unci banner

:: NEWS

Brunori SAS torna con un nuovo tour. Il 5 aprile concerto al PalaCalafiore

Brunori SAS torna con un nuovo tour. Il 5 aprile concerto al PalaCalafiore

Farà tappa anche al PalaCalafiore di Reggio Calabria il tour 2020 di Brunori SAS. Lo rende noto la Esse Emme Musica che organizza il concerto del cantautore calabrese in programma...

Presentato in Pinacoteca il programma del primo Festival Olistico Morgana

Presentato in Pinacoteca il programma del primo Festival Olistico Morgana

È stato presentato nella Pinacoteca del Comune di Reggio Calabria il programma della prima edizione del Festival Olistico Morgana, organizzato dall’Associazione culturale Maradan, che si terrà dal 20 al 22...

Art Bonus, incontro formativo in Biblioteca

Art Bonus, incontro formativo in Biblioteca

Mercoledì 18 Settembre l’Amministrazione comunale di Reggio Calabria, si renderà promotrice di un incontro formativo-informativo sugli strumenti dell’Art bonus e del Fundraising a supporto degli interventi di recupero e valorizzazione...

Palazzo San Giorgio offre il Cero votivo alla Madonna della Consolazione, patrona della città

Palazzo San Giorgio offre il Cero votivo alla Madonna della Consolazione, patrona della città

Palazzo San Giorgio rinnova l'offerta del Cero votivo alla Madonna della Consolazione, Patrona della Città. Queste le parole del sindaco Giuseppe Falcomatà: Eccellenza reverendissima, Reverendo Capitolo Metropolitano, porgo a voi...

Il concerto di Carmen Consoli chiude l'Estate reggina 2019

Il concerto di Carmen Consoli chiude l'Estate reggina 2019

Il sindaco di Reggio Calabria Giuseppe Falcomatà l’aveva presentata a inizio giugno, nella Sala dei Lampadari di Palazzo San Giorgio, come un contenitore ricco di grandi appuntamenti nazionali e internazionali...

compra calabria

Sei qui: HomeCRONACAColto in flagranza dalla Guardia di Finanza a sversare rifiuti speciali in area demaniale

Colto in flagranza dalla Guardia di Finanza a sversare rifiuti speciali in area demaniale

Pubblicato in CRONACA Mercoledì, 11 Settembre 2019 08:09

Nell’ambito di un più ampio piano straordinario di controllo economico-finanziario del territorio disposto dal Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Reggio Calabria, eseguito mediante penetranti e pianificate attività di monitoraggio delle aree e degli snodi stradali maggiormente a rischio, nonché delle attività commerciali, industriali e agricole presenti sull’intero territorio della provincia, i militari della Compagnia di Reggio Calabria hanno sorpreso un soggetto intento a trasportare rifiuti speciali relativi ad attività edilizia, per il loro successivo sversamento su un terreno.

Nello specifico, insospettiti sia dalla vista di un autocarro con vano di carico coperto da un telo blu che dai sentieri poi intrapresi dal conducente del mezzo, i finanzieri hanno deciso di seguirlo, fino a vederlo accedere nel sedime della fiumara del quartiere “Catona” della città, dove gli operanti hanno individuato anche un terreno sul quale giacevano cumuli di rifiuti speciali già in precedenza sversati.
Un attimo prima che il conducente dell’autocarro effettuasse materialmente lo sversamento, i militari operanti sono intervenuti procedendo all’identificazione del soggetto e all’analisi del carico.
In particolare, le Fiamme Gialle hanno accertato che nel cassone dell’automezzo erano presenti circa 2 tonnellate di rifiuti speciali non pericolosi, composti prevalentemente da materiali provenienti da attività edilizie, quali mattoni, mattonelle, sterro e tubi dismessi.
Si è verificato, inoltre, che detti materiali erano trasportati su di un mezzo non idoneo a tal fine e privo dei documenti di provenienza e di destinazione dei rifiuti in argomento, in violazione di quanto previsto dalle normative ambientali di settore.
Nell’immediato, i militari operanti, oltre a denunciare a piede libero il conducente del menzionato autocarro, hanno proceduto al sequestro preventivo del veicolo, del quantitativo di rifiuti speciali illecitamente trasportato, nonché del terreno – dell’estensione di circa 1.000 metri quadri –, su cui i rifiuti medesimi stavano per essere sversati e sul quale giacevano altri cumuli di rifiuti speciali già precedentemente “stoccati”.
L’attività di controllo economico-finanziario del territorio finalizzata alla repressione di ogni forma di illegalità assume un ruolo centrale nell’orientamento dell’attività operativa del Corpo della Guardia di Finanza.
La tutela dell’ambiente e, in particolare, il contrasto dei traffici illeciti di rifiuti, in rapporto di specie a genere con i traffici illeciti, ne costituisce una declinazione che denota il costante impegno profuso a salvaguardia dell’ambiente e del paesaggio, nel concorso alla tutela della salubrità degli ecosistemi, nonché della sicurezza pubblica e dell’ordinata e civile convivenza sociale.

