unci banner

:: Evidenza

La Calabria si riscatta e vince: sorrisi al Trofeo delle Regioni

La Calabria si riscatta e vince: sorrisi al Trofeo delle Regioni

La rappresentativa maschile di Calabria termina la propria corsa al “Trofeo delle Regioni Cesare Rubini 2019” al diciassettesimo posto nazionale. Operazione riscatto riuscita per gli atleti allenati da Checco D’Arrigo ed Euprepio Padula che riescono...

Trofeo delle Regioni: la Calabria in rosa termina l’avventura al diciottesimo posto nazionale

Trofeo delle Regioni: la Calabria in rosa termina l’avventura al diciottesimo posto nazionale

Un’esperienza indimenticabile e meravigliosa. La Calabria in rosa termina al diciottesimo posto nazionale all’interno della kèrmesse del “Trofeo delle Regioni Cesare Rubini 2019”. La selezione allenata dai Coach Armando Russo e Barbara Gemelli cede il...

Due pittori dell’Accademia di belle Arti in mostra a “Fabriano in Acquerello”

Due pittori dell’Accademia di belle Arti in mostra a “Fabriano in Acquerello”

I pittori reggini Alessandro Allegra e Adele Macheda (sez. under 30) saranno presenti con le loro opere dal 25 al 29 aprile c. m. in due mostre all’esposizione internazionale dell’acquerello di Fabriano, la più grande...

Si celebra il 23 aprile la Giornata mondiale del Libro: anche in Calabria come nel resto del Paese è grande fuga dalla lettura

Si celebra il 23 aprile la Giornata mondiale del Libro: anche in Calabria come nel resto del Paese è grande...

Quando ci interroghiamo su cosa possa fare originare lo scatto d’orgoglio che manca oggi a questo nostro Paese, immaginiamo le risposte più varie, le più disparate,tranne una, la più distante dal pensiero dominante: studiare e...

ANPI: appello per rendere più ricca, più bella e “plurale” la “Prima Festa della Liberazione dell’Area dello Stretto”

ANPI: appello per rendere più ricca, più bella e “plurale” la “Prima Festa della Liberazione dell’Area dello Stretto”

Facciamo appello ai cittadini, ai giovani, alle associazioni, ai movimenti, alle chiese, alle organizzazioni sindacali e politiche che condividono i valori della nostra Costituzione, nata dall’antifascismo e dalla Resistenza, a ritrovarci tutti insieme il 25...

compra calabria

Sei qui: HomeCRONACACaulonia, ritrovata la statua di Sant'Ilarione Abate

Caulonia, ritrovata la statua di Sant'Ilarione Abate

Pubblicato in CRONACA Lunedì, 18 Marzo 2019 15:33

Nell’ottobre dello scorso anno, la comunità caulonese veniva a conoscenza del furto della Statuetta in legno, dipinta a mano, raffigurante S. Ilarione Abate, risalente al periodo compreso tra fine del 1700 e gli inizi del 1800, di proprietà della Curia Vescovile Locri-Gerace. La statua è stata asportata da ignoti ad agosto, ma solo il primo ottobre 2018 il frate eremita francese VERMOREL Frederic, custode dell’Eremo di Sant’Ilarione, sito in C.da San Nicola, venendo a conoscenza del furto formalizzava la denuncia presso la Stazione Carabinieri di Caulonia.

L’evento suscitava parecchio sgomento non solo nella cittadinanza, assai devota a quel Santo, peraltro patrono del Comune ma per l’intera popolazione della diocesi Locri-Gerace, rimasta attonita da un tale ignobile ed inaspettato gesto.
Le ricerche sono durate alcuni mesi e solo il 17 marzo 2019, per la soddisfazione degli operanti e la gioia dei fedeli, la statua è stata ritrovata, grazie alla segnalazione di un cittadino che l’ha rinvenuta occultata all’interno di un sacco di plastica di colore nero dinanzi il portone principale del santuario “Maria SS delle Grazie” di Roccella Jonica.
La statua sarà riconsegnata alla Curia Vescovile per essere riabbracciata dai devoti.
Il rinvenimento non ha determinato la conclusione delle indagini che proseguiranno al fine di identificare gli autori del furto.

