unci banner

:: NEWS

Cataforio, il sogno si infrange a 29'' dalla fine. Non basta  il cuore dei reggini che concludono una spettacolare stagione

Cataforio, il sogno si infrange a 29'' dalla fine. Non basta il cuore dei reggini che concludono una spettacolare stagione

In uno scenario surreale dove tutto l'inimmaginabile prende forma, il Cataforio abbandona il parquet alzando bandiera bianca, al termine di una vera e propria messinscena. La calamita del destino, tira...

Europee: nel reggino la Lega rispecchia il trend nazionale, in città è il PD il primo partito

Europee: nel reggino la Lega rispecchia il trend nazionale, in città è il PD il primo partito

La Lega nella provincia reggina si conferma primo partito a questa tornata elettorale europea, e con il 22,77% svetta seguita dal Partito Democratico con il 20,67% cui segue il M5S...

Europee, affluenza in calo nel reggino: 39,11%. Comunali: stesso trend, in controtendenza: Sant'Alessio, Sant'Ilario e Stignano

Europee, affluenza in calo nel reggino: 39,11%. Comunali: stesso trend, in controtendenza: Sant'Alessio, Sant'Ilario e Stignano

A urne chiuse i dati vedono un’affluenza alle urne nella provincia reggina per le Europee del 39, 31%. La precedente tornata aveva visto un’affluenza del 41,39%. Reggio (alle 12: 8,58%...

Enjoy Lamezia accede alle Finals per la Serie B

Enjoy Lamezia accede alle Finals per la Serie B

I campioni di Calabria dopo aver battuto la concorrenza regionale battendo nel PlayOff Nuovo Basket Soverato, Scuola di Basket Viola e la Vis Reggio vincono anche lo spareggio tra regioni...

Ciak finale per "Sandrino - Il film" di Pasquale Caprì

Ciak finale per "Sandrino - Il film" di Pasquale Caprì

Con un lungo quanto soddisfatto “Stooop”, seguito da un grande applauso, si sono concluse le riprese di “Sandrino – Il film”, il lungometraggio con protagonista il personaggio ideato e portato...

compra calabria

Sei qui: HomeCalabria IgnotaTerremoto 1908 - Alla Biblioteca De Nava in mostra "Dalla catastrofe alla ricostruzione"

Terremoto 1908 - Alla Biblioteca De Nava in mostra "Dalla catastrofe alla ricostruzione"

Pubblicato in CalabriaIgnota Domenica, 23 Dicembre 2018 14:30

Una scossa sismica durata “appena” 37 o 40 secondi, divisa in tre fasi distinte, alle ore 5:20:27 locali pari a 7,1 della scala Richter (11° grado della scala Mercalli), seguito dopo circa cinque o dieci minuti da un maremoto le cui onde sulla costa calabrese raggiunsero un altezza massima oscillante tra i 6 e gli 11 metri circa nel tratto da Gallico Marina a Lazzaro, con un massimo all’incirca di 13 metri a Pellaro; un numero di morti stimati tra gli ottantamila e i centomila; la distruzione pressoché totale di Messina e Reggio Calabria e di altri centri piccoli e grandi tra le due sponde dello Stretto con la perdita irreparabile di un ingente patrimonio architettonico e artistico.

Questo il bilancio del Terremoto Calabro-Siculo del 28 dicembre del 1908. A questo tragico evento, nel 110° anniversario, l’Associazione Culturale Anassilaos e la Biblioteca Pietro De Nava, con l’adesione del Comune di Reggio Calabria e della Deputazione di Storia Patria della Calabria, dedicano una mostra storico-documentale sul tema “Dalla catastrofe alla ricostruzione”, curata da Giuseppe Diaco, che sarà inaugurata venerdì 27 dicembre alle ore 16,45 presso la Villetta della Biblioteca “De Nava” - (la mostra sarà visitabile fino al 27 febbraio 2019)- con la partecipazione della Dr.ssa Irene Calabrò, Assessore alla Valorizzazione del Patrimonio culturale del Comune di Reggio Calabria e del Prof. Giuseppe Caridi, Presidente della DFeputazione di Storia Patria per la Calabria gli interventi del Prof. Geologo Giuseppe Mandaglio, del Prof. Antonino Romeo, del curatore della mostra Giuseppe Diaco, responsabile Anassilaos e cultore di storia nonché collezionista. Introdurrà e condurrà la Dr.ssa Marilù Laface, Responsabile Anassilaos Beni Culturali. In apertura un breve video realizzato da Giacomo Marcianò cui farà seguito un minuto di silenzio in memoria delle vittime di quella tragica giornata. Ai presenti in dono una speciale cartolina commemorativa. Come scrivono le cronache cittadine dell’epoca (Canonico Rocco Vilardi) a Reggio Calabria, nella giornata del 27 dicembre, la temperatura era mite, sciroccosa. Il mare, dalle cui profondità si sarebbe di lì a poco scatenata la tragedia, era placido, quasi piatto, d’un colore quasi irreale. Qualche giornale aveva appena pubblicato una poesiola irriverente, quasi blasfema, che invocava un terremoto. Nessuno conosceva ancora la confessione che il Cardinale Gennaro Portanova, Arcivescovo della Città dal 1888 fino alla morte avvenuta il 25 aprile del 1908, aveva fatto ad un amico pochi giorni prima di morire “ho il presentimento della mia fine non lontana. Così non mi strazierà la vista delle rovine di questa povera città. Se la rovina viene ed io non sarò più di questo mondo, recate un po’ della vostra energia fra gli sventurati”.

