unci banner

:: Evidenza

Reggio Calabria. Sul palco del teatro "Cilea" il 10° Memorial Mino Reitano

Reggio Calabria. Sul palco del teatro "Cilea" il 10° Memorial Mino Reitano

Reggio Calabria. La decima edizione del Memorial Mino Reitano è sempre più imminente. L'atteso spettacolo promosso dall'Associazione Musicale e Culturale "La Vita è così" in collaborazione con l'Associazione "Amici di Mino Reitano Onlus" è in...

LegaPro. La Reggina 1914 cede al Rende i giocatori Zivkov e Bonetto

LegaPro. La Reggina 1914 cede al Rende i giocatori Zivkov e Bonetto

Reggio Calabria. La Reggina comunica di aver ceduto al Rende i calciatori Petar Zivkov e Mattia Bonetto. Il difensore austriaco si trasferisce a titolo temporaneo fino al termine della stagione mentre il centrocampista scuola Inter...

Reggio Calabria. "Giorno della Memoria": venerdì 25 gennaio cerimonia in Prefettura

Reggio Calabria. "Giorno della Memoria": venerdì 25 gennaio cerimonia in Prefettura

Reggio Calabria. In occasione della ricorrenza del "Giorno della Memoria" istituito con la legge 20 luglio 2000, n.211, il 25 gennaio prossimo, con inizio alle ore 10, presso il Palazzo del Governo, si svolgerà una...

Martedì 29 gennaio la presentazione del singolo dei Mattanza: "Luna Turca"

Martedì 29 gennaio la presentazione del singolo dei Mattanza: "Luna Turca"

È stato rilasciato poco meno di un mese fa il singolo Luna turca dei Mattanza, storico gruppo reggino di world music. Il brano, scritto da Mario Lo Cascio e che Mimmo Martino ha fortemente voluto...

Reggio Calabria. AVR: dal 22 al 24 gennaio possibili rallentamenti raccolta differenziata

Reggio Calabria. AVR: dal 22 al 24 gennaio possibili rallentamenti raccolta differenziata

Reggio Calabria. L'Avr informa la città che "in virtù dello stato di agitazione dei dipendenti di AVR S.p.A., indetto per l'intero turno di lavoro di tutti i dipendenti nell'arco delle 48 ore dalle ore 5,01...

compra calabria

Sei qui: HomeCALABRIA IGNOTACentodieci anni dopo il Terremoto di Reggio e Messina: arrivano i primi soccorsi

Centodieci anni dopo il Terremoto di Reggio e Messina: arrivano i primi soccorsi

Pubblicato in CalabriaIgnota Giovedì, 13 Dicembre 2018 20:53
Centodieci anni dopo il Terremoto di Reggio e Messina: arrivano i primi soccorsi foto dall'archivio di Domenico Notaro

La portata della devastazione provocata dal sisma si fece chiara alle popolazioni di Reggio e Messina con il passare delle ore e l’arrivo del giorno. Ma l’area restava isolata, ancora nessuno sapeva se non di un generico terremoto. L’allarme partì solo nel pomeriggio del 28 dicembre 1908 da Marina di Nicotera. La torpediniera Spica della Regia Marina, al mattino ancora a Messina riuscì a farsi un varco tra i rottami del porto e prendere il mare. La Spica guidata dal tenete di vascello A. Belleni riuscì così a raggiungere Nicotera e mandare un dispaccio telegrafico alle 17:25. Il messaggio a causa delle linee comunque danneggiate dalla scossa arrivò solo diverse ore più tardi a Roma. Era notte quando venne convocato d’urgenza il Consigli dei Ministri dal presidente Giovanni Giolitti. Esercito e Marina muovevano finalmente verso lo Stretto. Furono i russi ad arrivare per primi e soccorrere la popolazione messinese all’alba del 29 dicembre 1908. Seguirono le navi da guerra inglesi e solo il 30 quelle italiane. Con loro il Re e la Regina (fine seconda parte)

