.comunisolidali.org ), si riferisce alla municipalità spagnola di Santa Pola, uno dei sette comuni europei aderenti al progetto Solida ( www.solidapro.eu ), di cui è capofila il comune di Gioiosa Ionica e dal quale nascerà la Rete Europea dei Comuni Solidali che prenderà il nome di Solida.

Sia il sindaco di Gioiosa, Salvatore Fuda, che Giovanni Maiolo sono stati nei mesi scorsi ospiti del comune di Santa Pola, governato dal Psoe, da Esquerra Unida e da Compromìs, per assistere ad una simulazione di salvataggio di migranti in mare.
Santa Pola, di fronte al caso internazionale della nave Acquarius che trasporta 629 migranti e alla quale il governo italiano ha impedito di attraccare nei nostri porti, ha dato la sua disponibilità a costruire una rete, insieme ai cittadini, alle associazioni, agli imprenditori e ai comuni vicini, per dare ospitalità temporanea alle persone che sbarcheranno a Valencia.
Il 26 giugno Maiolo, insieme alla delegazione di Re.co.sol., a quella del comune di Gioiosa e a quella di Santa Pola andrà in Grecia per un altro appuntamento del progetto Solida.

Rc 13 giugno 2018

Ufficio stampa Re.co.sol.

Letto 96 volte

Articoli correlati (da tag)

  • ReCoSol ricerca personale per le sedi di Gioiosa e Cinquefrondi

    La Rete dei Comuni Solidali ( www.comunisolidali.org ) nell’ambito della gestione dei Progetti di accoglienza-Rete Sprar, attivi nei Comuni di Cinquefrondi e Gioiosa Ionica e destinati a migranti richiedenti asilo e rifugiati seleziona la seguente figura professionale: INSEGNANTE DI ITALIANO PER STRANIERI IN POSSESSO DEI REQUISITI PREVISTI DALLA LEGGE 68/99 e successive modifiche: Sarà considerato requisito preferenziale il possesso della qualifica L2

  • Il progetto di accoglienza di Cinquefrondi sarà intitolato a Mario Congiusta

    Mario Congiusta era esile nel fisico ma allo stesso tempo forte, fortissimo. Ha vissuto per 13 anni lottando senza sosta alla ricerca della giustizia per l’uccisione di suo figlio Gianluca. E’ morto senza giustizia. E’ morto di ingiustizia.
    Adesso qualcuno prova ad oltraggiarne la memoria e ad offenderne la famiglia, una famiglia che ha dovuto subire troppo dolore e che non intendiamo lasciare da sola. Il tumulo di terra che ignoti hanno lasciato davanti alla sede dell’attività di famiglia a un mese dalla morte di Mario dimostra solo la vigliaccheria di chi sa agire nell’ombra.

  • A Messina il campo ReCoSol per la riqualificazione del Parco Giochi di Rodi Milici

    È giunto ormai al secondo giorno il campo di impegno civile organizzato dalla rete dei comuni solidali in collaborazione con il comune di Rodì Milici (Messina).
    Domenica sono arrivati nella cittadina siciliana da Caserta, Catania, Cinquefrondi, Caulonia e Gioiosa i partecipanti e ieri mattina sono cominciati i lavori per riqualificare il parco giochi del paese.
    Insieme alle attività di volontariato non mancano le escursioni pomeridiane alla scoperta del territorio né gli incontri serali di conoscenza e approfondimento.

  • Recosol organizza gratuitamente un corso di arabo a Cinquefrondi

    La Rete dei Comuni Solidali, ente gestore del progetto territoriale Sprar di Cinquefrondi, organizza la prima edizione del “corso di arabo livello base”. Il corso, aperto a tutti e curato dal mediatore dello Sprar Jalal Habach, è gratuito e si terrà ogni venerdì dalle 16,00 alle 18,00 presso la mediateca comunale di Cinquefrondi. Il corso rappresenta un’occasione per favorire e promuovere il dialogo, la diversità culturale e la socializzazione.
    A fine corso, gli studenti che avranno frequentato l’80% delle lezioni riceveranno un attestato di partecipazione.

  • Incendiata l’auto del sindaco di Camini. Il sostegno della Rete dei Comuni Solidali

    Questa notte ignoti criminali hanno dato alle fiamme l’auto del sindaco di Camini, Giuseppe Alfarano. Un sindaco che si sta spendendo molto per la sua comunità, che lavora a stretto contatto col tessuto sociale del paese e che sostiene scelte coraggiose come quella dell’accoglienza dei migranti. Proprio Giuseppe Alfarano ha voluto che Camini aderisse alla Rete dei Comuni Solidali, in nome dei principi che guidano la nostra associazione e l’operato di moltissimi primi cittadini.
    Non possiamo che esprimergli la massima solidarietà, standogli vicino in questo momento difficile ed invitandolo a non farsi intimidire a proseguire il suo lavoro.

Copyright © 2018 CALABRIAPOST - Trib. RC n. 14/2013
Direttore responsabile: Gianluca Del Gaiso
Associazione "P4C"
via Reggio Modena 22  Rc - CF 92084720801
Redazione Ideocoop a r.l.