unci banner

:: Evidenza

La Calabria si riscatta e vince: sorrisi al Trofeo delle Regioni

La Calabria si riscatta e vince: sorrisi al Trofeo delle Regioni

La rappresentativa maschile di Calabria termina la propria corsa al “Trofeo delle Regioni Cesare Rubini 2019” al diciassettesimo posto nazionale. Operazione riscatto riuscita per gli atleti allenati da Checco D’Arrigo ed Euprepio Padula che riescono...

Trofeo delle Regioni: la Calabria in rosa termina l’avventura al diciottesimo posto nazionale

Trofeo delle Regioni: la Calabria in rosa termina l’avventura al diciottesimo posto nazionale

Un’esperienza indimenticabile e meravigliosa. La Calabria in rosa termina al diciottesimo posto nazionale all’interno della kèrmesse del “Trofeo delle Regioni Cesare Rubini 2019”. La selezione allenata dai Coach Armando Russo e Barbara Gemelli cede il...

Due pittori dell’Accademia di belle Arti in mostra a “Fabriano in Acquerello”

Due pittori dell’Accademia di belle Arti in mostra a “Fabriano in Acquerello”

I pittori reggini Alessandro Allegra e Adele Macheda (sez. under 30) saranno presenti con le loro opere dal 25 al 29 aprile c. m. in due mostre all’esposizione internazionale dell’acquerello di Fabriano, la più grande...

Si celebra il 23 aprile la Giornata mondiale del Libro: anche in Calabria come nel resto del Paese è grande fuga dalla lettura

Si celebra il 23 aprile la Giornata mondiale del Libro: anche in Calabria come nel resto del Paese è grande...

Quando ci interroghiamo su cosa possa fare originare lo scatto d’orgoglio che manca oggi a questo nostro Paese, immaginiamo le risposte più varie, le più disparate,tranne una, la più distante dal pensiero dominante: studiare e...

ANPI: appello per rendere più ricca, più bella e “plurale” la “Prima Festa della Liberazione dell’Area dello Stretto”

ANPI: appello per rendere più ricca, più bella e “plurale” la “Prima Festa della Liberazione dell’Area dello Stretto”

Facciamo appello ai cittadini, ai giovani, alle associazioni, ai movimenti, alle chiese, alle organizzazioni sindacali e politiche che condividono i valori della nostra Costituzione, nata dall’antifascismo e dalla Resistenza, a ritrovarci tutti insieme il 25...

compra calabria

Sei qui: HomeATTUALITA'Scuola, Codacons: polemica per il contributo d’iscrizione “volontario”

Scuola, Codacons: polemica per il contributo d’iscrizione “volontario”

Pubblicato in ATTUALITA' Martedì, 12 Febbraio 2019 16:18

Lo scorso 31 gennaio abbiamo ricevuto l’ennesima tassa occulta. Questa è la nuova denuncia del Codacons. Com’è noto la crisi ha colpito, in maniera drammatica, anche le scuole ed i pochi fondi che arrivano non sono sufficienti per far fronte a tutte le esigenze sia degli studenti che del personale scolastico. Così, da qualche anno, si è pensato di ricorrere al “contributo volontario”.
Si tratta di un versamento ulteriore e, soprattutto, “volontario” rispetto alle normali tasse scolastiche e, dopo essere stato deliberato dal consiglio d’istituto, viene richiesto ai genitori in concomitanza con l’iscrizione all’anno scolastico successivo.
L’obiettivo è “finanziare l’ampliamento dell’offerta culturale e formativa”.

In molti istituti però i genitori si vedono chiedere somme che poco hanno a che vedere con un semplice “contributo”.
In Calabria il Codacons parla di somme, addirittura, fino a duecento euro l’anno.
Ma più che l’importo dell’obolo, anche se in alcuni casi è davvero gravoso per i bilanci familiari, ciò che indispettisce il Codacons, è la modalità con cui viene richiesto.
Modalità che hanno fatto infuriare tanti genitori, secondo i quali il contributo sarebbe tutt’altro che volontario.
Questo nuovo balzello finisce per essere abietto proprio perché viene imposto alle famiglie mediante un “ricatto” e alcuni genitori temono che gli alunni che saranno ricompresi negli elenchi dei morosi, finiscano per essere, o sentirsi, in difficoltà.
Se il contributo è davvero volontario, dev’essere rimesso alla determinazione delle famiglie e, magari, proporzionato alle reali possibilità di ciascuno.
Prevedere una “tassazione unica” per tutti, contraddice la norma costituzionale che prevede la gratuità della scuola dell’obbligo.
Non siamo contro il contributo a priori – sostiene Francesco Di Lieto del Codacons – tuttavia pretendiamo che il versamento venga chiesto in maniera corretta, specificando l’assoluta volontarietà del contributo … altrimenti si rischia di confonderlo con una tassa.
E’ inammissibile camuffare una richiesta d’aiuto spacciandola per un obbligo.
Ovviamente i versamenti sono perfettamente legittimi - prosegue Di Lieto - tanto che sono previste finanche detrazioni fiscali legate ai predetti contributi, ma devono essere assolutamente volontari.
Nel rispetto del principio di obbligatorietà e gratuità dell’istruzione.
Se dovessimo ricevere ulteriori segnalazioni circa pressanti richieste rivolte alle famiglie - conclude la nota del Codacons - non esiteremo a denunciare questo malcostume, posto in essere con l’avallo dei Consigli d’Istituto.

