unci banner

:: Evidenza

Pellaro, recuperata una tartaruga gravemente ferita. Le prime cure al Centro di Brancaleone

Pellaro, recuperata una tartaruga gravemente ferita. Le prime cure al Centro di Brancaleone

Reggio Calabria. Tutti i media parlano dell'ormai conclamato "allarme ambientale", e le immagini che vediamo in tv e nei giornali non lasciano alcun dubbio alla drammatica situazione in atto. Ma averne a che fare con...

Reggio Calabria. Al liceo "Campanella" le lezioni di difesa personale del Sensei Cuzzocrea

Reggio Calabria. Al liceo "Campanella" le lezioni di difesa personale del Sensei Cuzzocrea

Reggio Calabria. In occasione della settimana autogestita presso gli Istituti scolastici superiori, si è conclusa la lezione di difesa personale al Liceo Classico "T. Campanella" di Reggio Calabria, organizzata dall’alunna di V° D Serena Martino...

Da FSC 80 milioni per strade del Sud. Falcomatà: “Comuni più coinvolti in scelte investimento”

Da FSC 80 milioni per strade del Sud. Falcomatà: “Comuni più coinvolti in scelte investimento”

80 milioni di euro per il varo del “Piano straordinario di messa in sicurezza delle strade” nei piccoli Comuni delle aree interne del Mezzogiorno. E risorse per 21 milioni da destinare al “Piano straordinario asili...

Processo "Miramare": chiesti 10 mesi di reclusione per l’ex assessore Marcianò

Processo "Miramare": chiesti 10 mesi di reclusione per l’ex assessore Marcianò

Reggio Calabria. Dieci mesi di reclusione è la richiesta che Walter Ignazzitto, sostituto procuratore di Reggio Calabria, ha chiesto oggi per Angela Marcianò, ex assessore ai Lavori pubblici del Comune, nell’ambito dell’udienza per il processo...

Caulonia, ritrovata la statua di Sant'Ilarione Abate

Caulonia, ritrovata la statua di Sant'Ilarione Abate

Nell’ottobre dello scorso anno, la comunità caulonese veniva a conoscenza del furto della Statuetta in legno, dipinta a mano, raffigurante S. Ilarione Abate, risalente al periodo compreso tra fine del 1700 e gli inizi del...

compra calabria

Sei qui: HomeCALABRIA IGNOTALa Prefettura: il primo edificio anti-sismico della ricostruzione Zani

La Prefettura: il primo edificio anti-sismico della ricostruzione Zani

Pubblicato in CalabriaIgnota Sabato, 26 Maggio 2018 16:14

Inauguriamo con l’elegante Palazzo del Governo una serie di articoli dedicati ad edifici, realizzati dall’architetto sanmarinese Gino Zani figura importante per la ricostruzione di Reggio…ma facciamo prima un passo indietro:
E’ nel 1912 che iniziarono i lavori per la realizzazione dell’attuale Prefettura. Gli scavi riportarono alla luce nei diversi strati (così come per l’antistante Piazza Italia) la storia della città. Sotto le tombe delle monache del Convento di Sales che occupava l’area nell’Ottocento, apparvero le mura di un grande impianto termale di età imperiale. Tre vani (con parete semicircolare) ricadevano nella pianta dell’attuale edificio estendendosi da palazzo Guarna all’ex hotel Miramare.

Reggio infatti anticamente era una città ricca d’acqua e rappresentata come un giardino rigoglioso. Tra i fiumiciattoli che la percorrevano da monte e mare, accanto a quella “magnesiaca” delle Tre Fontane, ve ne era una ricca di zolfo, che come le altre finiva nelle terme del lungomare. Furono però gli stessi romani a chiudere il corso di questa “troppo odorosa” fonte d’acqua che sfociava proprio nei pressi dell’attuale Palazzo di Governo (fonte professor Franco Arillotta – lezioni di toponomastica alla Botteguccia PietraKappa).

Diversi furono i frammenti e i reperti ritrovati, usati nei secoli per le nuove strutture. Sotto le strutture romane comparvero costruzioni greche che Paolo Orsi interpretò come la piattaforma di un tempio databile alla prima metà del V secolo a.C. grazie all'identificazione di due tegole riutilizzate, ma venne prediletta l’ipotesi che fossero la continuazione delle Mura Greche. Insomma venne tutto ricoperto…e arriviamo ai giorni nostri:

L’architetto Gino Zani fui una figura fondamentale per la ricostruzione di Reggio dopo il terremoto del 1908. Zani elabora soluzioni originali per armonizzare l'edificio con la forte pendenza dell’area prescelta, tra la Via Marina e la sovrastante Piazza Italia. La prima stesure del progetto non viene approvata per la presenza di vincoli tecnici. E’ solo il 1 aprile del 1912 che il Ministero dei Lavori Pubblici stabilisce definitivamente i criteri per la costruzione di abitazioni civili economiche per conto dello Stato. Viene decretato che le nuove case abbiano ossatura di cemento armato o di ferro in quest'ordine. Zani realizza un nuovo progetto conforme alle nuove norme e prevede per l’opera la realizzazione di un’ossatura in cemento armato. Il palazzo rappresenta il primo edificio della città costruito con criteri antisismici.


