:: Evidenza

Fideiussione, accolto il ricorso della Reggina

Fideiussione, accolto il ricorso della Reggina

La Reggina 1914, assistita dagli avvocati Francesco Diciommo e Edoardo Chiacchio comunica l’accoglimento del ricorso relativo la fideiussione. Di seguito comunicato n. 29 del Tribunale Federale Nazionale – Sezione Disciplinare. Il Tribunale Federale Nazionale –...

Dal 28 ottobre arriverà l'acqua del Diga del Menta a Reggio Calabria

Dal 28 ottobre arriverà l'acqua del Diga del Menta a Reggio Calabria

Il Presidente della Giunta regionale Mario Oliverio, d'intesa con il Sindaco di Reggio Calabria, Giuseppe Falcomatà, e il Commissario di Sorical spa, Luigi Incarnato, comunica che il 28 ottobre p.v. si procederà all'attivazione della fornitura...

Completamento strada a scorrimento veloce San Roberto-Fiumara-Campo Calabro, il 25 ottobre incontro pubblico

Completamento strada a scorrimento veloce San Roberto-Fiumara-Campo Calabro, il 25 ottobre incontro pubblico

Si terrà il 25 ottobre alle ore 16.00, nel territorio del comune di Fiumara, sull’innesto della strada a scorrimento veloce che porta a San Roberto, l’incontro pubblico sul completamento dell’arteria fino a Campo Calabro, e...

Pedopornografia, arrestato un 45enne:  deteneva quasi 3 mila filmati e foto

Pedopornografia, arrestato un 45enne: deteneva quasi 3 mila filmati e foto

Nella giornata di ieri è stato tratto in arresto un operatore commerciale di quarantacinque anni, abitante a Reggio Calabria, che deteneva oltre 3000 immagini e filmati di contenuto pedopornografico. E’ questo il profilo che emerge...

compra calabria

Sei qui: HomeCRONACAIl Questore emette altri due provvedimenti di D.A.SPO. nei confronti dei tifosi catanesi per gli scontri al porto

Il Questore emette altri due provvedimenti di D.A.SPO. nei confronti dei tifosi catanesi per gli scontri al porto

Pubblicato in CRONACA Mercoledì, 16 Maggio 2018 13:03

Continua l’azione del Questore della Provincia di Reggio Calabria dopo il deprecabile episodio del 18 febbraio scorso, relativo agli scontri tra i tifosi del “Catanzaro Calcio” e quelli del “Catania Calcio”, avvenuti presso il porto di Reggio Calabria, ove le due tifoserie si erano casualmente incontrate, in quanto la prima era diretta in Sicilia per assistere all’incontro di calcio con la squadra agrigentina dell’“Akragas”, mentre la seconda era appena sbarcata per dirigersi in Puglia ove avrebbe partecipato all’incontro con il “Monopoli Calcio”.
Il Questore Raffaele Grassi, il 10 maggio scorso ha emesso 2 ulteriori provvedimenti di D.A.SPO. nei confronti di altrettanti tifosi catanesi per la durata di anni cinque ciascuno nei confronti di C.G. cl.’88 e G.G. cl.’90, coinvolti in quello

che è stato un vero e proprio episodio di guerriglia urbana, durante il quale sono stati utilizzati, per portare a termine l’aggressione, tubi in ferro, tubi in pvc, cinture e altro materiale presente in banchina, successivamente acquisito dagli operatori della Polizia di Stato, prontamente intervenuti.
Unitamente al provvedimento di divieto di accesso ai luoghi dove si svolgono tutte le manifestazioni calcistiche di qualsiasi serie e categoria, è stato, altresì, imposto ai predetti l’obbligo di presentazione presso l’Ufficio di Polizia competente per territorio mezz’ora dopo l’inizio del primo tempo e mezz’ora dopo l’inizio del secondo tempo di tutte le manifestazioni sportive nelle quali siano impegnate, a qualsiasi titolo, la compagine calcistica del “Catania Calcio”, convalidato dalla competente Autorità Giudiziaria.
La Polizia di Stato, nella più ampia ottica di recuperare la dimensione sociale del calcio da vivere come passione, divertimento e partecipazione, ribadisce, con l’adozione dei citati provvedimenti, la ferma volontà di bandire dalle manifestazioni sportive ogni forma di violenza, discriminazione e intemperanza.

