unci banner

:: Evidenza

Il Comune di Palmi insignito del Premio Nazionale Trasparenza AIDR per i Comuni tra i 5001 e i 20000 abitanti

Il Comune di Palmi insignito del Premio Nazionale Trasparenza AIDR per i Comuni tra i 5001 e i 20000 abitanti

Il Comune di Palmi è stato insignito del premio trasparenza 2019, assegnato dall’AIDR (Italian Digital Revolution). L’Ente è stato scelto dal Comitato Tecnico – Scientifico nominato per la 2 ͣ edizione del “Premio Nazionale AIDR...

Nasce il movimento politico "Dieci Idee per la Calabria"

Nasce il movimento politico "Dieci Idee per la Calabria"

Il movimento “10 Idee per la Calabria” è un soggetto politico che vuole proporsi sulla scena calabrese, nella consapevolezza che la Calabria stia vivendo una condizione drammatica e soffrendo da troppo tempo l’assenza di una...

Falcomatà: “Bene proroga bilanci, adesso aspettiamo misure a sostegno delle finanze locali”

Falcomatà: “Bene proroga bilanci, adesso aspettiamo misure a sostegno delle finanze locali”

“La proroga della scadenza per l’approvazione dei bilanci di previsione per i Comuni in piano di riequilibrio è una buona notizia e rappresenta un segno positivo della volontà politica di risolvere le criticità intervenute a...

Parco dell’Aspromonte, nuova pubblicazione scientifica sugli Uccelli nidificanti

Parco dell’Aspromonte, nuova pubblicazione scientifica sugli Uccelli nidificanti

Dal Falco pecchiaiolo alla Tortora selvatica, dalla Balia dal collare al Verzellino: 66 specie censite, alcune di grande valore conservazionistico, per creare una check-list degli uccelli nidificanti nel Parco dell’Aspromonte, integrare la banca dati a...

Torna in riva allo Stretto l'attore Gennaro Calabrese con un live tutto da ridere

Torna in riva allo Stretto l'attore Gennaro Calabrese con un live tutto da ridere

Torna in riva allo Stretto nella sua città natale, l'attore comico e volto e voce di Alice Tv e radio Kiss Kiss, Gennaro Calabrese con l'esilarante spettacolo "Gennaro Calabrese show". Un imitatore inimitabile, espressione di...

compra calabria

Sei qui: HomeCALABRIA IGNOTA

CalabriaIgnota

Il Parco Archeologico della Sibaritide annuncia l’inizio di alcuni importanti lavori di recupero, resisi necessari dopo l’alluvione del 2013.
In seguito all’esondazione del fiume Crati, l’ex direttore del Quotidiano della Calabria, Matteo Cosenza, mobilita l’opinione pubblica con un editoriale dal titolo “Sibari nel fango che vergogna”. Un editoriale dai toni duri che racchiude tutta la tristezza e tutta la rabbia del post alluvione.

Martedì 10 aprile alle ore 10,00 nei locali del Museo archeologico regionale di Gela, verranno presentati i reperti subacquei recuperati dalla Soprintendenza del Mare nel corso delle campagne di indagine. Interventi effettuati negli ultimi anni in collaborazione con la Guardia di Finanza ROAN di Palermo, la Capitaneria di Porto di Gela e il subacqueo gelese Francesco Cassarino. Esposti i lingotti che facevano parte di un prezioso carico trasportato da un’antica nave naufragata a qualche centinaio di metri dalla costa gelese, ad una profondità di circa cinque metri. I lingotti sono di un metallo particolare, chiamato “oricalco”, definito l’Oro di Atlantide.

La statua di Federico Genoese nell’omonima piazzetta sotto il Duomo, è opera di Rocco Larussa, scultore di Villa San Giovanni. Federico Genoese, nacque nel 1805 da una delle famiglie più nobili e in vista della città. Noto per il suo impegno anti borbone venne condannato a morte ma liberato. Noto come “benefattore”, a lui si devono tante opere pubbliche: un asilo,  la scuola, l’acquedotto. Nel suo testamento infatti lasciò i soldi necessari perchè venissero realizzati per la città
Chiamata anche “La luminosa” la fontana del lungomare in corrispondenza di via Giudecca venne eretta nel 1936 su progetto dell’ingegnere Camillo Autore. Inizialmente pensata a corredo del Monumento ai Caduti trovò invece una collocazione autonoma. Sulla colonna al bordo della vasca
è raffigurato un Tedoforo (colui che porta la Fiamma Olimpica)
La tomba di via Tripepi fu scoperta nel luglio del 1957 durante alcuni lavori stradali. E’ un sepolcro a camera con volta a botte, costruito in mattoni e un sottile strato di malta. Nello scavo furono ritrovati anche alcuni unguentari e altri elementi di corredo. Non è chiaro se si trattasse
di un sepolcro isolato o facente parte di una necropoli

Una delle più piccole del centro cittadino, piazza Camagna “nasce” con la ricostruzione dopo il terremoto del 1908. L’area venne dedicata a Biagio Camagna avvocato e uomo politico, in un secondo tempo. Il monumento è stato eretto nel 1925 con una sottoscrizione popolare.
La statua in bronzo è di Domenico Pellegrino. Camagna viene ritratto mentre difende alcuni marinai reggini, ingiustamente accusati

Copyright © 2018 CALABRIAPOST - Trib. RC n. 14/2013
Direttore responsabile: Gianluca Del Gaiso
Associazione "P4C"
via Reggio Modena 22  Rc - CF 92084720801
Redazione Ideocoop a r.l.