unci banner

:: NEWS

L’associazione Innamorarsi di Sbarre al lavoro per la riqualificazione della Villetta di Via Botteghelle

L’associazione Innamorarsi di Sbarre al lavoro per la riqualificazione della Villetta di Via Botteghelle

Su Via Botteghelle, alla presenza del direttivo completo, degli associati e dei privati cittadini del quartiere, prosegue intensamente l'attività dell'associazione "Innamorarsi di Sbarre". Oggi, sabato 21 settembre, intera mattinata dedicata...

Maltrattava e perseguitava l’ex compagna, arrestato dalla Polizia di Stato

Maltrattava e perseguitava l’ex compagna, arrestato dalla Polizia di Stato

La Sezione “Reati contro la persona, in danno di minori e sessuali” della locale Squadra Mobile, in esito a delicatissime indagini coordinate dalla Procura della Repubblica di Reggio Calabria, diretta...

Giornata mondiale dell'Alzheimer: si illumina il Castello Aragonese

Giornata mondiale dell'Alzheimer: si illumina il Castello Aragonese

In occasione della XXVI Giornata Mondiale dell'Alzheimer, il Castello Aragonese di Reggio Calabria resterà illuminato a colori dal 20 al 23 settembre. L'iniziativa, fortemente voluta dall'assessore alle politiche sociali del...

Undici milioni destinati all'edilizia residenziale pubblica, la proposta passa in Commissione Bilancio

Undici milioni destinati all'edilizia residenziale pubblica, la proposta passa in Commissione Bilancio

Più di 11 milioni di euro del Decreto Reggio saranno destinati al settore dell'edilizia residenziale pubblica per l’ampliamento del patrimonio di alloggi comunali destinati dall’Amministrazione alle famiglie più bisognose. La...

compra calabria

Sei qui: HomeCRONACAGioia Tauro, 57enne arrestato per evasione e la moglie per oltraggio, minaccia e resistenza a Pubblico Ufficiale

Gioia Tauro, 57enne arrestato per evasione e la moglie per oltraggio, minaccia e resistenza a Pubblico Ufficiale

Pubblicato in CRONACA Sabato, 16 Marzo 2019 13:57

Nei giorni scorsi, nell’ambito dei servizi di controllo del territorio intensificati in tutto il territorio della Provincia di Reggio Calabria su disposizione del Questore Raffaele Grassi per il contrasto ai reati in generale e al rispetto delle limitazioni della libertà personale disposte dall’Autorità Giudiziaria, gli Agenti della Polizia di Stato del Commissariato di P.S. di Gioia Tauro hanno arrestato un 57enne gioiese responsabile del reato di evasione e la moglie 56enne responsabile di oltraggio, minaccia e resistenza a Pubblico Ufficiale.

In particolare, gli operatori della Polizia di Stato hanno notato B.G., sottoposto alla detenzione domiciliare, fuori dalla propria abitazione intento a dialogare con alcune persone. Pertanto, non rispettando la citata misura restrittiva, l’uomo è stato arrestato e fatto salire a bordo dell’autovettura della Polizia di Stato per i successivi adempimenti.

In tale frangente, la moglie, ha iniziato ad inveire nei confronti degli Agenti, colpendo l’autovettura con calci e pugni, minacciandoli ed incitando gli abitanti della zona a bloccare l’uscita della Volante che è stata accerchiata da una serie di residenti i quali hanno anche ostacolato con un veicolo l’uscita della Volante con l’arrestato.

A seguito della condotta tenuta dalla donna si è proceduto, pertanto, anche ad arrestarla.

L’Autorità Giudiziaria ha convalidato l’arresto dei coniugi ed ha disposto nei confronti del marito la misura degli arresti domiciliari.