Il corpo dell'edificio è costituito da due piani fuori terra e presenta una planimetria trapezoidale. L'esterno principale che dà l'affaccio sulla piazza centrale presenta tre grandi ingressi muniti di artistici cancelli in ferro battuto decorati con motivi prettamente liberty. Ai saloni del primo livello si accede attraverso una scalinata a rampe simmetriche. Il salone di ricevimento è ricco di stucchi di gusto neoclassico e presenta il soffitto decorato con affreschi ad opera del pittore Andrea Alfano aventi per tema la Ricostruzione.

Rc 26 maggio 2018

Letto 289 volte

Articoli correlati (da tag)

  • In Prefettura nuovo incontro con i Sindaci dopo lo sgombero della baraccopoli di San Ferdinando

    In Prefettura questa mattina l'esame della situazione della Piana di Gioia Tauro dopo lo sgombero della Baraccopoli di San Ferdinando. Presenti oltre ai rappresentanti delle Forze dell'Ordine e dei Vigili del Fuoco, i Sindaci di Candidoni, Cittanova, Polistena, Rizziconi, Rosarno, San Ferdinando e Taurianova. Insieme all'assessore ai Servizi sociali del Comune di Palmi, il Vice Sindaco del comune di Melicucco, il Consigliere delegato per la Città Metropolitana e le Commissioni Straordinarie di Gioia Tauro e Laureana di Borrello. Al centro dei lavori la verifica della disponibilità effettiva a sistemare in ciascun comune, due dei 30 moduli abitativi, da 8 posti ciascuno, messi a disposizione nella passata riunione per l'accoglienza dei migranti

  • Reggio Calabria, sciolta l'Asp: la gestione affidata a una Commissione straordinaria

    Reggio Calabria. Nella seduta del Consiglio dei Ministri dello scorso 7 marzo, è stato deliberato lo scioglimento dell’Azienda Sanitaria Provinciale di Reggio Calabria e l’affidamento della gestione ad una Commissione straordinaria composta dal dott. Giovanni Meloni, dalla dr.ssa Maria Carolina Ippolito e dal dott. Domenico Giordano. Nelle more del perfezionamento della

  • Fatture non liquidate alla ditta Edilferr: le precisazioni della Prefettura

    Reggio Calabria. Con riferimento alla lettera aperta indirizzata al Ministro dell’Interno ed al prefetto di Reggio Calabria, pubblicata sul quotidiano Gazzetta del Sud in 10 marzo e sul sito online Stretto Web in data 09-03-2019, dall’imprenditore Rocco Raso titolare della ditta Edilferr, per spirito di verità, si rappresenta quanto segue.  Nel predetto articolo, si sostiene che negli anni pregressi non sono

  • San Ferdinando, migranti. Il Ministero dell’Interno ha messo a disposizione 30 moduli abitativi

    Reggio Calabria. Si è svolta nella mattinata odierna, presso il Palazzo del Governo, convocata dal prefetto Michele di Bari, una riunione finalizzata all’individuazione di soluzione condivise con gli Amministratori della Piana di Gioia Tauro, tese ad offrire ospitalità ai migranti, temporaneamente accolti nella nuova tendopoli e nel vicino attendamento all’indomani dello sgombero della baraccopoli a

  • Reggio Calabria. "Assassini" e "Dategli le case e i contratti": frasi offensive sui muri della Prefettura

    Reggio Calabria. Qiuesta mattina sono stati imbrattati i muri del Palazzo del Governo. "Assassini" e "Dategli le case a tutti e i contratti" sono le scritte offensive che ignoti hanno lasciato sulla facciata centrale e su quella laterale della Prefettura e rimosse nell'immediato nella mattinata. Sul fatto sono state avviate le indagini dalla Digos, Polizia di Stato e dall'Autorità Giudiziaria. 

Copyright © 2018 CALABRIAPOST - Trib. RC n. 14/2013
Direttore responsabile: Gianluca Del Gaiso
Associazione "P4C"
via Reggio Modena 22  Rc - CF 92084720801
Redazione Ideocoop a r.l.