:: Evidenza

La Calabria buona diventa un modello da esportare: Piemonte e Giappone celebrano Fattoria della Piana

La Calabria buona diventa un modello da esportare: Piemonte e Giappone celebrano Fattoria della Piana

Il punto Slow Food a Piazza Castello ha ospitato l’evento in cui Carmelo Basile ha presentato l’azienda e il nuovo nato “Pecoritaly” con i presidenti...

La Reggina stende il Bisceglie (1-0), Sandomenico match-winner della partita

La Reggina stende il Bisceglie (1-0), Sandomenico match-winner della partita

Reggio Calabria. Buona la prima degli amaranto davanti al pubblico dell' Oreste Granillo. La Reggina supera il Bisceglie grazie alla rete di Salvatore Sandomenico. Il...

Antonio Pizzimenti su lavori scuola Lombardo Radice di Catona: aule saranno consegnate il 28

Antonio Pizzimenti su lavori scuola Lombardo Radice di Catona: aule saranno consegnate il 28

A seguito delle promesse non mantenute dal Sindaco Falcomatà, rispetto alla consegna della scuola Lombardo Radice di Catona, cittadini e genitori dei bambini iscritti, indignati...

Ripepi: Autorità portuale con Gioia Tauro e Regione dello Stretto. Unica speranza per Reggio e Messina

Ripepi: Autorità portuale con Gioia Tauro e Regione dello Stretto. Unica speranza per Reggio e Messina

Reggio e Messina per sopravvivere e svilupparsi vincendo le sfide del futuro devono stare insieme. Insieme per la vita o per la morte. La regione...

compra calabria

Sei qui: HomeCALABRIA IGNOTALa Chiesa di San Giorgio al Corso, dedicata al patrono della Città

La Chiesa di San Giorgio al Corso, dedicata al patrono della Città

Pubblicato in CalabriaIgnota Venerdì, 17 Agosto 2018 13:10

Parliamo ancora di un edificio sacro, dedicato al patrono di Reggio Calabria chee sorge proprio al centro del salotto cittadino: la chiesa di San Giorgio al Corso. Eretta a parrocchia a fine Cinquecento, venne distrutta completamente dal terremoto del 1908, fu ricostruita seguendo il progetto dell'architetto Camillo Autore e venne inaugurata il 26 maggio 1935. San Giorgio al Corso venne originariamente eretta a parrocchia il 12 ottobre 1596 da monsignor Annibale D'Afflitto (arcivescovo di Reggio Calabria dal 1593 al 1638). In occasione degli 80 anni dalla ricostruzione della Chiesa, lo studioso e storico professor Francesco Arillotta ha precisato che la parrocchia era stata fondata molto tempo prima e che in origine occupava il sito ove oggi insiste il Genio Civile.

L'attuale edificio, inaugurato il 25 maggio 1935 alla presenza del Principe Umberto di Savoia, delle famiglie nobili e notabili reggine, si presenta in forme semplici e imponenti con facciata di stile classico dominata da un portale monumentale sormontato da una grande vetrata dove è raffigurato San Giorgio mentre uccide il drago. Nel portale e ai suoi lati si trovano dei bassorilievi rappresentanti scene del primo conflitto mondiale con su impresse le località delle battaglie. La chiesa ha una pianta a croce latina e una sola navata con quattro cappelle per lato, tra cui quella del Crocefisso concepita come cappella dedicata ai Caduti. Da evidenziare è il catino dell'abside decorato a mosaico. La parte alta della struttura religiosa è costituita da volte a botte, interrotte da archi, posti anche ai quattro lati del Santuario, in corrispondenza dei pilastri, mentre l'Abside, raccolta da un arco trionfale sulla fronte, è stata coperta con una volta sferica a base semicircolare. Lo stesso motivo degli archi limita, sui quattro lati, il Santuario. Il pavimento ed il rivestimento delle pareti della chiesa è caratterizzato da lastre di marmo grigio di Billiemi, decorato con pietra chiara di Trani, presente anche nella parte centrale del Santuario, intagliata in una croce che è indirizzata verso l'altare maggiore.

Ai lati della navata le moderne statue di San Giuseppe col Bambino, dell'Immacolata e del Beato Giovanni; la statua di Sant'Anna e la Madonna Bambina; il busto di San Giorgio ed un dipinto di scuola ottocentesca raffigurante la Madonna del Rosario e i Santi. Nella piazza prospiciente la chiesa era collocata la statua raffigurante l'Angelo Tutelare, scultura risalente al 1637 che rappresenta San Michele Arcangelo, in origine posta a protezione della città a poca distanza dalla Porta della Dogana e oggi ospitata nel cantiere aperto di Palazzo San Giorgio. A lato della chiesa si trovano i resti archeologici di una struttura religiosa della Reggio medievale.

