unci banner

:: Evidenza

Nicky Nicolai, Stefano Di Battista e Minino Garay chiudono il Roccella Jazz Festival

Nicky Nicolai, Stefano Di Battista e Minino Garay chiudono il Roccella Jazz Festival

Mercoledì 22 agosto il gran finale di Rumori Mediterranei, 38ma Edizione di Roccella Jazz Festival. L'ultima serata al Teatro al Castello di Roccella Jonica esalta...

Gole del Raganello: sale il bilancio delle vittime, continua la ricerca dei dispersi

Gole del Raganello: sale il bilancio delle vittime, continua la ricerca dei dispersi

Sale a diecii il bilancio delle vittime della piena nelle Gole del Raganello. Tre le persone ancora disperse. Le operazioni di ricerca sono andate avanti...

Addio a Mario Congiusta, il ricordo di Libera

Addio a Mario Congiusta, il ricordo di Libera

Si è spento oggi Mario Congiusta, da anni si batteva perchè venisse fatta piena luce sull'omicidio del figlio Gianluca. Il suo ricordo nelle parole di...

compra calabria

Sei qui: HomeCALABRIA IGNOTAPalazzo Zani e il gusto dell’edilizia dei primi del ‘900

Palazzo Zani e il gusto dell’edilizia dei primi del ‘900

Pubblicato in CalabriaIgnota Sabato, 02 Giugno 2018 08:56

Palazzo Zani, noto ai reggini come l'ex Palazzo del Genio Civile, oggi sede della Facoltà di Giurisprudenza, prende il nome dall'ingegnere sammarinese Gino Zani che progettò questo e molti altri edifici della città durante l'ultima ricostruzione dopo il sisma del 1908. Con il suo imponente complesso architettonico, il palazzo occupa l'area delimitata da via Dei Bianchi (lato via Miraglia), via Felice Valentino, il corso Vittorio Emanuele III e via Vitrioli. Su un lotto rettangolare, l'edificio progettato dallo Zani e presentato alla Commissione Edilizia nel luglio del 1920, è a due livelli più scantinato, e segue costantemente la linea di dislivello dal Lungomare sino ad arrivare a via Dei Bianchi dove si presenta con un comparto a maggiore altezza.

I prospetti quasi uniformi, nelle soluzioni d'angolo presentano corpi lievemente sporgenti sul Lungomare un corpo centrale poco più alto e leggermente sporgente. Il piano terra è definito, per tutta la sua altezza, da un bugnato con una serie di finestre ad arco con cornice chiave di volta allungata, negli angoli ampie aperture con mensole che sostengono l'arco semicircolare ed un timpano ornato, alla stessa maniera il prospetto su via Dei Bianchi ad eccezione della definizione di accesso che offre un'ampia scalinata. Al piano superiore con ritmo regolare, interrotto da lesene, si distinguono ampie aperture rettangolari con un fregio decorato, ai due estremi del corpo centrale due finestre con mensolone che sorregge la cornice ed il frontone con timpano decorato, il tutto sovrastato da un cornicione e da una balaustra in cemento attorno al tetto a terrazzo.

Rc 2 giugno 2018

Letto 257 volte

Copyright © 2018 CALABRIAPOST - Trib. RC n. 14/2013
Direttore responsabile: Gianluca Del Gaiso
Associazione "P4C"
via Reggio Modena 22  Rc - CF 92084720801
Redazione Ideocoop a r.l.