Rc 23 dicembre 2018

Letto 487 volte

Articoli correlati (da tag)

  • Lunedì 27 maggio a Palazzo Alvaro la presentazione delle “Lezioni (frontali) di storia” del Prof. Antonino Romeo

    Promossa dalla Città Metropolitana di Reggio Calabria congiuntamente con la Deputazione di Storia Patria per la Calabria, l’Associazione Culturale Anassilaos e la casa editrice “Città del Sole” si terrà lunedì 27 maggio con inizio alle ore 17,00 presso la Sala “Gilda Trisolini” della Città Metropolitana la presentazione del volume “Lezioni (frontali) di storia” del Prof. Antonino Romeo. Il libro raccoglie ed elabora i testi di alcune conversazioni tenute dall'autore nei periodici incontri dell'Associazione culturale Anassilaos e mantiene il carattere discorsivo che era stato dato in origine ad ogni singolo argomento.. Non si tratta perciò di saggi storici, ma, come accenna il titolo stesso, di "Lezioni di storia" per un pubblico che proprio alla storia risulta oggi particolarmente refrattario.

  • In Biblioteca l'omaggio dell'Anassilaos a Primo Levi

    Si terrà giovedì 23 maggio alle ore 16,45 presso la Villetta della Biblioteca Comunale Pietro De Nava (Sala Giuffrè) nell’ambito del Maggio dei Libri 2019 l’omaggio allo scrittore Primo Levi nel centenario della nascita (31 luglio 1919-11 aprile 1987). Promosso congiuntamente dal Comune di Reggio Calabria, dall’Associazione Culturale Anassilaos e dalla Biblioteca Pietro De Nava l’incontro vuole ricordare, attraverso la lettura di taluni brani significativi delle sue opere, affidata agli amici di Anassilaos (Daniela Scuncia, Caro Menga, Marilù Laface, Giacomo Marcianò, Silvana Larocca, Massimiliano Barberio, Pina De Felice) e l’intervento del Prof. Antonino Romeo, uno degli scrittori più significativi del Novecento e un testimone della Shoah di cui ha narrato le atrocità, la disumanizzazione, le complicità, in taluni casi, degli stessi prigionieri che egli definirà la “zona grigia”. 

  • In Biblioteca l'Anassilaos presenta "Valeria e io" di Carlo Morabito

    Nuovo Incontro con l'Autore, promosso dall'Associazione Anassilaos e dalla Biblioteca "Pietro De Nava", nell'ambito del Maggio dei Libri 2019, con il Patrocinio del Comune di Reggio Calabria, che si è tenuto presso la Villetta De Nava - Sala Gioffrè - della Biblioteca Comunale. Al centro della manifestazione la raccolta poetica di Carlo Morabito "Valeria e io" scritta, composta e dedicata alla giovane figlia scomparsa tragicamente un anno fa. Un'opera di alto valore poetico ed insieme di intensa emozione. Così il dolore "privato" attraverso, e in virtù del potere della "Poesia", diviene il dolore corale e universale dell'Umanità dinanzi alla perdita irreparabile che ciascuno di noi ha provato nel corso della sua vita.

  • Allo Spazio Open il martedì dell'Anassilaos dedicato al Piano INA Casa

    Presso lo Spazio Open, l'Associazione Culturale Anassilaos, ha tenuto un incontro sul tema il piano INA-Casa: 1949-1963, che prese il via con la legge 28 febbraio 1949 nr. 43, con cui il Parlamento italiano approvava il progetto di legge Provvedimenti per incrementare l'occupazione operaia, agevolando la costruzione di case per lavoratori, con il quale si dava avvio a un piano per la realizzazione di alloggi economici, noto come piano INA-Casa. Il progetto sarebbe durato fino al 1963 e in quattordici anni avrebbe dato un volto nuovo alle nostre città.

  • L'Anassilaos presenta la raccolta poetica di Carlo Morabito “Valeria e io”

    Il ricordo in versi di una persona cara scomparsa è comune nella tradizione letteraria dell’Occidente, dagli epigrammi del libro VII dell’Antologia Palatina a taluni epicedi della poesia latina fino ai nostri giorni - per fare soltanto qualche esempio conosciuto dai più - con Giosuè Carducci e il suo “Funere mersit acerbo” e “Pianto antico”, dedicati al figlioletto Dante, e con i versi (Giorno per giorno) che Ungaretti dedica al piccolo Antonietto, il figlio scomparso nel 1939. Parliamo di poesia e, in taluni casi, di grande poesia, perché il dolore lancinante per la scomparsa di un figlio non impedisce al poeta di creare versi e di comunicare questa sua dolorosa esperienza al lettore di qualunque tempo attraverso una struttura formale che è tutt’uno con il suo sentimento.

Copyright © 2018 CALABRIAPOST - Trib. RC n. 14/2013
Direttore responsabile: Gianluca Del Gaiso
Associazione "P4C"
via Reggio Modena 22  Rc - CF 92084720801
Redazione Ideocoop a r.l.