Nel 1968 venne trasferito nella chiesa di San Giorgio al Corso l'organo a canne costruito nel 1930 dalla ditta Balbiani per la cattedrale e, nella nuova destinazione, collocato sulle due cantorie ai lati della cupola. L'origine dell'antichissimo culto reggino a San Giorgio risale agli inizi dell'XI secolo ed è legato all'episodio che portò Reggio ad infliggere una sconfitta ai saraceni che insidiavano le coste calabresi. Proprio a questo periodo corrisponde del resto la devozione della città a Giorgio, il "cavaliere dei santi, santo dei cavalieri", di cui canta il Carducci nell'ammirare la statua di Donatello: Grazie a Monsignor Antonio Maria De Lorenzo Arcivescovo, che documenta l'antichissima tradizione della città di Reggio nel culto verso il suo patrono San Giorgio, sappiamo infatti che al santo furono dedicate molte chiese della città. In particolare nell'attuale Chiesa di San Giorgio al Corso con un solenne atto ai piedi dell'altare del santo patrono si chiudevano ogni anno le elezioni municipali.

Pubblicate le liste elettorali al palazzo di città, venivano poi sorteggiati i consiglieri. Quindi tra questi si decidevano sei nomi che venivano chiusi dentro palline di argento e messi in borsette separate secondo i ceti, che a loro volta erano poste sull'altare di San Giorgio. L'ultimo giorno dell'elezione, dopo la messa dello Spirito Santo, avveniva per mano di un bambino l'estrazione dei tre sindaci che avrebbero governato per un anno il comune.

Rc 17 agosto 2018

Letto 181 volte

Articoli correlati (da tag)

  • Al Cilea sessione di prove per l'OdA con Gennaro Calabrese e Marco Cavallaro

    Gennaro Calabrese e Marco Cavallaro ieri insieme al teatro Francesco Cilea per la sessione di prove dedicata allo spettacolo dell’Officina dell’Arte: “Se stiamo insieme ci sarà un perché”. Una storia di palcoscenico e amicizia in cui non mancheranno tante risate. Qualche anticipazione….

  • Gli appuntamenti di oggi in città 22 settembre 2018

    Gli appuntamenti di oggi in città: -alle ore 9,30 -Biciclettata alla scoperta del patrimonio culturale. Un itinerario urbano a piedi o in bicicletta alla scoperta del patrimonio culturale della Città di Reggio Calabria in compagnia degli esperti del servizio valorizzazione patrimonio culturale del comune di Reggio Calabria. Mappa itinerario urbano: Museo di Reggio Calabria PARTENZA ore 9:30, Mura Greche, Terme Romane, Duomo, Castello Aragonese, Pinacoteca Civica, Piazza Italia ARRIVO previsto per le ore 11:30
    -Conferenza Stampa dal titolo: “Gioia Tauro fuori dall’Autorità portuale dello stretto: colpo mortale per la nostra città” organizzata dal Consigliere Comunale Massimo Ripepi, che si terrà presso il Porto di Reggio Calabria, Porto Turistico, accanto la Capitaneria di porto, domani alle ore 10,30

  • La Reggina con il Bisceglie alla caccia della prima vittoria. I cambi di Cevoli dopo la figuraccia di Trapani

    Prima importante verifica per la Reggina che debutta al Granillo nel suo terzo campionato consecutivo di serie C a seguito della ripartenza tra i dilettanti. Gli amaranto, dopo l’eliminazione dalla coppa Italia e soprattutto la brutta figura nell’esordio di Trapani, ospiteranno il Bisceglie che appena quindici giorni fa non aveva ancora il numero di calciatori sufficienti per poter affrontare il campionato. La società pugliese aveva deciso di disimpegnarsi cedendo il titolo al Bari appena fallito ma la pressione della piazza ha costretto ad un repentino dietro-front i dirigenti chiamati a formare un organico raffazzonato rimanendo le volontà di mollare.

  • “Cambia e vai”: il bike sharing a Reggio

    di Tatiana Muraca - Nel segno della mobilità sostenibile, si stanno tenendo in questi giorni a Reggio Calabria vari appuntamenti che seguono un solo slogan: "Cambia e vai". Il programma della Settimana Europea della Mobilità Sostenibile ha previsto questo pomeriggio, presso L'Urban Center, l'iniziativa "Reggio Calabria verso la multimodalità", tesa a presentare il sevizio di bike sharing.
    La città verrà fornita di 130 biciclette di cui 80 tradizionali e 50 a pedalata assistita, disponibili presso 10 stazioni tradizionali per un totale di 200 stalli, e 8 virtuali nelle sedi degli istituti scolastici e universitari che dispongono di spazi idonei al parcheggio e al presidio delle bici.

  • Fatta luce sul delitto dell'allevatore nelle campagne di Seminara

    Nella mattinata odierna i Carabinieri del Comando Provinciale di Reggio Calabria hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di applicazione di misura cautelare emessa dal G.I.P. presso il Tribunale di Reggio Calabria, dott. Filippo Aragona, su richiesta della Direzione Distrettuale Antimafia diretta dal Procuratore della Repubblica Giovanni Bombardieri, nei confronti di 3 persone, ritenute a vario titolo responsabili dei reati di omicidio in concorso, estorsione, detenzione e porto illegale in luogo pubblico di armi comuni da sparo, con l’aggravante di aver commesso i fatti con modalità mafiose e per agevolare le attività della cosca di appartenenza. I destinatari della misura sono:

Copyright © 2018 CALABRIAPOST - Trib. RC n. 14/2013
Direttore responsabile: Gianluca Del Gaiso
Associazione "P4C"
via Reggio Modena 22  Rc - CF 92084720801
Redazione Ideocoop a r.l.