unci banner

:: NEWS

Partito il conto alla rovescia per l'edizione 2019 di EcoJazz

Partito il conto alla rovescia per l'edizione 2019 di EcoJazz

Presso la pinacoteca civica di Reggio, si è tenuta la conferenza stampa di presentazione, della ventottesima edizione di Ecojazz, una delle kermesse musicali più longeve ed importanti, che riguardano il...

Torna l'appuntamento con la "Notte al Vecchio Borgo" di Rizziconi

Torna l'appuntamento con la "Notte al Vecchio Borgo" di Rizziconi

Un mix di arte, cultura, l’immancabile solidarietà e il rispetto per l’ambiente sono gli ingredienti del successo ormai consolidato della “Notte al Vecchio Borgo” di Rizziconi, giunto quest’anno alla sua...

Un centinaio di piante di canapa indiana trovate nelle campagne di Cittanova

Un centinaio di piante di canapa indiana trovate nelle campagne di Cittanova

Ieri pomeriggio, nell’ambito di un servizio di controllo in area aspromontana finalizzato al contrasto delle coltivazioni di sostanza stupefacente, i carabinieri della Compagnia di Taurianova assieme ai colleghi Cacciatori di...

Tappa di successo a Lazzaro per la rassegna Calabria Judaica

Tappa di successo a Lazzaro per la rassegna Calabria Judaica

Ha fatto tappa a Lazzaro nel comune di Motta San Giovanni la rassegna Calabria Judaica promossa dalla Cooperativa Satyroi di Bova Marina. Protagonista l’Antiquarium Leucopetra aperto grazie anche alla collaborazione...

Successo a Bocale per la giornata ecologica promossa da Pro Loco e Legambiente

Successo a Bocale per la giornata ecologica promossa da Pro Loco e Legambiente

Una giornata all’insegna della sensibilizzazione rispetto ai tempi del rispetto dell’ambiente. È stato questo il leit motiv dell’iniziativa tenutasi qualche giorno addietro presso il litorale di Bocale, promossa ed organizzata...

compra calabria

Sei qui: HomeCRONACAApplicata misura interdittiva dall’esercizio del pubblico ufficio a dirigente medico del GOM e disposto il sequestro di 165mila euro

Applicata misura interdittiva dall’esercizio del pubblico ufficio a dirigente medico del GOM e disposto il sequestro di 165mila euro

Pubblicato in CRONACA Giovedì, 20 Giugno 2019 08:10

I militari del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Reggio Calabria hanno dato esecuzione ad un provvedimento emesso dal GIP di questo capoluogo, con il quale è stata disposta la sospensione dalle funzioni e dall’esercizio del Pubblico Ufficio a carico di una dirigente medico in servizio presso il Reparto di Ginecologia ed Ostetricia del Grande Ospedale Metropolitano “BIANCHI-MELACRINO-MORELLI”. Con il medesimo provvedimento è stato, altresì, disposto il sequestro di oltre € 165.000,00, quale profitto dei reati di peculato, abusi di ufficio e truffa aggravata in danno dello Stato, commessi dal predetto dirigente in violazione del regime di cd “Intramoenia allargata”.

L’iniziativa rappresenta l’epilogo di articolate investigazioni, coordinate dal Procuratore della Repubblica di Reggio Calabria, dott. Giovanni Bombardieri e dal Procuratore Aggiunto, dott. Gerardo Dominijanni, e dirette dal Sostituto Procuratore, dott.ssa Sara Amerio.
L’attività d’indagine svolta dalla Compagnia della Guardia di Finanza di Reggio Calabria, attraverso una capillare ricostruzione delle diverse centinaia di visite effettuate negli anni da parte della professionista, ha consentito di verificare le condotte compiute dal medico che, oltre a violare in diversi casi il rapporto di esclusività instaurato con l’Ente ospedaliero, trattenendo per sé somme invece destinate alla medesima Azienda ospedaliera, è risultata, in numerosi casi, aver anche attestato falsamente la sua presenza in servizio, mediante la timbratura del “Badge”, nel mentre risultava impegnata nell’esercizio di attività privata.
Pertanto, in esecuzione della predetta ordinanza applicativa di misura reale, i finanzieri reggini hanno individuato e, contestualmente, sottoposto a sequestro, un significativo compendio patrimoniale direttamente riconducibile all’indagato, composto da disponibilità finanziarie liquide (conti correnti, fondi di gestione del risparmio) e da immobili.
L’attività delle Fiamme Gialle, eseguita simultaneamente presso le sedi centrali degli istituti finanziari ove risultavano accesi i rapporti da sottoporre a vincolo cautelare, rientra nei prioritari compiti della Guardia di Finanza che, nell’ambito del contrasto ai fenomeni di illegalità economico-finanziaria, orienta la propria azione al fine di incidere sulla diffusione degli illeciti fiscali, finanziari ed economici, a tutela di coloro che operano nella piena e completa osservanza della legge.

