unci banner

:: Evidenza

Pellaro, recuperata una tartaruga gravemente ferita. Le prime cure al Centro di Brancaleone

Pellaro, recuperata una tartaruga gravemente ferita. Le prime cure al Centro di Brancaleone

Reggio Calabria. Tutti i media parlano dell'ormai conclamato "allarme ambientale", e le immagini che vediamo in tv e nei giornali non lasciano alcun dubbio alla drammatica situazione in atto. Ma averne a che fare con...

Reggio Calabria. Al liceo "Campanella" le lezioni di difesa personale del Sensei Cuzzocrea

Reggio Calabria. Al liceo "Campanella" le lezioni di difesa personale del Sensei Cuzzocrea

Reggio Calabria. In occasione della settimana autogestita presso gli Istituti scolastici superiori, si è conclusa la lezione di difesa personale al Liceo Classico "T. Campanella" di Reggio Calabria, organizzata dall’alunna di V° D Serena Martino...

Da FSC 80 milioni per strade del Sud. Falcomatà: “Comuni più coinvolti in scelte investimento”

Da FSC 80 milioni per strade del Sud. Falcomatà: “Comuni più coinvolti in scelte investimento”

80 milioni di euro per il varo del “Piano straordinario di messa in sicurezza delle strade” nei piccoli Comuni delle aree interne del Mezzogiorno. E risorse per 21 milioni da destinare al “Piano straordinario asili...

Processo "Miramare": chiesti 10 mesi di reclusione per l’ex assessore Marcianò

Processo "Miramare": chiesti 10 mesi di reclusione per l’ex assessore Marcianò

Reggio Calabria. Dieci mesi di reclusione è la richiesta che Walter Ignazzitto, sostituto procuratore di Reggio Calabria, ha chiesto oggi per Angela Marcianò, ex assessore ai Lavori pubblici del Comune, nell’ambito dell’udienza per il processo...

Caulonia, ritrovata la statua di Sant'Ilarione Abate

Caulonia, ritrovata la statua di Sant'Ilarione Abate

Nell’ottobre dello scorso anno, la comunità caulonese veniva a conoscenza del furto della Statuetta in legno, dipinta a mano, raffigurante S. Ilarione Abate, risalente al periodo compreso tra fine del 1700 e gli inizi del...

compra calabria

Sei qui: HomeCRONACAFermati dal Commissariato di Siderno gli scafisti dell'ultimo sbarco al Porto di Roccella Jonica

Fermati dal Commissariato di Siderno gli scafisti dell'ultimo sbarco al Porto di Roccella Jonica

Pubblicato in CRONACA Mercoledì, 13 Giugno 2018 13:55

Nel pomeriggio dell’11 giugno una motovedetta della Guardia Costiera ha soccorso in mare un piccolo gommone con due uomini a bordo, avvistato alla deriva da un’imbarcazione in transito a circa 22 miglia marine a sud-est della costa di Roccella Jonica. Il natante è stato rimorchiato fino al Porto delle Grazie. Gli Agenti del Commissariato di P.S. di Siderno intervenuti sul posto per le operazioni necessarie hanno constatato che gli occupanti del natante erano in buone condizioni di salute e, pertanto, i due soggetti sono stati accompagnati presso gli Uffici del Commissariato per ulteriori accertamenti.

A seguito dell’identificazione è scattata un’intensa attività investigativa congiunta tra gli Agenti del Commissariato di P.S. di Siderno, della Squadra Mobile di Reggio Calabria e di Crotone, coordinati dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Locri (RC) che ha consentito di sottoporre a fermo di polizia giudiziaria i due soggetti, di nazionalità russa e moldava. I 2 uomini sono ritenuti gli scafisti del traghettamento dell’imbarcazione con 38 cittadini extracomunitari soccorsi dalla Guardia Costiera lo scorso 9 giugno presso il Porto delle Grazie di Roccella Jonica e individuati grazie all’intervento di un elicottero della Polizia di Stato del V° Reparto Volo di Reggio Calabria che, attrezzato con sofisticate apparecchiature per l’individuazione e il soccorso di persone, ha raggiunto l’area di ricerca in circa 15 minuti e, a causa delle avverse condizioni meteo, ha avviato le complesse procedure di ricerca.

A conclusione delle attività i due fermati sono stati associati presso la Casa Circondariale di Locri a disposizione dell’A.G.

Medesima conclusione hanno avuto i riscontri di polizia giudiziaria condotti da personale del Commissariato di P.S. di Siderno e della Squadra Mobile in occasione di altri due sbarchi avvenuti il 3 marzo 2018 e l’11 maggio 2018.

