unci banner

:: NEWS

Trasporto ferroviario, i sindacati: cresce il divario nel paese. Difficile muoversi "nel profondo Sud"

Trasporto ferroviario, i sindacati: cresce il divario nel paese. Difficile muoversi "nel profondo Sud"

Come è noto gli italiani a sud di Salerno non dispongono di un servizio di trasporto ferroviario confrontabile con le altre aree del Paese per l’assenza della cosiddetta alta velocità....

Il Djembè come mezzo di comunicazione non verbale nell’era digitale

Il Djembè come mezzo di comunicazione non verbale nell’era digitale

Un convegno sul “Djembé” Giovedì 18 Luglio , alle ore 20.00, presso il Museo Archeologico Nazionale di Reggio Calabria, nella magnifica cornice della Terrazza. Il Convegno dedicato alla memoria del...

Il Planetario festeggia i 50 anni dell’uomo sulla Luna

Il Planetario festeggia i 50 anni dell’uomo sulla Luna

Cade domani il cinquantesimo anniversario dall’allunaggio. Il 16 luglio del 1969, infatti, l’Apollo 11 viene lanciato da Cape Kennedy verso la Luna.Il lancio avvenne alle 15:32, ora italiana, con a...

Contro la chiusura dell'Hospice in Piazza Italia pochi ma buoni

Contro la chiusura dell'Hospice in Piazza Italia pochi ma buoni

In piazza Italia questa mattina la raccolta firme ed il sit-in a difesa dell'Hospice "Via delle Stelle" a rischio chiusura. Tante le voci espressione del territorio a dispetto di un...

La Goletta Verde di Legambiente arriva in Calabria: dal 16 al 19 luglio tappa a Corigliano Rossano

La Goletta Verde di Legambiente arriva in Calabria: dal 16 al 19 luglio tappa a Corigliano Rossano

Sarà la Calabria l’ottava regione toccata dal tour della Goletta verde di Legambiente, in viaggio dallo scorso 23 giugno lungo le coste italiane per monitorare la qualità delle acque, denunciare...

compra calabria

Sei qui: HomeCRONACACaulonia, ritrovata la statua di Sant'Ilarione Abate

Caulonia, ritrovata la statua di Sant'Ilarione Abate

Pubblicato in CRONACA Lunedì, 18 Marzo 2019 15:33

Nell’ottobre dello scorso anno, la comunità caulonese veniva a conoscenza del furto della Statuetta in legno, dipinta a mano, raffigurante S. Ilarione Abate, risalente al periodo compreso tra fine del 1700 e gli inizi del 1800, di proprietà della Curia Vescovile Locri-Gerace. La statua è stata asportata da ignoti ad agosto, ma solo il primo ottobre 2018 il frate eremita francese VERMOREL Frederic, custode dell’Eremo di Sant’Ilarione, sito in C.da San Nicola, venendo a conoscenza del furto formalizzava la denuncia presso la Stazione Carabinieri di Caulonia.

L’evento suscitava parecchio sgomento non solo nella cittadinanza, assai devota a quel Santo, peraltro patrono del Comune ma per l’intera popolazione della diocesi Locri-Gerace, rimasta attonita da un tale ignobile ed inaspettato gesto.
Le ricerche sono durate alcuni mesi e solo il 17 marzo 2019, per la soddisfazione degli operanti e la gioia dei fedeli, la statua è stata ritrovata, grazie alla segnalazione di un cittadino che l’ha rinvenuta occultata all’interno di un sacco di plastica di colore nero dinanzi il portone principale del santuario “Maria SS delle Grazie” di Roccella Jonica.
La statua sarà riconsegnata alla Curia Vescovile per essere riabbracciata dai devoti.
Il rinvenimento non ha determinato la conclusione delle indagini che proseguiranno al fine di identificare gli autori del furto.

