unci banner

:: Evidenza

Giunta regionale ricorre contro proroga Cdm commissariamento sanità

Giunta regionale ricorre contro proroga Cdm commissariamento sanità

La Giunta regionale della Calabria si è riunita oggi pomeriggio a Catanzaro, presideuta dal Presidente della Regione Mario Oliverio, con l'assistenza del Segretario generale della Giunta Ennio Apicella e del dirigente del Settore Francesca Palumbo....

Celebrata a Reggio Calabria la Madonna di Loreto, patrona dell'Aeronautica

Celebrata a Reggio Calabria la Madonna di Loreto, patrona dell'Aeronautica

Reggio Calabria. Nella ricorrenza dedicata alla Madonna di Loreto, patrona degli aviatori, le sezioni calabresi dell'Associazione Arma Aeronautica, come da tradizione, hanno deposto questa mattina, una corona di fiori ai piedi dell'Effige, collocata nella Piazza...

Taurianova. Il Festival del Torrone si afferma con grande successo

Taurianova. Il Festival del Torrone si afferma con grande successo

Reggio Calabria. Una perla gastronomica dal valore unico, così è stato definito il Torrone artigianale di Taurianova, protagonista di una tre giorni che ha conquistato un ampio pubblico. La terza edizione del Festival del Torrone...

Reggio Calabria. Gli studenti del "Piria" volano a Bruxelles

Reggio Calabria. Gli studenti del "Piria" volano a Bruxelles

Reggio Calabria.“La scuola entra nel Parlamento europeo”. È questo il titolo dell’incontro che ha visto come protagonisti assoluti otto alunni dell’Ite Piria di Reggio Calabria dal 2 al 5dicembre scorso. Si tratta di Maria Elisa...

compra calabria

Sei qui: HomeATTUALITA'Stabilizzazione Lsu-Lpu, a Bova sit-in di protesta nella sala del consiglio

Stabilizzazione Lsu-Lpu, a Bova sit-in di protesta nella sala del consiglio

Pubblicato in ATTUALITA' Venerdì, 07 Dicembre 2018 16:23

A preso ufficialmente il via stamattina il sit-in dio protesta dei lavoratori Lsu - Lpu del Comune di Bova, in stato di agitazione in vista della manifestazione indetta dalle sigle sindacali per mercoledì dodici dicembre prossimo a Roma per protestare contro la scelta del Governo in materia di tagli ai fondi destinati alla prosecuzione dei progetti per l’anno 2019. “Da stamattina - si legge in una nota inviata dai lavoratori del comune aspromontano - e fino a mercoledì prossimo, data della manifestazione di protesta cui prenderemo parte, siamo riuniti ufficialmente in assemblea occupando simbolicamente la sala del consiglio comunale in segno di protesta verso il Governo che di fatto, non prevedendo nella prossima manovra finanziaria la dovuta copertura per la prosecuzione dei progetti, sancisce un duplice danno,

pregiudicando da un lato il comparto occupazionale, con circa 4.500 precari che si vedranno di fatto esautorati dalle proprie mansioni, configurando d’altro canto un danno agli enti che nella maggior parte dei casi vedranno una progressiva paralisi dei servizi essenziali da garantire alla collettività. Già da oggi - prosegue la nota – nostro malgrado, consapevoli dei conseguenti disagi, incrociando le braccia in segno di protesta abbiamo di fatto sospeso alcuni servizi fondamentali tra cui il servizio Scuolabus, quello della raccolta rifiuti, il servizio idrico ed i servizi esterni più in generale. Al centro della protesta che vedrà il suo culmine nell’incontro romano della prossima settimana ci sarebbe dunque il mancato accoglimento da parte della Commissione bilancio della Camera dell’emendamento attraverso cui si chiedeva l’avvio e la conclusione del percorso di stabilizzazione dei precari attraverso un investimento di circa cinquanta milioni di euro, prevedendo inoltre l’attivazione della mobilità tra enti e lo sblocco del turnover nella pubblica amministrazione. Ad oggi - conclude la nota - pur rimanendo fiduciosi rispetto ad una positiva risoluzione della problematica, tocca costatare come ancora una volta, a distanza di più di vent’anni dall’inizio di una vicenda che col passare del tempo assume i connotati della telenovela, non si riesca nelle sedi opportune a mettervi la parola fine, segnando un punto decisivo in termini di efficienza amministrativa ed ancor più in termini di tutela di diritti, quelli dei lavoratori e quelli dei cittadini che chiedono la garanzia dei servizi per i quali pagano regolarmente le tasse”.         

