unci banner

:: NEWS

Kaulonia Tarantella Festival, questa sera Loccisano e Palamara con la Calabria Orchestra

Kaulonia Tarantella Festival, questa sera Loccisano e Palamara con la Calabria Orchestra

Strumenti jazz amalgamati a quelli della tradizione popolare, ritmi mediterranei fusi con la tarantella, voci calde e appassionate affiancate a chitarre di ogni genere. Il Kaulonia Tarantella Festival è pronto...

"I Tesori del Mediterraneo" portano Reggio Calabria su Sportitalia

"I Tesori del Mediterraneo" portano Reggio Calabria su Sportitalia

Reggio Calabria e il suo Lungomare saranno protagoniste, domenica 18 agosto alle ore 22, dello speciale “I Tesori del Mediterraneo” in onda Sportitalia (canale 60 del digitale terrestre e in...

Roccella Jazz Festival: Rumori Mediterranei XXXIX edizione dal 21 al 24 agosto 2019

Roccella Jazz Festival: Rumori Mediterranei XXXIX edizione dal 21 al 24 agosto 2019

Dopo il successo della prima parte - andata in scena dal 12 al 16 agosto al Porto delle Grazie e a Largo Colonne Rita Levi Montalcini - la XXXIX Edizione...

Aquaro di Cosoleto, stop alla processione dopo le verifiche delle forze dell'ordine

Aquaro di Cosoleto, stop alla processione dopo le verifiche delle forze dell'ordine

E’ stata annullata ieri ad Acquaro di Cosoleto la tradizionale processione di San Rocco. La decisione del parroco dopo che Polizia e Carabinieri avevano accertato che gran parte dei portatori...

Il MArRC aperto a Ferragosto fa il "botto" di presenze

Il MArRC aperto a Ferragosto fa il "botto" di presenze

Ferragosto da record per il MArRC che nella giornata di ieri ha registrato il “tutto esaurito” con ben 7760 ingressi. La scelta dell’apertura nella giornata festiva con ingresso gratuito a...

compra calabria

Sei qui: HomeCalabria IgnotaTerremoto 1908 - Alla Biblioteca De Nava in mostra "Dalla catastrofe alla ricostruzione"

Terremoto 1908 - Alla Biblioteca De Nava in mostra "Dalla catastrofe alla ricostruzione"

Pubblicato in CalabriaIgnota Domenica, 23 Dicembre 2018 14:30

Una scossa sismica durata “appena” 37 o 40 secondi, divisa in tre fasi distinte, alle ore 5:20:27 locali pari a 7,1 della scala Richter (11° grado della scala Mercalli), seguito dopo circa cinque o dieci minuti da un maremoto le cui onde sulla costa calabrese raggiunsero un altezza massima oscillante tra i 6 e gli 11 metri circa nel tratto da Gallico Marina a Lazzaro, con un massimo all’incirca di 13 metri a Pellaro; un numero di morti stimati tra gli ottantamila e i centomila; la distruzione pressoché totale di Messina e Reggio Calabria e di altri centri piccoli e grandi tra le due sponde dello Stretto con la perdita irreparabile di un ingente patrimonio architettonico e artistico.

Questo il bilancio del Terremoto Calabro-Siculo del 28 dicembre del 1908. A questo tragico evento, nel 110° anniversario, l’Associazione Culturale Anassilaos e la Biblioteca Pietro De Nava, con l’adesione del Comune di Reggio Calabria e della Deputazione di Storia Patria della Calabria, dedicano una mostra storico-documentale sul tema “Dalla catastrofe alla ricostruzione”, curata da Giuseppe Diaco, che sarà inaugurata venerdì 27 dicembre alle ore 16,45 presso la Villetta della Biblioteca “De Nava” - (la mostra sarà visitabile fino al 27 febbraio 2019)- con la partecipazione della Dr.ssa Irene Calabrò, Assessore alla Valorizzazione del Patrimonio culturale del Comune di Reggio Calabria e del Prof. Giuseppe Caridi, Presidente della DFeputazione di Storia Patria per la Calabria gli interventi del Prof. Geologo Giuseppe Mandaglio, del Prof. Antonino Romeo, del curatore della mostra Giuseppe Diaco, responsabile Anassilaos e cultore di storia nonché collezionista. Introdurrà e condurrà la Dr.ssa Marilù Laface, Responsabile Anassilaos Beni Culturali. In apertura un breve video realizzato da Giacomo Marcianò cui farà seguito un minuto di silenzio in memoria delle vittime di quella tragica giornata. Ai presenti in dono una speciale cartolina commemorativa. Come scrivono le cronache cittadine dell’epoca (Canonico Rocco Vilardi) a Reggio Calabria, nella giornata del 27 dicembre, la temperatura era mite, sciroccosa. Il mare, dalle cui profondità si sarebbe di lì a poco scatenata la tragedia, era placido, quasi piatto, d’un colore quasi irreale. Qualche giornale aveva appena pubblicato una poesiola irriverente, quasi blasfema, che invocava un terremoto. Nessuno conosceva ancora la confessione che il Cardinale Gennaro Portanova, Arcivescovo della Città dal 1888 fino alla morte avvenuta il 25 aprile del 1908, aveva fatto ad un amico pochi giorni prima di morire “ho il presentimento della mia fine non lontana. Così non mi strazierà la vista delle rovine di questa povera città. Se la rovina viene ed io non sarò più di questo mondo, recate un po’ della vostra energia fra gli sventurati”.