Rc 12 febbraio 2019

Letto 118 volte

Articoli correlati (da tag)

  • Benzina, Codacons: stangata di Pasqua da 4mln di euro per i calabresi che si sposteranno in auto

    Brutte notizie per i Calabresi che si sposteranno in auto durante le feste di Pasqua e per i prossimi ponti del 25 aprile e 1 maggio dovranno mettere in conto una stangata complessiva da + 4 milioni di euro per i costi di rifornimento. Lo sostiene il Codacons, che denuncia il forte rialzo dei listini di benzina e gasolio registrato nelle ultime settimane. "Rispetto allo stesso periodo dello scorso anno la Benzina costa oggi il 4,8% in più per la modalità servito, mentre per il Gasolio si registra l'aumento più elevato, con un litro di diesel che costa mediamente il 7% in più rispetto al 2018 in modalità servito.

  • Rottamazione cartelle esattoriali, Codacons chiede una proroga: incredibili code agli sportelli

    Reggio Calabria. "Oramai rimangono solo pochi giorni per poter far pace con il fisco. Il termine ultimo per presentare le domande di rottamazione delle cartelle esattoriali, infatti, scade il prossimo 30 aprile". Il Codacons rende noto di aver ricevuto numerose proteste da parte di Cittadini che, nelle ultime ore, hanno avuto difficoltà nel collegarsi al sito dell'Agenzia delle

  • Brancaleone: Codacons deposita denuncia per l’acqua inquinata

    Il Codacons chiede alla Procura di Reggio Calabria di procedere all'immediato sequestro dell'intera rete idrica che serve il comune di Brancaleone. "Riteniamo doveroso comprendere le cause di una situazione che relega i Cittadini di Brancaleone a vivere in condizioni da terzo mondo" - sostiene Francesco Di Lieto, vicepresidente nazionale del Codacons. "Chiediamo all'Ufficio di Procura di porre sotto sequestro sia i pozzi che i serbatoi Le Rocchette e Sperlongara nonché la fontana pubblica posta nel piazzale antistante la stazione ferroviaria".

  • Codacons lancia ricorso collettivo a tutela degli esclusi dal concorso per dirigenti scolastici

    Il Codacons lancia in Calabria un ricorso collettivo al Tar del Lazio a tutela di tutti i docenti della regione che sono risultati esclusi dal concorso nazionale per il reclutamento di dirigenti scolastici. Alla base dell'iniziativa legale una serie di irregolarità durante lo svolgimento delle prove che hanno di fatto danneggiato i partecipanti. La prova scritta, contrariamente a quanto previsto dal bando, non è stata infatti unica a livello nazionale, con evidente disparità di trattamento ai danni di quanti hanno svolto prima le prove scritte. Decisioni disomogenee sul territorio nazionale in merito poi alla possibilità di consultazione dei testi di legge: in alcune regioni gli U.S.R. hanno dato indicazioni precise in merito alla consultazione dei testi di leggi, mentre in altre regioni sono state riscontrate condotte improntate alla libera iniziativa degli addetti alla vigilanza.

  • Codacons: Subito telecamere in scuole e case di riposo. Una petizione per approvare la legge anti-violenza

    Video sorveglianza sì, video sorveglianza no. E mentre una proposta di legge si trova tristemente impantanata in parlamento, dalle scuole e dalle case di riposo continuano a giungere notizie inquietanti. Non è possibile restare insensibili dinnanzi ad un impressionante ripetersi di casi - si legge in una nota del Codacons - dove i protagonisti sono bambini picchiati o vittime di episodi di bullismo o, ancora, anziani umiliati e maltrattati. Per tutelare i soggetti più deboli sono necessari, non soltanto controlli più pressanti, ma anche un sistema di video sorveglianza dei luoghi, capace di accertare e, quindi, scoraggiare comportamenti disumani che ogni giorno campeggiano sulle pagine di cronaca.

Copyright © 2018 CALABRIAPOST - Trib. RC n. 14/2013
Direttore responsabile: Gianluca Del Gaiso
Associazione "P4C"
via Reggio Modena 22  Rc - CF 92084720801
Redazione Ideocoop a r.l.