unci banner

:: NEWS

Giornate Europee del Patrimonio: gli appuntamenti in città

Giornate Europee del Patrimonio: gli appuntamenti in città

L’assessorato alla Valorizzazione del Patrimonio Culturale guidato da Irene Calabrò comunica le iniziative del Comune di Reggio Calabria in occasione delle Giornate europee del Patrimonio che si terranno il prossimo...

Arriva il Rodeo Calabria Tennis Tour 2019

Arriva il Rodeo Calabria Tennis Tour 2019

Ecco il "Rodeo Calabria Tennis Tour 2019". Torna il circuito per III e IV categoria, tabelloni di singolare maschile e femminile, con la novità dei punti pieni Fit e la...

Operazione Bravo Cotraro: sequestrati quasi 2 kg di cocaina e arrestato il corriere

Operazione Bravo Cotraro: sequestrati quasi 2 kg di cocaina e arrestato il corriere

Militari del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Reggio Calabria, nel corso di un’ordinaria attività d’iniziativa indirizzata al controllo economico-finanziario del territorio, hanno proceduto al sequestro di 1,6 chilogrammi...

Parte da Reggio Calabria il tour elettorale di Carlo Tansi

Parte da Reggio Calabria il tour elettorale di Carlo Tansi

“Ho deciso di scegliere la bellissima Reggio per avviare la prima esperienza politica della mia vita, in segno di rispetto ai miei amici reggini e di tutta la provincia”. A...

A Palazzo Campanella il convegno "Calabria Anima Mediterranea - Ponte tra Meridione e Settentrione"

A Palazzo Campanella il convegno "Calabria Anima Mediterranea - Ponte tra Meridione e Settentrione"

Presentato presso il Palazzo Municipale di Sant’Eufemia d’Aspromonte sil convegno: Calabria Anima Mediterranea - Ponte tra Meridione e Settentrione, organizzato dall’Accademia Progetto Uomo, in programma il prossimo sabato 21 settembre...

compra calabria

Sei qui: HomeCRONACAMelito, tre arresti in un'intervento congiunto di Polizia e Carabinieri per rapina

Melito, tre arresti in un'intervento congiunto di Polizia e Carabinieri per rapina

Pubblicato in CRONACA Martedì, 23 Luglio 2019 14:13

Nella serata del 20 luglio scorso, in Melito Porto Salvo, un cittadino rumeno, spalleggiato da due complici, si è avvicinato ad un’anziana donna che stava passeggiando per le vie del paese e le ha strappato di dosso la collana in oro per poi scappare a bordo di un’autovettura Opel Astra verso la statale 106.
Immediatamente è scattato il dispositivo di controllo integrato del territorio che ha predisposto un accurato pattugliamento di tutta l’area con la predisposizione di posti di controllo finalizzati al rintraccio dell’autovettura segnalata.

All’altezza del bivio di Annà, una pattuglia della Sezione Polizia Stradale comunicava di aver individuato un’auto sospetta e richiedeva l’intervento di altre unità in zona per procedere al controllo. L’immediata disponibilità di una autoradio della Stazione Carabinieri di Melito Porto Salvo, consentiva di procedere, congiuntamente ed in perfetta sicurezza, al fermo dell’autovettura all’interno della quale venivano identificati due cittadini rumeni, di anni 33 anni e l’altro di 20 anni, ed un cittadino bulgaro di 30 anni. All’interno dell’autovettura veniva rinvenuta la collana strappata all’anziana donna di Melito.
I successivi accertamenti, effettuati presso la Stazione CC di Melito Porto Salvo, con la collaborazione della Polizia Stradale e del Commissariato di P.S. di Condofuri, dove nel frattempo la donna rapinata si era recata per sporgere denuncia, hanno consentito di giungere alla identificazione del rapinatore che è stato riconosciuto.
I tre stranieri sono stati associati presso camere di attesa dell’Arma e della Questura da dove, nella mattinata di ieri, sono stati trasferiti presso il locale Tribunale per l’udienza di convalida dell’arresto. In quell’occasione il giudice ha disposto per tutti e tre i soggetti la detenzione in carcere per il reato di rapina impropria aggravata.
La tempestività e l’efficace coordinamento interforze dell’intervento ha consentito, in brevissimo tempo, di assicurare alla giustizia gli autori di un reato predatorio particolarmente grave per le modalità e la violenza perpetrata in danno di una anziana donna, soggetto particolarmente vulnerabile.
Reggio Calabria, 23 luglio 2019

