unci banner

:: NEWS

Presentato in Pinacoteca il programma del primo Festival Olistico Morgana

Presentato in Pinacoteca il programma del primo Festival Olistico Morgana

È stato presentato nella Pinacoteca del Comune di Reggio Calabria il programma della prima edizione del Festival Olistico Morgana, organizzato dall’Associazione culturale Maradan, che si terrà dal 20 al 22...

Art Bonus, incontro formativo in Biblioteca

Art Bonus, incontro formativo in Biblioteca

Mercoledì 18 Settembre l’Amministrazione comunale di Reggio Calabria, si renderà promotrice di un incontro formativo-informativo sugli strumenti dell’Art bonus e del Fundraising a supporto degli interventi di recupero e valorizzazione...

Il concerto di Carmen Consoli chiude l'Estate reggina 2019

Il concerto di Carmen Consoli chiude l'Estate reggina 2019

Il sindaco di Reggio Calabria Giuseppe Falcomatà l’aveva presentata a inizio giugno, nella Sala dei Lampadari di Palazzo San Giorgio, come un contenitore ricco di grandi appuntamenti nazionali e internazionali...

Al via la XIII Edizione Pentedattilo Film Festival

Al via la XIII Edizione Pentedattilo Film Festival

L’affascinante borgo di Pentedattilo è pronto per trasformarsi ancora una volta in un suggestivo cinema all’aperto in cui Cortometraggi dal mondo animeranno piazza San Pietro e Paolo, la biblioteca delle...

Bilancio positivo per Taurianova Summer 2019

Bilancio positivo per Taurianova Summer 2019

Un’estate da incorniciare, quella trascorsa a Taurianova, grazie al cartellone “Taurianova Summer 2019” che ha animato le serate con appuntamenti di intrattenimento e di divertimento per tutte le età. Bilancio...

compra calabria

Sei qui: HomeCRONACAGioia Tauro, rientrano nelle casse dello Stato circa 2.000.000,00 euro frutto di evasione fiscale

Gioia Tauro, rientrano nelle casse dello Stato circa 2.000.000,00 euro frutto di evasione fiscale

Pubblicato in CRONACA Mercoledì, 31 Luglio 2019 08:14

I militari della 2ª Compagnia della Guardia di Finanza di Gioia Tauro, nell’ambito delle continue attività volte al contrasto dei fenomeni di illegalità economico – finanziaria, su disposizione del Tribunale di Palmi, hanno dato esecuzione ad un provvedimento di sequestro preventivo per equivalente, per un importo di 1.752.249,00 euro.
L’attività è scaturita da una verifica fiscale, eseguita nei confronti di una società gioiese, operante nel settore del trasporto di merci su strada, selezionata sulla base di specifici criteri di pericolosità fiscale, a seguito del quale è emerso che il rappresentante legale, attualmente ristretto in carcere per reati estorsivi e ritenuto vicino alla cosca Bellocco di Rosarno, nell’anno 2013, ha occultato al Fisco ricavi per circa 3.500.000,00 euro, con conseguente evasione dell’Iva e delle imposte sui redditi.

Sulla scorta di tali risultanze, tenuto conto che l’imposta evasa è risultata superiore alle soglie previste dalla normativa penal/tributaria, l’Autorità Giudiziaria ha emesso una misura ablativa, di natura patrimoniale tesa ad aggredire le disponibilità finanziarie, i beni mobili ed immobili, riconducibili all’amministratore della società controllata, per un importo corrispondente alle imposte evase.
La diuturna attività svolta dalle Fiamme Gialle gioiesi, testimonia ancora una volta l’impegno del Corpo nell’azione di contrasto all’evasione fiscale e al recupero del gettito fiscale nell’erario.

Gioia tauro 31 luglio 2019

Letto 85 volte

Articoli correlati (da tag)

  • Paga le sue nozze con fondi pubblici, scoperto e denunciato dalla Guardia di Finanza giovane imprenditore della Piana

    I militari della 2a Compagnia della Guardia di Finanza di Gioia Tauro, all’esito di una serie di accertamenti esperiti nell’ambito dello sviluppo di una segnalazione per operazioni sospette, hanno deferito un imprenditore della Piana operante nel settore della raccolta di rifiuti solidi non pericolosi, reo di aver pagato il proprio ricevimento nunziale, distraendo fondi pubblici nazionali destinati all’incentivazione dell’autoimpiego in forma di microimpresa. L’attività investigativa svolta dalle fiamme gialle gioiesi si è concentrata sull’analisi della documentazione bancaria riconducibile alla società, la quale consentiva di acclarare che, a fronte della percezione di erogazioni statali nel corso dell’anno 2017, sono state effettuate - in concomitanza con l’accreditamento di una quota di contributo per circa 20 mila euro - diverse disposizioni di pagamento, tramite bonifici bancari, che destavano sospetti in quanto i beneficiari risultavano essere soggetti economici operanti nel settore alberghiero e della ristorazione.

Copyright © 2018 CALABRIAPOST - Trib. RC n. 14/2013
Direttore responsabile: Gianluca Del Gaiso
Associazione "P4C"
via Reggio Modena 22  Rc - CF 92084720801
Redazione Ideocoop a r.l.