Rc 20 giugno 2019

Letto 99 volte

Articoli correlati (da tag)

  • Roccella, la Guardia di Finanza ferma due sospetti scafisti russi dopo lo sbarco

    Il Corpo della Guardia di Finanza, quale polizia del mare nazionale, ha la responsabilità del presidio di prima linea delle acque territoriali italiane.
    In Calabria dove, sotto l’egida del Comando Regionale di Catanzaro, agisce la risorsa specializzata costituita dal Reparto Operativo Aeronavale (R.O.A.N.) di Vibo Valentia, articolato lungo tutta la costa regionale sui diversi presidi della Stazione Navale di Vibo Marina e rinforzato dalla componente degli elicotteri della Sezione Aerea di Lamezia Terme, opera, un dispositivo permanente di prevenzione e contrasto ai traffici illeciti che si dimostra spesso efficace anche per intervenire in situazioni di emergenza.

  • Sequestrati oltre 270 kg di cocaina purissima al Porto di Gioia Tauro

    Nuovo importante colpo messo a segno dai militari del Comando Provinciale Reggio Calabria in sinergia con l’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli di Gioia Tauro, con il costante coordinamento della Procura della Repubblica – Direzione Distrettuale Antimafia di Reggio Calabria, diretta dal Procuratore Giovanni Bombardieri.
    In un container trasportante cotone in transito nello scalo calabrese, proveniente dal Guatemala e avente come destinazione finale Valencia, sono stati individuati e sequestrati 270 chilogrammi di cocaina suddivisi in diversi cartoni di ananas i quali avrebbero fruttato, una volta tagliati fino a 4 volte ed immessi sulle piazze di spaccio italiane ed europee per la vendita al dettaglio, circa 55 milioni di euro.

  • Oppido, due arresti nell'ambito delle indagini dell'operazione "Prima alba bis"

    Venerdì pomeriggio, al termine delle indagini avviate nel luglio 2017 e sviluppatesi nella successiva fase convenzionalmente denominata “Prima alba bis” del gennaio 2019, i Carabinieri della stazione di Oppido Mamertina, congiuntamente ai militari della Guardia di Finanza, Sezione di polizia giudiziaria della Procura di Palmi hanno tratto in arresto un uomo di 47 anni, imprenditore agricolo del luogo, e la moglie di 43 per i reati di usura ed esercizio abusivo del credito.
    Gli indagati sono stati arrestati in esecuzione all’ordinanza, emessa dal Tribunale di Palmi a seguito di richiesta del Dott. Giorgio Panucci della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Palmi, che ha previsto la custodia cautelare in carcere per l’uomo e la misura cautelare degli arresti domiciliari per la consorte.

  • La Direzione del Grande Ospedale Metropolitano chiarisce sul trasferimento di Oncoematologia pediatrica

    In relazione alle notizie di stampa circa il trasferimento, presso il Presidio “Morelli”, della UOSD di Oncoematologia pediatrica, attualmente ospitata nel reparto di Ematologia del Presidio “Riuniti”, la Direzione Strategica del Grande Ospedale Metropolitano “Bianchi-Melacrino-Morelli” di Reggio Calabria precisa quanto segue.

  • Villa, continuava a prendere la pensione della madre deceduta da un anno e mezzo, sequestro preventivo per 20mila euro

    Militari del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Reggio Calabria hanno eseguito un sequestro preventivo, anche nella forma per equivalente, emesso dal G.I.P. del Tribunale di Reggio Calabria su proposta della Procura della Repubblica – diretta dal Procuratore della Repubblica di Reggio Calabria dott. Giovanni Bombardieri – in relazione alle somme indebitamente percepite da un soggetto residente a Villa San Giovanni, pari ad oltre €. 20.000,00.
    La misura cautelare reale eseguita rappresenta l’epilogo di articolate investigazioni, anche di carattere finanziario, coordinate dal Procuratore Aggiunto, dott. Gerardo Dominijanni e dal Sostituto Procuratore, dott. Alessandro Moffa, condotte dalla Compagnia della Guardia di Finanza di Villa San Giovanni nel settore della spesa pubblica, finalizzate all’individuazione di eventuali profili di illiceità nell’erogazione di pensioni a favore di persone decedute.

Copyright © 2018 CALABRIAPOST - Trib. RC n. 14/2013
Direttore responsabile: Gianluca Del Gaiso
Associazione "P4C"
via Reggio Modena 22  Rc - CF 92084720801
Redazione Ideocoop a r.l.