unci banner

:: Evidenza

Pellaro, recuperata una tartaruga gravemente ferita. Le prime cure al Centro di Brancaleone

Pellaro, recuperata una tartaruga gravemente ferita. Le prime cure al Centro di Brancaleone

Reggio Calabria. Tutti i media parlano dell'ormai conclamato "allarme ambientale", e le immagini che vediamo in tv e nei giornali non lasciano alcun dubbio alla drammatica situazione in atto. Ma averne a che fare con...

Reggio Calabria. Al liceo "Campanella" le lezioni di difesa personale del Sensei Cuzzocrea

Reggio Calabria. Al liceo "Campanella" le lezioni di difesa personale del Sensei Cuzzocrea

Reggio Calabria. In occasione della settimana autogestita presso gli Istituti scolastici superiori, si è conclusa la lezione di difesa personale al Liceo Classico "T. Campanella" di Reggio Calabria, organizzata dall’alunna di V° D Serena Martino...

Da FSC 80 milioni per strade del Sud. Falcomatà: “Comuni più coinvolti in scelte investimento”

Da FSC 80 milioni per strade del Sud. Falcomatà: “Comuni più coinvolti in scelte investimento”

80 milioni di euro per il varo del “Piano straordinario di messa in sicurezza delle strade” nei piccoli Comuni delle aree interne del Mezzogiorno. E risorse per 21 milioni da destinare al “Piano straordinario asili...

Processo "Miramare": chiesti 10 mesi di reclusione per l’ex assessore Marcianò

Processo "Miramare": chiesti 10 mesi di reclusione per l’ex assessore Marcianò

Reggio Calabria. Dieci mesi di reclusione è la richiesta che Walter Ignazzitto, sostituto procuratore di Reggio Calabria, ha chiesto oggi per Angela Marcianò, ex assessore ai Lavori pubblici del Comune, nell’ambito dell’udienza per il processo...

Caulonia, ritrovata la statua di Sant'Ilarione Abate

Caulonia, ritrovata la statua di Sant'Ilarione Abate

Nell’ottobre dello scorso anno, la comunità caulonese veniva a conoscenza del furto della Statuetta in legno, dipinta a mano, raffigurante S. Ilarione Abate, risalente al periodo compreso tra fine del 1700 e gli inizi del...

compra calabria

Sei qui: HomeCRONACAAttività venatoria all’interno del Parco Nazionale d’Aspromonte, un deferimento all’Autorità Giudiziaria

Attività venatoria all’interno del Parco Nazionale d’Aspromonte, un deferimento all’Autorità Giudiziaria

Pubblicato in CRONACA Lunedì, 07 Gennaio 2019 18:31

Sabato scorso, nell’ambito di un servizio di controllo straordinario del territorio, coordinato dal Reparto Carabinieri Parco Nazionale d’Aspromonte di Reggio Calabria e finalizzato alla repressione dei reati ambientali, i militari della Stazione Carabinieri Parco di Oppido Mamertina hanno deferito in stato di libertà un 54enne originario di Molochio e residente a Varapodio, poiché sorpreso, in località Santissimo Salvatore di Varapodio, nell’esercizio abusivo dell’attività venatoria.
In particolare, l’uomo è stato sorpreso all’interno del Parco con un fucile calibro 12 e il richiamo regolarmente funzionante posto ai piedi di un albero di ulivo.
Il materiale rinvenuto è stato sequestrato.

Rc 7 gennaio 2019

Letto 191 volte

Articoli correlati (da tag)

  • Controlli straordinari dei Carabinieri nel comprensorio di Taurianova

    Lo scorso fine settimana, i Carabinieri della Compagnia di Taurianova hanno svolto un servizio straordinario di controllo del territorio finalizzato a prevenire e reprimere i reati predatori e lo spaccio di sostanze stupefacenti.
    In particolare, i Carabinieri hanno fermato alla guida in evidente stato di alterazione un 28enne di Cittanova, che sottoposto all'accertamento dell’alcoltest è risultato positivo con una alcolemia di oltre 2.0 g/l. Il ragazzo è stato quindi deferito all’Autorità Giudiziaria per il reato di guida in stato di ebbrezza e gli è stata ritirata la patente di guida.

  • Caulonia, ritrovata la statua di Sant'Ilarione Abate

    Nell’ottobre dello scorso anno, la comunità caulonese veniva a conoscenza del furto della Statuetta in legno, dipinta a mano, raffigurante S. Ilarione Abate, risalente al periodo compreso tra fine del 1700 e gli inizi del 1800, di proprietà della Curia Vescovile Locri-Gerace. La statua è stata asportata da ignoti ad agosto, ma solo il primo ottobre 2018 il frate eremita francese VERMOREL Frederic, custode dell’Eremo di Sant’Ilarione, sito in C.da San Nicola, venendo a conoscenza del furto formalizzava la denuncia presso la Stazione Carabinieri di Caulonia.

  • Controlli straordinari dei Carabinieri tra Gioia Tauro, Rosarno e San Ferdinando

    Nel corso della settimana appena trascorsa, i Carabinieri della Compagnia di Gioia Tauro sono stati impegnati in un servizio straordinario di controllo del territorio nei Comuni di Rosarno, Gioia Tauro, San Ferdinando e nelle limitrofe aree della Piana, con il fine di intensificare l’attività di prevenzione e repressione dei reati predatori ed in materia di sostanze stupefacenti.
    Il servizio, che ha visto impiegati circa 60 militari dell’Arma, ha permesso di sottoporre a controllo complessivamente 171 persone e 44 veicoli, eseguire 10 perquisizioni domiciliari e 14 personali, e deferire in stato di arresto e di libertà diversi soggetti all’Autorità Giudiziaria.

  • Villa San Giovanni: in un istituto di custodia i due diciassettenni autori della rapina di novembre ad un'oreficeria

    Nella mattinata odierna i militari della Compagnia Carabinieri di Villa San Giovanni hanno tratto in arresto due diciassettenni, originari rispettivamente di Reggio Calabria e Scilla, in esecuzione di un’ordinanza di applicazione di misura cautelare di collocamento in I.P.M., emessa dal Giudice per le indagini preliminari del Tribunale per i minorenni di Reggio Calabria, in relazione al reato di rapina aggravata in concorso.
    L’attività d’indagine, condotta dai Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Villa san Giovanni, coordinati dal Dott. Santo Melidona, P.M. della Procura della Repubblica presso il Tribunale per i minorenni di Reggio Calabria, erano partite nelle fasi immediatamente successive alla rapina a mano armata avvenuta nella serata del 26 novembre 2018.

  • Carabinieri forestali, controllo Parco nazionale Aspromonte: due denunce

    Reggio Calabria. Nei giorni scorsi, nell’ambito di un servizio di controllo straordinario del territorio, coordinato dal Reparto Carabinieri Parco Nazionale Aspromonte di Reggio Calabria
    e finalizzato alla repressione dei reati ambientali, i Carabinieri del Parco Nazionale Aspromonte hanno deferito all’Autorità giudiziaria due persone. In particolare, i Carabinieri della Stazione

Copyright © 2018 CALABRIAPOST - Trib. RC n. 14/2013
Direttore responsabile: Gianluca Del Gaiso
Associazione "P4C"
via Reggio Modena 22  Rc - CF 92084720801
Redazione Ideocoop a r.l.