Caulonia 18 marzo 2019

Letto 204 volte

Articoli correlati (da tag)

  • Oppido, due arresti nell'ambito delle indagini dell'operazione "Prima alba bis"

    Venerdì pomeriggio, al termine delle indagini avviate nel luglio 2017 e sviluppatesi nella successiva fase convenzionalmente denominata “Prima alba bis” del gennaio 2019, i Carabinieri della stazione di Oppido Mamertina, congiuntamente ai militari della Guardia di Finanza, Sezione di polizia giudiziaria della Procura di Palmi hanno tratto in arresto un uomo di 47 anni, imprenditore agricolo del luogo, e la moglie di 43 per i reati di usura ed esercizio abusivo del credito.
    Gli indagati sono stati arrestati in esecuzione all’ordinanza, emessa dal Tribunale di Palmi a seguito di richiesta del Dott. Giorgio Panucci della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Palmi, che ha previsto la custodia cautelare in carcere per l’uomo e la misura cautelare degli arresti domiciliari per la consorte.

  • Sant'Ilario dello Jonio, trovate 300 piante di canapa indiana in contrada Cardesi

    Dopo le oltre 6 mila piante distrutte tra il 2018 ed il 2019, i Carabinieri della Stazione di Sant’Ilario dello Jonio, assieme ai colleghi Cacciatori di Vibo, hanno rinvenuto in un’area demaniale di contrada Cardesi, occultata all’interno della fitta vegetazione, una piazzola adibita a coltivazione di canapa indiana, composta da oltre 300 piante, tutte già con infiorescenze e di altezza compresa tra i 90 ed i 200 centimetri.
    Lo stupefacente trovato, previo campionamento, è stato distrutto il loco come disposto dall’autorità giudiziaria.

  • Sambuco di Samo, in due sorpresi dai Carabinieri a coltivare droga

    Mercoledì scorso, nell’ambito di un servizio di controllo in area aspromontana, i Carabinieri della compagnia di Bianco assieme ai colleghi Cacciatori di Vibo hanno arrestato un 47enne e un 35enne, entrambi originari di Africo Nuovo, poiché sopresi a coltivare una piazzola di canapa indiana costituita da quasi 600 piante di altezza media di 1,20 metri, ben occultata all’interno di un fondo demaniale sito nella località Sambuco di Samo (RC) e dotata di un sistema di irrigazione a goccia.
    Gli arrestati, dopo gli adempimenti di rito, sono stati posti agli arresti domiciliari a disposizione dell’autorità giudiziaria, mentre le piante, previa campionatura, sono state distrutte sul posto.

  • Scoperta piantagione di canapa indica a San Giovanni di Sambatello

    Ieri pomeriggio, i Carabinieri delle stazionidi Catona e Gallico assieme ai colleghi Cacciatori di Vibo Valentia, hanno arrestato un reggino, 56enne, accusato di coltivazione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente detenzione abusiva di munizionamento.
    In particolare, i militari dell’Arma hanno sorpreso l’uomo in località San Giovanni di Sambatello all’interno di una piantagione di quasi 50 piante di “canapa indica” di altezza variabile da 85 cm a 2,20 metri circa e dotata di un articolato sistema di irrigazione a goccia.

  • Benestare, i Carabinieri arrestano un intero nucleo familiare con l’accusa di associazione ai fini di spaccio di droga

    Dalle prime ore di questa mattina, nelle provincia di Reggio Calabria è in corso un’operazione dei Carabinieri del Comando Provinciale di Reggio Calabria in esecuzione di un provvedimento di custodia cautelare in carcere nei confronti di sei persone accusate a vario titolo di associazione finalizzata all’acquisto, detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti.
    L’organizzazione, che aveva base nel territorio di Benestare (RC), aveva strutturato in maniera intensiva lo spaccio di droga, avendo come capo dell’organizzazione una donna, che coordinava i suoi figli nello spaccio di droga sia ai consumatori “finali” quanto la fornitura ad altri spacciatori.

Copyright © 2018 CALABRIAPOST - Trib. RC n. 14/2013
Direttore responsabile: Gianluca Del Gaiso
Associazione "P4C"
via Reggio Modena 22  Rc - CF 92084720801
Redazione Ideocoop a r.l.