unci banner

:: NEWS

Evento al Cilea per l'Hospice, il messaggio del sindaco

Evento al Cilea per l'Hospice, il messaggio del sindaco

È importante che, a problemi strutturali, si diano risposte strutturali. Ribadiamo, anche da questo palcoscenico, che chi di dovere deve avere l'umiltà di sedersi intorno ad un tavolo, con tutte...

A Palazzo Campanella il convegno "Racket, tre mafie a confronto"

A Palazzo Campanella il convegno "Racket, tre mafie a confronto"

"Iniziative come questa sono la testimonianza che, tutti uniti lavorando verso una direzione comune, possiamo definitivamente spezzare i tentacoli della piovra mafiosa". Così, il sindaco Giuseppe Falcomatà, ha salutato gli...

Villa, rifiuti zero. Il Conai finanzia il progetto di sensibilizzazione

Villa, rifiuti zero. Il Conai finanzia il progetto di sensibilizzazione

Con riferimento al Bando Anci Conai per la comunicazione locale – edizione 2019, il comune di Villa San Giovanni è stato ammesso al cofinanziamento di 45mila euro per il progetto...

A palazzo Corrado Alvaro la visita del cardinale Ernest Simoni

A palazzo Corrado Alvaro la visita del cardinale Ernest Simoni

S’è tenuto questa mattina, nella sala “Monsignor Ferro” di Palazzo Alvaro, l’incontro istituzionale tra il cardinale Ernest Simoni e il sindaco metropolitano Giuseppe Falcomatà – introdotto da Marcello Condorelli, portavoce...

Finanziamento milionario per il convento di Sant'Ilarione. Belcastro: «Luogo di culto caro ai cauloniesi»»

Finanziamento milionario per il convento di Sant'Ilarione. Belcastro: «Luogo di culto caro ai cauloniesi»»

C'è anche Caulonia tra i centri beneficiari del finanziamento milionario per i beni culturali del distretto della Locride deliberato dalla Giunta Regionale. Ammonta infatti a 1 milione e 400 mila...

compra calabria

Sei qui: HomeCRONACAGioia Tauro, un arresto per detenzione di armi clandestine

Gioia Tauro, un arresto per detenzione di armi clandestine

Pubblicato in CRONACA Martedì, 03 Settembre 2019 18:03

Domenica scorsa, nell’ambito di un servizio straordinario di controllo del territorio finalizzato alla prevenzione ed alla repressione dei reati in materia di armi, i carabinieri della compagnia di Gioia Tauro, col supporto dello Squadrone Eliportato Cacciatori Calabria di Vibo Valentia, hanno arrestato, un, 54enne, accusato di detenzione di armi comuni da sparo clandestine, ricettazione e detenzione abusiva di munizionamento.
L’arresto è giunto all’esito di un’articolata e complessa operazione di perquisizione locale svolta dai carabinieri della stazione di San Ferdinando e dello squadrone eliportato cacciatori Calabria di Vibo Valentia, all’interno dell’abitazione dell’uomo e nelle relative pertinenze consentendo di rinvenire, un vero e proprio arsenale costituito da armi anche di fabbricazione artigianale.

In particolare, nel corso della perquisizione domiciliare, i Carabinieri hanno rinvenuto il seguente materiale:
- 1 fucile ZOLI cal. 12, abilmente occultato all’interno di un materasso della camera da letto e risultato, all’esito dei successivi accertamenti, provento di furto commesso nell’anno 2017 in provincia di Pavia;
- 1 pistola cal. 22 modello revolver, clandestina e di fabbricazione artigianale, opportunamente nascosta all’interno di una scatola;
- 4 cartucce per pistola cal. 7.65;
- 4 cartucce per fucile cal. 12;
- 13 cartucce per fucile cal. 28;
- 27 bossoli e 28 ogive cal. 38 special, pronte per essere assemblate;
- 1 tubo in metallo, comprensivo di congegni di percussione e scatto, artigianalmente predisposto per l’esplosione di cartucce cal. 7,65, efficiente ed in perfetto stato d’uso;
- 2 penne modificate, dotate di congegno artigianale di scatto e percussione, predisposte per l’esplosione di cartucce di piccolo calibro, efficienti ed in perfetto stato d’uso;
- Varie parti e congegni di armi.
Le armi rinvenute, comprensivo del relativo munizionamento, sono state sottoposte a sequestro per essere successivamente trasmesse al RIS di Messina per le analisi dattiloscopiche e balistiche del caso.
L’arrestato, al termine degli adempimenti di rito, è stato tradotto presso la Casa Circondariale di Reggio Calabria Arghillà in attesa del giudizio di convalida a disposizione dell’autorità giudiziaria di Palmi.