Letto 144 volte

Articoli correlati (da tag)

  • Bovalino, al supermercato o a casa invece che in ufficio a lavorare

    A conclusione di mirata attività investigativa espletata dalla Polizia di Stato, il personale del Commissariato di P.S. Bovalino ha eseguito un’ordinanza di applicazione della misura cautelare della sospensione dell’esercizio del pubblico ufficio per dodici mesi, emessa dal Giudice per le Indagini Preliminari di Locri su richiesta di quella Procura della Repubblica, nei confronti di 3 soggetti, su un totale di 6 indagati, ritenuti responsabili, a vario titolo, dei reati di truffa aggravata e continuata, falsa attestazione della presenza in servizio e peculato d’uso continuato.

  • Arghillà, 31enne ai domiciliari per possesso di droga

    L’attività di controllo del territorio dell’Ufficio Volanti, svolti nell’ambito del protocollo operativo chiamato “Fata Morgana” che ha quale obiettivo l’intensificazione dell’attività di controllo delle aree ad alta densità criminale della zona nord della città, ulteriormente intensificata su disposizione del Questore di Reggio Calabria con particolare riguardo al fenomeno dello spaccio di sostanze stupefacenti, ha fatto registrare in città l’ennesimo risultato.
    Nel corso dei servizi il personale dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico ha arrestato, in via Scopelliti, zona Arghillà nord, in flagranza di reato un 31enne.

  • Calanna, un arresto per produzione di sostanza stupefacente

    Ieri pomeriggio, i carabinieri della stazione di Calanna, supportati dai colleghi “Cacciatori” di Vibo Valentia, durante un controllo straordinario del territorio finalizzato alla prevenzione e repressione dei reati in materia di sostanze stupefacenti, hanno arrestato un 25enne reggino, con l’accusa di produzione di sostanza stupefacente.
    In particolare, i militari dell’Arma hanno sorpreso l’uomo in contrada Rosaniti del comune di Calanna, mentre annaffiava in un’area demaniale, una piantagione di canapa indiana composta da oltre 50 piante di altezza ben superiore ai 3 metri, le quali, a seguito di campionatura per successivi esami di laboratorio, sono state distrutte sul posto.

  • Roccella, fermati due presunti scafisti ucraini per lo sbarco dei 74 migranti

    Tempestivo e risolutivo l’intervento degli Agenti della Polizia di Stato della Sezione Criminalità straniera e prostituzione della Squadra Mobile e del Commissariato di P.S. di Siderno, che in poche ore hanno individuato i presunti scafisti dell’imbarcazione che trasportava 74 cittadini extracomunitari, condotti nelle acque territoriali di questa provincia nel pomeriggio di sabato, grazie al soccorso della Guardia Costiera che ne ha curato lo sbarco presso il porto di Roccella Jonica dove sono state effettuate le incombenze legate allo sbarco secondo le direttive della Prefettura di Reggio Calabria ed in stretta e proficua collaborazione con i militari dell’Arma dei Carabinieri e della Guardia di Finanza.

  • Controlli nel centro storico: arresti per furto di energia elettrica e carburante

    La Polizia di Stato, nell’ambito del progetto Athena che ha quale obiettivo di garantire il controllo del territorio e la sicurezza nella zona centrale della città con l’intensificazione dell’attività di controllo del territorio ed una presenza più capillare del personale delle Volanti, del Reparto Prevenzione Crimine di Siderno e delle pattuglie motomontate, ha eseguito nei giorni delle “Feste Mariane” massivi controlli in città. A seguito di tali servizi, il personale dell’UPGSP e del Reparto Prevenzione Crimine di Siderno ha arrestato, in flagranza di reato, due soggetti di 42 e 29 anni in zona Modena, nei pressi del centro sportivo CONI, che si sono resi responsabili del reato di furto di energia elettrica.

Copyright © 2018 CALABRIAPOST - Trib. RC n. 14/2013
Direttore responsabile: Gianluca Del Gaiso
Associazione "P4C"
via Reggio Modena 22  Rc - CF 92084720801
Redazione Ideocoop a r.l.