:: Evidenza

Operazione Mala Depurazione: sequestrati dalla Guardia Costiera 14 impianti per le acque reflue

Operazione Mala Depurazione: sequestrati dalla Guardia Costiera 14 impianti per le acque reflue

Personale militare della Direzione Marittima - Guardia Costiera - di Reggio Calabria, ha posto sotto sequestro preventivo n° 14 impianti di depurazione acque reflue comunali...

Siclari dopo audizione Scura in Commissione Igiene e Sanità Pubblica del Senato

Siclari dopo audizione Scura in Commissione Igiene e Sanità Pubblica del Senato

«Sono soddisfatto dell’importate risultato ottenuto oggi con la presenza del commissario Massimo Scura in audizione alla Commissione Igiene e Sanità Pubblica del Senato. È il...

Il pecorino di Fattoria della Piana sbarca al Salone del Gusto

Il pecorino di Fattoria della Piana sbarca al Salone del Gusto

"L'amore nutre": questo il primo saluto della Calabria passeggiando per i corridoi principali del padiglione del XII Salone del Gusto - Terra Madre dedicato alle...

compra calabria

Sei qui: HomeCRONACAFurto su condotta Sorical, una denuncia a Bova Marina

Furto su condotta Sorical, una denuncia a Bova Marina

Pubblicato in CRONACA Mercoledì, 11 Luglio 2018 15:14

I carabinieri di Bova Marina hanno individuato e segnalato a Sorical un allaccio abusivo in una condotta dell'Acquedotto Amendolea. Il responsabile è stato denunciato per furto aggravato e con la riserva da parte di Sorical di costituirsi parte civile nell'eventuale procedimento penale. Il prelevamento dell'acqua potabile avveniva attraverso un raccordo in pvc posizionato sulla condotta che risulta danneggiata e ciò ha provocato problemi di erogazione verso i Comuni serviti dell'acquedotto.
"I furti d'acqua potabile e l'uso inappropriato che se ne fa sono una vera piaga per la Calabria– commenta il commissario liquidatore della Sorical Luigi Incarnato -.

Ogni anno nel periodo maggio/settembre registriamo la richiesta di molti sindaci aumentare la fornitura di acqua anche non in presenza di aumento della popolazione. E' del tutto evidente che i maggiori consumi sono legati alla stagione degli orti e ciò è confermato dai dati del telecontrollo sui nostri impianti che registrano divari anche del 50% tra le giornate di pioggia e di caldo. Un fenomeno che mette in crisi il sistema di approvvigionamento della Sorical che non riesce a garantire, nei mesi estivi e con il sensibile aumento delle presenze turistiche, l'erogazione idropotabile in diversi comuni costieri. In Calabria non manca l'acqua potabile – conclude Incarnato –spesso manca quella per l'irrigazione, per i piccoli e grandi orti, per giardini. Stiamo sensibilizzando i sindaci calabresi su questo tema perché gli allacci abusivi e gli usi impropri stridono con una gestione efficiente del sistema che sconta anche la vetustà della reti idriche con perdite considerevoli".

Bova Marina 11 luglio 2018 

Letto 100 volte

Articoli correlati (da tag)

  • Molochio, un arresto per estorsione, millantato credito e violenza privata

    Il 18 settembre scorso i Carabinieri della Compagnia di Taurianova hanno arrestato, in esecuzione dell’ordinanza di applicazione della custodia cautelare in carcere emessa dal G.I.P. del Tribunale di Palmi su richiesta della locale Procura, P.M. Dott. Salvatore Rossello, F.M., 35 anni, di Molochio, poiché ritenuto responsabile dei reati di estorsione, millantato credito e violenza privata. Il provvedimento cautelare scaturisce da una attività investigativa condotta dalla Stazione Carabinieri di Molochio, con il supporto della Stazione Carabinieri di Cinquefrondi e avviata nel marzo 2018 a seguito delle denunce presentate da due donne.

  • Parco Nazionale Aspromonte. Sorpreso ad appiccare incendio: deferito un bracciante

    Reggio Calabria. Nei giorni scorsi, nell’ambito di un servizio coordinato dal Reparto Carabinieri del Parco Nazionale Aspromonte di Reggio Calabria, i militari della Stazione Carabinieri
    Parco di Gerace, hanno deferito G.R., 45enne, bracciante agricolo, per aver causato un incendio boschivo. In particolare, i Carabinieri, sorprendevano G.R. in località Cavaleri di Ciminà, il

  • Pantano di Cardeto: scoperta una piantagione di marijuana

    Reggio Calabria. Nella mattinata di ieri, in località Pantano di Cardeto, nell’ambito di un ampio servizio disposto dalla Compagnia Carabinieri di Reggio Calabria, finalizzato al contrasto del fenomeno della coltivazione illegale di canapa indiana nel reggino, i Carabinieri della Stazione di Cardeto, hanno rinvenuto una piantagione di marijuana composta da circa 60 piante

  • Brevi di cronaca dalla Locride 15 settembre 2018

    Tre persone denunciate, una arrestata su ordine dell’Autorità Giudiziaria e due piantagioni di canapa indiana rivenute. Questo il bilancio di un servizio di controllo straordinario del territorio svolto dai Carabinieri delle Compagnie di Locri, Bianco e Roccella Jonica, con il supporto dei colleghi dello Squadrone Eliportato Carabinieri di Vibo Valentia, disposto dal Comando Gruppo di Locri.
    Al tal fine sono stati allestiti numerosi posti di controllo, sia nelle aree rurali che nelle periferie dei principali centri urbani, effettuati rastrellamenti, ispezionati pozzi ed anfratti naturali ed eseguite numerose perquisizioni, domiciliari, personali e veicolari.

  • Taurianova. Munizionamento da guerra e coltivazione di marijuana: un arresto

    Reggio Calabria. Nella mattina di ieri, in contrada Buzzano, frazione di Castellace di Oppido Mamertina, i Carabinieri della Compagnia di Taurianova, in collaborazione con i Cacciatori di Vibo Valentia e con il supporto dei Carabinieri della Compagnia di Palmi, hanno arrestato un 30enne di Oppido Mamertina, accusato di detenzione di munizionamento da guerra e coltivazione di

Copyright © 2018 CALABRIAPOST - Trib. RC n. 14/2013
Direttore responsabile: Gianluca Del Gaiso
Associazione "P4C"
via Reggio Modena 22  Rc - CF 92084720801
Redazione Ideocoop a r.l.