Rc 11 settembre 2019

Letto 114 volte

Articoli correlati (da tag)

  • Operazione Silkroad, sequestrati dalla Guardia di Finanza: esplosivo, armi e droga in città

    Militari del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Reggio Calabria, nel corso di una ordinaria attività di controllo economico-finanziario del territorio d’iniziativa hanno proceduto al sequestro di 200 grammi di tritolo, con annesso detonatore a fuoco e miccia – che, se assemblati correttamente, avrebbero potuto essere utilizzati per la realizzazione di un ordigno c.d. “I.E.D.” (“Improvised Explosive Device”) –, di una pistola con matricola abrasa unitamente a svariate cartucce e di 2 coltelli, nonché all’arresto in flagranza di reato di 2 soggetti reggini di 43 e 45anni.

  • Scommesse on-line e maxi evasione fiscale: la Guardia di Finanza sottopone a verifica una società estera operante in italia

    La Guardia di Finanza di Reggio Calabria, congiuntamente al Nucleo Speciale Entrate ed al Nucleo Speciale Tutela Privacy e Frodi Tecnologiche ha concluso una verifica fiscale nei confronti di una società maltese con stabile organizzazione in Italia, operante nel settore del gioco on-line, relativamente agli anni d’imposta 2015 e 2016, in esito alla quale è stato possibile accertare che quest’ultima ha omesso di dichiarare ricavi per quasi 4 miliardi di euro ed una base imponibile ai fini della Imposta Unica sulle Scommesse pari ad oltre 1 miliardo di euro.

  • Sequestrata nell’agro di Bovalino una estesa piantagione di marijuana skunk e indica

    Ancora un duro colpo alle organizzazioni criminali dedite alla produzione e al traffico di stupefacenti inferto dalla Guardia di Finanza di Reggio Calabria.
    Infatti, a distanza di qualche giorno da altri due analoghi sequestri operati nei comuni di San Lorenzo (RC) e di Roccaforte del Greco (RC), militari del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Reggio Calabria e della Sezione Aerea del Corpo di Lamezia Terme hanno individuato – sul greto del fiume Careri sito nel comune di Bovalino (RC) – e, successivamente, sottoposto a sequestro un’estesa e rigogliosa piantagione di cannabis di tipo misto tra indica e “skunk” (quest’ultima tipologia è frutto della fusione delle linee genetiche native del Messico (Acapulco gold), della Colombia (Colombian gold) e dell’Afghanistan).

  • Sequestrati oltre 500 capi contraffatti all’interno di una falegnameria in città, denunciate due persone

    Oltre 500 capi di abbigliamento contraffatti sottoposti a sequestro e la denuncia a piede libero di due soggetti di nazionalità tunisina, rappresentano l’epilogo di un’articolata attività di polizia giudiziaria condotta d’iniziativa dalla Compagnia di Reggio Calabria.
    L’operazione si inserisce nell’ambito di un più ampio piano di controllo economico/finanziario del territorio disposto dal Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Reggio Calabria, eseguito mediante specifiche attività di monitoraggio delle aree, degli snodi della città, maggiormente a rischio, nonché delle attività commerciali e artigiane presenti sull’intero territorio della provincia.

  • Evade dai domiciliari ma viene sorpreso dai militari della Guardia di Finanza

    Tratto in arresto in flagranza di reato un pregiudicato reggino, per evasione dagli arresti domiciliari, da parte dei finanzieri della compagnia di reggio calabria. L’operazione repressiva si inserisce nell’ambito di un più ampio piano di controllo economico/finanziario del territorio disposto dal Comando provinciale della Guardia di Finanza reggino, eseguito mediante penetranti e pianificate attività di monitoraggio delle aree e degli snodi della città, maggiormente a rischio. Nello specifico, una pattuglia delle Fiamme Gialle, riconoscendo un soggetto già da loro tratto in arresto in precedenza per reati inerenti agli stupefacenti e alle armi, hanno proceduto al suo controllo, accertandone l’evasione dagli arresti domiciliari, come per sua stessa ammissione, non facendo mistero della sua posizione.

Copyright © 2018 CALABRIAPOST - Trib. RC n. 14/2013
Direttore responsabile: Gianluca Del Gaiso
Associazione "P4C"
via Reggio Modena 22  Rc - CF 92084720801
Redazione Ideocoop a r.l.