In particolare, in data 3 marzo, gli investigatori del Commissariato, unitamente a personale della Guardia di Finanza di Roccella Jonica, hanno sottoposto a fermo di polizia giudiziaria tre cittadini di nazionalità ucraina ritenuti responsabili della conduzione di un natante che ha trasportato la sera del 28 febbraio altri 74 migranti soccorsi sempre dalla Guardia Costiera e accompagnati sempre il citato porto.

In data 11 maggio, altresì, sempre gli Agenti del Commissariato e personale della Guardia di Finanza di Roccella Jonica hanno individuato tre cittadini di nazionalità turca che sono stati ritenuti gli scafisti di un’altra imbarcazione che ha trasportato 11 migranti sempre soccorsi dalla Guardia Costiera ed accompagnati al Porto delle Grazie di Roccella Jonica.

Nel complesso, nei primi sei mesi del 2018, sono stati deferiti 8 cittadini stranieri per il reato di favoreggiamento dell’immigrazione clandestina.

Reggio Calabria, 13 giugno 2018

Letto 184 volte

Articoli correlati (da tag)

  • Gioia Tauro, 57enne arrestato per evasione e la moglie per oltraggio, minaccia e resistenza a Pubblico Ufficiale

    Nei giorni scorsi, nell’ambito dei servizi di controllo del territorio intensificati in tutto il territorio della Provincia di Reggio Calabria su disposizione del Questore Raffaele Grassi per il contrasto ai reati in generale e al rispetto delle limitazioni della libertà personale disposte dall’Autorità Giudiziaria, gli Agenti della Polizia di Stato del Commissariato di P.S. di Gioia Tauro hanno arrestato un 57enne gioiese responsabile del reato di evasione e la moglie 56enne responsabile di oltraggio, minaccia e resistenza a Pubblico Ufficiale.

  • Reggio Calabria, sicurezza stradale: Capitaneria e Stradale intensificano i controlli al Porto

    Reggio Calabria.  Nel corso degli ultimi mesi sono stati intensificati i controlli stradali in ambito portuale da  parte della Capitaneria di Porto e dalla Polizia Stradale di Reggio Calabria. Numerosi i posti di controllo effettuati e le sanzioni elevate. L’attività congiunta ha avuto come obiettivo principale la verifica del rispetto dei limiti di velocità tramite postazioni temporanee

  • “Metànoia”, sabato in musica, di scena a Roccella la Banda della Città Metropolitana

    Sarà un sabato in musica quello di domani a Roccella. “Metànoia”, questo il titolo dell’appuntamento di domani, sabato 16 marzo alle 18:00 presso i locali dell’auditorium comunale, dove sarà di scena la Banda della Città Metropolitana di Reggio Calabria istituita dalla Reale Accademia Filarmonica di Gerace, medaglia d’oro del Sacro Militare Ordine Costantiniano di San Giorgio, diretta dal Maestro Liliya Byelyera. L’iniziativa è promossa dal Comune di Roccella Ionica unitamente alla Fidapa sezione di Roccella Ionica, all’Associazione Italiana di Cultura Classica di Locri ed alla Reale Accademia Filarmonica di Gerace.      

  • Roccella Jonica: approvato in via definitiva il nuovo Piano Comunale di Spiaggia

    La Città Metropolitana di Reggio Calabria ha recentemente approvato, con determinazione del dirigente del Settore 10 - Pianificazione - Ambiente – Leggi Speciali, il Piano Comunale di Spiaggia proposto dal Comune di Roccella Jonica.
    Con questo ultimo adempimento si chiude il complesso iter di approvazione di questo importantissimo strumento urbanistico che ha visto l’Amministrazione Comunale - in particolare il Sindaco - impegnata nella revisione delle regole che disciplinano l’utilizzo dell’arenile e delle zone prospicienti.

  • La Polizia arresta Ciro Russo: i dettagli

    È durata poco meno di 24 ore la fuga di Ciro Russo, il 42enne di Ercolano che ha cercato di uccidere la moglie dandole fuoco dopo averle gettato addosso del liquido infiammabile. A prenderlo nel rione Schiavone la Squadra Mobile dopo che per tutto il giorno le Volanti zona per zona stringevano il cerchio su di lui. L’uomo, secondo quanto appreso non avrebbe risposto alle domande degli inquirenti dopo il suo arresto questa notte. I due erano separati da oltre un anno e la donna in passato aveva già sporto denuncia contro l’uomo che ricordiamo si trovava agli arresti domiciliari.  Il giorno in cui ha tentato di ucciderla, probabilmente ha viaggiato tutta la notte prima di presentarsi davanti alla scuola. Quel giorno si sarebbe dovuta tenere l’udienza di separazione. 

Copyright © 2018 CALABRIAPOST - Trib. RC n. 14/2013
Direttore responsabile: Gianluca Del Gaiso
Associazione "P4C"
via Reggio Modena 22  Rc - CF 92084720801
Redazione Ideocoop a r.l.