unci banner

:: NEWS

Antonimina: Grande successo per la Festa delle Rose 2019

Antonimina: Grande successo per la Festa delle Rose 2019

Si sa, gli dei amano le rose. Coloro che, domenica scorsa, sfidando pioggia, fulmine e saette previsti al sud, sono arrivati alla Casa delle Erbe, ad Antonimina, hanno potuto verificarlo....

Roccella Jonica, inaugurato il nuovo waterfront

Roccella Jonica, inaugurato il nuovo waterfront

“Questo lungomare ci racconta su cosa deve puntare il nostro territorio: cultura, bellezza e legalità”. Così, nella giornata di ieri, il sindaco metropolitano Giuseppe Falcomatà ha inaugurato il nuovo Waterfront...

Gallico, coniugi trovati morti nel cortile di casa. Si indaga per omicidio-suicidio

Gallico, coniugi trovati morti nel cortile di casa. Si indaga per omicidio-suicidio

Nel corso della mattinata personale dell' UPGSP è intervenuto in località Gallico di Reggio Calabria per il rinvenimento dei corpi di due persone. Si tratta di una coppia di coniugi...

Cataforio, prestazione da incorniciare. I bianconeri si aggiudicano la finale di andata, davanti ad una favolosa cornice di pubblico

Cataforio, prestazione da incorniciare. I bianconeri si aggiudicano la finale di andata, davanti ad una favolosa cornice di pubblico

La maturità di un gruppo, la saggezza del suo condottiero, la voglia di raggiungere un traguardo storico, il cuore e la mentalità. Queste sono solo alcune delle componenti che il...

Viola, il presidente FIP Calabria risponde a Menniti: Di cosa stiamo parlando, aria fritta?

Viola, il presidente FIP Calabria risponde a Menniti: Di cosa stiamo parlando, aria fritta?

In seguito alle dichiarazioni pubbliche di Alessandro Menniti, soggetto che ha argomentato in qualità di rappresentante della Viola Reggio Calabria trasmesse dalla radio ufficiale del club, Antenna Febea, il Presidente...

compra calabria

Sei qui: HomeCRONACALe Volanti arrestano due fratelli reggini sorpresi a incendiare cavi di rame di provenienza furtiva

Le Volanti arrestano due fratelli reggini sorpresi a incendiare cavi di rame di provenienza furtiva

Pubblicato in CRONACA Mercoledì, 17 Aprile 2019 10:39

Nella serata del 14 aprile scorso, gli Agenti della Polizia di Stato delle Volanti, nell’ambito dei servizi di controllo del territorio, nell’ambito dei servizi disposti con il “Progetto Athena” in ambito cittadino, hanno arrestato due fratelli reggini, di 44 e 47 anni, sorpresi a incendiare cavi di rame. Nel dettaglio, gli operatori dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico sono intervenuti in località San Gregorio, per una segnalata densa nube di fumo proveniente da un torrente sito in quella zona industriale. Giunti sul posto, hanno sorpreso i due fratelli intenti ad incendiare un ingente quantitativo di cavi di rame, di provenienza furtiva, per separare il metallo dalla guaina esterna in plastica onde poter recuperare il prezioso metallo da vendere illecitamente, atteso l’elevato valore economico raggiunto da tale minerale negli ultimi anni.

Il metallo, per un peso complessivo di 140 kg, e del valore commerciale di circa 1000 euro, è stato sequestrato ed affidato in giudiziale custodia poiché non è stato immediatamente possibile stabilirne la provenienza. Gli Agenti della Polizia di Stato hanno sequestrato l’autovettura in uso agli arrestati, utilizzata per il trasporto del metallo presso il torrente ove è stato incendiato, e tratto in arresto i germani per il reato di ricettazione e per combustione illecita di rifiuti, reato quest’ultimo normato negli ultimi anni per scopi di tutela ambientale.
Dopo le formalità di rito e, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria, i rei sono stati collocati agli arresti domiciliari in attesa del rito direttissimo, conclusosi con la convalida degli arresti eseguiti in flagranza di reato.
L’importante risultato raggiunto per il contrasto al fenomeno dei furti dell’oro rosso conferma l’attenzione posta sul tema da parte della Polizia di Stato, considerato anche l’impulso dato dal Ministero dell’Interno all’intensificazione dei controlli in materia attraverso la predisposizione periodica di servizi specifici.
Su disposizione del Questore i due pregiudicati, già gravati da numerosi precedenti di polizia, saranno proposti per l’applicazione di una misura di prevenzione personale attesa la pericolosità sociale evidenziata.