Palmi 3 settembre 2019

Letto 120 volte

Articoli correlati (da tag)

  • Sant'Eufemia d'Aspromonte, un arresto per detenzione illegale di armi e munizioni

    Martedì pomeriggio i carabinieri delle stazioni di Sant’Eufemia d’Aspromonte e di Sinopoli hanno arrestato un 57enne, eufemiese accusato di detenzione illegale di armi e munizioni.
    I militari dell’Arma hanno condotto varie perquisizioni alla ricerca di armi e munizioni illegittimamente detenute, grave fenomeno criminale dato che sovente il loro uso è destinato a commettere delitti quali estorsioni, atti intimidatori ed omicidi.

  • Servizi su tutto territorio reggino, i Carabinieri rinvengono armi e una piantagione di canapa indiana

    Nei giorni appena trascorsi, il Comando Provinciale Carabinieri di Reggio Calabria, ha predisposto dei servizi straordinari di controllo del territorio in collaborazione con personale dei “Cacciatori” di Vibo Valentia, tesi all’individuazione della presenza occulta di armi, munizioni e sostanze esplosive presenti sul territorio della provincia con particolare attenzione alle zone impervie e di difficile raggiungimento.
    In particolare, i carabinieri delle stazioni di Cardeto e Cataforio supportati da personale dello Squadrone Eliportato Cacciatori Calabria, hanno rinvenuto in area boschiva di ardua praticabilità abitualmente frequentata da cacciatori, all’interno di un casolare in stato di abbandono ubicato in località “Campicelli”

  • Oppido, ritrovato senza vita l'anziano disperso da ieri

    È stato ritrovato senza vita l’anziano di Oppido Mamertina di cui non si avevano notizie da ieri e per cui era stato attivato dalla Prefettura il Piano ricerca persone scomparse. A trovare l’uomo nelle campagne di Oppido questa mattina i Vigili del Fuoco che hanno recuperato il corpo con l’intervento di un elicottero del Nucleo di Catania. Sul posto sono intervenuti i Carabinieri che ieri avevano per prima dato l’allarme.

  • Un deferimento per ricettazione di opere d'arte

    Martedì scorso, i Carabinieri del Comando Stazione Carabinieri di RC-Catona, in collaborazione con personale del Nucleo Tutela Patrimonio Culturale di Cosenza, hanno denunciato a piede libero un 70enne italiano residente a Reggio Calabria, insegnante in pensione, ritenuto responsabile dei reati di ricettazione di opere d’arte.
    L’operazione, scaturita da una intensa attività info-investigativa posta in essere dalla Stazione Carabinieri e coordinata dalla Procura della Repubblica di Reggio Calabria, ha consentito di individuare e sequestrare un’opera d’arte di pregio con contestuale successiva restituzione dell’opera all’avente diritto.

  • Un arresto per violazione di domicilio, lesioni personali e atti persecutori

    Questa notte, i Carabinieri della sezione radiomobile della compagnia di Reggio Calabria hanno arrestato in flagranza di reato un 40enne cittadino rumeno residente a Reggio Calabria, celibe, incensurato, accusato di violazione di domicilio, lesioni personali e atti persecutori in danno della ex-compagna 49enne rumena.
    In particolare, l’uomo, introdottosi all’interno dell’abitazione della donna mediante un doppione della chiave da lui arbitrariamente detenuta, l’aggrediva in camera da letto mentre si trovava al telefono con il suo attuale compagno che, trovandosi in altra città per ragioni di lavoro, prontamente allertava i soccorsi tramite il numero d’emergenza 112.

Copyright © 2018 CALABRIAPOST - Trib. RC n. 14/2013
Direttore responsabile: Gianluca Del Gaiso
Associazione "P4C"
via Reggio Modena 22  Rc - CF 92084720801
Redazione Ideocoop a r.l.