unci banner

:: Evidenza

La Calabria si riscatta e vince: sorrisi al Trofeo delle Regioni

La Calabria si riscatta e vince: sorrisi al Trofeo delle Regioni

La rappresentativa maschile di Calabria termina la propria corsa al “Trofeo delle Regioni Cesare Rubini 2019” al diciassettesimo posto nazionale. Operazione riscatto riuscita per gli atleti allenati da Checco D’Arrigo ed Euprepio Padula che riescono...

Trofeo delle Regioni: la Calabria in rosa termina l’avventura al diciottesimo posto nazionale

Trofeo delle Regioni: la Calabria in rosa termina l’avventura al diciottesimo posto nazionale

Un’esperienza indimenticabile e meravigliosa. La Calabria in rosa termina al diciottesimo posto nazionale all’interno della kèrmesse del “Trofeo delle Regioni Cesare Rubini 2019”. La selezione allenata dai Coach Armando Russo e Barbara Gemelli cede il...

Due pittori dell’Accademia di belle Arti in mostra a “Fabriano in Acquerello”

Due pittori dell’Accademia di belle Arti in mostra a “Fabriano in Acquerello”

I pittori reggini Alessandro Allegra e Adele Macheda (sez. under 30) saranno presenti con le loro opere dal 25 al 29 aprile c. m. in due mostre all’esposizione internazionale dell’acquerello di Fabriano, la più grande...

Si celebra il 23 aprile la Giornata mondiale del Libro: anche in Calabria come nel resto del Paese è grande fuga dalla lettura

Si celebra il 23 aprile la Giornata mondiale del Libro: anche in Calabria come nel resto del Paese è grande...

Quando ci interroghiamo su cosa possa fare originare lo scatto d’orgoglio che manca oggi a questo nostro Paese, immaginiamo le risposte più varie, le più disparate,tranne una, la più distante dal pensiero dominante: studiare e...

ANPI: appello per rendere più ricca, più bella e “plurale” la “Prima Festa della Liberazione dell’Area dello Stretto”

ANPI: appello per rendere più ricca, più bella e “plurale” la “Prima Festa della Liberazione dell’Area dello Stretto”

Facciamo appello ai cittadini, ai giovani, alle associazioni, ai movimenti, alle chiese, alle organizzazioni sindacali e politiche che condividono i valori della nostra Costituzione, nata dall’antifascismo e dalla Resistenza, a ritrovarci tutti insieme il 25...

compra calabria

Sei qui: HomeCRONACALa Guardia di Finanza di Locri scopre una maxi evasione per oltre 10 milioni di euro. Denunciate 2 persone

La Guardia di Finanza di Locri scopre una maxi evasione per oltre 10 milioni di euro. Denunciate 2 persone

Pubblicato in CRONACA Giovedì, 21 Marzo 2019 08:20

A conclusione di una complessa attività di verifica fiscale condotta nei confronti di due società operanti nel settore della preparazione e concia del cuoio i finanzieri del Gruppo Locri hanno denunciato presso la Procura della Repubblica di Locri, per i reati di cui agli art. 4 e 5 del D.Lgs 74/2000, i due legali rappresentanti per frode fiscale contestando una base imponibile sottratta a tassazione per oltre 10 milioni di euro oltre alla corrispondente indebita sottrazione dell’IVA per quasi 1,5 milioni di euro.

Le attività ispettive prendevano spunto dalle preliminari investigazioni svolte attraverso l’utilizzo delle banche dati di cui dispongono le fiamme gialle finalizzate alla pianificazione della platea di soggetti economici da includere nella programmazione dell’attività di polizia economico-finanziaria.

In tale contesto, l’attenzione veniva focalizzata su due società di capitali (di cui una in apparente liquidazione) che, dopo aver realizzato un cospicuo giro di affari in una provincia campana, allo scopo di eludere il fisco avevano trasferito – ma solo fittiziamente - le rispettive sedi legali nel territorio della locride da circa un paio di anni.

Gli ulteriori approfondimenti investigativi consentivano di acclarare, inoltre, che nell’imminenza del fittizio trasferimento delle sedi nella provincia reggina le quote sociali erano state interamente cedute a dei soggetti nullatenenti –risultati poi irreperibili – cui avevano affidato anche l’incarico di amministratore unico.

Al fine di ricostruire compiutamente i redditi e i volumi d’affari conseguiti dalle due società, in assenza di documentazione contabile obbligatoria (libri, registri I.V.A., fatture), i verificatori hanno proceduto ad effettuare i riscontri di tipo indiretto presuntivo ricorrendo all’utilizzo dello strumento delle indagini finanziarie.

La minuziosa disamina delle operazioni di accreditamento e addebitamento, tesa alla ricostruzione delle operazioni economiche poste in essere dalle due imprese, ha consentito di constatare un ingente sottrazione al fisco di ricavi non dichiarati e costi che non soddisfacevano i requisiti previsti dalla normativa fiscale vigente.