Caulonia 18 marzo 2019

Letto 89 volte

Articoli correlati (da tag)

  • Agnana Calabra, avviso di conclusione indagini per quattro impiegati del Comune

    I Carabinieri della Stazione di Agnana Calabra, a conclusione di mirati accertamenti, hanno notificato un “avviso di conclusione delle indagini” a 4 impiegati di quel Comune, per truffa aggravata ed interruzione di pubblico servizio. L’attività investigativa sul contrasto al fenomeno del cosiddetto “assenteismo”, svolta dai Carabinieri coordinati dalla Procura della Repubblica di Locri, ha consentito di accertare reati che vanno dalla truffa aggravata e continuata in danno dell’Ente Pubblico, all’ attestazione fraudolenta della presenza in servizio, all’abuso d’ufficio e al peculato.

  • Operazione "A ruota libera" e "Camaleonte": un arresto e sette imprese sequestrate

    Nella mattinata del 15 aprile, nelle provincie di Reggio Calabria, Latina e Cosenza, i Carabinieri del Comando Provinciale di Reggio Calabria hanno dato esecuzione a due distinte ordinanze di applicazione di misure cautelari personali e reali, emesse dal Giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Reggio Calabria, su richiesta della Procura distrettuale reggina diretta dal dott. Giovanni Bombardieri:
    - traendo in arresto Tommaso DE ANGELIS, 59enne originario di Sinopoli ma residente a Reggio Calabria, destinatario della misura restrittiva in carcere con l’accusa di associazione mafiosa, in qualità di esponente della cosca “ALVARO-Pajechi” di Sinopoli;
    - sottoponendo a sequestro, nel complesso, le aziende

  • Laureana di Borrello: arrestato lo psicologo del consultorio familiare, accusato di adescare minori

    Nella mattinata del 12 Aprile u.s., a Gioia Tauro (RC), su disposizione della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Palmi, i Carabinieri della Compagnia di Gioia Tauro hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di applicazione di misura cautelare personale in carcere, emessa dal Tribunale di Palmi – Sezione GIP/GUP, nei confronti di S. L., di anni 66, psicologo e responsabile del consultorio familiare di Laureana di Borrello (RC).
    L’odierno provvedimento cautelare trae origine da una mirata attività d’indagine condotta dalla Tenenza Carabinieri di Rosarno, sotto il coordinamento dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Palmi, nel corso della quale è stato possibile raccogliere gravi indizi di colpevolezza a carico del professionista per i reati tentata violenza sessuale ed atti sessuali con minorenni, commessi tra il 19 ed il 28 marzo di quest’anno, nei Comuni di Rosarno e Melicucco, ai danni di tre minori.

  • Villa San Giovanni: brevi di cronaca 13 aprile 2019

    Ieri mattina, i Carabinieri di Villa San Giovanni hanno arrestato nella flagranza del reato di false dichiarazioni sulla identità una 33enne e una 25enne di Catania, e deferito all’autorità giudiziaria per il reato di ricettazione una 28enne e una 26enne anche loro di Catania.
    In particolare, i militari dell’Arma, impegnati in un servizio per la prevenzione e repressione dei reati, durante un posto di controllo nei pressi dello svincolo autostradale di Villa San Giovanni, hanno intimato l’alt alla FIAT Panda nella quale viaggiavano le quattro donne. Alla richiesta di esibire la patente di guida, la conducente ha dichiarato di non esserne in possesso del documento, dimenticato a casa, fornendo generalità risultate palesemente false all’esito di successivi accertamenti.

  • Taurianova: in due sorpresi a tagliare legna, arrestati per furto

    Nella giornata di ieri i Carabinieri della Compagnia di Taurianova, durante un servizio finalizzato alla prevenzione e repressione dei reati predatori, hanno arrestato a Taurianova due persone per furto aggravato di legna.
    In particolare, i Carabinieri della Stazione di San Martino di Taurianova insieme ai colleghi della Stazione di Molochio, durante un controllo in un area rurale, hanno sorpreso i due mentre erano intenti a tagliare con delle motoseghe ben 23 alberi di ulivo.
    Alla vista dei militari, con ancora attive le motoseghe, i due uomini hanno tentato una precipitosa fuga ma sono stati prontamente bloccati. La legna, in parte già accatastata per essere asportata, di un peso complessivo di circa 600 quintali e un valore commerciale di circa 8 mila euro, è stata restituita al proprietario.

Copyright © 2018 CALABRIAPOST - Trib. RC n. 14/2013
Direttore responsabile: Gianluca Del Gaiso
Associazione "P4C"
via Reggio Modena 22  Rc - CF 92084720801
Redazione Ideocoop a r.l.