Reggio Calabria, 16 maggio 2018

Letto 114 volte

Articoli correlati (da tag)

  • Pedopornografia, arrestato un 45enne: deteneva quasi 3 mila filmati e foto

    Nella giornata di ieri è stato tratto in arresto un operatore commerciale di quarantacinque anni, abitante a Reggio Calabria, che deteneva oltre 3000 immagini e filmati di contenuto pedopornografico.
    E’ questo il profilo che emerge dall’ordinanza di custodia cautelare in carcere adottata nei suoi confronti dal G.I.P. presso il Tribunale di Reggio Calabria dott. Domenico Santoro, su richiesta della locale Procura della Repubblica diretta dal Procuratore Giovanni Bombardieri.

  • Gioia Tauro, coppia ai domiciliari dopo una lite per furto di energia elettrica

    Oggi, a Gioia Tauro, il personale del locale Commissariato di P.S. ha arrestato per furto di energia elettrica due coniugi di etnia nigeriana di 28 e 32 anni. Gli Agenti del Commissariato di P.S. di Gioia Tauro sono intervenuti presso l’abitazione dei due coniugi per una lite in corso. Riportata la situazione alla normalità, il personale della Polizia di Stato si è accorto che in casa, nonostante non vi fosse istallato alcun contatore Enel, erano in funzione diverse apparecchiature elettriche. L’intervento del personale tecnico dell’ENEL, fatto intervenire sul posto, ha confermato che i due coniugi avevano operato un allaccio abusivo direttamente alla rete elettrica pubblica. Dell’arresto è stata notiziata l’Autorità Giudiziaria che ha disposto la misura degli arresti domiciliari.

  • Prevenzione e contrasto dei reati nelle scuole: la Polizia incrementa i servizi

    Reggio Calabria. Con l’inizio dell’anno la Polizia di Stato in collaborazione con gli Istituti Scolastici si è schierata fin da subito per il contrasto di fenomeni di devianza giovanile. Massima attenzione alla prevenzione di tutti quei fenomeni che raggiungono maggiori livelli di diffusione quali il fenomeno dello spaccio di sostanze stupefacenti, il bullismo e il cyber bullismo.

  • Palmi, arrestati due affiliati alla cosca di ‘ndrangheta “Gallico"

    Reggio Calabria. Ieri, gli agenti della Polizia di Stato del Commissariato di P.S. di Palmi, in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal Gip presso il Tribunale di Reggio Calabria, hanno arrestato due soggetti pregiudicati affiliati alla cosca di ‘ndrangheta “Gallico”, operante in Palmi e zone limitrofe, ritenuti responsabili dei reati di associazione per

  • Gioia Tauro: la Polizia arresta due uomini per bancarotta fraudolenta e furto di energia elettrica

    Ieri, gli Agenti della Polizia di Stato del Commissariato di P.S. di Gioia Tauro, nell’ambito del contrasto ai reati in generale, hanno arrestato, in due distinte attività, due soggetti responsabili dei reati di bancarotta fraudolenta, furto aggravato di energia elettrica ed altri reati. Gli operatori della Polizia di Stato hanno tratto in arresto un 33enne di Gioia Tauro, in esecuzione di un provvedimento restrittivo emesso dalla Procura della Repubblica di Palmi per il reato di bancarotta fraudolenta ed altri reati.
    L’uomo deve espiare la pena della reclusione per un totale di 9 mesi in relazione ai citati reati commessi in Gioia Tauro nel 2014.

Copyright © 2018 CALABRIAPOST - Trib. RC n. 14/2013
Direttore responsabile: Gianluca Del Gaiso
Associazione "P4C"
via Reggio Modena 22  Rc - CF 92084720801
Redazione Ideocoop a r.l.