Reggio Calabria, 16 marzo 2019

Letto 191 volte

Articoli correlati (da tag)

  • Sbarco a Roccella nella notte, fermati due presunti scafisti di nazionalità ucraina

    Nuovo successo contro la tratta di esseri umani ed i favoreggiatori dell’immigrazione clandestina.
    Nella serata di ieri è stato segnalato l’avvicinamento alla costa di Brancaleone di un veliero con numerosi cittadini extracomunitari a bordo. Venivano immediatamente predisposti servizi interforze diretti dalla Questura volti a prevenire un possibile sbarco non autorizzato. Contemporaneamente, veniva segnalato un cittadino iracheno che era approdato sulla costa e tentava di allontanarsi dalla spiaggia. Prontamente rintracciato dal dispositivo di sicurezza si accertava che si era allontanato dal veliero a bordo di un gommone unitamente a due cittadini dell’est Europa, presumibilmente gli scafisti, per il rintraccio dei quali venivano attivate immediate attività.

  • Maltrattava e perseguitava l’ex compagna, arrestato dalla Polizia di Stato

    La Sezione “Reati contro la persona, in danno di minori e sessuali” della locale Squadra Mobile, in esito a delicatissime indagini coordinate dalla Procura della Repubblica di Reggio Calabria, diretta dal Procuratore Giovanni BOMBARDIERI, nella giornata odierna ha eseguito nei confronti di un 38enne di Reggio Calabria, un’ordinanza di custodia cautelare in carcere poiché ritenuto responsabile di maltrattamenti in famiglia ai danni della sua ex compagna.
    Le indagini - coordinate dal Procuratore Aggiunto Gerardo DOMINIJANNI e dal Sostituto Procuratore Nicola DE CARIA - hanno consentito di far luce su una triste vicenda familiare caratterizzata da abituali episodi di maltrattamenti in famiglia con ripetute ingiurie e minacce di morte proferite personalmente dall’uomo o mediante l’invio di messaggi di testo alla madre di suo figlio durante la loro relazione, cagionandole penose condizioni di vita, lesive dell’integrità morale e del decoro della medesima.

  • Gioia Tauro, inaugurazione della sede dell'Associazione Nazionale Carabinieri

    Domani mattina alle ore 10:30, l’Associazione Nazionale Carabinieri Calabria coordinata dall’Ispettore regionale Cap. Gianfranco Aricò, inaugurerà i nuovi locali della sede di Gioia Tauro.
    I locali, sono beni confiscati alla criminalità organizzata e verranno intitolati al Capitano Emanuele Basile, medaglia d’oro al valor civile barbaramente assassinato il 4 Maggio 1980 a Monreale (PA).
    A rendere omaggio al collega ucciso ci saranno tutte le delegazioni delle 52 sezioni sparse in tutto il territorio calabrese e saranno ricevute dal loro Ispettore Cap. Gianfranco Aricò e dal presidente della sezione C.re Domenico La Valle.

  • Bovalino, al supermercato o a casa invece che in ufficio a lavorare

    A conclusione di mirata attività investigativa espletata dalla Polizia di Stato, il personale del Commissariato di P.S. Bovalino ha eseguito un’ordinanza di applicazione della misura cautelare della sospensione dell’esercizio del pubblico ufficio per dodici mesi, emessa dal Giudice per le Indagini Preliminari di Locri su richiesta di quella Procura della Repubblica, nei confronti di 3 soggetti, su un totale di 6 indagati, ritenuti responsabili, a vario titolo, dei reati di truffa aggravata e continuata, falsa attestazione della presenza in servizio e peculato d’uso continuato.

  • Arghillà, 31enne ai domiciliari per possesso di droga

    L’attività di controllo del territorio dell’Ufficio Volanti, svolti nell’ambito del protocollo operativo chiamato “Fata Morgana” che ha quale obiettivo l’intensificazione dell’attività di controllo delle aree ad alta densità criminale della zona nord della città, ulteriormente intensificata su disposizione del Questore di Reggio Calabria con particolare riguardo al fenomeno dello spaccio di sostanze stupefacenti, ha fatto registrare in città l’ennesimo risultato.
    Nel corso dei servizi il personale dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico ha arrestato, in via Scopelliti, zona Arghillà nord, in flagranza di reato un 31enne.

Copyright © 2018 CALABRIAPOST - Trib. RC n. 14/2013
Direttore responsabile: Gianluca Del Gaiso
Associazione "P4C"
via Reggio Modena 22  Rc - CF 92084720801
Redazione Ideocoop a r.l.