Bova 7 dicembre 2018

Letto 58 volte

Articoli correlati (da tag)

  • Sbarra (CISL): da sottosegretario Durigon rassicurazioni su Lsu-Lpu

    “Pieno sostegno e solidarietà ai precari ex Lsu-Lpu mobilitati in queste ore in Calabria per difendere la propria dignità e il proprio posto di lavoro. Proprio in queste ultime ore la Cisl ha ottenuto rassicurazioni da parte del sottosegretario al Ministero del Lavoro, Claudio Durigon, che si è impegnato a nome dell’Esecutivo a recuperare, nel corso dell’iter parlamentare della Legge di Bilancio, le risorse necessarie a dare garanzie occupazionali alle quasi 5mila persone coinvolte. Noi non molleremo di certo”.
    Lo afferma in una nota Luigi Sbarra, segretario generale aggiunto della Cisl.

  • Oliverio: "Per Lsu-Lpu chiesto al ministro Lezzi impegno formale per affrontare il problema"

    “Stamattina io ho sentito il ministro Lezzi che è qui in Calabria per un viaggio che aveva già programmato prima, e le ho spiegato la situazione. So che dopo ha incontrato i segretari generali delle organizzazioni sindacali Cgil, Cisl e Uil, e hanno confermato la stessa cosa. Il ministro ha dichiarato la disponibilità ad affrontare il problema; le ho chiesto un atto formale con il quale ci rassicuri”. E’ quanto ha affermato il presidente della Regione Mario Oliverio che si è recato stamane nuovamente a Lamezia dove sono i lavoratori LSU-LPU che da stamane stanno manifestando presso la stazione centrale con le organizzazioni sindacali Cgil, Cisl, Uil, riprendendo la mobilitazione avviata ieri.

  • Lsu-Lpu, Oliverio scrive al Presidente del Consiglio Conte

    Di seguito, la lettera che il presidente della Regione Mario Oliverio ha inviato al presidente del Consiglio dei Ministri Giuseppe Conte in merito alla situazione dei lavoratori Lsu-Lpu che stamane hanno manifestato a Lamezia con le organizzazioni sindacali Cgil, Cisl, Uil.

  • Oliverio a Lamezia alla manifestazione Lsu-Lpu

    “Sono qui, insieme all’assessore Robbe, per esprimere il sostegno della regione ai lavoratori che stanno chiedendo con le organizzazioni sindacali di vedere riconosciuto un loro diritto. Sono quattro anni che finalmente è stato avviato il processo di contrattualizzazione e non si capisce perché si dovrebbe tornare dietro in una condizione che interessa migliaia di famiglie e per i servizi”.
    E’ quanto ha dichiarato il presidente della Regione Mario Oliverio che stamane ha partecipato alla manifestazione indetta dai sindacati Cgil, Cisl e Uil a Lamezia Terme in ordine alla situazione degli Lsu-Lpu che hanno manifestato, presenti anche moltissimi sindaci, all’interno della stazione della città.

  • Greco (OP): questione ex lsu-lpu: pieno sostegno a lavoratori e sindacati

    La notizia che alla Camera rischia di non passare l’emendamento proposto da tre parlamentari calabresi circa lo stanziamento, nella legge di bilancio, delle risorse necessarie per garantire continuità di lavoro e retribuzione ai 4.500 lavoratori che attendono con motivata ansia, deve preoccupare non poco. Se l’emendamento non dovesse passare, 4.500 famiglie al 31 dicembre si troveranno senza la copertura di un reddito finora garantito e nessuna assicurazione viene data in proposito.
    Evidentemente chi guida il Paese non coglie la gravità della situazione che si verrà a creare lasciando a Mario Oliverio e al Governo regionale da lui guidato l’onere di fronteggiare in completa solitudine la nuova emergenza e il danno sociale.

Copyright © 2018 CALABRIAPOST - Trib. RC n. 14/2013
Direttore responsabile: Gianluca Del Gaiso
Associazione "P4C"
via Reggio Modena 22  Rc - CF 92084720801
Redazione Ideocoop a r.l.