unci banner

:: NEWS

Il concerto di Carmen Consoli conclude l’estate reggina 2019

Il concerto di Carmen Consoli conclude l’estate reggina 2019

Sabato 21 settembre alle 21,30 il concerto di Carmen Consoli presso piazza Indipendenza concluderà gli eventi comunali programmati per l’estate reggina 2019, in collaborazione con la città metropolitana di Reggio...

Giornate Europee del Patrimonio: gli appuntamenti in città

Giornate Europee del Patrimonio: gli appuntamenti in città

L’assessorato alla Valorizzazione del Patrimonio Culturale guidato da Irene Calabrò comunica le iniziative del Comune di Reggio Calabria in occasione delle Giornate europee del Patrimonio che si terranno il prossimo...

Arriva il Rodeo Calabria Tennis Tour 2019

Arriva il Rodeo Calabria Tennis Tour 2019

Ecco il "Rodeo Calabria Tennis Tour 2019". Torna il circuito per III e IV categoria, tabelloni di singolare maschile e femminile, con la novità dei punti pieni Fit e la...

Operazione Bravo Cotraro: sequestrati quasi 2 kg di cocaina e arrestato il corriere

Operazione Bravo Cotraro: sequestrati quasi 2 kg di cocaina e arrestato il corriere

Militari del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Reggio Calabria, nel corso di un’ordinaria attività d’iniziativa indirizzata al controllo economico-finanziario del territorio, hanno proceduto al sequestro di 1,6 chilogrammi...

compra calabria

Sei qui: HomeCRONACAConfiscati 215 milioni di euro a imprenditore della Piana di Gioia Tauro

Confiscati 215 milioni di euro a imprenditore della Piana di Gioia Tauro

Pubblicato in CRONACA Venerdì, 10 Maggio 2019 08:34

La Guardia di Finanza - nelle sue componenti specialistiche e investigative del Servizio Centrale Investigazione Criminalità Organizzata, del Nucleo Speciale Polizia Valutaria e del Comando Provinciale Reggio Calabria - dalle prime ore di stamattina ha dato esecuzione in Calabria e in Campania, sotto il coordinamento della Procura della Repubblica reggina, diretta dal Dott. Giovanni Bombardieri, al provvedimento del Tribunale di Reggio Calabria - Sezione Misure di prevenzione, presieduto dalla Dott.ssa Ornella Pastore, con cui è stata disposta nei confronti del noto imprenditore Alfonso ANNUNZIATA (classe 1943) l’applicazione delle seguenti misure di prevenzione, personali e patrimoniali:

• sorveglianza speciale di P.S., per la durata di tre anni, con obbligo di soggiorno nel Comune di residenza o di dimora abituale;
• la confisca del patrimonio allo stesso riconducibile, dato dal compendio aziendale di 2 imprese, dalle quote di 4 società di capitali e di una società di persone, 85 unità immobiliari, 46 rapporti finanziari personali e aziendali nonché di denaro contante per quasi un milione di euro, il tutto per un valore stimato pari a circa 215 milioni di euro.
Tale provvedimento si fonda sulle risultanze acquisite a seguito dell’operazione “BUCEFALO” condotta dai suddetti Reparti della Guardia di finanza, nell’ambito della quale, nel mese di marzo 2015, Alfonso ANNUNZIATA era stato raggiunto da un’ordinanza impositiva della custodia cautelare in carcere, emessa dal G.I.P. di Reggio Calabria.
Proprio in relazione a tali vicende, si stanno celebrando in questi giorni presso il Tribunale di Palmi le fasi finali del processo che vede costui imputato per il reato, tra gli altri, di cui all’art. 416-bis c.p., in quanto ritenuto partecipe alle attività illecite di una cosca di ‘ndrangheta operante sul territorio della provincia di Reggio

Rc 10 maggio 2019

Letto 231 volte

Articoli correlati (da tag)

  • Gioia Tauro, inaugurazione della sede dell'Associazione Nazionale Carabinieri

    Domani mattina alle ore 10:30, l’Associazione Nazionale Carabinieri Calabria coordinata dall’Ispettore regionale Cap. Gianfranco Aricò, inaugurerà i nuovi locali della sede di Gioia Tauro.
    I locali, sono beni confiscati alla criminalità organizzata e verranno intitolati al Capitano Emanuele Basile, medaglia d’oro al valor civile barbaramente assassinato il 4 Maggio 1980 a Monreale (PA).
    A rendere omaggio al collega ucciso ci saranno tutte le delegazioni delle 52 sezioni sparse in tutto il territorio calabrese e saranno ricevute dal loro Ispettore Cap. Gianfranco Aricò e dal presidente della sezione C.re Domenico La Valle.

