unci banner

:: NEWS

Insediata a Palazzo Alvaro la Commissione Beni Confiscati della Città Metropolitana

Insediata a Palazzo Alvaro la Commissione Beni Confiscati della Città Metropolitana

Si è insediata questa mattina a Palazzo Alvaro la Commissione Beni Confiscati della Città Metropolitana di Reggio Calabria.Immediatamente operativo l’organismo, del quale fanno parte Luciano Cama, Giuseppina Palmenta, Eleonora Maria...

Ponte di Paterriti, il cantiere procede speditamente. Falcomatà: "La frazione dice addio all'isolamento"

Ponte di Paterriti, il cantiere procede speditamente. Falcomatà: "La frazione dice addio all'isolamento"

Questa mattina, il sindaco Giuseppe Falcomatà ha effettuato un sopralluogo sul cantiere del Ponte di Paterriti. L’imponente infrastruttura è fondamentale per gli abitanti della frazione collineare visto che, ad opera...

Riaperti i termini per l'iscrizione alle Consulte comunali

Riaperti i termini per l'iscrizione alle Consulte comunali

Riaperti i termini per l’iscrizione alle Consulte per le associazioni già iscritte all’Albo comunale.Lo comunica l’assessore con delega alla partecipazione Irene Calabrò. “Dall’esame dell’Albo delle Associazioni abbiamo rilevato che erano...

Tutti gli appuntamenti della Esse Emme Musica a Reggio Calabria

Tutti gli appuntamenti della Esse Emme Musica a Reggio Calabria

Mancano ormai poche settimane alla partenza della programmazione prevista nella Città metropolitana di Reggio Calabria dalla Esse Emme Musica, che proporrà come di consueto una ricca serie di grandi eventi....

Presentati i risultati della campagna pro hospice "Seconda stella a destra"

Presentati i risultati della campagna pro hospice "Seconda stella a destra"

Giorno 14 Ottobre 2019 rappresenta il punto di arrivo di una campagna estiva che ha raggruppato tanti apparati istituzionali e associativi della città a titolo gratuito e spinti solo da...

compra calabria

Sei qui: HomeCalabria Ignota

CalabriaIgnota

È tra gli edifici cristiani più antichi esistenti in città, la Chiesa della Madonna dei Poveri nel rione Trabocchetto, è meglio conosciuta come: Chiesa di Pepe. Il “nome popolare” della chiesa risale al XIX secolo, in conseguenza del devastante terremoto del 1783 che colpì la città di Reggio Calabria. Ne causò il crollo della facciata che si trovava qualche metro più avanti rispetto all’attuale e la chiesa rimase per alcuni decenni abbandonata. Alla metà del XIX secolo fu acquistato da un pasticcere reggino il terreno con tutti i ruderi dove sorgeva la chiesa. Questi si chiamava Paolo Albanese, detto “Paulu Pipi”, e dette il suo nome alla chiesa da cui: a Krèsiê Pipi.

È tra gli edifici artistico-religiosi più belli del territorio, eppure, poco conosciuta. Isolata dal caos cittadino, situata sulla collina del quartiere di Archi, la piccola chiesa di Sant’Antonio Abate, nella sua solitudine, si attesta una delle opere d’arte architettoniche più affascinanti di Reggio Calabria. Con la “facciata” rivolta sullo stretto, quasi a vigilare sui suoi cittadini, la Chiesa di Sant’Antonio Abate, vanta una storia di tutto rispetto. La sua fondazione si attesta intorno all’anno 1000, la zona nella quale sorge, all’epoca era una delle più importanti – dal punto di vista economico - della città; ai piedi della collina, infatti, si svolgeva la famosa fiera di del bestiame, la Fiera di Scaccioti.

Il Parco Archeologico della Sibaritide annuncia l’inizio di alcuni importanti lavori di recupero, resisi necessari dopo l’alluvione del 2013.
In seguito all’esondazione del fiume Crati, l’ex direttore del Quotidiano della Calabria, Matteo Cosenza, mobilita l’opinione pubblica con un editoriale dal titolo “Sibari nel fango che vergogna”. Un editoriale dai toni duri che racchiude tutta la tristezza e tutta la rabbia del post alluvione.

Martedì 10 aprile alle ore 10,00 nei locali del Museo archeologico regionale di Gela, verranno presentati i reperti subacquei recuperati dalla Soprintendenza del Mare nel corso delle campagne di indagine. Interventi effettuati negli ultimi anni in collaborazione con la Guardia di Finanza ROAN di Palermo, la Capitaneria di Porto di Gela e il subacqueo gelese Francesco Cassarino. Esposti i lingotti che facevano parte di un prezioso carico trasportato da un’antica nave naufragata a qualche centinaio di metri dalla costa gelese, ad una profondità di circa cinque metri. I lingotti sono di un metallo particolare, chiamato “oricalco”, definito l’Oro di Atlantide.

La statua di Federico Genoese nell’omonima piazzetta sotto il Duomo, è opera di Rocco Larussa, scultore di Villa San Giovanni. Federico Genoese, nacque nel 1805 da una delle famiglie più nobili e in vista della città. Noto per il suo impegno anti borbone venne condannato a morte ma liberato. Noto come “benefattore”, a lui si devono tante opere pubbliche: un asilo,  la scuola, l’acquedotto. Nel suo testamento infatti lasciò i soldi necessari perchè venissero realizzati per la città
Chiamata anche “La luminosa” la fontana del lungomare in corrispondenza di via Giudecca venne eretta nel 1936 su progetto dell’ingegnere Camillo Autore. Inizialmente pensata a corredo del Monumento ai Caduti trovò invece una collocazione autonoma. Sulla colonna al bordo della vasca
è raffigurato un Tedoforo (colui che porta la Fiamma Olimpica)

Copyright © 2018 CALABRIAPOST - Trib. RC n. 14/2013
Direttore responsabile: Gianluca Del Gaiso
Associazione "P4C"
via Reggio Modena 22  Rc - CF 92084720801
Redazione Ideocoop a r.l.