unci banner

:: NEWS

Maltrattava e perseguitava l’ex compagna, arrestato dalla Polizia di Stato

Maltrattava e perseguitava l’ex compagna, arrestato dalla Polizia di Stato

La Sezione “Reati contro la persona, in danno di minori e sessuali” della locale Squadra Mobile, in esito a delicatissime indagini coordinate dalla Procura della Repubblica di Reggio Calabria, diretta...

Giornata mondiale dell'Alzheimer: si illumina il Castello Aragonese

Giornata mondiale dell'Alzheimer: si illumina il Castello Aragonese

In occasione della XXVI Giornata Mondiale dell'Alzheimer, il Castello Aragonese di Reggio Calabria resterà illuminato a colori dal 20 al 23 settembre. L'iniziativa, fortemente voluta dall'assessore alle politiche sociali del...

Undici milioni destinati all'edilizia residenziale pubblica, la proposta passa in Commissione Bilancio

Undici milioni destinati all'edilizia residenziale pubblica, la proposta passa in Commissione Bilancio

Più di 11 milioni di euro del Decreto Reggio saranno destinati al settore dell'edilizia residenziale pubblica per l’ampliamento del patrimonio di alloggi comunali destinati dall’Amministrazione alle famiglie più bisognose. La...

Giornate Europee del Patrimonio: gli appuntamenti in città

Giornate Europee del Patrimonio: gli appuntamenti in città

L’assessorato alla Valorizzazione del Patrimonio Culturale guidato da Irene Calabrò comunica le iniziative del Comune di Reggio Calabria in occasione delle Giornate europee del Patrimonio che si terranno il prossimo...

compra calabria

Sei qui: HomeCalabria Ignota#CityTrekking all'Arena del Lungomare

#CityTrekking all'Arena del Lungomare

Pubblicato in CalabriaIgnota Venerdì, 26 Gennaio 2018 08:39

La statua in bronzo al centro dell'Arena sul lungomare cittadino raffigura la dea Atena combattente. Il Cippo venne inaugurato nel 1932 e originariamente la statua era rivolta verso il mare a difesa della città. Fu il Sindaco Italo Falcomatà a volerla girare al termine del restauro (2001) perchè, "i nemici" diceva, sono dentro Reggio

Rc 26 gennaio 2018

Letto 332 volte

Articoli correlati (da tag)

  • I "manufatti lapidei" erano due, il secondo forse ancora alla sinistra di Athena a un pelo d'acqua

    Dopo diciassette anni a due metri dalla riva sott’acqua, uno dei due “manufatti lapidei” che adornavano l’accesso al pontile di Athena, è riuscito complice le mareggiate a tornare a riva. L’altro, se la teoria è giusta, attende di essere recuperato coperto di alghe alla sinistra di Athena e un pelo d’acqua dalla riva, bloccato tra gli scogli. Le foto dell’archivio storico del signor Francesco Capalbo (quelle laterali sono tratte dalla pagina FB Soprintendenza ABAP per la città di Reggio Calabria e Vibo Valentia), contattato dalla redazione di CalabriaPost, sembrano gettare una luce netta sul ritrovamento dei giorni scorsi sul lungomare reggino e che ha visto impegnato personale

  • Uno scatto dai ricordi: l'Arena dello Stretto

    Uno sguardo nella città che era e che è oggi. Istantanee che raccontano un cambiamento, un mutamento, altre volte luoghi che sembrano invece non essere stati affatto scalfiti dal tempo. Ad aprire questo spazio a cura del fotografo Domenico Notaro, le immagini dell’Arena, un tempo posta in posizione opposta a quella attuale. 

  • #City Trekking nella piazzetta Federico Genoese
    La statua di Federico Genoese nell’omonima piazzetta sotto il Duomo, è opera di Rocco Larussa, scultore di Villa San Giovanni. Federico Genoese, nacque nel 1805 da una delle famiglie più nobili e in vista della città. Noto per il suo impegno anti borbone venne condannato a morte ma liberato. Noto come “benefattore”, a lui si devono tante opere pubbliche: un asilo,  la scuola, l’acquedotto. Nel suo testamento infatti lasciò i soldi necessari perchè venissero realizzati per la città
  • #City Trekking alla fontana luminosa
    Chiamata anche “La luminosa” la fontana del lungomare in corrispondenza di via Giudecca venne eretta nel 1936 su progetto dell’ingegnere Camillo Autore. Inizialmente pensata a corredo del Monumento ai Caduti trovò invece una collocazione autonoma. Sulla colonna al bordo della vasca
    è raffigurato un Tedoforo (colui che porta la Fiamma Olimpica)
  • #City Trekking alla tomba di via Tripepi
    La tomba di via Tripepi fu scoperta nel luglio del 1957 durante alcuni lavori stradali. E’ un sepolcro a camera con volta a botte, costruito in mattoni e un sottile strato di malta. Nello scavo furono ritrovati anche alcuni unguentari e altri elementi di corredo. Non è chiaro se si trattasse
    di un sepolcro isolato o facente parte di una necropoli

Copyright © 2018 CALABRIAPOST - Trib. RC n. 14/2013
Direttore responsabile: Gianluca Del Gaiso
Associazione "P4C"
via Reggio Modena 22  Rc - CF 92084720801
Redazione Ideocoop a r.l.