unci banner

:: Evidenza

Città sgomenta per la scomparsa di Filippo Zema, il pediatra gentiluomo. Domani i funerali

Città sgomenta per la scomparsa di Filippo Zema, il pediatra gentiluomo. Domani i funerali

Reggio Calabria. E' scomparso prematuramente il dott. Filippo Zema, pediatra conosciuto in città per la sua signorilità, per le doti umane e professionali e per quel sorriso che donava con garbo e solarità ai suoi...

Concesso il permesso di lavoro per l'ex presidente Giuseppe Scopelliti. Farà volontariato

Concesso il permesso di lavoro per l'ex presidente Giuseppe Scopelliti. Farà volontariato

Reggio Calabria. Dopo dieci mesi di reclusione, Giuseppe Scopelliti, ex presidente della Regione Calabria, ha ottenuto l’ammissione al beneficio del lavoro esterno e svolgerà attività di volontariato presso l'Associazione Nuova Solidarietà di Salice. Il Tribunale...

La Cisl FP saluta Mimmo Serranò: il ricordo della segretaria generale Giordano

La Cisl FP saluta Mimmo Serranò: il ricordo della segretaria generale Giordano

Reggio Calabria. “Se ne è andato in silenzio, senza rumore, come era solito fare quando lasciava una riunione, un’assemblea con i lavoratori, un convegno. Mai una nota alta o stonata, sempre attento a non ferire...

Reggio Calabria. Bollette idriche “salate” zona Archi: Forza Italia chiede lo sconto del 50%

Reggio Calabria. Bollette idriche “salate” zona Archi: Forza Italia chiede lo sconto del 50%

Reggio Calabria. "In questi giorni il Comune di Reggio Calabria, per il tramite della sua società Hermes, ha inviato mediante posta ordinaria la bolletta del servizio idrico integrato e le sorprese per gli utenti non...

La bellezza del mare e quell'incubo chiamato plastica monouso

La bellezza del mare e quell'incubo chiamato plastica monouso

di Giusi Mauro - Partiamo da un dato e da una data, il 70% dei rifiuti che finiscono nei nostri mari è costituito da plastica monouso. Entro il 2050, il peso di questi rifiuti, supererà...

Nuovo incendio nella notte alla baraccopoli di San Ferdinando: muore un migrante

Nuovo incendio nella notte alla baraccopoli di San Ferdinando: muore un migrante

Nella notte tra il 15 e il 16 febbraio, verso mezzanotte circa, un nuovo incendio, ha interessato l’insediamento dei migranti, la cosiddetta baraccopoli, ricadente nella zona industriale di San Ferdinando.L’incendio ha provocato la morte di...

Reggio Calabria. Ieri sera, rocambolesco incidente in Piazza Mino Reitano: nessun ferito

Reggio Calabria. Ieri sera, rocambolesco incidente in Piazza Mino Reitano: nessun ferito

Reggio Calabria. Rocambolesco incidente ieri sera nei pressi del Ponte della Libertà. Pare a causa della forte velocità un autovettura Alfa Romeo Mito ha finito la sua corsa in Piazza Mino Reitano, al cospetto del...

compra calabria

Sei qui: HomeCALABRIA IGNOTAReggio, la Città, il suo Stemma e San Giorgio

Reggio, la Città, il suo Stemma e San Giorgio

Pubblicato in CalabriaIgnota Venerdì, 01 Febbraio 2019 12:26

Dopo aver passato in rassegna, i luoghi, le bellezze storico artistiche della città Metropolitana di Reggio Calabria, è arrivato il momento di dedicare un piccolo spazio anche allo stemma cittadino. Ovvero, quell’elemento grafico che consente, in prima approssimazione, di richiamare alla mente con immediatezza e precisione, una persona, una famiglia, un gruppo sociale, un territorio. Prima di parlare dello stemma della città e delle sue caratteristiche, dobbiamo necessariamente far riferimento alle origini della devozione della città per San Giorgio. Parliamo di un legame antichissimo che risale all'inizio dell'XI secolo.