Rc 23 dicembre 2018

Letto 579 volte

Articoli correlati (da tag)

  • Premio Anassilaos Arte Cultura Economia e Scienze 2019 31^ Edizione

    Sabato 17 agosto alle ore 19,00, nell’ambito delle manifestazioni “Autore in vetrina” promosse dalla Libreria Nuova Ave e  in occasione della presentazione del volume “Sospesi tra due infiniti. Una nuova astronomia per conoscere l’Universo” di Gianfranco Bertone, allo studioso reggino sarà conferito il Premio Anassilaos 2019 “Pitagora” che inaugura così  la 31^ edizione della rassegna che si concluderà poi venerdì 8 novembre presso l’Auditorium Calipari del Consiglio Regionale. Nella lunga storia dei premi anassilaos numerosi sono stati i riconoscimenti conferiti a fisici, astrofisici e astronomi, tra i quali, solo per fare qualche nome, Margherita Hack e Paolo Maffei,  Patrizia Caraveo, Direttore dell’Istituto di Astrofisica Spaziale e Lucia Votano, Direttore, fino al 2012, dei Laboratori Nazionali del Gran Sasso e Dirigente di Ricerca Istituto Nazionale di Fisica Nucleare Nazionali di Frascati.

  • Anassilaos: omaggio a Paolo Villaggio, il Fantozzi che è in noi

    “Omaggio a Paolo Villaggio - sulle tracce del “Fantozzi” che è in tutti noi è il tema della conversazione promossa dall’Associazione Culturale Anassilaos che il Dott. Luca Pellerone, studioso e cultore di cinema nonché Presidente di Anassilaos Giovani, terrà martedì 13 agosto alle ore 21,00 presso il Chiostro di San Giorgio al Corso. Nella letteratura come nel cinema vi sono personaggi la cui fama ha presto sopravanzato quella degli autori che li hanno creati. Tutti sanno chi è Sherlock Holmes o Tarzan o Frankstein o Dracula ma pochi conoscono Arthur Conan Doyle, il creatore dell’investigatore per eccellenza o Edgar Rice Burroughs, l’inventore del bambino selvaggio cresciuto nella giungla e allevato dalle scimmie o Mary Shelley, colei che inventò il primo horror della storia o Bram Stoker, lo scrittore irlandese che diede vita alla figura, in tutti i sensi immortale, del vampiro.

  • Anassilaos: avviare l'iter per il riconoscimento della Villa Comunale quale "Monumento Nazionale d’interesse storico-naturalistico"

    La possibilità di avviare presso il Ministero per i Beni Culturali e Ambientali (MIBAC) la procedura per l’adozione di un provvedimento amministrativo di dichiarazione di “Monumento Nazionale d’interesse storico-naturalistico” per la Villa Comunale di Reggio Calabria, per l’esattezza “Giardini Pubblici Umberto I” secondo l’antica denominazione, è quanto chiede al Sindaco Giuseppe Falcomatà l’Associazione Culturale Anassilaos attraverso il suo responsabile Giuseppe Diaco il quale evidenzia come nell’ambito della Città Metropolitana sia la Villa Comunale Carlo Ruggero di Cittanova che la Villa Giuseppe Mazzini di Palmi, entrambe realizzate dall'ingegnere di origine svizzera Heinrich Fehr nella seconda metà dell’Ottocento, vantano un simile riconoscimento.

  • Vicinanza dell'Anassilaos all'Arma dei Carabinieri

    L’Associazione Culturale Anassilaos, attraverso il suo Presidente Stefano Iorfida, si stringe intorno all’Arma dei Carabinieri, alla giovane moglie e ai familiari del Vice Brigadiere Mario Cerciello Rega, vilmente assassinato nell’adempimento del proprio dovere, e ad essi esprime il proprio più sentito cordoglio e la partecipazione sentita al lutto dell’Arma che è, anche, il lutto dei cittadini onesti che riconoscono alle Forze dell’Ordine il ruolo fondamentale di presidio della nostra democrazia. All’Arma dunque e alle Forze dell’Ordine, a tutti gli uomini e le donne in divisa che per le strade delle nostre città e paesi, giorno dopo giorno, notte dopo notte, stagione dopo stagione, in condizioni spesso difficili, difendono, anche a rischio della propria vita, insieme al principio legalità, che è l’amalgama di una ben costituita società, anche e soprattutto la sicurezza e la nostra libertà di cittadini, gli amici e i soci di Anassilaos, esprimono la propria affettuosa vicinanza e la propria forte solidarietà.

  • Allo Spazio Open la Luna celebrata dai poeti nell'incontro dell'Anassilaos

    Nell'anniversario del primo sbarco sulla Luna, allo Spazio Open le celebrazioni sono affidate ai poeti. Un momento di poesia e cultura organizzato dall'associazione Anassilaos a cura di Daniela Scuncia

Copyright © 2018 CALABRIAPOST - Trib. RC n. 14/2013
Direttore responsabile: Gianluca Del Gaiso
Associazione "P4C"
via Reggio Modena 22  Rc - CF 92084720801
Redazione Ideocoop a r.l.