  • Sant'Anna di Bianco, arrestati due coltivatori di marijuana

    Lo scorso fine settimana, al termine di un’indagine coordinata dalla Procura della Repubblica di Locri, i Finanzieri del Gruppo di Locri, hanno arrestato 2 persone, perché sorprese a coltivare una piantagione di marijuana di vaste dimensioni sita in un campo in prossimità del comune di Bianco (Rc), precisamente in località Sant’Anna.
    Nello specifico, nel corso di attività istituzionale finalizzata al monitoraggio del territorio, rivolto al contrasto della commercializzazione illecita in genere, l’attenzione dei finanzieri è stata attirata dall’andamento sospetto di due autovetture, un pick-up ed una citycar, i cui conducenti, erano soliti introdursi all’interno di una strada sterrata in zona periferica di Bianco, facendo ingresso – senza averne alcun titolo – in un campo all’apparenza incolto.

  • In manette due corrieri della droga, sorpresi a Villa San Giovanni e Santa Caterina

    Nell’ambito di due distinte ed articolate operazioni di polizia giudiziaria condotte d’iniziativa, rispettivamente, dai militari della Compagnia di Villa San Giovanni e da quelli della Compagnia di Reggio Calabria, i finanzieri reggini hanno tratto in arresto in flagranza di reato due soggetti per reati inerenti agli stupefacenti. Le operazioni repressive in commento si inseriscono nell’ambito di un più ampio piano di controllo economico-finanziario del territorio disposto dal Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Reggio Calabria, anche sulla base di specifiche direttive emanate dal Comando Generale del Corpo, in attuazione del Dispositivo Permanente di Contrasto ai Traffici Illeciti, eseguito mediante penetranti e pianificate attività di monitoraggio delle aree e degli snodi stradali maggiormente a rischio, nonché delle attività commerciali presenti sull’intero territorio della provincia.

  • Gioia Tauro, trovati in possesso di un'arma detenuta clandestinamente

    Gli Agenti della Polizia di Stato del Commissariato di P.S. di Gioia Tauro, nell’ambito di servizi di contrasto alla criminalità organizzata strutturati secondo l’implementato dispositivo di controllo del territorio “Petrace” per la Piana di Gioia Tauro, hanno arrestato 3 uomini in concorso di reato per detenzione di arma da fuoco clandestina e del relativo munizionamento. Rispettivamente padre e due figli.
    Gli Agenti della Polizia di Stato hanno effettuato una perquisizione domiciliare presso l’abitazione dei tre a Gioia Tauro, estesa anche al garage e all’attività commerciale. I tre uomini avevano occultato abilmente in garage una pistola revolver, rinvenuta in una busta di plastica in perfetto stato di conservazione e priva di matricola, e 22 cartucce cal. 380 G.F.L. di notevole potenziale offensivo.

  • Operazione Free Time: avviso conclusione indagini per 30 dipendenti pubblici assenteisti del già Ospedale Scillesi d’America

    All’esito di una delicata, penetrante e articolata attività di indagine, coordinata dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Reggio Calabria, militari del Comando Provinciale di Reggio Calabria hanno notificato l’avviso di conclusione delle indagini preliminari a 30 dipendenti pubblici assenteisti del già “Ospedale Scillesi d’America” - oggi “Casa di cura di Scilla” -, indagati per truffa aggravata ai danni dell’Ente di appartenenza.
    Le indagini, svolte dai finanzieri della Compagnia Pronto Impiego della Guardia di Finanza di Reggio Calabria, sono state coordinate dal Procuratore della Repubblica di Reggio Calabria, dott. Giovanni Bombardieri e dal Procuratore Aggiunto, dott. Gerardo Dominijanni, e dirette dal Sostituto Procuratore, dott. Diego Capece Minutolo.

Copyright © 2018 CALABRIAPOST - Trib. RC n. 14/2013
Direttore responsabile: Gianluca Del Gaiso
Associazione "P4C"
via Reggio Modena 22  Rc - CF 92084720801
Redazione Ideocoop a r.l.