Reggio Calabria 13 dicembre 2018

Letto 170 volte

Articoli correlati (da tag)

  • Anassilaos: le baracche tra i pochi resti post Terremoto ancora esistenti

    Le manifestazioni commemorative del 110° anniversario della catastrofe sismica del 1908 possono offrire l’occasione e l’opportunità di conservare e tutelare – accanto ai pochi edifici che hanno resistito alla furia del sisma e di cui sarebbe opportuna una completa catalogazione – anche le ultime baracche esistenti nella nostra città quale memoria e monito, al presente, di una catastrofe da cui Reggio Calabria è rinata sia pure con notevoli sforzi e ritardi. Lo sostiene Giuseppe Diaco, cultore di storia, collezionista, responsabile dell’Associazione Culturale Anassilaos e promotore della mostra dedicata al terremoto del 28 dicembre tuttora in corso presso la Villetta De Nava della Biblioteca Civica

  • Giovedì 17 gennaio in Biblioteca l'incontro dell'Anassilaos: "La Chiesa reggina e il Terremoto del 28 dicembre"

    Si terrà giovedì 17 gennaio alle ore 16,45 presso la Villetta De Nava il terzo degli incontri dedicati alla commemorazione del sisma del 28 dicembre promossi dal Comune di Reggio Calabria, dall’Associazione Culturale Anassilaos e dalla Biblioteca De Nava con l’adesione dell’Associazione Amici del Museo e il patrocinio della Deputazione di Storia Patria per la Calabria. Al centro della conversazione di Mons. Antonino Denisi, Decano del Capitolo Metropolitano, storico e componente della Deputazione di Storia Patria per la Calabria, “La Chiesa reggina e la catastrofe del 28 dicembre”.

  • Alla Biblioteca De Nava il primo degli incontri Anassilaos dedicati alla ricostruzione post Terremoto 1908

    Alla Biblioteca De Nava il primo degli incontri di gennaio 2019 dedicati dall'associazione culturale Anassilaos alla ricostruzione della città dopo il Terremoto del 1908. Il professor Franco Arillotta relatore dell'appuntamento ha evidenziato quanto la ricostruzione sia stata una occasione mancata per la città che ancora una volta vedeva i suoi reperti, la sua storia, sommersa dalle macerie

  • Alla Biblioteca gli incontri dell'Anassilaos dedicati ai 110 anni dal Terremoto del 1908

    Nell’ambito della mostra documentale di Giuseppe Diaco dedicata al ricordo del 110° anniversario della catastrofe sismica del 28 dicembre 1908, in corso presso la Biblioteca Comunale di Reggio Calabria fino al 27 febbraio prossimo, l’Associazione Culturale Anassilaos, congiuntamente con la stessa Biblioteca, e con la partecipazione dell’Associazione Amici del Museo realizzerà presso la Villetta De Nava della stessa Biblioteca - con il Patrocinio del Comune di Reggio Calabria e della Deputazione di Storia Patria per la Calabria - quattro incontri di approfondimento dedicati alle conseguenze del sisma.

  • Il Terremoto di Messina e Reggio Calabria del 1908: i soccorritori scavano fra le rovine

    Il Terremoto di Messina e Reggio Calabria del 1908 - Testo: Vito La Colla (Capitolo XI) I SOCCORRITORI SCAVANO FRA LE ROVINE
    Il re rimase in Sicilia e in Calabria fino al 3 gennaio, segno del suo interessamento a che tutto scorresse nel migliore dei modi. Visitò tutti i centri, anche i più piccoli, e con la sua presenza rianimò non poco la popolazione, e impresse forza e velocità nelle opere di salvataggio e di ordine pubblico.

Copyright © 2018 CALABRIAPOST - Trib. RC n. 14/2013
Direttore responsabile: Gianluca Del Gaiso
Associazione "P4C"
via Reggio Modena 22  Rc - CF 92084720801
Redazione Ideocoop a r.l.