Tutti gli studiosi sullo Stemma della città di Reggio Calabria trattano dell'origine antichissima del culto del santo, delle tradizioni di gloria e religiosità, della sua vita di cavaliere dalle singolari tenzoni col favoloso drago. Nulla però di tutto ciò pare abbia a che fare con lo stemma cittadino vero e proprio, non vi è nemmeno traccia di riferimenti figurativi ai capolavori d'arte o a fonti storiche, tanto che all'esposizione di Firenze del 1861, si inviò uno stemma variopinto e grottesco prelevato da un quadro di una chiesetta rurale senza avere conoscenza dello stemma adottato ufficialmente dal comune dal 1600 in poi. Il metodo di ricerca moderno ha intrapreso una strada diversa. Chiedendo il riconoscimento di ciò che fu ed è nel "Gran Sigillo dell'Urbe Reggina", non di ciò che si sarebbe foggiato in disegni, senza elementi storici ed araldici. Sin dal XVI secolo, Reggio che era città indipendente, autonoma e ligia solo alla monarchia per privilegi sovrani nonché libera dal feudalismo precipuamente per il diploma II Maggio 1465 di Ferdinando I di Aragona, aveva nel suo sigillo la figura equestre di san Giorgio, col motto assonante quasi in rima. Anche se, le vicende degli archivi cittadini, per i terremoti, e per le invasioni turche, non hanno lasciato molte tracce di documenti, dal 1757 troviamo con certezza adottato costantemente e definitivamente usato lo stemma che reca anch'esso la leggenda gloriosa: «Urbs Rhegina Nobilis Insignis Fidelissima Provin(ciae) Prima Mater Et Caput» (Città di Reggio la più Fedele tra le Nobili Insigni Metropoli e Capitale della Regione). Una derivazione accresciuta da quella del 1522 che ha la sua storia e la sua ragione ed è la intestazione degli atti dell'Università, della Corte locale e della Bagliva di Reggio, conservati nell'Archivio di Stato, roborati dal gran sigillo coll'arme cittadina. Il 22 dicembre del 1934 con Decreto di Riconoscimento dello Stemma e del Gonfalone del Comune di Reggio Calabria. Lo stemma: D'azzurro al San Giorgio in atto di ferire con la lancia il drago, sinistrato da una donzella genuflessa in manto e corona reale, sormontata da raggi di luce uscenti dal capo, il tutto d'oro, con la scritta intorno allo scudo: URBS RHEGINA NOBILIS INSIGNIS FIDELISSIMA PROVINCIÆ PRIMA MATER ET CAPUT. Capo del Littorio. Lo scudo sarà cimato da corona reale aragonese». Mentre il gonfalone: «Drappo colore cremisi riccamente ornato di ricami d'oro e caricato dello stemma sopra descritto con l'iscrizione centrata in oro: "CITTÀ DI REGGIO CALABRIA". Le parti di metallo ed i nastri saranno dorati. L'asta verticale sarà ricoperta di velluto cremisi con bullette dorate poste a spirale. Nella freccia sarà rappresentato lo stemma della Città e sul gambo inciso il nome. Cravatta e nastri tricolorati dai colori nazionali, frangiati d'oro».

Rc 1 febbraio 2019

Letto 167 volte

Articoli correlati (da tag)

  • Il delegato al Turismo Giovanni Latella: «Proporrò al sindaco il San Giorgio d’Oro per Marcello Fonte»

     «Marcello Fonte è davvero un orgoglio per la nostra Città. Spontaneo e sempre umile, eclettico e mai banale, Marcello è diventato un esempio per i nostri giovani, rappresentando pienamente i valori della nostra comunità». E’ quanto dichiara il consigliere delegato al Turismo Giovanni Latella commentando la visita in città dell’attore reggino recentemente insignito della Palma d’Oro al festival di Cannes. «Attraverso il suo lavoro - ha aggiunto il delegato Latella - la cui qualità artistica è stata riconosciuta ai massimi livelli in ambito internazionale, il nostro concittadino Fonte ha portato alto il nome di Reggio Calabria in Italia e nel mondo.

  • Premio Anassilaos San Giorgio 2017

    Reggio Calabria 25/04/2017 – Come da tradizione anche ieri la tradizionale cerimonia di consegna del Premio Anassilaos San Giorgio, giunto alla sua 18^ edizione e promosso congiuntamente dalla Associazione Anassilaos e dalla Parrocchia di San Giorgio al Corso. Era il 1999 quando l'allora Sindaco della Città Prof. Italo Falcomatà - l'Associazione Culturale Anassilaos, d'intesa anche con la Parrocchia di San Giorgio al Corso, in occasione della Festa di San Giorgio Martire, Patrono della Città, diede vita al Premio San Giorgio conferito ad Enti, Istituzioni Culturali, Ordini Professionali, Associazioni, cittadini con il proposito di esprimere gratitudine e apprezzamento a quei reggini e non reggini, che in patria, o lontani dalla patria, hanno contribuito e contribuiscono alla crescita civile, culturale, economica della Città.

  • E' del Team Handball il derby di San Giorgio

    Reggio Calabria 24/04/2017 - Con il derby dello stretto, vinto dal Team Handball per 33 a 17, si conclude il Campionato di serie b maschile girone Calabria. Il Team Handball scende in campo per consolidare il suo secondo posto. L'assenza di Mister Barbarello si sente ma le sue raccomandazioni sono ben presenti nella mente dei giocatori. Poche sbavature e una partita che parte subito in velocità.  Da segnalare le prime reti di Delfino, capitano della squadra under 16. 

  • Il Team Handball vince il derby di San Giorgio

    Reggio Calabria 24/04/2017 - Con il derby dello stretto, vinto dal Team Handball per 33 a 17, si conclude il Campionato di serie b maschile girone Calabria. Il TH scende in campo per consolidare il suo secondo posto. L'assenza di Mister Barbarello si sente ma le sue raccomandazioni e i suoi insegnamenti durante questi mesi sono ben presenti nella mente di ciascun giocatore. Poche sbavature e una partita che parte in velocità riuscendo a subire un solo gol nei primi quindici minuti di gara.

  • San Giorgio. Una rosa, un libro

    Reggio Calabria 23/04/2017 – Si è conclusa a Palazzo Corrado Alvaro la tre giorni dedicata alla Fiera “San Giorgio. Una rosa, un libro” per la prima volta in assoluto nella città calabrese dello Stretto. Tanto interesse e curiosità per la manifestazione che ha registrato dal taglio del nastro il pienone di lettori e addetti ai lavori. La manifestazione è stata anche occasione per la presentazione di alcuni libri insieme a workshop e momenti di confronto. A seguire alcuni approfondimenti realizzati durante la tre giorni di palazzo Corrado Alvaro (in ordine cronologico).

Copyright © 2018 CALABRIAPOST - Trib. RC n. 14/2013
Direttore responsabile: Gianluca Del Gaiso
Associazione "P4C"
via Reggio Modena 22  Rc - CF 92084720801
Redazione Ideocoop a r.l.