Reggio Calabria 17.04.2019

Letto 76 volte

Articoli correlati (da tag)

  • Gallico, coniugi trovati morti nel cortile di casa. Si indaga per omicidio-suicidio

    Nel corso della mattinata personale dell' UPGSP è intervenuto in località Gallico di Reggio Calabria per il rinvenimento dei corpi di due persone.  Si tratta di una coppia di coniugi li residenti, R.F. del 1935 e della moglie C.P. del 1943. I corpi sono stati trovati riversi per terra all'interno del cortile condominiale dell'abitazione. L'intervento è stato sollecitato da uno stretto congiunto della coppia. Sono in corso accertamenti da parte degli investigatori, intervenuti prontamente sul posto, finalizzati ad accertare la dinamica dei fatti non potendo escludere che possa trattarsi di omicidio-suicidio mediante l'utilizzo di una pistola  regolarmente detenuta. La coppia non era conosciuta dalle forze di polizia per fatti o avvenimenti delittuosi pregressi.

  • Arghillà, reggino di 49 anni arrestato dalle Volanti per maltrattamenti in famiglia

    Il personale della Polizia di Stato in servizio di controllo del territorio ha arrestato in flagranza di reato un 49 anni reggino, responsabile del reato di maltrattamenti in famiglia, violenza privata e lesioni personali nei confronti della sua convivente di 55 anni.
    In particolare, il personale delle Volanti è intervenuto in località Arghillà Nord, di seguito alla segnalazione di una donna di nazionalità rumena che chiedeva aiuto poiché aggredita dal suo compagno, che l’aveva ferita al polso con un paio di forbici e le impediva di lasciare l’appartamento.

  • Obbligo di dimora per un cittadino georgiano trovato con documenti falsi e droga

    Il capillare controllo del territorio nell’ambito delle attività di prevenzione e contrasto alla commissione di reati ha consentito agli Agenti della Polizia di Stato dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico di arrestare un cittadino georgiano 38enne, trovato in possesso di documenti falsi e già destinatario di decreto di espulsione dal territorio dello Stato, emesso dalla Questura di Bari.
    Gli Agenti delle Volanti hanno fermato per un controllo un’autovettura,il cui conducente ha esibito documento di identità e patente di guida che lo qualificavano quale cittadino lituano.

  • Arrestato 25enne reggino trovato in possesso di 500 grammi di marijuana

    Nuovo brillante risultato per il contrasto del reato di spaccio di sostanze stupefacenti in ambito cittadino. Arrestato un 25enne reggino, trovato in possesso di oltre 500 grammi di marijuana.
    Grazie all’intensificazione dei servizi di controllo del territorio, disposta dal Questore Vallone anche nell’ambito dei servizi del Focus ‘ndrangheta, è stato interrotto un canale di spaccio di sostanze stupefacenti.
    Nella serata di ieri, gli Agenti dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico e del Reparto Prevenzione Crimine di Siderno, con l’ausilio di un’unità cinofila della Polizia di Stato hanno eseguito una perquisizione all’interno dell’abitazione dell’arrestato, che si è immediatamente mostrato nervoso alla vista del cane poliziotto specializzato nel ritrovamento di sostanze stupefacenti.

  • Gioia Tauro arrestato un 39enne in seguito ad un intervento per maltrattamenti in famiglia

    Gli Agenti del Commissariato di P.S. di Gioia Tauro hanno arrestato per violenza, minacce, resistenza e lesioni a Pubblico Ufficiale, un 39enne residente in Gioia Tauro.
    La convivente dell’uomo, aveva richiesto l’intervento della Polizia con telefonata alla linea di emergenza 113, manifestando il timore per l’incolumità sua e dei figli minorenni, poiché il compagno l’aveva aggredita verbalmente ed era uscito dicasa, ubriaco ed in stato d’ira, e la donna temeva più gravi conseguenze al rientro a casa dell’uomo.

Copyright © 2018 CALABRIAPOST - Trib. RC n. 14/2013
Direttore responsabile: Gianluca Del Gaiso
Associazione "P4C"
via Reggio Modena 22  Rc - CF 92084720801
Redazione Ideocoop a r.l.