L’altissima attenzione del Corpo a questi fenomeni evasivi contribuisce a preservare la leale concorrenza tra le imprese del territorio ed a promuovere indirettamente prospettive di crescita sane del mercato del lavoro e della produzione, a tutela delle libertà economiche di tutti i cittadini.

Locri, 21.03.2019

Letto 76 volte

Articoli correlati (da tag)

  • Operazione Creonte: sequestrati beni per 200mila euro a ex presidente associazione antimafia

    Le Fiamme Gialle del Comando Provinciale di Reggio Calabria hanno dato esecuzione ad un provvedimento di sequestro preventivo “per equivalente”, del valore di 217.704,59 euro, disposto dalla Sezione Penale dellocale Tribunale nei confronti dell’ex Presidente di una rinomata Associazione Culturale anti-‘ndrangheta. Il provvedimento giudiziario - richiesto dal Procuratore Aggiunto della Repubblica, dr. Gerardo DOMINIJANNI,sotto il coordinamento del Procuratore Capo della Repubblica, dr. Giovanni BOMBARDIERI - è giunto al termine di un’articolataindagine,in materia di contrasto alle frodi in materia di spesa pubblica, condotta dal Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria di Reggio Calabria,volta a verificare la corretta erogazione di fondi regionali e provinciali a favore dell’“Associazione Culturale Antigone - Osservatorio sulla ‘ndrangheta”.

  • Frode all’Inps per quasi 5mln di euro: scoperti dalla Guardia di Finanza oltre 1.000 falsi braccianti agricoli

    Nell’ambito dell’attività istituzionale in materia di spesa pubblica, i Finanzieri del Gruppo di Locri, coordinati da questa Procura della Repubblica, hanno accertato, al termine di un’articolata e complessa attività d’indagine, in collaborazione con personale dell’ufficio vigilanza ispettiva dell’I.N.P.S. di Reggio Calabria, una truffa aggravata in danno del predetto Istituto previdenziale, perpetrata da 31 aziende agricole operanti nel territorio della locride, per gli anni dal 2012 al 2018, mediante l’assunzione fittizia di oltre 1.000 dipendenti con un danno alle casse dello Stato per circa 5 milioni di euro. Le imprese presentavano all’Ente previdenziale falsi contratti di affitto e/o comodato di terreni riconducibili anche a soggetti ignari, completamente estranei alla truffa, nonché fasulle denunce aziendali trimestrali attestanti l’impiego, mai avvenuto, di operai al fine di consentire l’indebita percezione di indennità di disoccupazione, malattia, assegno nucleo familiare e maternità.

  • Gioia, la Finanza sequestra beni a soggetti legati alle consorterie mafiose

    A seguito di indagini patrimoniali – coordinate e dirette dalla Procura della Repubblica di Reggio Calabria - la 2a Compagnia della Guardia di Finanza di Gioia Tauro, ha dato esecuzione a due distinti provvedimenti di sequestro di beni nei confronti di esponenti di spicco riconducibili rispettivamente alla cosche di ‘ndrangheta Pesce e Cacciola di Rosarno.
    L’attività è stata posta in essere ai sensi della normativa antimafia, di cui al Decreto Legislativo 159/2011; tale normativa prevede l’applicazione delle misure di prevenzione a carico di soggetti ritenuti, sulla base di elementi di fatto, abitualmente dediti a traffici delittuosi, ovvero, che per la loro condotta ed il loro tenore di vita, debbano ritenersi che vivano abitualmente, anche in parte, con proventi di attività delittuosa.

  • All'Accademia di Belle Arti la presentazione del volume "Locri in acquarello"

    Reggio Calabria. Giovedì 11 aprile 2019, alle ore 17, a Reggio Calabria, presso l’Accademia di Belle Arti - Aula Magna “G. Marino”, verrà presentato l’interessante volume Locri in acquarello, curato da Rossella Agostino, direttore Musei e Parco Archeologico Nazionale di Locri. L’iniziativa è indetta da Italia nostra - Sezione di Reggio Calabra e dall’Accademia delle Belle Arti di

  • Guardia di Finanza Reggio Calabria: sequestrati 450 kg di cocaina purissima al Porto di Gioia Tauro

    Nuovo importante colpo messo a segno dai militari del Comando Provinciale di Reggio Calabria in sinergia con l’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli di Gioia Tauro e sotto la costante direzione del Procuratore della Repubblica di Reggio Calabria, Dott. Giovanni Bombardieri. In un container in transito nel porto della piana, proveniente da Paranagua e formalmente diretto a Port Said West (Egitto), sono stati individuati e sequestrati 450 chilogrammi di cocaina suddivisi in 420 panetti del valore complessivo al dettaglio di circa 90 milioni di euro.

Copyright © 2018 CALABRIAPOST - Trib. RC n. 14/2013
Direttore responsabile: Gianluca Del Gaiso
Associazione "P4C"
via Reggio Modena 22  Rc - CF 92084720801
Redazione Ideocoop a r.l.